Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Lunedì 19 Ottobre 2009
 
   
  LA REGIONE LAZIO APRE LO SPORTELLO PER LA CONCILIAZIONE

 
   
  A seguito della sottoscrizione di un protocollo d´intesa siglato tra il Presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, e il Presidente del Tribunale di Roma, Paolo De Fiore, è stato attivato lo sportello informativo sulla conciliazione presso il Tribunale di Roma a piazzale Clodio, cui possono rivolgersi i cittadini del Lazio alle prese con piccoli problemi legali di tipo civilistico per risolvere le controversie. L´obiettivo è quello di incentivare il ricorso alla conciliazione come strumento per la risoluzione di controversie legate ai reati di tipo civile, riducendo al contempo il numero delle cause in essere. Dalle liti condominiali alla risoluzione di controversie con gestori telefonici, fino alle mediazioni familiari: lo sportello fornirà tutte le informazioni sulla ´conciliazione´ analizzando caso per caso ogni tipo di richiesta. "Dobbiamo ridurre le richieste di giustizia così come siamo impegnati nella riduzione dei rifiuti o degli sprechi energetici - ha affermato Marrazzo - e riportare la giustizia ai cittadini. In questo modo guadagniamo tempo e soldi. Nel corso del 2010 faremo un´apposita campagna di comunicazione sul tema della conciliazione. Il protocollo di oggi è il modo giusto per stare dalla parte dei cittadini". Lo sportello, attivo dai prossimi giorni in via sperimentale, entrerà a pieno regime dal prossimo 1 gennaio. La Regione Lazio finanzierà la sperimentazione di 12 mesi del punto informativo, che verrà gestito dal personale dell´istituto Arturo Carlo Jemolo. Il presidente De Fiore invece ha ricordato che "il Tribunale di Roma è in difficoltà ed è sotto gli occhi di tutti la lentezza della macchina giudiziaria. Non credo, però, che nessuna riforma, né il potenziamento dei giudici o quello delle risorse, possa sanare il problema dell´inefficienza della giustizia. Occorre puntare su una riduzione e in questo senso si muove il protocollo con la Regione. Bisogna far capire ai cittadini che si può andare incontro alle ragioni dell´altro, che se si concilia si riducono i tempi ed è vantaggioso per tutti". Alla firma del protocollo erano presenti gli assessori alla Tutela dei consumatori e ai Lavori pubblici, rispettivamente Anna Salome Coppotelli e Vincenzo Maruccio.  
   
 

<<BACK