Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 15 Dicembre 2009
 
   
  SLOVACCHIA: RIDUZIONE DEL PIL DEL 4,8% A/A NEL 3° TRIMESTRE

 
   
  Bratislava, 15 dicembre 2009 - L’economia ha registrato un calo del 4,8% a/a nel 3° trimestre dal calo del 5,5% a/a del 2° trimestre, secondo i dati preliminari pubblicati dall’ufficio statistico (Susr) sulla prestazione economica del periodo. In termini di aggiustamento stagionale, il Pil è aumentato dell’1,6% t/t per il periodo, ponendo tecnicamente fine alla recessione economica. Parte del recupero dell’attività di investimento è stata supportata dal miglioramento complessivo dell’economia nel 3° trimestre. In particolare, la formazione del capitale fisso lordo è scesa dell’11,4% a/a, dopo il -17,7% a/a del trimestre precedente. Questo potrebbe essere legato alla politica di gestione anticrisi del governo e ha aumentato l’enfasi sugli investimenti nelle infrastrutture in particolare. Tuttavia, i consumi del settore pubblico sono scesi dello 0,8% a/a nel periodo e potrebbero avere un impatto diretto complessivamente neutro sull’economia. Il consumo finale in generale è sceso dello 0,4% a/a nel 3° trimestre per le spese governative indebolite ma anche seguendo il calo dello 0,3% a/a nei consumi privati. Quest’ultimo può essere influenzato negativamente dal decremento nell’occupazione e dovrebbe riflettere l’affievolirsi dell’impatto dello schema delle rottamazioni auto, che hanno incrementato la spesa private nel 2° trimestre. Le esportazioni nette sono state l’unico settore con importazioni positive nel trimestre. Dal lato dell’offerta il valore aggiunto nell’economia è sceso del 4,6% a/a per il trimestre, dopo il calo del 5,1% a/a nel 2° trimestre. La riduzione più forte del valore aggiunto è stata registrata nei settori del commercio, alloggi, ristorazione e trasporti come nell’immobiliare e pubblica amministrazione. Vi è stato un incremento in termini annuali in agricoltura e costruzioni e stagnazione nell’industria. . .  
   
 

<<BACK