Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Lunedì 24 Maggio 2010
 
   
  POLITICHE DEL LAVORO. OLTRE 100.000 EURO IN ‘BUONI LAVORO’ PER GIOVANI STUDENTI MILANESI

 
   
  Milano, 24 maggio 2010 - Sostenere gli studenti che si affacciano sul mondo del lavoro e promuovere una cultura della legalità in ambito lavorativo. Con questi obiettivi la scorsa estate è nato il progetto “buoni lavoro”, la cui sperimentazione prosegue anche quest’anno, da giugno a dicembre. “Dopo il successo registrato nel 2009 in concomitanza con l’iniziativa Milano Aperta ad Agosto – ha commentato l’assessore alle Attività produttive, Politiche del Lavoro e dell’Occupazione Giovanni Terzi – l’Amministrazione ha deciso si proseguire con la sperimentazione dei buoni lavoro, con un cofinanziamento di 109.000 euro (pari al 90% della spesa) per l’acquisto dei voucher”. Beneficiari dell’iniziativa saranno gli studenti di età compresa tra i 16 e i 25 anni (non compiuti), regolarmente iscritti a un ciclo di studi presso istituti universitari o scolastici di ogni ordine e grado che possono, secondo le direttive Inps, prestare lavoro occasionale in qualsiasi settore produttivo sia durante i sabati e le domeniche, che nei periodi di vacanza e in quelli liberi da impegni scolastici. I datori di lavoro potranno acquistare, rivolgendosi alle associazioni di categoria (o presso l’Inps), i voucher e consegnarli agli studenti in base agli accordi e dopo aver quantificato le ore lavorative effettuate. Collaborano al progetto Unione Confcommercio Milano (che gestisce direttamente il rapporto con i propri associati attraverso Promo.ter) e Confesercenti, mentre sul piano organizzativo la gestione è affidata ad Accor Services Italia srl che si occuperà della prenotazione e rendicontazione dei voucher. Il Comune e le associazioni di categoria, infine, promuovono e sostengono la formazione degli studenti che parteciperanno all’iniziativa invitandoli a frequentare la Scuola Superiore del Commercio, Turismo, Servizi e Professioni e il Cescot, Centro Sviluppo Commercio Turismo e Terziario della Provincia di Milano. Nei corsi verranno fornite informazioni anche sulle corrette prassi igieniche e sanitarie nel contatto con gli alimenti La prima sperimentazione, nata con l’obiettivo di incentivare l’apertura dei negozi nel mese di agosto, ha coinvolto 33 esercizi commerciali, nella quasi totalità appartenenti al comparto della somministrazione di cibi e bevande; gli assunti sono stati 44, equamente divisi tra ragazzi e ragazze, per un totale di 3886 buoni lavoro.  
   
 

<<BACK