Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 22 Gennaio 2013
 
   
  ASL 4 PRATO: QUATTRO NUOVI OSPEDALI DELLA TOSCANA, SI AVVICINA IL TRAGUARDO

 
   
   Prato, 22 gennaio 2013 - Audizione sullo stato di avanzamento dei lavori dei quattro nuovi ospedali della Toscana (Prato, Pistoia, Lucca e Apuane), sul loro modello organizzativo e il loro funzionamento nella rete di cura e assistenza. Si è tenuta stamani alla Quarta commissione consiliare permanente del Consiglio regionale. Il presidente del Sior Bruno Cravedi ha presentato una relazione sullo stato di avanzamento dei lavori. Fra il 2013 e il 2014, con tempi diversificati per ogni struttura ospedaliera, sono previsti ultimazione dei lavori, collaudi e agibilità. Per l’ospedale di Pistoia, lo stato di avanzamento dei lavori è al 95,2%, per quello di Prato all’84,9%, per Lucca al 76,0% e per Apuane il 41,8%. La nuova rete ospedaliera sarà dotata complessivamente di 1710 posti letto articolati per diversi livelli di intensità di cura (intensiva, sub intensiva e medio e lungo termine). Sono stati illustrati lo stato dell’arte nell’acquisizione di beni e servizi (apparecchiature biomedicali, mobili, arredi, servizi tecnici ed economali e altri servizi vari) realizzata attraverso una operazione congiunta tra Aziende Sanitarie, Estav Centro ed Estav Nord Ovest. I nuovi ospedali sono organizzati per livelli di intensità di cura in un sistema sanitario articolato ed integrato della rete di servizi territoriali. Questo modello organizzativo ha richiesto la sperimentazione e il monitoraggio di percorsi assistenziali, già avviati da qualche anno e ancora oggetto di continuo aggiornamento. Nella realizzazione delle nuove strutture ospedaliere è stata rivolta particolare attenzione al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale (ottimizzazione spazi, impianti fotovoltaici, limitazione rumorosità, utilizzo acque di riuso, arredo esterno e verde). Sono state illustrate le caratteristiche e gli interventi strutturali adatti ad accogliere le persone con disabilità sensoriali e motorie e per agevolare l’accesso e l’orientamento degli ipovedenti attraverso apposite cartellonistiche e mappe tattili. Un piano di comunicazione con l’utilizzo di molteplici strumenti informativi ( brochure, depliant, Totem, shopper, video…) ha accompagnato ed accompagnerà tutte le fasi di realizzazione del progetto. Per quanto riguarda Prato, confermata la data di fine lavori prevista per marzo 2013 e l’inizio dell’attività il 27 settembre 2013. Confermato inoltre, che nell’area del vecchio ospedale l’attuale palazzina ovest ospiterà la struttura per le cure intermedie ed ambulatori specialistici. L’attuale palazzine delle medicine sarà la sede del Dipartimento di salute mentale con un centro per la salute mentale ed una struttura residenziale psichiatrica. Per il trasferimento delle attività, Prato, nel marzo dello scorso anno ha costituito ed attivato un comitato di progetto per il trasferimento del nuovo ospedale con una cabina di regia dei diversi gruppi di lavoro. Nell’ottobre dello stesso anno è stata sperimentata la simulazione del trasferimento dei pazienti attraverso l’esercitazione P.e.tra.  
   
 

<<BACK