Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Lunedì 19 Marzo 2007
 
   
  BANCA DI LEGNANO (GRUPPO BIPIEMME): UTILE NETTO 2006 + 113,5%. DIVIDENDO IN CRESCITA DA 0,12 A 0,26 EURO PER AZIONE.

 
   
  Legnano, 19 marzo 2007 - In data 12 marzo 2007 il Consiglio di Amministrazione della Banca di Legnano (gruppo Banca Popolare di Milano) ha approvato il bilancio d’esercizio 2006 che si è chiuso con un risultato di assoluto rilievo: l’utile netto è stato pari a 133,8 milioni di euro (+113,5%) contro un risultato di 62,7 milioni del bilancio 2005. Gli ottimi risultati del bilancio 2006 sono dovuti a una generalizzata crescita delle masse e dei ricavi, al miglioramento del margine d’interesse, al contenimento dei costi e alla plusvalenza generata dalla cessione al Gruppo Fonsai delle quote di Bipiemme Vita S. P. A. , secondo quanto previsto dai patti parasociali stipulati tra la Capogruppo e Fondiaria Sai S. P. A. Tale plusvalenza, registrata alla voce “Utili da partecipazioni”, ammonta a 58,8 milioni di euro. Al netto della stessa, e tenuto conto dell’impatto fiscale, il risultato di periodo sarebbe pari a 76,7 milioni di euro, in crescita del +22,3% sul risultato 2005. Il margine di interesse si attesta a 126,1 milioni di euro contro 107,3 milioni del 2005, registrando un incremento del +17,5%. Il margine di intermediazione aumenta del +21,4% passando da 172,1 milioni di euro a 209,0 milioni. La componente dividendi, pari a 25,5 milioni di euro contro i 12,2 milioni del 2005, presenta una crescita del +109,3%. A fine 2006 la provvista diretta da clientela ammonta a 2. 604 milioni di euro con un incremento su base annua del +7,8% (+17,1% la componente obbligazionaria). La raccolta indiretta, pari a 4. 040 milioni di euro, di cui 2. 103 milioni di euro di risparmio gestito, fa segnare un incremento annuo del +0,4%. Gli impieghi con clientela ammontano a 2. 626 milioni e registrano un incremento annuo del +7,6% con una crescita di 185 milioni sul dato di dicembre 2005 (+28,3% l’aggregato mutui e prestiti). Il rapporto oneri operativi / proventi operativi del conto economico riclassificato migliora ulteriormente e passa dal 48,2% del 2005 al 41,2% attuale. Elevata rimane la qualità del credito: le sofferenze nette si attestano allo 0,30% degli impieghi netti (0,27% a fine 2005), contro l’1,24% del sistema. Il grado di copertura dei crediti in sofferenza raggiunge il 65,3% contro il 66,6% dell’anno precedente. L’indice di copertura sugli incagli aumenta dal 15,6% al 17,5%. Gli accantonamenti su crediti in bonis raggiungono invece lo 0,88% degli utilizzi (pari a 22,8 milioni di euro) contro lo 0,74% del precedente esercizio. Il Roe 2006 risulta pari all’11,85% (6,80% al netto della plusvalenza da partecipazioni) contro il 5,61% del 2005. Il Consiglio di Amministrazione proporrà, all’Assemblea degli Azionisti del prossimo 16 aprile la distribuzione di un dividendo di 0,26 Euro (contro 0,12 euro per azione del precedente esercizio). .  
   
 

<<BACK