Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Lunedì 19 Marzo 2007
 
   
  P.A.: DEBUTTA “SPC”, LA PIÙ GRANDE INFRASTRUTTURA TELEMATICA PUBBLICA IN BANDA LARGA IN EUROPA

 
   
  Roma, 19 marzo 2007 – L’italia entro l’anno disporrà della più grande infrastruttura telematica pubblica in banda larga d’Europa, destinata a collegare tutta la Pubblica Amministrazione, comprese 450 sedi italiane sparse in 120 Paesi del mondo. Il “debutto” avverrà lunedì 19 marzo, nel corso di un convegno nel Complesso Monumentale del Santo Spirito, dove Livio Zoffoli, presidente del Cnipa-centro Nazionale per l’Informatica nella Pa, illustrerà le caratteristiche e le opportunità offerte dall’“Spc”, il Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione, che lo stesso Cnipa ha progettato, associando i nuovi strumenti della telematica e dell’innovazione digitale, per dare concreto supporto infrastrutturale alle norme del Codice dell’Amministrazione Digitale, le quali prevedono l’obbligo del “dialogo” e della cooperazione tra tutte le amministrazioni pubbliche. Non solo per fornire nuovi servizi on-line, ma per evitare a cittadini ed imprese duplicazioni e sovrapposizioni burocratiche, come le ripetute file per sbrigare una pratica. L’spc, oltre a migliorare i servizi e rendere più efficienti e sicure le connessioni, innescherà una serie di rilevanti opportunità, come il risparmio dei costi (dai 140 milioni di € spesi per la sola Pa centrale nel 2005 ai 65 milioni di € del 2007), la videoconferenza, la trasmissione wireless (Wifi e Wimax) e l’integrazione con la telefonia mobile. Sono quasi 2 mila le persone - rappresentanti della Pubblica amministrazione e dell’imprenditoria tecnologica e dell’innovazione - che hanno chiesto di partecipare al convegno, tanto da costringere il Cnipa a triplicare il numero dei posti a disposizione. Presenti il ministro prof. Luigi Nicolais ed il sottosegretario sen. Beatrice Magnolfi, si dibatteranno le opportunità industriali che possono derivare per il Paese da tali iniziative nella Pa, in termini di impiego di nuove tecnologie, come pure si verificheranno con le amministrazioni i modelli di governance previsti e i loro riflessi sui processi e sull’erogazione dei servizi a cittadini ed imprese. Il “check-up” lo faranno non solo i principali protagonisti della digitalizzazione della Pa, ma pure gli amministratori delegati e i vertici delle maggiori società di telecomunicazioni (Tlc) e di tecnologie dell’informazione e comunicazione (Ict), tra cui Alcatel-lucent Italia, Avaya, Bt-italia, Cisco System Italia, Eda-enterprise Digital Architects, Eds Italia, Engineering, Fastweb, Ibm Italia, Postecom, Qxn, Telecom Italia e Wind. - .  
   
 

<<BACK