Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Mercoledì 25 Giugno 2014
 
   
  ITALIA STARTUP VISA: PROCEDURE PIÙ SNELLE E VELOCI PER ATTRARRE IMPRENDITORI INNOVATIVI ESTERI

 
   
  Roma 25 giugno 2014 – Gli imprenditori extra-Ue che intendono avviare una startup innovativa in Italia potranno usufruire da oggi di una serie di procedure molto più snelle e veloci. Il risultato è possibile grazie a un programma innovativo, denominato Italia Startup Visa, che presentato dal ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, presso l’acceleratore di startup Luiss Enlabs alla Stazione Termini e che vede il diretto coinvolgimento del dicastero di Via Veneto insieme al Ministero degli Affari Esteri. L’iniziativa del governo, cui hanno collaborato anche il Ministero dell’Interno e il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, facilita, in modo significativo, la fase di ottenimento del visto d’ingresso per lavoro autonomo per quei cittadini dei Paesi extra-Ue che intendono avviare una startup innovativa nel nostro Paese. Tra le novità più significative, la centralizzazione della procedura di concessione del visto in capo a un unico Comitato tecnico, insediato presso il Ministero dello sviluppo economico, composto da rappresentanti di associazioni riconosciute e qualificate, a valenza nazionale e fortemente legate all’universo delle startup. Il Comitato valuterà entro 30 giorni la domanda del richiedente corredata da curriculum accademici e professionali, oltre a informazioni dettagliate riguardo a idea e modello di business, tipologia di prodotto o servizio da sviluppare, e mercato di riferimento. La procedura risulta ancora più semplificata qualora il richiedente visto presenti la disponibilità di un incubatore certificato ad accoglierlo presso le proprie strutture per la costituzione della startup innovativa. L’unico parametro economico-finanziario richiesto è la disponibilità di risorse, dedicate alla startup, pari ad almeno 50.000 euro, incluso il valore dei servizi che eventualmente l’incubatore certificato presterà alla nuova impresa. Tutta la procedura sarà gestita in modalità telematica attraverso il sito italiastartupvisa.Mise.gov.it, consultando il quale l’utente può apprendere tutte le informazioni utili e fare domanda per ottenere il visto d’ingresso. Secondo il Ministro Guidi “Italia Startup Visa è un ulteriore tassello della policy a favore delle startup innovative. Uno strumento volto a incrementare la capacità di attrazione del nostro Paese approfittando della crescente mobilità delle intelligenze e degli imprenditori innovativi su scala globale”. “Da oggi - ha aggiunto il Ministro - un cittadino di un paese extra-Ue che vuole costituire una startup innovativa in Italia potrà ottenere il visto di ingresso in modo estremamente semplificato e veloce.”  
   
 

<<BACK