Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Lunedì 20 Aprile 2015
 
   
  LOMBARDIA. IMPIANTI SPORTIVI: QUESTIONE SERIA STRUTTURE SPESSO OBSOLETE, NECESSARIO INTERVENIRE

 
   
  Pavia, 20 aprile 2015 - "Gli impianti sportivi, sia in Italia sia in Lombardia, sono un problema serio. Anni fa eravamo all´avanguardia ma oggi, purtroppo, siamo tornati indietro, le strutture sono obsolete e molte necessitano di adeguamenti". Lo ha detto l´assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi, intervenendo al convegno ´Credito sportivo e impiantistica sportiva´, questa mattina, negli spazi della Sala San Martino di Tours a Pavia. All´appuntamento, inserito nell´ambito dell´incontro fra le società sportive, gli amministratori locali e l´Istituto per il Credito sportivo, sono intervenuti, tra gli altri, Davide Lazzari (assessore alla Mobilità e Trasporti, Sport del comune di Pavia), Giuseppe Baletti (presidente regionale Lnd), Roberto Del Bo (delegato provinciale Lnd), Luciano Cremonesi (delegato provinciale Coni) e Silvia Rosa (Ics). Fare Rete - "In Lombardia ci sono circa 20.000 impianti – ha detto l´assessore -, il 60 per cento avrebbe necessità di interventi di manutenzione e di messa a norma. Per poterli effettuare tutti ci vorrebbe una cifra superiore al miliardo di euro. Una somma difficilmente recuperabile per investimenti sull´impiantistica sportiva, risorse non a disposizione degli Enti pubblici, ma nemmeno disponibili dal settore privato". "I nostri ragazzi, però - ha spiegato Antonio Rossi - hanno bisogno di fare sport, per questa ragione stiamo cercando di fare rete e creare sistema, insieme ai diversi soggetti come l´Istituto per il Credito Sportivo, il Coni, i Comuni, le associazioni e società sportive, per potere pianificare anche gli interventi sul territorio, unendo tutte le risorse e le opportunità a disposizione". Le Azioni Di Regione - L´assessore ha parlato anche dei vincoli posti dal Patto di stabilità e del fatto che sia necessario creare cultura sportiva, a cominciare "dall´inserire la parola ´Sport´ all´interno della Costituzione". "Come Regione Lombardia - ha spiegato Antonio Rossi - abbiamo fatto due bandi: uno rivolto alla riqualificazione delle palestre scolastiche e alla loro apertura alle società sportive esterne alla scuola; l´altro dedicato agli impianti sportivi coperti. Per il primo sono stati messi in campo fondi per quasi 5 milioni di euro, per un totale di quasi 500 richieste, mentre la seconda misura ha ricevuto circa 3 milioni di euro, per un totale di oltre 350 richieste". I Prossimi Provvedimenti - "Il prossimo provvedimento – ha spiegato l´assessore Rossi - sarà dedicato agli impianti sportivi all´aperto, come campi da calcio, non soltanto sintetici, piste di atletica, terza tipologia diversa d´intervento per cercare di coprire quasi tutte le esigenze del mondo sportivo. Per il futuro stiamo lavorando a una rete, coinvolgendo il territorio gli altri soggetti istituzionali, e, dove possibile, anche il privato, per favorire il maggior numero d´investimenti nel settore sportivo: andremo avanti su questa strada". Anagrafe Sportiva - "Con la nuova Legge sullo sport, la n.26, - ha concluso Rossi - abbiamo introdotto l´Anagrafe sportiva, un censimento fatto sia con Anci sia con il Coni, per valutare gli impianti che hanno bisogno e stabilire come finanziarli, insieme, senza disperdere fondi, andando tutti nella stessa direzione". Visita Agli Impianti Sportivi Comunali - L´assessore Rossi, insieme all´assessore Lazzari e il delegato provinciale del Coni Cremonesi, ha poi effettuato un sopralluogo agli impianti sportivi comunali: Società Ginnastica Pavese, il polifunzionale Palaravizza, il campo di Atletica (campo Coni) e la piscina coperta di via Fulperti.  
   
 

<<BACK