Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Giovedì 06 Settembre 2007
 
   
  UNICREDIT FIRMA UN ACCORDO CON GE MONEY PER LA CESSIONE DI UNA PARTECIPAZIONE DI MAGGIORANZA NELLA NUOVA BPH

 
   
  Milano, 6 settembre 2007 - Unicredit e Ge Capital International Financing Corporation per conto di Ge Money, divisione del gruppo General Electric specializzata nel credito al consumo, hanno firmato il 3 agosto un accordo per la cessione di una quota di maggioranza in Bank Bph da eseguirsi in seguito al perfezionamento della scissione di una parte delle attività di Bank Bph in Bank Pekao (“Nuova Bph”). In base all’accordo, Unicredit trasferirà una quota di circa il 66% di Nuova Bph, rispetto al 71,03% detenuto complessivamente da Unicredit. L’operazione prevede inoltre la cessione, da parte di Cabet Holding, società interamente controllata da Bank Austria Creditanstalt, a Ge Money della partecipazione del 49,9% in Bph Tfi (società attiva nel segmento del risparmio gestito, controllata con il 50,1% da New Bph). Il prezzo complessivo concordato è pari a €625. 5 milioni. Nuova Bph è una banca universale con una rete di 200 sportelli. Su base pro-forma, al 31 dicembre 2006 New Bph aveva un totale attivo di €2,2 miliardi, crediti netti pari a €1,4 miliardi, depositi pari a €1,2 miliardi e un patrimonio netto di €0,4 miliardi. Alla stessa data, il patrimonio complessivo (Aum) gestito da Bph Tfi era pari a €1,8 miliardi. La scissione di parte delle attività di Bank Bph in Bank Pekao è già stata approvata dalle assemblee degli azionisti delle due banche ed è soggetta all’autorizzazione della Banking Supervision Commission polacca. La cessione della partecipazione in Nuova Bph da parte di Unicredit è coerente con l’accordo firmato il 19 aprile 2006 fra il Ministero del Tesoro della Repubblica Polacca e Unicredit e rappresenta un ulteriore passo verso l’integrazione delle attività bancarie del Gruppo Unicredit in Polonia. Il perfezionamento dell’operazione è previsto per la fine del 2007 in seguito alla registrazione della scissione parziale di Bank Bph ed è subordinato al verificarsi di alcune condizioni fra le quali, inter alia, l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni e consensi da parte delle autorità competenti e le altre condizioni sospensive normalmente previste per questo tipo di operazioni. Unicredit si è avvalsa di Merrill Lynch International e Unicredit Markets & Investment Banking in qualità di advisor finanziari e di Dewey Ballantine e dello Studio Legale Grimaldi e Associati in qualità di advisor legali. .  
   
 

<<BACK