Dati Editore | Chi Siamo | Redazione | Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 














MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   

P.I. 12573730152


 
Notiziario Marketpress di Martedì 09 Ottobre 2007
 
   
  PRONTA LA NUOVA STATALE 10 DA MONSELICE A CARCERI – MARANGON: ORA AVANTI FINO ALLA VALDASTICO SUD

 
   
  Carceri d’Este (Padova), 9 ottobre 2007 - Dalla Bassa padovana al capoluogo i tempi di percorrenza su strada si accorceranno tra qualche giorno di una decina di minuti, evitando quei “maledetti” 9 chilometri di vecchia Padana Inferiore, stretta e piena di curve e ostacoli, che ora dividono Monselice da Este: 10 minuti di guadagno per le imprese, 10 minuti di maggiore qualità della vita per le comunità. Per questo la cerimonia di fine lavori della nuova Variante alla Strada Regionale n. 10, svoltasi il 6 ottobre nel chiostro dell’Abbazia di Santa Maria delle Carceri, si è trasformata in una grande festa, che ha visto schierati tutti i sindaci dei Comuni dell’Eugania, con centinaia di cittadini, accanto all’assessore regionale alle politiche del territorio Renzo Marangon, al Presidente della provincia Vittorio Casarin con l’assessore Domenico Riolfatto, a consiglieri regionali e parlamentari. Si è trattato però di un preludio alla vera e propria apertura al traffico dell’arteria, che avverrà tra qualche giorno, “per lavori di finitura”, ha detto per l’Anas l’ing. Cesare Salice, ma pare certo che la prossima settimana sarà lo stesso Ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro a togliere le transenne: un’occasione per parlare delle molte esigenze e aspettative non solo di questa parte della provincia di Padova ma del Veneto e del Nord est. I circa 10 km e mezzo della nuova arteria sono infatti solo una tappa verso il completo rifacimento dell’intera Padana Inferiore, il cui prossimo traguardo dovrà essere il tratto da Palugana di Carceri al casello autostradale di Santa Margherita d’Adige della costruenda Valdastico Sud. “L’intervento – ha ribadito Marangon – è inserito nel Piano Triennale per l’adeguamento della rete viaria 2006-2008, approvato dal Consiglio Regionale, e finanziato per 13 milioni di euro”. Ma di euro, per ammodernare il sistema infrastrutturale medio padano in funzione del ruolo che questo territorio vuole svolgere nella nuova Europa, ne serviranno di più. “In ogni caso sulle nuove strade – ha sottolineato ancora Marangon – si muoverà il Veneto “fast” che fa economia, ma anche il Veneto “slow”, quello di visitazione e della qualità della vita. Per questo è necessario che le strade siano fatte bene, con tutti gli “accessori” che servono alla comunità, comprese le piste ciclabili”. La nuova “Variante agli abitati di Monselice ed Este” rappresenta il naturale proseguimento della Strada Regionale n. 104 “Monselice – Mare”; l’opera inizia a Monselice, in corrispondenza della località Cà Oddo, e si innesta sulla Strada Provinciale n. 15 “Calmana”, in località Carceri. L’importo complessivo dei lavori, in capo all’Anas in quanto iniziati prima della “regionalizzazione” dell´ex statale, è di oltre 18 milioni di euro e sono stati aggiudicati nel maggio 2002 all’Impresa Adanti. L’asse principale della strada è lungo 10,459 km, con due corsie da 3,75 metri e altrettante banchine da un metro e mezzo. Recependo le istanze formulate dai Comuni interessati per la viabilità locale, sono state realizzate controstrade e alcune strade ad uso agricolo. Il primo progetto preliminare di tutta la “Nuova S. R. 10” era stato redatto dalla Provincia di Padova, ancora nel corso degli anni ’90, con un contributo finanziario della Regione. Tale progetto, d’importo complessivo stimato in circa 180 chilometri, è ora in fase di revisione da parte di Veneto Strade S. P. A. Ed inserito nel “Programma Annuale Progettazioni 2007”. E’ in fase di redazione anche lo Studio d’impatto ambientale, propedeutico all’iter approvativo dell’opera stessa, che sarà finanziata e realizzata dalla Regione tramite Veneto Strade S. P. A. , per stralci funzionali, fino all’innesto sulla S. S. 434 “Transpolesana” a Legnago. .  
   
 

<<BACK