Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Venerdì 23 Maggio 2008
 
   
  24 MAGGIO 2008 – PARMA / RITRATTO DI JOHANNES BRAHMS AI CONCERTI DEL RIDOTTO

 
   
  Alla musica da camera di Johannes Brahms è dedicato sabato 24 maggio 2008, alle ore 17, il settimo e penultimo appuntamento del fortunatissimo ciclo dei Concerti del Ridotto che vede impegnati i Solisti del Teatro Regio di Parma. Ad approfondire la figura del compositore saranno due pagine che dimostrano la sua predilezione per gli organici più raccolti: il Trio per violino, corno e pianoforte in mi bemolle maggiore op. 40 e il Trio per violino, violoncello e pianoforte in do minore op. 101. Insolita la presenza del corno nel Trio in mi bemolle maggiore, che il musicista di Amburgo scrisse fra 1864 e l’anno seguente. Anche nei momenti più brillanti della partitura filtra nella pagina una malinconia evocata dal timbro dello strumento. Quattro i movimenti in cui è scandita questa pagina che si apre con un Andante che Brahms confessò ispirato dall’ammirazione commossa per la bellezza della natura. A seguire un ampio Scherzo, un elegiaco movimento lento dal clima molto sofferto, prima che si apra l’orizzonte su un Allegro con brio apposto come finale a questa opera, che ebbe la prima esecuzione nel novembre 1865. Il Trio per violino, violoncello e pianoforte in do minore colpì Clara Schumann per “la passione, la forza e il fascino” e fu eseguito per la prima volta nel dicembre dell’86, con Brahms alla tastiera. Destinato a una grande fortuna presso il pubblico, il Trio fu pubblicato l’anno successivo dall’editore Simrock. L’opera si apre con un Allegro energico, dall’avvio perentorio e dallo svolgimento sfiorato dall’inquietudine; uno Scherzo dove le sonorità si fanno attutite; quindi un confidenziale Andante grazioso e un conclusivo Allegro molto, dai temi coinvolgenti ed appassionati che, pur nel libero sfogo espressivo, rispetta con coerenza l’esemplare sinteticità dei tre movimenti precedenti. Sono il violinista Paolo Ghidoni, il violoncellista Massimo Tannoia, il cornista Danilo Marchello e la pianista Stefania Redaelli i quattro interpreti impegnati per il settimo appuntamento della stagione dei Concerti del Ridotto promossa dal Teatro Regio di Parma. I Concerti del Ridotto sono realizzati grazie ad Agricar Group, in accordo con Mercedes-Benz Italia. La stella a tre punte di Stoccarda affianca così il proprio stile a quello del Regio di Parma, grazie a un’azienda parmigiana in costante crescita. Ridotto del Teatro Regio di Parma, sabato 24 maggio 2008, ore 17. L’ingresso a I Concerti del Ridotto è libero. Info: Teatro Regio di Parma, tel 0521/039399, .  
   
 

<<BACK