Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 05 Settembre 2006
 
   
  TRIONFO CHEVROLET NEL WTCC A BRNO STORICA RIMONTA DI HUFF: DA 24° A PRIMO!

 
   
  Brno, 5 Settembre 2006 – Rob Huff, pilota Chverolet, ha messo a segno la sua prima vittoria nel Wtcc a Brno, dopo essere partito in 24a posizione in griglia. Mai, nella storia del Campionato Mondiale Turismo, il pilota vincente era partito così indietro. La supremazia di Huff e della Chevrolet su questo circuito è stata confermata da Alain Menu, settimo in gara 1, e da Nicola Larini, settimo in gara 2 dopo esser partito 27°. Il Direttore esecutivo di Chevrolet Europa, Wayne Brannon, ha assistito alla gara a Brno ed è soddisfattissimo del risultato. Coincidenza vuole che fosse presente anche alla gara di Brands Hatch, dove Alain Menu aveva portato per la prima volta alla vittoria la Chevrolet. “Rob che rimonta quasi dall’ultima posizione fino alla prima mostra lo spirito degli uomini Chevrolet e del nostro marchio – ha commentato – Questa vittoria è la conferma della determinazione e delle capacità della nostra azienda. Oggi Rob Huff ha fatto esattamente quello che noi alla Chevrolet crediamo di poter fare e rispecchia il nostro successo commerciale. Le corse sono, dopotutto, una parte della storia Chevrolet semplicemente perché non abbiamo paura a scendere in campo contro i nostri diretti concorrenti”. Alla fine delle qualifiche, sia Huff sia Larini erano stati relegati nelle ultime file per una doppia penalità: sorpasso con bandiere gialle esposte durante le qualifiche e sostituzione del motore. Ma Huff dentro di sé era fiducioso di poter finire ugualmente a punti, sapendo quello che pochi altri potevano sapere: “Nel mio giro di qualifica migliore, ho alzato il piede per le bandiere gialle e in quel settore ho perso un paio di decimi – ha spiegato – La telemetria lo dimostra con chiarezza. Senza quelle bandiere mi sarei classificato senza problemi in prima fila. Qui la nostra auto va davvero bene”. Tutti e tre i piloti Chevrolet hanno avuto una partenza fulminante: dopo il primo Alain era risalito al sesto posto (era nono in griglia), Nicola al 14°(da 27°) e Rob al 15° (da 24°). Mentre Alain ha tenuto strategicamente i concorrenti dietro di lui fino all’ultimo giro, Rob un po’ alla volta si è portato verso le posizioni di testa. Dodicesimo dopo tre giri, undicesimo dopo sei e ottavo dopo otto. Huff è rimasto fino alla fine all’ottavo posto, il che significava partire in pole position in gara 2. Menu, da parte sua, ha lasciato passare Coronel proprio alla fine, per potersi classificare settimo e mettersi iin prima fila di fianco a Huff. Con una prima fila tutta Chevrolet, nei box c’erano solo facce felici alla fine della prima gara. “E’ andato tutto liscio, non è vero? – ha detto Huff – L’auto era ottima, l’aderenza buona. Ho avuto un po’ di sottosterzo, ma niente di grave. Sembra che alla nostra auto piaccia questo tracciato così fluido. Siamo stati aiutati, ovviamente, nella parte in salita dal fatto che non avevamo alcun handicap di zavorra, ma nonostante questo penso che la mia auto oggi fosse senz’altro una delle migliori. Fin dal via ho potuto facilmente raggiungere uno a uno chi avevo davanti. La curva 10 sembra la mia preferita, dato che ho superato molte auto in quel punto. Devo ringraziare i ragazzi della Rml per avermi dato una super auto”. Anche per Menu è stata una gara eccellente: “Al via sono stato urtato da una Bmw e questo ha provocato un po’ di sottosterzo alla mia auto ma, a parte questo, tutto il resto ha funzionato bene. Nella prima metà della gara è stato difficile tenere dietro gli avversari, ma nella seconda parte l’auto è migliorata. Ho lasciato passare di proposito Coronel all’ultimo giro per perdere una posizione e finire settimo, in modo da partire in prima fila in gara 2”. La gara di Nicola Larini non è stata fortunata come quella degli altri due piloti Chevrolet, ma alla fine ha rimontato 16 posizioni. “Stavo andando davvero bene finché una delle Seat non mi ha spinto verso l’esterno mentre la superavo. Così Rob ci ha passati entrambi e io sono quasi finito in testacoda. Poi ho perso almeno 4 secondi dietro a una delle Honda e questo in pratica mi è costato una nona posizione che era alla mia portata”. Ein gara 2, Huff ha messo in pratica il suo progetto: partire forte e condurre la gara dal semaforo verde alla bandiera a scacchi, nonostante la costante pressione del campione del Mondo in carica, Andy Priaulx. Menu ha perso una posizione alla partenza, ma è stato spinto fuori dal circuito e quindi fuori gara da Jorg Müller. Nel frattempo Nicola Larini recuperava terreno chiudendo in settima posizione. La prossima tappa del Wtcc 2006 è a Istanbul, fra tre settimane. Risultati Brno Gara 1
1. J Müller (Bmw) 10 giri (54,030 km) in 22m39s066
2. A Zanardi (Bmw) + 1s729
3. Y Muller (Seat) + 2s765
4. J Gené (Seat) + 6s340
5. A Priaulx (Bmw) + 6s788
7. A Menu (Chevrolet) + 13s026
8. R Huff (Chevrolet) + 36s425
11. N Larini (Chevrolet) + 18s830
19. V Radermecker (Chevrolet) + 28s632
22. R Bastuck (Chevrolet) + 40s883
Risultati Brno Gara 2
1. R Huff (Chevrolet) 10 giri (54,030kms) in 22m36s004
2. A Priaulx (Bmw) + 0s631
3. Y Muller (Seat) + 7s583
4. J Müller (Bmw) + 7s774
5. D Müller (Bmw) + 21s437
7. N Larini (Chevrolet) + 10s973
13. V Radermecker (Chevrolet) + 24s787
20. R Bastuck (Chevrolet) + 39s895
Dnf A Menu (Chevrolet) Incidente (5 giri)
.
 
   
 

<<BACK