Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 05 Settembre 2006
 
   
  A BREVE TV CAPODISTRIA SU SATELLITE

 
   
  Dignano d´Istria, 5 settembre 2006 - Cominceranno a breve, nei primi giorni di settembre, le trasmissioni via satellite dei programmi in lingua italiana di Tv Koper/capodistria (Slovenia), che potranno così per la prima volta essere diffusi in tutte le aree non solo slovene, ma anche della Croazia, in cui è presente la minoranza autoctona italiana. La conferma dell´avvio delle trasmissioni satellitari, un progetto realizzato grazie ai fondi messi a disposizione dalla Regione Friuli Venezia Giulia, è stata data in occasione dell´incontro istituzionale che l´assessore regionale all´Istruzione e Cultura Roberto Antonaz ha avuto a Dignano d´Istria (Croazia) con i nuovi vertici dell´Unione Italiana, l´associazione rappresentativa della comunità nazionale italiana in Slovenia e Croazia. "Il passaggio del segnale di Tv Capodistria sul satellite - ha commentato l´assessore - costituisce una svolta storica, se si considera l´importanza della televisione come mezzo di comunicazione. La più ampia diffusione delle trasmissioni permetterà alla comunità italiana di rafforzare la propria identità e di mantenersi unita oltre i confini fra Slovenia e Croazia". Quello di Dignano è stato il primo incontro di un rappresentante della Regione con i nuovi vertici dell´Unione italiana: il presidente Furio Radin e il presidente della Giunta esecutiva Maurizio Tremul (presente anche la direttrice dell´Unione Orietta Marot). Nel corso della riunione, che si è svolta nella sede della Comunità italiana nella piazza centrale di Dignano, sono stati riconfermati gli ottimi rapporti di collaborazione fra l´Unione Italiana e la Regione Friuli Venezia Giulia, nel campo dell´istruzione e della cultura ma anche in quello dei progetti comunitari. Friuli Venezia Giulia e Unione italiana condividono in particolare l´obiettivo di compiere un "salto di qualità", nel quadro del processo di allargamento dell´Unione europea, arrivando a riunificare "tre mondi" - come li ha definiti Antonaz - che finora hanno vissuto separatamente: la comunità italiana autoctona dell´Istria, le associazioni degli esuli in Italia e la diaspora fuori d´Italia. Il neopresidente Radin ha sottolineato l´importanza della nuova legge del Parlamento di Zagabria sulle insegne bilingui, che dovrà essere applicata in 69 fra comuni e frazioni, ma ha anche manifestato preoccupazione per i recenti atti di vandalismo contro bandiere e altri segni della presenza italiana. "Siamo di fronte - ha detto - a gesti vandalici e non politici, ma sicuramente di un vandalismo nazionalista". L´incontro è servito a prendere in esame le varie questioni che riguardano la comunità nazionale italiana, in particolare la necessità di arrivare a un rapido rifinanziamento della legge dello Stato (103 del 2004) con la quale vengono assegnati i fondi agli italiani di Slovenia e Croazia, puntando però ad arrivare a una "legge di interesse permanente", in modo da rendere automatici gli stanziamenti. .  
   
 

<<BACK