Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Lunedì 11 Settembre 2006
 
   
  JOHAN & LEVI PRESENTA IL VOLUME DOMINIQUE LAUGÉ. L´OCCHIO INCANTATO

 
   
   Milano, 11 settembre 2006 - Ragione e sentimento in perfetto equilibrio danno vita a un’interpretazione di grande effetto nelle opere del fotografo francese a cui la casa editrice Johan & Levi dedica il volume Dominique Laugé. L’occhio incantato, che viene presentato il 27 settembre alle ore 18. 30 presso la galleria milanese Venticorrenti. L’occhio incantato è quello di uno straordinario fotografo che ha dato vita a un corpus di immagini delicate ed intense allo stesso tempo grazie a una tecnica impeccabile, frutto di studio e passione, unita alla capacità di cogliere il potenziale poetico e drammatico insito in un paesaggio nelle sue mutevoli manifestazioni. Johan & Levi Editore raccoglie queste immagini nel raffinato volume Dominique Laugé. L’occhio incantato, che viene presentato mercoledì 27 settembre presso la Galleria Venticorrenti, dove ha avuto luogo in luglio l’omonima mostra di stampe originali. Per l’occasione, dal 10 al 30 settembre, la mostra torna nelle sale della galleria. Grazie al formato di grandi dimensioni, cm 40x25,5, il volume consente al lettore di godere appieno della bellezza delle immagini in esso contenute. Mari in burrasca, boschi e rami d’albero, campi estesi a perdita d’occhio e piccoli edifici dismessi appaiono in tutta la loro forza e suggestione nelle pagine di questo raffinato libro che ci permette di conservare lo sguardo di un’autore che, come spiega il critico Roberto Mutti, autore del testo introduttivo del volume, "semplicemente ci accompagna con le sue immagini di fronte a quanto sa trasformare in uno spettacolo capace di mille sfumature riuscendo a rendere bello anche un piccolo cespuglio cisposo e quasi del tutto seccato". Roberto Mutti evidenzia sia lo spirito di sperimentazione di Laugé, sia la sua scelta di incentrare sul tema del paesaggio questi scatti: "Si tratta di una ricerca profonda e colta dove l’elemento emotivo e quello razionale convivono in un voluto equilibrio. Tutto nasce dal convergere di due elementi, il primo dei quali è costituito dall’occasione di sperimentare una nuova raffinata carta da stampa che si rivela particolarmente adatta a restituire la bellezza delle immagini fotografiche. Il secondo è dato dalla matura consapevolezza di volersi misurare con un tema come quello del paesaggio usando uno stile nuovo per l’autore, più delicato nei toni ma intenso nella scelta espressiva. Non si tratta di un risultato improvvisato ma dell’esito di una lunga ricerca che Laugé ha condotto, secondo le sue abitudini, sperimentando lungamente senza alcuna fretta, meditando sui risultati raggiunti, approntando di volta in volta le modifiche necessarie a ottenere il risultato voluto". Per realizzare le sue stampe Laugé ha utilizzato quella che nella nota conclusiva del volume definisce "cosa rara": una speciale carta fatta a mano da Franco Conti sulle pendici dell’Etna. Il volume Dominique Laugé. L’occhio incantato è stato stampato su carta Shiro Recycled Paper per rimanere fedeli alle scelte dell’artista. .  
   
 

<<BACK