Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 12 Settembre 2006
 
   
  RISULTATI DI CARIGE NEL PRIMO SEMESTRE 2006 IN LINEA CON IL PIANO 2006-2008: IL GRUPPO CHIUDE CON UN UTILE NETTO DI 83,3 MILIONI E LA CAPOGRUPPO BANCA CARIGE CON 96,5 MILIONI

 
   
  Genova, 12 settembre 2006 - Il Consiglio di Amministrazione della Banca Carige Spa, presieduto da Giovanni Berneschi, ha esaminato ed approvato la relazione semestrale 2006, illustrata dal Direttore Generale Alfredo Sanguinetto. I risultati consolidati del primo semestre 2006 Lo sviluppo dell´attività di intermediazione ha contribuito ad una crescita significativa sia del margine di interesse (265,3 milioni, +12,6% su base annua), sia delle commissioni nette (125,3 milioni, +9,5%). Grazie ai positivi risultati legati allo svolgimento dell´attività tradizionale con la clientela, il margine di intermediazione cresce dell´1,7% a 394,6 milioni, nonostante la componente finanziaria non abbia beneficiato, come lo scorso anno, di ricavi non ricorrenti su operazioni di trading effettuati sul portafoglio titoli di proprietà (il risultato dell´attività di negoziazione è negativo per 4,2 milioni contro i 25,6 milioni del primo semestre 2005). Le rettifiche di valore nette per il deterioramento di crediti di cassa e per firma diminuiscono dello 0,2% a 23,4 milioni, grazie all´attenta politica di selezione e monitoraggio del merito creditizio, mentre l´apporto della gestione assicurativa è positivo per 6,5 milioni. I necessari investimenti in tecnologia, quelli per la realizzazione dei progetti strategici connessi a Basilea 2 e all´accentramento dei back office, uniti a quelli per sostenere il piano di crescita per linee interne (apertura di nuovi sportelli), non hanno impedito la prosecuzione della politica di razionalizzazione delle spese di Gruppo, a seguito della quale i costi operativi si riducono dello 0,1% a 243,6 milioni. L´utile della operatività corrente al lordo delle imposte si attesta così a 137,4 milioni, in crescita del 5,6% su base annua. Al netto delle imposte l´utile di periodo si fissa in 83,3 milioni, di poco superiori ai primi sei mesi 2005 (+0,8%) e coerente con gli obiettivi di sviluppo del Gruppo delineati dal Piano Strategico 2006-2008. Gli indici di redditività (Roe) e di efficienza (cost/income) sono rispettivamente pari al 3,6% (4,7% al netto della rivalutazione in Banca d´Italia) e al 60,5% (62,5% il cost/income del primo semestre 2005). Il risparmio complessivamente raccolto dalla clientela (Afi) si attesta a 34,5 miliardi, in aumento del 6,8% su giugno 2005 e del 2,8% da inizio anno; è la componente della raccolta indiretta (18,7 miliardi) a mostrare la dinamica più vivace, crescendo del 7,8% nei dodici mesi e del 3,5% da inizio anno con buone performance sia del risparmio gestito (+8,2% su base annua) sia del risparmio amministrato (+7,5%). Anche la raccolta diretta, pari a 15,8 miliardi, registra un aumento sia su base annua (5,6%), sia da inizio anno (2,0%). I crediti verso clientela raggiungono i 14,8 miliardi, risultando in crescita del 14,1% rispetto a giugno 2005 e del 5,9% rispetto a dicembre 2005. Molto positiva risulta anche la dinamica degli impieghi a breve (15,3% su base annua); prosegue la crescita del medio lungo termine (13,6%). I risultati del primo semestre 2006 di Banca Carige I risultati di Banca Carige seguono le macro dinamiche del Gruppo. Per quel che riguarda i ricavi, la crescita del margine di interesse e delle commissioni nette, rispettivamente +12,2% e +10% rispetto a giugno 2005, non sono sufficienti a compensare la riduzione delle altre componenti finanziarie dei ricavi da servizi: il margine di intermediazione si fissa così a 329,9 milioni, in diminuzione dell´1,3% rispetto a giugno 2005; al netto delle rettifiche di valore nette per il deterioramento di crediti e di altre poste finanziarie, pari a 22,2 milioni, il risultato netto della gestione finanziaria si fissa a 307,7 milioni (+1,8%). I costi operativi sono pari a 173,5 milioni, in diminuzione del 2% su base annua. L´utile dell´operatività corrente al lordo delle imposte si attesta a 134,3 milioni (-2,3%). Al netto delle imposte l´utile di periodo è pari a 96,5 milioni, in diminuzione del 6,8% rispetto a giugno 2005. Gli indici di redditività (Roe) e di efficienza (cost/income) sono rispettivamente pari 4,1% (5,3% al netto della rivalutazione in Banca d´Italia) e al 51,5% (52,6% il cost/income del primo semestre 2005). L´ attività di intermediazione cresce sia dal lato della raccolta (+7,2% su base annua la raccolta diretta, +8,7% la raccolta indiretta), sia dal lato degli impieghi (+14,9 rispetto a giugno 2005). ~~~ Le previsioni di fine anno della Banca e del Gruppo Carige, sostenute dall´andamento dei primi sette mesi del 2006, confermano le ipotesi di crescita del Budget, che ipotizza risultati superiori al 2005 ed in linea con i target del piano strategico di Gruppo. ~~~ Nel primo semestre 2006 il Gruppo Carige ha raggiunto i 500 sportelli; il personale è pari a 4. 729; le agenzie assicurative distribuite su tutto il territorio nazionale sono pari a 386 unità. .  
   
 

<<BACK