Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Mercoledì 13 Settembre 2006
 
   
  GRUPPO AEM TORINO SEMESTRALE AL 30/06/2006: VOLUME D´AFFARI A 825 MILIONI (+44%) UTILE NETTO A 36 MILIONI (+27%)

 
   
  Torino, 13 settembre 2006 – Il Consiglio di Amministrazione di Aem Torino, presieduto dal professor Franco Reviglio, ha esaminato ieri i risultati consolidati del primo semestre 2006. Il volume d’affari consolidato ha raggiunto 825 milioni (+44%). La crescita dei ricavi è stata largamente concentrata sulle vendite di energia elettrica che hanno raggiunto 668 milioni (+46%), grazie ai maggiori volumi venduti (6. 083 Gwh, +15%) e per effetto della crescita dei prezzi dei prodotti petroliferi. La maggiore produzione propria (2. 051 Gwh, +43%) ha favorito la crescita del volume d’affari: in particolare la produzione idroelettrica (388 Gwh) è aumentata del 15%, in controtendenza rispetto alla media nazionale (-1%), grazie alla produzione dell’impianto idroelettrico di Pont Ventoux - in fase di progressiva messa a regime - e al riavvio della centrale di Villa. Anche la produzione in cogenerazione è aumentata significativamente (1. 663 Gwh, +52%) grazie al 3° Gruppo della Centrale di Moncalieri. I ricavi da vendita di calore per teleriscaldamento hanno raggiunto 50 milioni (+10%), per effetto dell’aumento dei consumi, determinato dalle favorevoli condizioni climatiche registrate nel semestre, e dell’incremento dei prezzi di vendita legati ai prezzi dei prodotti petroliferi. La controllata Aes Torino ha consentito di contabilizzare ricavi per distribuzione di gas e calore pari a circa 18 milioni (+11%). Il margine operativo lordo (Ebitda) consolidato ha raggiunto 95 milioni (+17%), principalmente grazie alla maggiore produzione di energia elettrica. Il positivo andamento della gestione caratteristica ha consentito di realizzare un utile operativo pari a 66 milioni (+14%), dopo aver scontato ammortamenti ed accantonamenti per 29 milioni (+25%). Gli oneri finanziari ammontano a 10 milioni (-1%) mentre i proventi non correlati alla gestione ordinaria ammontano a 4 milioni e si riferiscono al saldo sopravvenienze attive/passive inerenti principalmente il settore elettrico per differenze su stime accertate in esercizi precedenti, tra cui quelle relative ai ricavi per certificati verdi. L’utile consolidato ante imposte ha raggiunto 62 milioni (+26%), mentre l’utile netto è stato 36 milioni in crescita del 27% rispetto al primo semestre 2005. L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2006 è pari a 769 milioni, (+4% rispetto al 31/12/2005). Stabile il rapporto debt/equity pari a 0,98. Nel corso del secondo semestre sono stati effettuati investimenti per 57 milioni, di cui oltre il 60% nel settore della cogenerazione e del teleriscaldamento. Per il Gruppo Aem Torino si prevede che per l’anno in corso si conseguirà un ulteriore aumento del volume d’affari grazie allo sviluppo commerciale e alla progressiva messa a regime dei nuovi impianti di generazione elettrica e della rete di teleriscaldamento di Torino Centro. Si ricorda che i risultati del Gruppo Aem Torino riflettono la stagionalità del settore di appartenenza, conseguentemente non possono essere estrapolati per l´intero esercizio. .  
   
 

<<BACK