Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Mercoledì 13 Settembre 2006
 
   
  PIRELLI & C. SPA RELAZIONE AL 30 GIUGNO 2006: IL GRUPPO CHIUDE IL SEMESTRE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI 193,1 MILIONI DI EURO (+9% CIRCA A PARITA’ DI PERIMETRO) ALBERTO BOMBASSEI ENTRA IN CDA COME INDIPENDENTE

 
   
   Milano, 13 settembre 2006 – Il Consiglio di Amministrazione di Pirelli & C. Spa, riunitosi ieri, ha esaminato i risultati definitivi della gestione relativa al semestre che si è chiuso il 30 giugno 2006. Il Gruppo Pirelli & C. Spa Nel primo semestre del 2006, il Gruppo Pirelli & C. Spa ha registrato una crescita dei principali indicatori economici rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente grazie alla strategia di focalizzazione su business a più elevati margini. In sintesi, i ricavi sono cresciuti del 7,2%, il risultato operativo del 6,7% e il risultato netto a parità di perimetro di circa il 9%. Il patrimonio netto di competenza è pari a 5. 342 milioni di euro rispetto ai 5. 205 milioni al 31 dicembre 2005 e l’indebitamento finanziario netto è stato di 1. 575 milioni di euro. Nelle attività industriali, Pirelli Tyre ha chiuso il primo semestre con risultati in crescita, raggiungendo ricavi per oltre due miliardi di euro con aumenti sia nel business Consumer sia nell’Industrial. Nelle attività immobiliari, Pirelli Re ha registrato un incremento del 15% del risultato operativo comprensivo dei proventi da partecipazioni. Per quanto riguarda le start-up, Pirelli Broadband Solutions, attiva nelle soluzioni per la banda larga, ha ottenuto una crescita dei ricavi vicina al 14% e un risultato operativo sostanzialmente a break-even. Anche Pirelli Ambiente, attiva nelle tecnologie per lo sviluppo sostenibile, prosegue il trend di aumento delle vendite. A livello consolidato, i ricavi di Gruppo al 30 giugno 2006 sono ammontati a 2. 445,9 milioni di euro, in crescita del 7,2% rispetto ai 2. 281,4 milioni di euro dello stesso periodo del 2005. Al netto dell’effetto cambi, i ricavi sono cresciuti del 3,4%. Il margine operativo lordo (Ebitda) consolidato è stato pari a 324,2 milioni di euro (13,3% delle vendite), in aumento del 5,8% rispetto ai 306,3 milioni di euro del primo semestre del 2005. Escludendo i costi non ricorrenti sostenuti per il progetto di quotazione di Pirelli Tyre Spa (circa 12 milioni di euro), l’Ebitda consolidato è ammontato a 336,7 milioni di euro (13,8% delle vendite), con un incremento del 10% circa rispetto al primo semestre del 2005. Il risultato operativo (Ebit) consolidato si è attestato a 216,1 milioni di euro, con un incremento del 6,7% dai 202,5 milioni del 30 giugno 2005 e una crescita in tutti i settori di attività. Il margine di redditività (Ros – Return on Sales) a livello consolidato è pari all’8,8%. Escludendo i costi non ricorrenti sostenuti per il progetto di quotazione di Pirelli Tyre Spa (circa 12 milioni di euro), il risultato operativo consolidato è stato pari a 228,6 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2005) con un Ros del 9,3% (8,9% a giugno 2005). Il risultato da partecipazioni, che comprende il risultato delle società valutate con il metodo del patrimonio netto e i dividendi delle altre partecipazioni non consolidate, è stato positivo per 165,2 milioni di euro, contro i 133,4 milioni del primo semestre 2005. In particolare, il contributo di Olimpia è stato positivo per 71,2 milioni di euro dagli 85,8 milioni del primo semestre 2005. La differenza rispetto al dato dello scorso anno è dovuta alla variazione del risultato netto di Telecom Italia. Si ricorda che il bilancio di Olimpia, recepito nel consolidato di Gruppo, è redatto secondo i principi Ifrs e comprende la valutazione con il metodo del patrimonio netto della partecipazione in Telecom Italia. La voce comprende anche i risultati delle società del settore immobiliare (Gruppo Pirelli Re), positivi per 54,6 milioni di euro (44,6 milioni al 30 giugno 2005) e i dividendi incassati per 43 milioni di euro (20 milioni al 30 giugno 2005). Il risultato operativo comprensivo dei proventi da partecipazioni è stato pari a 381,3 milioni di euro, in aumento del 13,5% dai 335,9 milioni di euro del primo semestre del 2005. La voce oneri e proventi finanziari ha presentato un saldo negativo di 110,7 milioni di euro (di cui 58,6 milioni di euro legati alla valutazione dei derivati su azioni ordinarie Telecom Italia posseduti dal Gruppo) rispetto agli 87,2 milioni (di cui 44,7 milioni legati alla valutazione dei derivati su azioni ordinarie Telecom Italia posseduti dal Gruppo) dello stesso periodo del 2005. Il risultato netto consolidato al 30 giugno 2006 è stato positivo per 193,1 milioni di euro, in aumento dell’8,7% rispetto al dato del primo semestre 2005 (177,6 milioni di euro) a parità di perimetro, prima del contributo delle attività cedute. Nel primo semestre 2005, il risultato netto consolidato comprensivo del contributo per 32,8 milioni di euro delle attività cedute era stato pari a 210,4 milioni di euro. La quota di risultato netto di competenza di Pirelli & C. Spa nei primi sei mesi dell’anno è stata positiva per 153 milioni di euro (0,029 euro per azione), rispetto ai 146,8 milioni di euro del primo semestre 2005 a parità di perimetro, prima del contributo delle attività cedute. Nel primo semestre del 2005, la quota di risultato netto di competenza comprensiva del contributo delle attività cedute era stata pari a 179,6 milioni di euro. Il patrimonio netto consolidato al 30 giugno 2006 è pari a 5. 714,6 milioni di euro, rispetto a 5. 613,8 milioni al 31 dicembre 2005. Il patrimonio netto di competenza di Pirelli & C. Spa è pari a 5. 342 milioni di euro rispetto a 5. 204,9 milioni di euro di fine 2005. L’indebitamento finanziario netto del Gruppo al 30 giugno 2006 è ammontato a 1. 574,9 milioni di euro, rispetto ai 1. 494,7 milioni di euro al 31 marzo 2006. La variazione nel trimestre è dovuta prevalentemente agli effetti del pagamento di dividendi per circa 160 milioni di euro, parzialmente compensati dall’incasso per 27 milioni di euro derivante dall’esercizio di warrant Pirelli & C. 2003-2006 e dalla cassa netta generata dalla gestione operativa. L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2005 era pari a 2. 338,2 milioni di euro (di cui 714,9 milioni di euro relativi alle attività cavi e sistemi cedute), mentre al 31 dicembre 2005 era pari a 1. 177,4 milioni di euro. I costi sostenuti in attività di ricerca e sviluppo nel primo semestre 2006 sono ammontati a 87 milioni di euro (3,6% delle vendite), in leggera crescita rispetto agli 82 milioni al 30 giugno 2005. I dipendenti del Gruppo al 30 giugno 2006 erano 28. 455 contro i 26. 827 di fine 2005, con una crescita di 1. 628 unità, soprattutto relativa al personale con contratto a termine (+1. 015 unità) e legata prevalentemente alla crescita delle attività nel settore pneumatici. Pirelli Tyre I risultati di Pirelli Tyre al 30 giugno 2006 evidenziano una crescita a doppia cifra delle vendite e un significativo miglioramento della gestione ordinaria rispetto ai primi sei mesi del 2005, pur in presenza di un incremento dei costi delle materie prime che ha penalizzato l’intero settore. I ricavi sono stati pari a 2. 018,4 milioni di euro, con un incremento del 12,4% rispetto ai 1. 795,8 milioni dello stesso periodo del 2005 (+7,4% al netto dell’effetto cambi, determinato dalla crescita dei volumi per il 4,3% e dalla componente prezzo/mix per il 3,1%). Il margine operativo lordo è stato pari a 292,6 milioni di euro (+4,6% rispetto al primo semestre 2005 e pari al 14,5% delle vendite), includendo costi non ricorrenti per circa 6 milioni di euro sostenuti per il progetto di quotazione. Il margine operativo lordo della gestione ordinaria è ammontato a 299 milioni di euro (14,8% delle vendite), con un incremento del 7% rispetto ai 279,6 milioni di euro del primo semestre 2005. Il risultato operativo è ammontato a 194,6 milioni di euro (+4,1% rispetto al primo semestre del 2005 e Ros del 9,6%), includendo costi non ricorrenti per circa 6 milioni di euro sostenuti per il progetto di quotazione. Il risultato operativo della gestione ordinaria è stato pari a 201,1 milioni di euro, in crescita del 7,5% dai 187 milioni di euro al 30 giugno 2005, con un Ros del 10% (10,4% nel primo semestre 2005). La crescita del risultato è funzione dei positivi impatti legati all’aumento delle vendite e alle efficienze, che hanno più che compensato l’incremento dei costi dei fattori produttivi. La riduzione della percentuale di redditività è imputabile principalmente all’aumento dei costi delle materie prime e all’effetto start-up della nuova fabbrica in Cina. Il risultato netto si è attestato a 118,3 milioni di euro (dopo oneri finanziari pari a 24,2 milioni di euro e oneri fiscali pari a 52,1 milioni di euro), rispetto ai 116,2 milioni di euro (dopo oneri finanziari pari a 15,7 milioni di euro e oneri fiscali pari a 55,1 milioni di euro) del primo semestre 2005. L’indebitamento finanziario netto è stato pari a 739,6 milioni di euro rispetto ai 719,9 milioni al 31 marzo 2006. A fine giugno 2006 i dipendenti erano 25. 214 (di cui 3. 957 temporanei), rispetto ai 23. 673 (di cui 2. 958 temporanei) al 31 dicembre 2005, grazie allo sviluppo delle attività in Cina e Romania. Nel business Consumer, il primo semestre ha evidenziato una crescita complessiva dei ricavi e della redditività rispetto allo stesso periodo del 2005, grazie a maggiori volumi e a un miglior prezzo/mix. In particolare, i ricavi sono ammontati a 1. 403 milioni di euro (+11% rispetto al primo semestre del 2005) e il risultato operativo della gestione ordinaria a 140,7 milioni di euro (+18%), con un Ros del 10%. Nel segmento Auto, la domanda è stata complessivamente negativa in Nord e Sud America, mentre ha registrato un incremento in Europa, trainata dai segmenti a maggior valore aggiunto come high-perfomance, ultra-high performance e Suv. Nel segmento Moto si è registrato un miglioramento della domanda in tutti i principali mercati, in particolare in Sud e Nord America, dove Pirelli e Metzeler hanno rafforzato la propria quota di mercato. Nel business Industrial il primo semestre si è chiuso con ricavi a 616 milioni di euro, in aumento del 16% rispetto allo stesso periodo del 2005. Il risultato operativo della gestione ordinaria è stato pari a 60,4 milioni di euro, in calo del 10% rispetto al primo semestre del 2005 per via di un aumento superiore alle attese dei fattori di costo, in particolare della gomma naturale e dell’energia. Il Ros è stato del 9,8%. La domanda di mercato è stata complessivamente positiva in Europa, mentre ha subito una contrazione in Sud America. Pirelli Re Pirelli Re è una management company che gestisce fondi e società proprietari di immobili e non performing loans nei quali coinveste con quote di minoranza (attività di fund e asset management) ed ai quali fornisce, così come ad altri clienti, tutti i servizi immobiliari specialistici, sia direttamente che tramite il network in franchising. Pertanto, nella lettura delle grandezze qui di seguito riportate, si segnala che i ricavi aggregati e il risultato operativo comprensivo dei proventi da partecipazioni sono da considerarsi gli indicatori più significativi nell’esprimere rispettivamente il volume d’affari e l’andamento dei risultati. I ricavi aggregati ammontano a 1. 706,2 milioni di euro, sostanzialmente in linea con i 1. 741,7 milioni di euro del primo semestre 2005. Il risultato operativo comprensivo dei proventi da partecipazioni è ammontato a 92,3 milioni di euro, con un incremento del 15% rispetto agli 80,3 milioni di euro del primo semestre 2005. Al 30 giugno 2006, l’utile netto di competenza è salito a 70 milioni di euro, in crescita del 17% dai 59,8 milioni di euro dello stesso periodo dello scorso anno. Il patrimonio gestito è pari a 13,9 miliardi di euro, in crescita di circa il 15% rispetto a giugno 2005 (12,1 miliardi di euro) e di circa l’8% rispetto a fine 2005 (12,9 miliardi di euro) ed è composto da 12 miliardi di euro di immobili e 1,9 miliardi di euro di non performing loans. Il primo semestre è stato caratterizzato da una forte crescita del risultato operativo comprensivo dei proventi da partecipazioni dell’asset management terziario, passato da 37,3 milioni di euro a 60,4 milioni di euro, in aumento del 62%. Inoltre è da evidenziare il costante sviluppo del più recente settore dell’asset management Npl, passato da 2,2 milioni di euro a 5,2 milioni di euro, in crescita del 136%. La posizione finanziaria netta si attesta su un valore passivo di 82,3 milioni di euro, rispetto a 5 milioni al 31 marzo 2006 (42,6 milioni di euro a giugno 2005 e 30,5 milioni a fine 2005), considerando che nel mese di aprile sono stati distribuiti dividendi per 77,3 milioni di euro. I dipendenti di Pirelli Re al 30 giugno 2006 sono pari a 1. 673 unità (1. 596 unità a fine 2005). Per ulteriori informazioni sull’andamento delle attività immobiliari si rimanda al comunicato stampa diffuso in data 11 settembre da Pirelli & C. Real Estate. Pirelli Broadband Solutions I ricavi al 30 giugno 2006 sono ammontati a 72,7 milioni di euro, con una crescita del 13,8% rispetto ai 63,9 milioni di euro del primo semestre 2005, legata anche alla commercializzazione dei nuovi prodotti fotonici di seconda generazione per 7,7 milioni di euro. Il margine operativo lordo della società ha raggiunto il break-even ed è in miglioramento rispetto ai -2,3 milioni del primo semestre 2005. Il risultato operativo, positivo per quanto riguarda le attività relative all’accesso, risente tuttavia della fase di start-up dei prodotti per la fotonica di seconda generazione ed è stato complessivamente pari a -0,6 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai -2,6 milioni dello stesso periodo del 2005. Il risultato netto è stato negativo per 3,3 milioni di euro rispetto ai -3,6 milioni al 30 giugno 2005. La posizione finanziaria netta è positiva per 1 milione di euro. I dipendenti al 30 giugno erano 146, con un incremento di 24 unità rispetto allo stesso periodo del 2005. Il miglioramento dei risultati di Pirelli Broadband Solutions nel primo semestre è stato trainato principalmente dai prodotti per l’accesso alla banda larga, in particolare gli access gateway residenziali, che continuano a mostrare buone prospettive di sviluppo in Italia e all’estero. Nella fotonica di seconda generazione, proseguono con successo la commercializzazione del sistema ottico Cwdm (Coarse Wawelength Division Multiplexing) per reti metropolitane a banda larga, con oltre 1. 200 apparati venduti tra Italia, Francia, Svezia e Stati Uniti, e lo sviluppo di nuovi prodotti nelle aree dei moduli ottici e dei sistemi ottici di trasporto. Pirelli Ambiente Pirelli Ambiente, la società nata per rafforzare la presenza del Gruppo nel settore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, ha ottenuto al 30 giugno 2006 ricavi per 39,3 milioni di euro (+36,5% rispetto ai 28,8 milioni di euro dello stesso periodo del 2005), a conferma dell’efficacia delle tecnologie sviluppate dalla società. La crescita ottenuta nel primo semestre è legata alla vendita del carburante a basso impatto ambientale Gecam - Il Gasolio Bianco, in particolare sul mercato francese attraverso la società controllata Gecam France, allo sviluppo della nuova linea di business dei filtri antiparticolato per la riduzione delle emissioni dei veicoli diesel e all’accordo siglato con la società britannica Reenergy per lo sviluppo e la commercializzazione del combustibile derivato da rifiuti Pirelli (Cdr-p) in Regno Unito. Il margine operativo lordo della società è stato positivo per 1,9 milioni di euro rispetto a un dato negativo per 1 milione di euro del primo semestre 2005, grazie all’accordo siglato con Reenergy. Il risultato operativo al 30 giugno è stato positivo per 1,5 milioni di euro rispetto ai -1,8 milioni dello stesso periodo del 2005. Il risultato netto è stato positivo per 1,1 milioni di euro rispetto ai -1,8 milioni dello stesso periodo del 2005. La posizione finanziaria netta al 30 giugno è positiva per 1,6 milioni di euro. I dipendenti al 30 giugno erano 48. Prospettive per l’esercizio in corso I risultati del primo semestre consentono di confermare per il 2006 le previsioni di un miglioramento dei risultati gestionali in tutti i business rispetto all’anno precedente, fatti salvi elementi esterni di natura straordinaria ad oggi non prevedibili. Nelle attività industriali, Pirelli Tyre prevede di mantenere il trend di miglioramento dei risultati operativi rispetto all’esercizio precedente. Nelle attività immobiliari Pirelli Re prevede per l’intero esercizio una crescita del risultato operativo comprensivo dei proventi da partecipazioni nella parte bassa del range indicato nel piano triennale 2006-2008 (Cagr 10-15%). Pirelli Broadband Solutions prevede un continuo sviluppo sia nel mercato dell’accesso sia in quello della fotonica basata su dispositivi ottici in nanotecnologia, confermando quindi l’incremento delle vendite e il miglioramento del risultato operativo già manifestati nel primo semestre. Pirelli Ambiente prevede un risultato in miglioramento rispetto all’esercizio precedente. Cooptazione consigliere Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre proceduto alla cooptazione dell’ingegner Alberto Bombassei, Presidente di Brembo Spa. Il curriculum dell’ingegner Bombassei, consigliere indipendente, sarà consultabile sul sito Internet www. Pirelli. Com. Fatti di rilievo avvenuti dopo il 30 giugno 2006 In data 12 luglio, Pirelli & C. Spa, Edizione Finance International Sa ed Edizione Holding Spa hanno perfezionato l’acquisto della totalità delle azioni possedute da Hopa Spa in Olimpia Spa (pari al 16% del capitale), come previsto dall’accordo annunciato lo scorso 4 luglio. Con questa operazione, Pirelli & C. È entrata in possesso di un ulteriore 12,8% del capitale di Olimpia per un corrispettivo di circa 497 milioni di euro. Contestualmente, Hopa Spa ha perfezionato l’acquisto della totalità delle azioni possedute da Olimpia Spa in Holinvest Spa (pari al 19,999% del capitale). È stato inoltre sottoscritto un patto di prelazione biennale in favore di Olimpia su n. 320. 253. 610 azioni ordinarie Telecom Italia Spa detenute da Holinvest (pari al 65% delle azioni complessive in suo possesso). In data 2 agosto, è stato perfezionato l’accordo – annunciato lo scorso 29 luglio – tra il Gruppo Pirelli e primarie istituzioni finanziarie italiane e internazionali (Banca Intesa, Gruppo Banca Leonardo, Capitalia, One Equity Partners – Gruppo Jp Morgan, Lehman Brothers e Mediobanca) per la cessione del 38,9% del capitale di Pirelli Tyre Spa, per un corrispettivo di 740 milioni di euro, pari a un equity value dell’intera società di circa 1,9 miliardi di euro. Obbligazioni in scadenza nei 18 mesi successivi al 30 giugno 2006 In data 4 aprile 2007 scadrà il prestito obbligazionario emesso nel 2002 a un tasso fisso del 6,5% da Pirelli Finance Luxembourg Sa, società controllata da Pirelli & C. Spa, del valore di 500 milioni di euro. Pirelli & C. Negli indici di sostenibilità Dow Jones Pirelli & C. Spa è stata inserita per la prima volta nell´indice europeo di sostenibilità di Dow Jones (Djsi Stoxx) ed è stata confermata nell´indice mondiale Djsi World. I Dow Jones Sustainability World Indexes (Djsi World) e i Dow Jones Stoxx Sustainability Indexes (Djsi Stoxx) sono gli indici di sostenibilità del Dow Jones che includono i titoli rispettivamente di 318 società di tutto il mondo (su 2. 500 esaminate) e 162 europee (su 600 esaminate) leader nella sostenibilità. Pirelli, in particolare, è risultata seconda a livello mondiale nel settore “Auto Parts and Tyres” con un punteggio globale di 70%. .  
   
 

<<BACK