Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Mercoledì 13 Settembre 2006
 
   
  ESPRINET RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2006: RICAVI CONSOLIDATI A 1.095,0 MILIONI DI EURO (+46%) UTILE NETTO A 22,7 MILIONI DI EURO (+93%) DEBITI FINANZIARI A 38,6 MILIONI DI EURO (-18,1 MILIONI DI EURO RISPETTO AL 31/12/05)

 
   
  Nova Milanese (Mi), 13 settembre 2006 - Il Consiglio di Amministrazione di Esprinet S. P. A. Si è riunito ieri per approvare la relazione semestrale del Gruppo Esprinet al 30 giugno 2006. Nei primi 6 mesi il gruppo ha evidenziato un utile netto pari a 22,7 milioni di euro, in crescita del +93% rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente. Tale andamento, oltre che essere riconducibile alle ottime performance delle attività italiane, che registrano un utile di 17,2 milioni di euro, in crescita del +46%, risulta favorevolmente influenzato dal fatto che Memory Set, la società spagnola acquisita nel dicembre 2005 ha contribuito per l’intero semestre ai risultati del gruppo Esprinet laddove essa non faceva parte del perimetro di consolidamento nel primo semestre 2005. Risultati del Gruppo I principali risultati consolidati di periodo sono così sintetizzabili: i ricavi totali sono pari a 1. 095,0 milioni di euro, in crescita del +46% rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente; nel solo secondo trimestre la crescita è risultata pari al +41% rispetto al +50% del primo trimestre; le sole attività italiane hanno generato ricavi per 821,6 milioni di euro, in aumento del +9% rispetto al primo semestre 2005; a parità di perimetro di consolidamento la crescita dei ricavi è pari a +8% rispetto al dato pro-forma relativo ai primi 6 mesi del 2005 (1. 017,2 milioni di euro); il margine commerciale lordo, pari alla differenza tra ricavi e costo del venduto, è pari a 78,8 milioni di euro (7,19% dei ricavi) in progresso del +40% rispetto ai 56,5 milioni di euro del precedente esercizio; il risultato operativo (Ebit) aumenta del +74% a 42,7 milioni di euro, corrispondenti al 3,9% dei ricavi dal 3,3% dei primi 6 mesi del 2005; su basi omogenee, considerando il dato pro-forma 2005 del gruppo nel suo nuovo assetto, l’Ebit segna un incremento del +21% dai 35,1 milioni di euro dello stesso periodo dell’esercizio precedente; il risultato ante imposte, pari a 38,7 milioni di euro, migliora del +77% rispetto all’esercizio precedente (+28% per le sole attività italiane); l’utile netto sale a 22,7 milioni di euro, con un progresso del +93% rispetto al 2005 (+46% per il business italiano); Il patrimonio netto consolidato al 30 giugno 2006 ammonta a 121,4 milioni di euro (97,2 milioni di euro al 31 dicembre 2005). I debiti finanziari netti di gruppo al 30 giugno 2006 ammontano a 38,6 milioni di euro ed evidenziano una riduzione di 18,1 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2005 (56,7 milioni di euro) dovuta essenzialmente alla forte generazione di cassa da parte delle attività di esercizio, nonostante il pagamento di imposte nel semestre per 9,6 milioni di euro ed il pagamento di 12,0 milioni di euro a titolo di prima tranche di prezzo variabile (“earn-out”) nell’ambito dell’acquisizione di Memory Set. In relazione all’indebitamento finanziario si precisa che l’ammontare dei debiti finanziari netti del gruppo Esprinet, tenuto conto che quest’ultimo - anche relativamente alle controllate spagnole - svolge un’attività di intermediazione commerciale nel settore tecnologico, è fortemente influenzato dai fabbisogni di capitale circolante necessari per lo svolgimento della propria attività. Tale ammontare di debiti finanziari subisce non soltanto fenomeni di stagionalità nel corso dell’anno, con picchi che si manifestano tipicamente nell’ultimo trimestre solare, ma anche rilevanti oscillazioni infra-mensili provocate perlopiù da una certa concentrazione di incassi dalla clientela alla fine ed a metà di ciascun mese in presenza di pagamenti ai fornitori distribuiti più linearmente lungo l’arco del mese. Per tale motivo il dato puntuale al 30 giugno 2006, così come quello rilevato ad ogni fine mese, non è totalmente rappresentativo dell’indebitamento finanziario netto mediamente osservabile nel periodo stesso. Il dato di chiusura al 30 giugno 2006, inoltre, è positivamente influenzato da alcune azioni di tipo tattico analoghe a quelle effettuate al 31 dicembre 2005 ed al 31 marzo 2006 in relazione ai tempi di pagamento ai fornitori e di incasso dai clienti operati dalle controllate spagnole Memory Set e Nogara. Tali azioni di fatto anticipano i benefici attesi perlopiù dalla rinegoziazione delle condizioni di pagamento con alcuni dei fornitori principali. L’importo dei debiti finanziari netti non include ca. 36,6 milioni di euro di debiti infruttiferi verso Bancalè Servicios Integrales corrispondenti all’importo massimo residuo della parte variabile del prezzo di acquisto di Memory Set (al netto dell’effetto legato all’attualizzazione richiesta dallo Ias 39 pari a ca. 1,4 milioni di euro a fronte di un valore nominale di tale debito di 38,0 milioni di euro). Evoluzione prevedibile della gestione Coerentemente con quanto indicato nell’”outlook” fornito al mercato in occasione della presentazione dei risultati preliminari del 1° trimestre 2006, contestuale alla presentazione del Piano strategico 2006-08 dello scorso maggio, nel secondo trimestre il gruppo Esprinet ha misurato un tasso di crescita dei ricavi inferiore rispetto a quanto rilevato nel primo. In particolare è stata confermata la non integrale sostenibilità per le attività italiane del tasso di crescita dei primi 3 mesi alla luce della debole stagionalità osservata nel primo trimestre 2005. Per quanto attiene alla Spagna si è registrato un rallentamento dei ricavi ed un andamento migliore delle aspettative in relazione alla marginalità lorda anche alla luce delle azioni di re-mix del portafoglio prodotti/clienti in corso. Tali attività sono propedeutiche all’avvio nell’ultima parte dell’anno del nuovo modello di vendita basato sulla piattaforma Internet importata dall’Italia, orientato ad uno sfruttamento efficace nel biennio 2007-‘08 del più redditizio segmento dei piccoli e medi rivenditori It. Per quanto riguarda le attività italiane il gruppo ha continuato a beneficiare di una stagionalità favorevole relativa ad alcune tipologie di costo distribuite non uniformemente nell’arco dell’esercizio, ma in buona misura già recepite nei budget previsionali. Per le aree di business accessorie presidiate tramite le controllate Comprel e Monclick si ribadiscono gli indirizzi gestionali tesi, per quanto attiene alla prima, attiva nella distribuzione di componenti microelettronici, ad uno sviluppo sostenuto dell’attività sia per via organica che tramite eventuali acquisizioni di operatori locali. Monclick, attiva nel mercato della vendita al consumatore finale di prodotti di elettronica di consumo (fotografia, games, audio-video, telefonia, informatica) ed elettrodomestici (bianco e bruno), dovrebbe chiudere l’esercizio in corso con una perdita in flessione rispetto all’anno passato e con prospettive di raggiungimento dell’equilibrio reddituale nel corso del 2007. La Società pertanto, alla luce dei risultati conseguiti nel primo semestre, dello scenario di mercato atteso e della implementazione dei piani di miglioramento previsti in sede di budget, ribadisce i target economicopatrimoniali presentati in sede di piano industriale. Per l’esercizio in corso si ribadiscono quindi gli obiettivi di un volume di ricavi consolidati compreso tra 2,245 e 2,285 miliardi di euro (+6% rispetto ai ricavi pro-forma 2005), con un Ebit di 81-84 milioni di euro (3,6% dei ricavi). Gli utili netti sono attesi in crescita nel range 42-44 milioni di euro, pari all’1,9% dei ricavi stimati. La relazione semestrale approvata oggi sarà a disposizione del pubblico presso la sede sociale e la Borsa Italiana entro i termini di legge. Essa sarà inoltre disponibile presso il sito internet della Società, .  
   
 

<<BACK