Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Mercoledì 13 Settembre 2006
 
   
  1° SEMESTRALE 2006 GRUPPO PININFARINA

 
   
   Torino, 13 settembre 2006 – Il Consiglio di Amministrazione della Pininfarina S. P. A. , riunito ieri sotto la presidenza dell’Ing. Andrea Pininfarina, ha approvato la relazione sull’andamento del Gruppo nel primo semestre 2006. La relazione semestrale al 30 giugno 2006 è stata redatta secondo i principi contabili internazionali previsti dallo Ias 34 e in conformità alle normative Ifrs. I principi contabili applicati non si discostano da quelli utilizzati per la prima volta nella stesura dei dati al 30 giugno 2005 e successivamente al 31 dicembre 2005. Il valore della produzione consolidata al 30 giugno 2006 è risultato pari a 309,2 milioni di euro con un incremento del 50,5% sul dato del primo semestre 2005 (205,5 milioni di euro). Il forte aumento è stato possibile grazie alla piena operatività delle linee di produzione per Alfa Romeo Brera e Mitsubishi Colt Czc. Il risultato operativo (equivalente all’utile/perdita della gestione) è risultato negativo per 13,5 milioni di euro rispetto ad un valore positivo di 15 milioni di euro registratosi al 30 giugno 2005. L’interpretazione di questo dato non può prescindere dall’analisi della sostanziale diversità tra i due semestri in confronto. Infatti: - il primo semestre 2005 beneficiava di una plusvalenza, derivante dalla cessione della partecipazione nella Joint Venture Open Air System, pari a 30,2 milioni di euro. Nei dati del primo semestre 2006 è invece compresa una plusvalenza, su cessione di immobilizzazioni, pari a 13,4 milioni di euro. Al netto quindi delle operazioni non ricorrenti, il peggioramento del risultato operativo risulterebbe pari a 11,7 milioni di euro; - la redditività delle nuove produzioni 2006 è inferiore a quella del 2005, a causa della penalizzante struttura dei costi associata agli avviamenti produttivi; - il momentaneo rallentamento nelle attività per servizi, le cui ragioni principali sono legate al cambio in corso del mix tra attività fornite per produzioni interne e quelle “stand alone” e alla profonda ristrutturazione che sta interessando la controllata Pininfarina Deutschland Gmbh. Il risultato netto evidenzia una perdita di 8,9 milioni di euro rispetto ad un utile netto di 15,7 milioni di euro del primo semestre 2005. Ripartendo la perdita cumulata alla fine del primo semestre 2006 nei due trimestri, si evidenzia una sostanziale tenuta del secondo trimestre (perdita di 8,1 milioni di euro al 31 marzo 2006). Analizzando più in dettaglio il contributo dei singoli settori, nel settore produttivo il valore della produzione del primo semestre 2006 è risultato pari a 238,1 milioni di euro (poco più che raddoppiato rispetto al primo semestre 2005) pesando, sul totale del valore della produzione consolidata, per il 77% (55,3% un anno prima). La ragione del forte incremento risiede nel già citato avvio produttivo delle nuove commesse. Il secondo semestre 2006 vede la partenza della produzione dei nuovi modelli Alfa Romeo Spider e Ford Focus Coupè Cabriolet: si completa così la nuova gamma di prodotti composta da cinque modelli (con Volvo C70) lanciati tra fine 2005 e il 2006 con uno sforzo, economico e industriale, senza precedenti. Il settore dei servizi, che comprende le attività di design, Industrial design ed engineering, ha raggiunto nel semestre un valore della produzione pari a 71,1 milioni di euro, diminuendo del 22,7% rispetto al dato del 30 giugno 2005. Il contributo al dato complessivo di Gruppo è pari al 23% mentre valeva il 44,7% nel primo semestre 2005 (anno in cui le attività di produzione risultarono particolarmente ridotte a causa del cambiamento del mix produttivo). La posizione finanziaria netta risulta negativa di 3,7 milioni di euro (valore positivo di 48,7 milioni di euro al 30 giugno 2005) in miglioramento rispetto al dato del 31 dicembre 2005 che esponeva un valore negativo di 6,9 milioni di euro. Previsioni per l’esercizio 2006 La previsione del valore della produzione consolidata a fine esercizio è di un importo di circa 640 milioni di euro, con un aumento di circa il 67% rispetto al dato del 31 dicembre 2005. La riduzione rispetto alla precedente previsione (importo superiore ai 700 milioni di euro) è dovuto essenzialmente allo slittamento delle partenze produttive dei nuovi modelli rispetto alle date originariamente previste. Si ricorda che il dato di cui sopra non comprende il valore della produzione della Joint Venture Pininfarina Sverige Ab (previsto globalmente in circa 390 milioni di euro) in quanto la partecipata è consolidata con il metodo del patrimonio netto. Le nuove salite produttive, ridefinite in seguito alle modifiche degli avviamenti, avranno effetto sulla gestione operativa che, per l’intero esercizio 2006, risulterà di conseguenza negativa (le previsioni precedenti indicavano un sostanziale pareggio). Infatti, nel secondo semestre, pur in presenza di un significativo miglioramento della gestione operativa, non si prevede ancora il raggiungimento del pareggio operativo. La posizione finanziaria netta sarà in diminuzione rispetto al dato semestrale a seguito del completamento degli investimenti. L’andamento dell’esercizio 2006, ha evidenziato la necessità di riduzione dei costi di struttura per il mantenimento degli obiettivi di redditività. A tal proposito, nell’ultimo trimestre dell’anno, saranno definite le modalità e avviate le conseguenti attività che permettano il raggiungimento degli obiettivi di lungo termine. Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura del semestre - I fatti più importanti posteriori al 30 giugno sono avvenuti ambedue in Germania dove il gruppo Pininfarina intende rafforzare la sua presenza come fornitore di servizi di engineering ad alto valore aggiunto. In quest’ottica si è rifocalizzata la missione della Pininfarina Deutschland per renderla più coerente alle attività di engineering del Gruppo e si è acquisita una nuova unità di business, immediatamente integrabile in termini tecnici e commerciali con l’offerta di servizi Pininfarina. In dettaglio: - in data 20 luglio 2006 la controllata Mpx Gmbh, di recente costituzione, ha acquistato per 3,5 milioni di euro, dalla società Msx International Engineering Gmbh le attività di progettazione della sua sede di Monaco di Baviera. Con questa operazione il gruppo Pininfarina ottiene una presenza significativa (115 le persone attualmente impiegate) e integrata con le attività di engineering del Gruppo sul mercato tedesco, in un’area di costante sviluppo e con un portafoglio Clienti di assoluto livello; - in data 28 luglio 2006 la controllata Pininfarina Deutschland ha siglato un contratto che prevede la cessione del ramo di azienda, operante nella settore della realizzazione di modellistica e calibri, a valere dal 1° ottobre 2006. Viceversa vengono mantenute le attività di engineering che saranno oggetto di rafforzamento e integrazione con la neo acquisita Mpx Gmbh nei prossimi anni. L’interscambio di attività e di esperienze con gli altri poli (italiano e francese) consentirà di aumentare la profittabilità dell’intero settore engineering; inoltre, l’interazione con il settore design e con i due poli produttivi (Italia e Svezia) aumenterà l’efficienza e la profittabilità del Gruppo nel suo complesso. .  
   
 

<<BACK