Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Venerdì 15 Settembre 2006
 
   
  HONG KONG / SARÀ INAUGURATA IL 18 SETTEMBRE LA NGONG PING SKYRAIL: 5,7 CHILOMETRI DI ITINERARIO IN SOSPENSIONE A 420 METRI DI DISLIVELLO. NGONG PING 360, NUOVA OVOVIA FUTURIBILE, SI CANDIDA TRA LE ATTRAZIONI ‘MUST-DO’, CAPACI DI RENDERE INDIMENTICABILE UN SOGGIORNO NELL’ARCIPELAGO DEI NOVE DRAGHI

 
   
  Hong Kong è mille destinazioni in una, ognuna delle 260 isole che compongono l’Arcipelago orientale rappresenta, infatti, una diversa esperienza di viaggio. Non solo metropoli vitale e moderna, fatta di strade gremite e centri commerciali, grattacieli per il business e bancarelle a cielo aperto, ma anche oasi dove le tradizioni religiose e culturali sopravvivono intatte da millenni. Per un tuffo nel passato, nel verde e nel folklore, basta salire sulla Ngong Ping Skyrail, nuova funivia futuribile che (dopo il rinvio dell’apertura) verrà finalmente inaugurata a il 18 settembre, alla volta di Lantau Island. Lungo il percorso di 25 minuti, i turisti possono godere di alcune spettacolari vedute panoramiche a 360° sul Parco Rurale del Nord Lantau, sul Mare della Cina Orientale, fino a intravedere l’Hong Kong International Airport, la valle di tung Chung e l’Altopiano di Ngong Ping. Il tour ha il suo culmine nel Monastero di Po Lin e nel Grande Buddha, la gigantesca statua da guinness, un colosso di 16 metri e 200 tonnellate affiancata dal nuovissimo Wisdome Path. Il progetto dell’ovovia è stato realizzato da Skurail-itm (Hong Kong) Ltd, sul modello dell’australiano Skyrail Rainforest Cablay del Cairn, già vincitore del premio come ‘Best major Tourist Attraction’. E’ certo che la funivia orientale sarà all’altezza dell’illustre precedente, anche perché il tour in teleferica è solo l’inizio di un’intensa esperienza, rappresentando una sorta di file rouge che congiunge le due facce del Far East. Il consiglio è quello di dedicare un’intera giornata alla Ngong Ping 360 experience, lasciandosi condurre in un mondo a parte, alla scoperta delle tradizioni e della spiritualità locale, ad esempio con una sosta al Monkey’s Tale Theatre, dove vengono rappresentate le storie jataka della vita anteriore di Siddharta o una visita alla riproduzione in legno del Sutra del cuore, situato all’aperto e impreziosito dalla calligrafia del celebre studioso cinese, il professor Jao Tsung-i. Altre tappe suggestive del percorso includono la Ngon Ping Tea House, per assistere da vicino all’antica cerimonia dell’infusione del tè e il Country Market Shopping, dove acquistare un souvenir in tipico artigianato cinese. Moltissime anche le attrazioni per gli appassionati della natura: dai tradizionali villaggi di pescatori Pui O e Tai O alle immense spiagge bianche della Silvermine Bay, dalla Riserva di Shek Pik ai Parchi rurali che ricoprono ben 7. 840 ettari per indimenticabili trekking. La conformazione geografica della zona si apre a ventaglio su vette imponenti, montagne boscose, vallate, corsi d’acqua purissima, cascate, coste aspre, spiagge sabbiosi e rifugi. Per chiudere la sintesi dei punti di interesse offerti dalla zona non si può non citare Disneyland, il primo parco a riprodurre in tutto e per tutto il modello dell’originale resort californiano, e l’Asiaworld Expo, con i suoi 70. 000 metri quadrati per convention e fiere. Www. Np360. Com. Hk . .  
   
 

<<BACK