Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Lunedì 18 Settembre 2006
 
   
  BANCA DI LEGNANO PRIMO SEMESTRE 2006: UTILE NETTO: 109,0 MILIONI (+295,8% RISPETTO AL 30.6.05)

 
   
   Legnano, 18 settembre 2006 – Banca di Legnano ha approvato, nella seduta del giorno 11 settembre 2006, i risultati relativi al primo semestre 2006. L’utile netto raggiunge 109,0 milioni di euro (+295,8%)[1] grazie ai miglioramenti della gestione operativa e agli utili da partecipazioni, pari a 58,8 milioni di euro, rivenienti dalla cessione totale delle quote azionarie detenute in Bipiemme Vita. I proventi operativi, in crescita da 88,3 milioni a 113,5 milioni (+28,6%)[2], beneficiano sia dello sviluppo del margine di interesse, cresciuto da 46,2 milioni a 54,6 milioni (+18,0%), sia dell’incremento delle commissioni nette (+11,7%; da 24,6 a 27,4 milioni) e dei dividendi, questi ultimi più che raddoppiati, passando da 12,2 milioni del 2005 a 25,5 milioni (+109,3%). Gli oneri operativi, pari a 40,8 milioni, sono stati contenuti e presentano una flessione complessiva di –1,7 milioni (-4,0%) rispetto al primo semestre 2005, concentrata nelle spese per il personale (-2,1 milioni), la cui riduzione proviene da minor ricorso a forme di incentivazione all’esodo e da un contenimento della forza lavoro impiegata. Le altre spese amministrative, pari a 13,6 milioni, presentano una crescita del +3,7%, comunque al di sotto delle previsioni. L’incremento dei ricavi e la concomitante flessione degli oneri operativi hanno portato il rapporto cost-income (al netto dei dividendi) dal 55,8% del primo semestre 2005 ad un lusinghiero 46,4%. Prima di considerare i ricavi straordinari relativi alla cessione di Bipiemme Vita il risultato della gestione operativa, pari a 72,7 milioni, presenta una crescita del +58,7%, pari a +26,9 milioni in valore assoluto. La cessione al gruppo Fonsai della partecipazione in Bipiemme Vita Spa, prevista dai patti parasociali stipulati tra la Capogruppo Banca Popolare di Milano e Fondiaria Sai Spa, perfezionata in data 14 giugno 2006, ha riguardato la totalità delle 3. 640. 000 azioni in portafoglio, cedute al controvalore di 78,7 milioni, realizzando una plusvalenza di 58,8 milioni. Dopo aver conteggiato l’utile da partecipazioni e aver provveduto ad accantonamenti e rettifiche di valore per un onere, al netto delle relative riprese, di 1,3 milioni, si perviene all’utile dell’operatività corrente ante imposte, pari a 130,2 milioni, che presenta una crescita del +200% rispetto ai 43,4 milioni del giugno 2005. Le imposte gravano sul semestre per 21,2 milioni di euro e portano l’utile di periodo ad attestarsi a 109,0 milioni (+295,8%) contro 27,5 milioni del corrispondente semestre 2005. Tra i principali aggregati patrimoniali al 30. 6. 06, confrontati con il dato al 30. 6. 2005, la raccolta diretta con clientela è pari a 2,44 miliardi di euro, con una crescita del +4,9%, al cui interno si segnala la dinamica delle obbligazioni, pari al +13,8%, per un ammontare a fine giugno 2006 di 686 milioni di euro. La raccolta indiretta, pari a 3,96 miliardi di euro al valore di mercato, ha sofferto l’andamento negativo delle quotazioni, che ha influenzato in particolar modo la componente della raccolta amministrata, pari a 1,89 miliardi, la quale presenta una variazione su base annua del –1,6%. Il risparmio gestito, pari a 2,07 miliardi di euro, cresce annua del +2,5%, e in particolare al suo interno si distinguono le riserve tecniche da bancassicurazione di Bipiemme Vita, in progresso del +32,3%. A fine giugno 2006 i crediti verso clientela si sono attestati a 2,51 miliardi di euro, rispetto a 2,18 miliardi del giugno 2005, con una variazione positiva del +14,9%. I mutui e prestiti, pari a 940 milioni, hanno trascinato la crescita con un incremento annuo del +21,0%, seguiti dai finanziamenti in leasing (+18,6%). A fine giugno 2006 le sofferenze, pari a 20,7 milioni, rappresentano solo lo 0,81% dei crediti lordi (0,79% a fine 2005; 0,87% a fine giugno 2005), percentuale che si riduce allo 0,29% al netto delle svalutazioni (0,27% a fine 2005; 0,36% a fine giugno 2005). Il patrimonio netto, ivi compreso il risultato di periodo, risulta al 30 giugno 2006 pari ad 1. 235 milioni di euro contro una consistenza al 31 dicembre 2005 di 1. 181 milioni (+4,6%). Nel primo semestre 2006 Banca di Legnano non ha proceduto ad aperture di nuovi sportelli, per cui la rete commerciale mantiene la dimensione del 31. 12. 2005, pari a 106 sportelli; rispetto al 30. 6. 2005 si registra invece un incremento di due unità determinata dalle aperture delle filiali di Rovellasca (Como) e Origgio (Varese) avvenuta nel secondo semestre 2005. [1] I dati economici e patrimoniali al 30 giugno 2005 sono stati modificati a seguito della decisione del Gruppo Bipiemme di avvalersi in sede di redazione del Bilancio al 31 dicembre 2005 delle modifiche apportate allo Ias 39 e allo Ias 19. [2] I dati economici semestrali sono stati esposti secondo uno schema di conto economico riclassificato al fine di garantire una più chiara lettura dei trend gestionali. .  
   
 

<<BACK