Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Lunedì 18 Settembre 2006
 
   
  PROSEGUE IL TREND POSITIVO PER L’UTILIZZO DEL LEGNO IN EDILIZIA IN ITALIA ITALIA: ENORME CRESCITA DEL LEGNO NELLE ABITAZIONI

 
   
   Milano, 18 settembre 2006 - L’utilizzo del legno in edilizia in Italia ha vissuto negli ultimi anni un boom mai visto dal secondo dopoguerra. I motivi sono da ricercarsi nell’utilizzo sempre maggiore del sottotetto nelle abitazioni e nell’incremento di richiesta, nelle costruzioni, per quanto riguarda i temi del risparmio energetico e del rispetto per l’ambiente. Per questo un numero sempre maggiore di committenti privati e pubblici utilizzano il legno come materiale da costruzione, il quale va così sempre più sostituendosi ad altri materiali. Un trend che si manterrà anche nel futuro e che presenta ulteriori nuove possibilità per le aziende italiane. L’attuale ricerca di mercato „Utilizzo del legno in edilizia in Italia“, realizzata dalla Gardino Consulting Company di Genova, mostra una sorprendente crescita del legno nel settore edilizia in Italia. Sono stati intervistati più di 220 progettisti e aziende costruttrici italiane, e i 25 più importanti esportatori austriaci e tedeschi. L’incarico per la ricerca è stato dato da promo_legno, la piattaforma comune delle associazioni austriache e italiane del settore per l’impiego e la promozione del legno come materiale in edilizia in Italia. Fino ad alcuni anni fa i tetti delle abitazioni italiane venivano costruiti per la maggior parte in cemento. Negli ultimi 5 anni il trend va sempre di più in direzione del legno. I tetti in legno (nuove costruzioni e ristrutturazioni) hanno registrato in Italia una crescita del 40% a partire dal 2000. Dall’ultima ricerca di mercato (2000) i semilavorati utilizzati per il tetto sono cresciuti del 30%. In totale, la Gardino Consulting stima a 2,6 mio di m³ per l’anno 2005 la quantità di prodotti in legno per l’edilizia residenziale (2,04 mio nel 2000). Gli aumenti maggiori si registrano nei prodotti di travi lamellari, travi duo e trio e Kvh. Il loro utilizzo nelle abitazioni è aumentato da 255. 000 a 660. 000 m³. L’utilizzo totale del lamellare in edilizia (residenziale e non) si stima attorno agli 850. 000 m³. Anche i piallati fanno parte di questo aumento del trend del tetto di legno; il loro utilizzo per le abitazioni è incrementato da 650. 000 a 850. 000 m³. Anche le previsioni fino al 2010 mostrano un quadro positivo. Tutte le aziende italiane intervistate forniscono una stima positiva del mercato, con una crescita del 15%. E questo, sebbene in generale le costruzioni in Italia siano in diminuzione. Il materiale edile legno guadagna sempre più mercato rispetto agli altri materiali. A favore del legno c’è anche il fatto che il trend dei tetti di legno e del vivere in mansarda prende piede anche nel centro e sud Italia. Al nord al contrario il mercato per i tetti di legno è in alcune regioni saturo, mentre inizia una positiva tendenza per le costruzioni di case di legno. Entro il 2010 si prevede un incremento del 50% delle case in legno. Oggi i progettisti e gli esperti italiani si rendono conto che il legno è ampiamente competitivo rispetto agli altri materiali edili. I minori tempi di realizzazione, la sicurezza tecnica di prodotti ed elementi prefabbricati, il risparmio energetico e non per ultimo l’estetica del materiale, sono sicuramente argomenti a favore del legno, come ci conferma il 75% dei progettisti intervistati. Un quarto di questi è ancora però scettico sull’utilizzo del legno a causa dei costi e soprattutto per la mancanza di una conoscenza adeguata. Dal punto di vista delle aziende italiane, l’informazione portata avanti da promo_legno in questi anni rappresenta un contributo essenziale a questo trend positivo dell’utilizzo del legno in Italia. Nei circa 30 convegni e 20 corsi svolti sinora e in programma fino al 2008, migliaia di progettisti in tutta Italia sono stati e vengono informati sul tema del legno. Il fabbisogno pro-capite del legno in Italia è uno dei più bassi un tutta Europa. Dal 1999 – inizio della campagna promozionale di promo_legno – l’utilizzo del legno di conifere è aumentato da 0,09 a 0,13 m3 pro capite. Obiettivo delle attività è quello di incrementare l’utilizzo a 0,18 m3 entro il 2010. Promo_legno è un’iniziativa per la promozione della cultura del legno in Italia, supportata dalle associazioni del settore dell’industria del legno austriaca e italiana. Membri sono oltre proHolz Austria (piattaforma di marketing delle foreste e dell’industria del legno) la federazione austriaca delle industrie di legno, le associazioni italiane Assolegno (segherie e prime lavorazioni), Fedecomlegno (Importatori), Edilegno (edilizia per interni), Assopannelli (Industria dei Pannelli), Agelegno (Agenti). .  
   
 

<<BACK