Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 19 Settembre 2006
 
   
  SGI PRESENTA LA NUOVA LINEA DI SERVER ALTIX XE DOTATI DEI NUOVI PROCESSORI DUAL-CORE XEON DI INTEL

 
   
   Milano, 19 settembre 2006 – Silicon Graphics ha recentemente presentato la nuova famiglia di server e cluster Sgi Altix Xe basati su Linux e che integrano l’ultima generazione di processori dual-core Intel Xeon 5100 (nome in codice: Woodcrest). A differenza di altre soluzioni, i cluster Sgi Altix Xe si distinguono per la loro preconfigurazione progettata per ottimizzare applicazioni all’avanguardia, e per la lunga esperienza di Sgi nell’offerta di soluzioni su misura. I sistemi Sgi Altix Xe offrono un ottimo rapporto prezzo/prestazione a 64bit e rappresentano gli unici cluster che uniscono le elevate prestazioni dei processori Xeon di Intel e la esperienza importante maturata da Sgi nell’implementazione di applicazioni per la gestione dei dati. I cluster sono inoltre un complemento valido per server e supercomputer Sgi Altix e per la gamma di prodotti Infinitestorage di Sgi. “Grazie ai nuovi server e cluster Altix Xe, Sgi offre la migliore soluzione end-to-end in grado di rispondere alle richieste di prestazioni elevate e di prodotti altamente customizzati di oggi e di domani”, ha spiegato Sergio Re, Sales & Marketing Manager per l’Italia di Sgi. “Sgi riesce ora a soddisfare le esigenze dei clienti riguardanti server, cluster e soluzioni storage, proponendo soluzioni “chiavi in mano” e su misura, per quanto riguarda sia la performance sia il budget”. Grazie alla combinazione di ottime prestazioni e di un’efficiente condivisione del carico di lavoro fra i diversi cluster, le soluzioni Sgi Altix Xe risultano ideali in ambienti di lavoro con workload ibridi. I clienti Sgi possono facilmente aggiungere soluzioni miste altamente customizzate per un elevato numero di applicazioni in diversi mercati quali life science, scienze ambientali, media, ingegneria, e per il mercato delle imprese in generale. Inoltre i nuovi utenti Sgi saranno in grado di integrare in modo semplice le soluzioni Sgi all’interno delle loro infrastrutture già esistenti. Le soluzioni Sgi offrono vantaggi significativi : La lunga esperienza di Sgi: gli utenti possono contare sulla expertise di Sgi nei maggiori settori tecnici, oltre alla presenza di un team di Professional Services valutato numero uno da Satmetrix. Implementazione veloce e economica: i sistemi Altix Xe sono preconfigurati per essere facilmente implementabili e per diminuire i costi di installazione. Un basso Tco: i prezzi altamente competitivi, il basso consumo energetico e la semplice gestione del sistema riducono il total cost of ownership. Flessibilità: gli utenti sono in grado di massimizzare la performance e la larghezza di banda I/o selezionando o Altix Xe o Sgi Altix come cluster head node. 100% Linux: i nuovi server rappresentano il rinnovato impegno di Sgi investendo nello standard industriale, la piattaforma Linux a 64 bit. I sistemi Altix supporteranno Suse Enterprise Linux Ver. 9 e 10 (appena disponibile) di Novell e Enterpise Linux 4 di Red Hat (previsto per luglio 2006) insieme al Propack di Sgi per il software d’accelerazione Linux 5. “Il mercato di soluzioni cluster è in forte crescita, tanto che si è raddoppiato ogni anno nel corso degli ultimi tre anni. Questo sviluppo è dovuto a cluster Hpc basati su componenti standard e a prezzi molto bassi. I sondaggi Idc hanno rilevato che l’implementazione e la gestione di grandi cluster rappresenta un’ostacolo significante per tanti utenti finali”, ha affermato Earl Joseph, Vice President Technical Computing Systems di Idc. “L’approccio di Sgi è quello di offrire cluster customizzati e ottimizzati con un servizio di supporto gestito dallo stesso team che si occupa anche dei supercomputer e sistemi storage di Sgi. ” Sgi intende offrire pacchetti con configurazioni ottimizzate per garantire elevate prestazioni nei settori verticali più importanti. Il primo di questi bundle consiste in un pacchetto ideato per applicazioni rendering per la creazione di effetti speciali o lo sviluppo di giochi e comprende il software Pipelinefx Qube! Render Manager, uno switch Gigabit Ethernet e una serie di opzioni per l’I/o e la gestione dello storage. Grazie a tali bundle, Sgi risponde alle specifiche richieste dei propri clienti. “L’introduzione di cluster Linux basati sui processori Xeon di Intel è il logico ampliamento della gamma prodotti di Sgi, tenendo presente che attraverso le proprie soluzioni Altix e sistemi storage, Sgi è già fornitore chiave per settori quali quello della ricerca e degli enti statali e commerciali”, ha dichiarato Sergio Re, Sales and Marketing Manager di Sgi Italia Spa. “ll settore energetico si avvale attualmente di piattaforme basate su x86. Grazie all’ampliamento dell’attuale linea di prodotti con le soluzioni x86-64, Sgi avrà possibilità di business ancora maggiori sia nei settori tecnologici da sempre presidiati sia in nuovi settori che beneficeranno dalle tecnologie server e storage da loro adottate”. Quattro core, due formati I server Altix Xe di Sgi dispongono di due Cpu dual core Xeon 5160 di Intel e sono in grado di supportare fino a 32 Gb di Ram in ogni server. Grazie al basso consumo energetico di solo 65 o 80 Watt per socket, il sistema va incontro alle richieste di power management e di raffredamento. Il design modulare per la gestione del sistema assicura l’affidabilità, la disponibilità e la manutenzione (Reliability, Availability and Serviceability: Ras). La larghezza di banda di 21Gb/s garantisce prestazioni all’avanguardia. I nuovi server sono disponibili in due formati diversi: lo chassis 1U è ideale per configurazioni cluster compatte, lo chassis 2U invece è dotato di tante porte I/o ed si raccomanda quindi come cluster head node. . .  
   
 

<<BACK