Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 19 Settembre 2006
 
   
  A GUSTAVO DUDAMEL IL PREMIO PEGASO 2006

 
   
  Spoleto, 19 settembre 2006 - “E’ proprio in momenti come questi che possiamo comprendere il grande “potere della musica” di dare serenità ai nostri cuori ed alle nostre anime, ed il mio sogno è quello che anche la musica possa contribuire a realizzare un mondo migliore”. E’ questo il messaggio che Gustavo Dudamel da Tel Aviv ha indirizzato a Francis Menotti, Presidente e direttore artistico del Festival dei Due Mondi una volta appreso di aver ottenuto il premio Pegaso. La giuria si è riunita lo scorso 13 luglio sera sotto la presidenza di Francis Menotti e ha assegnato il premio con la seguente motivazione: “Il giovane direttore venezuelano, alla testa dell’Orchestra Filarmonica di Israele per il Concerto Inaugurale, ha diretto un programma difficile riuscendo a conquistare il pubblico di Spoleto. Il premio, giunto alla trentasettesima edizione, va al suo talento, alla sua padronanza dell’orchestra e al ricordo indelebile che il suo concerto, straordinario, ha lasciato nella storia di questa edizione del Festival. La sua premiazione si inserisce nella tradizione del Pegaso che ha spesso favorito la promozione di giovani artisti”. Il premio viene assegnato ogni anno dalla Esso Italiana all’artista che si è maggiormente distinto per meriti artistici durante lo svolgimento del Festival. Il nominativo del vincitore è stato annunciato venerdì 14 luglio, al Teatro Caio Melisso, alla presenza del Maestro Gian Carlo Menotti, di Francis Menotti e di Alfredo Balena, responsabile Comunicazione e Stampa del Gruppo Exxonmobil in Italia. La consegna del Premio avverrà nei prossimi mesi a Roma durante una delle visite del direttore venezuelano in Italia. Nel suo messaggio Dudamel ha aggiunto: “Mi spiace di non poter essere con voi in questo momento per ritirare il premio ma impegni di lavoro mi trattengono a Tel Aviv. Aprire il Festival con una delle mie orchestre preferite - la Filarmonica di Israele – è stata un’esperienza indimenticabile che mi auguro di avere l’opportunità di ripetere presto”. La Giuria del premio presieduta da Francis Menotti è composta dai giornalisti Franco Soda (Associazione Stampa Estera), Thomas Migge (Radio Nazionale Tedesca), Andrea Frullini (la Repubblica), Claudia Galimberti (Il Sole 24Ore) , Pino Palmieri (Adn Kronos), Giancarlo Bastianelli (Radio 101), Anna Lia Sabelli Fioretti (Corriere dell’Umbria), Rita Sala (Il Messaggero), Alfredo Balena (Exxonmobil), Elisa Greco (Development Director del Festival), Bernardino Campello, capo ufficio Stampa del Festival dei Due Mondi. Nelle precedenti edizioni, il "Pegaso" è stato assegnato a: Charles Wadsworth, Thomas Schippers, Christopher Keene, Romolo Valli, Joseph Flummerfelt, Giancarlo Menotti, Giorgio Vidusso, Giorgio De Lullo, Christian Badea, Carla Fracci, Mikael Melbye, Jerome Robbins, Esther Hinds, Antonio Gades, Scott Nickrenz e Paula Robinson, Ingmar Bergman, Filippo Sanjust, Marcia Haydee, Spiros Argiris, Katerina Ikonomu, Maya Plissetskaia, Compagnia marionettistica Carlo Colla e Figli, Gunter Kraemer, Victor Von Halen, David Hughes, Alfredo Arias, Steven Mercurio, Alberto Maria Giuri, Complesso di Danza dei "Tap Dogs", Richard Hickox, Laura Claycomb, Thomas Lund, Jean Yves Thibaudet, Juilliard School of Music di New York, James Conlon e, lo scorso anno, a Demetrios Psillos. .  
   
 

<<BACK