Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Mercoledì 20 Settembre 2006
 
   
  ´CAPIRE IL CANCRO´: LUCIO LUZZATTO DÀ VOCE ALLA SCIENZA E ALLA SPERANZA PRESENTATO L´ULTIMO LAVORO DEL DIRETTORE SCIENTIFICO DELL´ITT IN LIBRERIA IL VOLUME EDITO DA RIZZOLI

 
   
  Firenze, 20 settembre 2006 - ´Affrontare il cancro non è facile, perché in questo tipo di malattia la minaccia non viene dall´esterno, ma dal nostro stesso organismo´. Eppure la difficoltà, che egli stesso segnala (e altre, di evidente peso) non ha scoraggiato affatto il professor Lucio Luzzatto, ematologo e genetista illustre attualmente direttore dell´Istituto Toscano Tumori, dal misurarsi con un tema di così diffuso interesse. Una profonda conoscenza della malattia, una vasta esperienza e una buona dose di saggezza pervadono le pagine di ´Capire il cancro. Conoscerlo, curarlo, guarire´, il libro che il professor Luzzatto ha pubblicato per i tipi di Rizzoli e che sarà in vendita da domani in tutta Italia. Non un testo scientifico per addetti ai lavori, eppure scientificamente ineccepibile, nella descrizione della genesi di una malattia che oggi non è né ´incurabile´ né ´inguaribile´, dei fattori di rischio, nella segnalazione delle frontiere più attuali della ricerca scientifica. Non un vademecum di comportamento, anche se nei vari capitoli non mancano indicazioni concrete su come affrontare il percorso terapeutico (come valutare un istituto di cura, il rapporto tra medicina ´ufficiale´ e medicine alternative o complementari). Non un manualetto semplificato e banalizzante, eppure non privo di riflessioni e risposte sugli interrogativi più diffusi intorno al cancro: perché la malattia colpisce di più in età avanzata, come si configura il fenomeno dell´ereditarietà, i vari tipi di cancro e le relative possibilità di guarigione. ´Il professor Luzzatto – ha affermato l´assessore regionale per il diritto alla salute Enrico Rossi, presentando il libro insieme all´autore, nel corso di una conferenza stampa – onora con questo suo lavoro la cultura scientifica italiana ed internazionale. Ed anche la Toscana, che benefìcia da qualche tempo del suo impegno all´Istituto Toscano Tumori. Il professore descrive bene la reazione di chi, un giorno, magari all´improvviso, viene informato di avere il cancro: c´è chi arriva a negare l´evidenza, chi matura in se stesso del risentimento e chi esplode in un moto di collera. Fa bene sapere che c´è chi, come il professor Luzzatto, mette la sua vita al servizio della ricerca e della cura, chi investe il suo tempo per capire e far capire, per aprire una speranza´. ´Proprio a conclusione del libro – ha aggiunto il professor Luzzatto – segnalo quello che a mio parere è uno dei punti cruciali per quanto riguarda il futuro delle cure su una patologia che investe un così gran numero di persone: e cioè che la ricerca in merito sia sostenuta e che il consenso sociale decida che il beneficio dei progressi conseguiti sia sempre reso disponibile a tutti´. Attraversa tutti i capitoli del libro una attenzione etica e umana, del tutto priva di retorica, per le problematiche psicologiche ed emotive che la malattia comporta, per il suo fortissimo impatto ansiogeno sul paziente, la famiglia e gli stessi curanti: ´Le necessità del paziente – scrive il professor Luzzatto – vanno molto al di là di quelle che possiamo soddisfare con interventi volti a eliminare le cellule neoplastiche´, ad esempio quelle di restare sereno e mai privo di speranza. Corredato da tabelle, grafici e immagini (tra cui anche alcuni disegni di pazienti) il libro offre una sintesi essenziale dei contenuti al termine di ogni capitolo (preceduto ciascuno da una suggestiva citazione), un glossario e una breve bibliografia e webgrafia. Chi è Lucio Luzzatto. Il professor Luzzatto, docente di Ematologia e Genetica all´Università di Genova, è attualmente il direttore scientifico dell´Istituto Toscano Tumori. Ha lavorato per più di trent´anni all´estero, dalla Gran Bretagna alla Nigeria agli Usa. Tornato in Italia per dirigere l´Istituto Tumori di Genova è stato allontanato per divergenze di vedute con il Commissario. In quella occasione studiosi italiani e stranieri, tra i quali vari premi Nobel, firmarono appelli in suo favore. Ha pubblicato oltre 300 lavori in riviste scientifiche. Collabora con il supplemento domenicale del Sole 24 Ore. .  
   
 

<<BACK