Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 26 Settembre 2006
 
   
  MILANO, UNIONE-EXPO: STRAORDINARIA OCCASIONE DI PROGETTAZIONE DELLO SVILUPPO

 
   
  Milano, 26 Settembre 2006 - Si sono riuniti ieri i 24 Consiglieri dell’opposizione a Palazzo Marino, presenti Bruno Ferrante e tutti i capigruppo. Sono state discusse e definite le linee dell’azione comune di opposizione individuandone le priorità in un clima fortemente unitario. Opposizione che si vuole rendere ancora più incisiva in termini di capacità propositiva in raccordo con la città, perché l’amministrazione Moratti esca da una fase già troppo lunga di annunci e passi ai provvedimenti attesi dai Milanesi: traffico, trasporti, inquinamento, casa, aziende e pubblici servizi, le priorità individuate e sulle quali si svilupperanno iniziative politiche nei prossimi mesi. Nell’esprimere apprezzamento per la nuova attenzione che il Governo Prodi sta dedicando alla nostra città e all’area metropolitana con il tavolo per Milano,in un positivo clima di collaborazione interistituzionale – dopo i ritardi e l’assenza del governo precedente – i Consiglieri sottolineano la necessità di affrontare in quella sede anche gli interventi del trasporto su ferro nell’insieme degli interventi infrastrutturali indispensabili. Nel sostenere la candidatura di Milano per l’Expo, si auspica che essa diventi una straordinaria occasione di progettazione dello sviluppo della nostra città, quello sviluppo che migliora la vita dei cittadini. In tal senso l’istituzione di un Comitato strategico dovrebbe coinvolgere, insieme a Provincia e Comune, anche le rappresentanze attive del mondo sociale e economico. Infine i Consiglieri si faranno promotori da oggi di iniziative per garantire passi avanti nella sicurezza legata agli impianti a metano sia a livello comunale che con interventi legislativi a livello nazionale. .  
   
 

<<BACK