Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 26 Settembre 2006
 
   
  BUONGIORNO ALZA LE STIME PER FINE ANNO E RIVEDE AL RIALZO GLI OBIETTIVI DI LUNGO TERMINE: RICAVI ATTESI 2006 A 195-205 MILIONI DI EURO

 
   
  Milano, 26 settembre 2006 – Nel corso dell’incontro con la comunità finanziaria tenutosi ieri presso Borsa Italiana Spa, Buongiorno Spa ha illustrato il proprio piano industriale di medio e lungo periodo e, alla luce degli ottimi risultati messi a segno nei primi trimestri dell’anno in corso, ha alzato le stime per il 2006 e per gli anni a venire. Per il 2006 si attendono ricavi tra 195 e 205 milioni di Euro (vs il valore precedentemente comunicato di 170 – 180 milioni di Euro), con un Industrial Added Value (Iav) tra 73 e 75 milioni di Euro (vs il valore precedentemente comunicato tra 70 – 72 milioni di Euro). L’ebitda è atteso tra 22 e 24 milioni di Euro e l’utile per azione (Eps) tra 0,14 e 0,15 Euro (vs il valore precedentemente comunicato di 0,13 e 0,14 Euro). Per il 2007 il Gruppo prevede ricavi tra 230 e 250 milioni di Euro, con uno Iav tra 94 e 100 milioni di Euro, un’Ebitda tra 30 e 34 milioni di Euro ed un Eps tra 0,25 e 0,28 Euro. Sulla base del piano industriale recentemente rivisto, e approvato dal Consiglio di Amministrazione, sono stati rivisti al rialzo anche gli obiettivi di lungo termine: in particolare il gruppo si pone per il 2010 l’obiettivo di ricavi superiori ai 500 milioni di Euro, con uno Iav di oltre 150 milioni di Euro e un Eps di 0,6 Euro. Buongiorno, grazie alle conferme operative ed economiche derivanti dall’implementazione del proprio piano industriale di medio/lungo periodo, conferma le linee strategiche evidenziate lo scorso anno. Il Gruppo si focalizzerà sul mercato dei Mobile Value Added Services, dando attenzione all’offerta di un ampio portafoglio di servizi tra cui quelli in grado di facilitare l’interazione – e la creazione di community - tra i consumatori finali. La strategia adottata da Buongiorno sarà, come in passato, bilanciata e flessibile sulle diverse direttrici: portafoglio prodotti/servizi, canali distributivi (diretto a marchio proprio Blinko, e/o tramite accordi con operatori media e/o telefonici), e aree geografiche. Inoltre, grazie alla gestione sempre più efficiente dei processi aziendali e all’implementazione di procedure standardizzate di reporting e controllo, sarà possibile ridurre l’incidenza dei costi fissi sull’intera struttura. Alla crescita organica, potrà essere affiancatà un’attività di M&a volta ad accrescere il valore del Gruppo. In base al piano pluriennale presentato, Buongiorno intende accrescere la propria quota di mercato in termini di valore aggiunto dall’1,9% nel 2005 al 4% nel 2010 (vs il 3,5% stimato l’anno scorso), e ridurre il rapporto tra costi fissi e Iav dal 78% nel 2005 al 56% nel 2010 (come precedentemente comunicato, e tenuto conto che per il 2006 questo valore sarà approssimativamente del 72% vs il 73% precedentemente indicato). Inoltre, per migliorare la propria posizione competitiva e cogliere le nuove opportunità offerte dal mercato, Buongiorno mirerà a sviluppare ulteriormente alcuni dei suoi attuali punti di forza: una piattaforma tecnologica avanzata, completa e flessibile per la gestione dei contenuti digitali in diversi formati e distribuiti attraverso differenti canali; un forte brand riconosciuto a livello mondiale (Blinko), che potrà diventare uno dei tre maggiori “negozi” al mondo per l’intrattenimento digitale; una capacità di gestire le “community” sul cellulare e stimolare lo scambio di contenuti prodotti dagli utenti finali; e non da ultimo, una consolidata esperienza nell’utilizzo della comunicazione digitale via telefono cellulare all’interno degli strumenti del marketing mix. .  
   
 

<<BACK