Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 26 Settembre 2006
 
   
  GALILEO: COME EVITARE ULTERIORI RITARDI?

 
   
  Strsasburgo, 26 settembre 2006 - Un´interrogazione orale alla Commissione europea aprirà un dibattito in Aula che mira a fare il punto sul programma Galileo. In seguito, il Parlamento adotterà una risoluzione su tale questione. Galileo è la prima infrastruttura europea di proprietà dell´Ue. Si tratta di un progetto interamente comunitario realizzato attraverso un partenariato pubblico-privato. Il Parlamento europeo sostiene senza riserve questo programma attraverso le sue responsabilità legislative e di bilancio, reputando Galileo un progetto strategico, uno dei più importanti pilastri della strategia di Lisbona e che offre grandi opportunità per le Pmi. Il primo satellite sperimentale Giove-a ha già compiuto la sua principale missione e ora che sono stati messi a punto gli aspetti tecnici, l´elemento fondamentale per portare avanti il progetto è la buona gestione. L´interrogazione - promossa dal Ppe/de, dal Pse e dall´Alde/adle - sottolinea che il calendario «è essenziale per la realizzabilità e la riuscita commerciale del programma», mentre le tre fasi «registrano un notevole ritardo rispetto al piano iniziale del 2005 e la procedura di bando di gara si è protratta e compromette quindi il calendario generale del progetto. I deputati chiedono quindi alla Commissione come intende evitare ulteriori ritardi. Inoltre, osservando che dopo l´approvazione dell´intero progetto di bilancio (ivi compresi gli impegni di spesa) da parte delle autorità di bilancio, «sarà indispensabile un rafforzamento del ruolo di controllo dell´autorità di sorveglianza di Galileo», chiedono alla Commissione se ha intenzione di modificare in tal senso l´attuale proposta di regolamento. Infine, notando che nelle future fasi di Galileo è importante la cooperazione con i paesi terzi, i deputati chiedono come intende la Commissione fare partecipare il Parlamento alla preparazione dei negoziati internazionali, con particolare riferimento alle questioni istituzionali. .  
   
 

<<BACK