Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Giovedì 28 Settembre 2006
 
   
  FARE PACE NON COSTA NULLA CONCILIAZIONE GRATUITA DAL 25 SETTEMBRE AL 31 DICEMBRE SI LITIGA DI PIÙ PER VIAGGI ANDATI MALE E RISTRUTTURAZIONI ACCORDO NELL’88% DEI CASI. IN MEDIA BASTA POCO PIÙ DI UN MESE 263 LE DOMANDE NEL 2005

 
   
  Milano, 28 settembre 2006 - Dal 25 settembre al 31 dicembre i consumatori e le imprese coinvolti in liti commerciali possono fare pace senza sborsare un euro. È una nuova iniziativa della Camera Arbitrale, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, per aiutare le imprese e i consumatori a conciliare a costo zero. Vale per consumatori e imprese di tutta Italia che si rivolgono alla Camera Arbitrale di Milano, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, che da più di dieci anni agisce nell’ambito della risoluzione stragiudiziale delle controversie. Oltre all’arbitrato commerciale propone un servizio di conciliazione rapido, riservato, economico e amichevole di risoluzione delle controversie commerciali fra imprese o impresa e consumatore. Obiettivo della conciliazione è il raggiungimento di un accordo mediato che sia soddisfacente per tutti i soggetti coinvolti. Nel 2005 il servizio di conciliazione della Camera Arbitrale di Milano, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, ha ricevuto 263 domande di conciliazione. Il 55% delle controversie ha visto coinvolti impresa e consumatore, il restante 45% due imprese. L’efficacia dello strumento è testimoniata dal successo degli incontri di conciliazione: sempre con riferimento al 2005, quando le parti hanno raggiunto l’accordo nell’88% dei casi. Rapidi i tempi di risoluzione delle controversie: in media le procedure del 2005 si sono concluse in poco più di un mese. In questi anni lo strumento, da primo esperimento per la risoluzione delle controversie dei consumatori (le maggiori richieste per liti con tour operator, artigiani, agenzie immobiliari, ecc. ), si è esteso ad un sempre maggior numero di settori. Oggi può capitare che vengano sottoposte ad un tentativo di conciliazione anche liti del valore di milioni di euro. L’iniziativa: “Provare non costa nulla”. La Camera Arbitrale, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, in seguito ad un decreto del Ministero delle Attività produttive, che prevede il rimborso delle spese di conciliazione sostenute dai consumatori, ha fatto un passo in più: rende gratuita anche per gli imprenditori la conciliazione (fino ad un tetto massimo di 50 mila euro) sostenendo per loro le spese. Pertanto, grazie a questa iniziativa non vi saranno spese da sostenere né per il consumatore né per l’impresa, indipendentemente dal raggiungimento o meno di un accordo tra le parti. Per il consumatore il procedimento è sempre gratuito a prescindere dal valore della controversia; mentre l’impresa sarà tenuta a sostenere le spese se il valore della controversia supera il valore di 50 mila euro. Per ulteriori informazioni consultare il sito www. Conciliazione. Com oppure chiamare il numero 02 80 55 588. “La conciliazione consente alle imprese di risparmiare tempo e denaro, - ha dichiarato Rinaldo Sali, vice segretario generale della Camera Arbitrale di Milano, l’azienda speciale della Camera di commercio di Milano che gestisce il Servizio di conciliazione - offre l’opportunità di preservare i rapporti commerciali e personali tra le parti, evitando di andare davanti al giudice. E anche quando questo accade, l’impiego della conciliazione è sempre possibile, proprio per evitare di perdere ulteriore tempo o di compromettere importanti relazioni di affari. Questa iniziativa vuole essere un passo ulteriore della nostra istituzione per essere sempre più vicini alle esigenze delle imprese, dei consumatori e del mercato ”. Conciliazione: Alcuni Dati - Nel triennio 2003-2005 sono state depositate 700 domande di conciliazione, di cui quasi 300 per controversie tra imprese. Il valore medio delle controversie tra imprese è stato di circa €126. 000,00, per le controversie tra consumatori e imprese di € 7. 166,00. Nel 2005. Il Servizio di conciliazione della Camera Arbitrale di Milano nel 2005 ha ricevuto 263 domande di conciliazione. Il 55% delle controversie ha visto coinvolti impresa e consumatore, il restante 45% due imprese. L’efficacia dello strumento è testimoniata dal successo degli incontri di conciliazione: sempre con riferimento al 2005, quando le parti si sono riunite attorno al tavolo di conciliazione, hanno raggiunto l’accordo nell’88% dei casi. Il Servizio di conciliazione La conciliazione presso le Camere di commercio rappresenta una delle modalità per risolvere velocemente le controversie tra le parti. Partecipando ad un incontro di conciliazione le parti, volontariamente, decidono di farsi aiutare da un conciliatore, soggetto neutrale, indipendente ed imparziale, al fine di trovare un accordo. Tutto ciò nella totale riservatezza. Come funziona il Servizio di conciliazione? Una parte deposita la domanda di conciliazione illustrando per sommi capi quanto è avvenuto. I funzionari del Servizio di Conciliazione contatteranno l’altra parte per verificare la sua disponibilità a partecipare al tentativo. In caso di accettazione, si concorda una data in cui organizzare l’incontro (presso lo stesso Servizio di Conciliazione) davanti ad un conciliatore, il quale cercherà di aiutare a raggiungere un accordo che chiuda definitivamente e in modo soddisfacente la vicenda. L’obiettivo è, innanzitutto, quello di consentire alle parti di comunicare tra loro e spiegarsi. In tal modo è più facile raggiungere un accordo e trovare così una via d’uscita soddisfacente per tutti. Quali liti è possibile conciliare? Non vi sono limiti né di valore economico (non c’è un minimo o un massimo) né di tipo territoriale. Pertanto ogni qualvolta si verifichi un problema tra due imprese, tra un’impresa e un professionista o un consumatore, o ancora all’interno di una compagine societaria e le parti manifestino la volontà di incontrarsi per discuterne, può essere sperimentato lo strumento della conciliazione. Servizi di conciliazione nel resto d’Italia Il Servizio di conciliazione è attivo anche presso: la sede di Monza della Camera di Commercio di Milano tel. 0392807453 e-mail: conciliazione. Monza@mi. Camcom. It); le Camera di commercio lombarde e in molte altre Camere di commercio italiane (per informazioni: www. Conciliazione. Camcom. It. ). Per ogni informazione è possibile consultare il sito www. Conciliazione. Com (tel. 028055588) . .  
   
 

<<BACK