Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedì 07 Aprile 2009
 
   
  PER AUTISMO RISPOSTE IN PIANO SOCIOSANITARIO FVG

 
   
  Trieste, 7 aprile 2009 - La Regione Friuli Venezia Giulia intende affrontare in maniera organica le problematiche legate ai disturbi di tipo autistico, inserendole nel contesto del nuovo Piano sociosanitario regionale 2010-2012, in fase di predisposizione. Lo ha reso noto l´assessore regionale alla Salute e Protezione sociale, Vladimir Kosic, in occasione della seconda Giornata mondiale dell´Autismo, proclamata dalla Nazioni Unite. Sottolineando la volontà dell´Amministrazione regionale di aggiornare ed adeguare le politiche a favore delle persone con autismo in relazione al fatto che le conoscenze su questa patologia si sono notevolmente modificate negli ultimi anni, l´assessore Kosic ricorda come "è in corso un lavoro preliminare di approfondimento sulle problematicità attualmente esistenti in fase diagnostica, nelle modalità di trattamento e nella tipologia dell´offerta oggi disponibile in Friuli Venezia Giulia". In particolare, "é in fase di predisposizione un primo piano di azioni mirate a migliorare il riconoscimento precoce del disturbo e la presa in carico globale del paziente, anche offrendo il necessario supporto alle famiglie coinvolte attraverso interventi informativi mirati. Parallelamente si sta approfondendo l´analisi della rete dei servizi a disposizione sul territorio e delle modalità di intervento e di raccordo che si mettono in atto in queste situazioni". "E´ impegno della Regione - conclude l´assessore - confrontarsi e raccordarsi con i diversi soggetti istituzionali, pubblici e privati, e con le organizzazioni che sono coinvolte nella diagnosi e nel trattamento delle persone con disturbi di tipo autistico, nonché nel supporto alle famiglie, al fine di rafforzare i punti di forza del sistema e di affrontare in maniera concreta le criticità che eventualmente verranno rilevate". .  
   
 

<<BACK