Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 













MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   


 
Notiziario Marketpress di Martedý 29 Giugno 2010
 
   
  STATI GENERALI DELL┤ECONOMIA MOLISANA, SISTEMA AVVIATO PARTENARIATO ISTITUZIONALE E SOCIO-ECONOMICO HANNO ATTIVATO TAVOLI TEMATICI E STANNO LAVORANDO ALLA ELABORAZIONE DEL "PATTO PER LO SVILUPPO".

 
   
   Campobasso, 29 giugno 2010 - Stati Generali dell┤Economia Molisana, atto primo. Dopo l┤incontro organizzativo tenutosi il 17 maggio scorso presso la Cittadella dell┤Economia, Ŕ stata la volta dei Tavoli tematici. Cinque quelli scelti: Green Economy, Riordino Istituzionale e Federalismo, Credito, Lavoro e Formazione, Innovazione e CompetitivitÓ. Intorno ad essi si sono seduti gli attori del partenariato istituzionale e socio-economico del Molise per un momento di confronto ed approfondimento voluto dal Governo regionale al fine di verificare l┤andamento e l┤efficacia dei programmi in corso, ipotizzare le eventuali revisioni da attuare, confrontarsi sulle riforme necessarie, individuare in modo condiviso un┤agenda di prioritÓ da realizzare nel breve periodo, analizzare le buone pratiche esistenti nel territorio regionale e/o nazionale. Pi¨ in particolare, ciascun Tavolo sta definendo, per ambito di competenza, un documento che contenga gli obiettivi da raggiungere, gli strumenti da utilizzare, le risorse da impiegare e le responsabilitÓ nell┤attuazione dei programmi. I risultati di questo lavoro porteranno alla elaborazione di un nuovo "Patto per lo Sviluppo" che sarÓ discusso prossimamente a Campobasso presso la Cittadella dell┤Economia del Polo Fieristico, la location dove il Patto sarÓ anche condiviso e sottoscritto dai rappresentanti del partenariato e dal Presidente della Regione Michele Iorio. Comprensibile la soddisfazione dell┤Assessore regionale alla Programmazione, Gianfranco Vitagliano, che sull┤idea della concertazione allargata ha lavorato molto e scommesso assai. "Era arrivato il momento - dice - di confrontarsi in maniera costruttiva per procedere ad una verifica sull┤attivitÓ di programmazione e per discutere anche di eventuali revisioni alla luce di situazioni di contesto che inevitabilmente possono mutare nel tempo". Ed aggiunge : "Siamo fermamente convinti che anche nella nostra regione si sia avviato il processo virtuoso delle buone pratiche, ma che lo stesso non possa essere disgiunto da una riforma federalista, compatibile, per˛, con il nostro sistema".  
   
 

<<BACK