Dati Editore | Chi Siamo | Redazione | Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 














MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web








  LOGIN


Username
 
Password
 
     
   

P.I. 12573730152


 
Notiziario Marketpress di Giovedì 24 Gennaio 2008
 
   
  ANCORA SU I LIGURI UN ANTICO POPOLO EUROPEO FRA ALPI E MEDITERRANO

 
   
  Genova, 24 gennaio 2008 - Verrà presentato sabato 26 gennaio, alle ore 16. 30, nella sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale, il volume Ancora sui Liguri, a cura di Raffaele C. De Marinis e Giuseppina Spadea, (De Ferrari Editore, €34). A introdurre saranno il dott. Pietro da Passano, direttore di Palazzo Ducale s. P. A. E l’architetto Liliana Pittarello, direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici del Piemonte. Presenteranno il prof. Raffale de Marinis, dell’Università di Milano e il prof. Roberto Macellari (Università di Genova). I Liguri, una delle popolazioni d’Italia meno conosciute ma degne di una riscoperta e di attendi studi. Ecco allora questo volume pubblicato dalla De Ferrari Editore di Genova, nato a integrazione della mostra “I Liguri. Un antico popolo europeo fra Alpi e Mediterraneo”, svolta nell’ambito del programma di iniziative di “Genova 2004 Capitale Europea della Cultura”. Un’opera ingente, che, sommata alla prima parte catalogo della mostra, edito a suo tempo da Skyra, conta quasi 1000 pagine di scritti, 146 contributi, 138 autori (italiani, francesi, inglesi), 5 Soprintendenze per i beni archeologici coinvolte, 8 università, più di 2. 500 voci di bibliografia, migliaia di oggetti esposti e pubblicati… Il più esteso apporto alla conoscenza e tutela del territorio ligure per rispondere a domande come “Chi erano i Liguri? Che facevano? Navigavano? Coltivavano? Commerciavano? Hanno lasciato gioielli, ori, suppellettili?” Ora di questa concreta realtà sappiamo molto di più. Finalmente gli archeologi e gli studiosi delle altre discipline connesse hanno dialogato all’interno di un ampio progetto comune, hanno potuto confrontare i reperti de visu, hanno proseguito nella ricerca. Ora sappiamo cosa bevevano (la birra, prima del vino!), cosa mangiavano, come cucinavano, come lavoravano, come si rapportavano con le popolazioni dominanti, luogo per luogo. Attraverso le indagini sulle pratiche pastorali e di arboricoltura dei Liguri dell’Età del Bronzo e del Ferro, sappiamo molto di più sul paesaggio dell’attuale Liguria, sulla evoluzione della olivicoltura e castanicoltura, intorno o anche prima della romanizzazione, sulla realizzazione di quell’opera ciclopica di terrazzamenti che ancora ne caratterizza il territorio, fino all’affermarsi della qualità della viticoltura ligure, già molto apprezzata in età repubblicana…(dalla prefazione di Liliana Pittarello). Un lavoro non tanto settoriale quanto di carattere globale, aperto a tutte le problematiche: dai processi di formazione del paesaggio e dell’ethnos all’immagine che dei Liguri ci è stata tramandata dalle fonti greche e romane, dalla grande fioritura del mondo ligure marittimo grazie ai commerci di età arcaica e classica ai cambiamenti culturali prodotti dalle invasioni galliche, dallo scontro con Roma all’inserimento nell’Impero, fino all’eredità che il mondo ligure lasciava di sé al termine dell’Antichità e alle soglie del Medioevo. Ancora sui Liguri, De Ferrari Editore – Genova. Formato 24x28, € 34,00 .  
   
 

<<BACK