Dati Editore | Chi Siamo | Redazione | Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 







MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web




 


VENERDì

Pagina1  Pagina2  Pagina3  Pagina4  Pagina5  Web moda & tendenze 
Notiziario Marketpress di Venerdì 19 Novembre 2004
Web moda & tendenze
LA MODA ITALIANA NELLO SCENARIO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE  
 
Sintesi dell'intervento di Gregorio De Felice che ha lo scopo: di fare il punto sull'attuale momento congiunturale a livello internazionale; di descrivere lo scenario a breve termine (due anni) per i settori italiani di beni legati alla Moda. Lo scenario internazionale Scenario globale: continua l'espansione mondiale — L'espansione economica mondiale è destinata a continuare nel 2005, ma il suo ritmo decelererà rispetto al brillante 2004. Politiche monetarie e fiscali meno accomodanti e il freno costituito dal rincaro del petrolio ridurranno la crescita delle due aree geografiche trainanti — Nord America ed Estremo Oriente. Negli Stati Uniti la crescita dei consumi scenderà verso il 3% medio, complice l'instaurarsi di una fase negativa per i beni durevoli. Il ritmo di crescita dei consumi in Estremo Oriente rimarrà vigoroso, nonostante la restrizione monetaria già avviata in Cina. Le elevate quotazioni petrolifere garantiscono buone prospettive di crescita di redditi e consumi nei paesi produttori, Russia in testa. Una ripresa debole nell'area euro — Nel corso del 2004, l'area euro si è avvicinata al suo potenziale di crescita. La ripresa è connessa alla forte crescita della domanda estera, mentre quella interna, consumi inclusi, è rimasta debole. Nel 2005 l'espansione dei consumi (1,6%) tornerà a riavvicinarsi a quella del Pil (2,0%), ma l'andamento dell'occupazione e le difficoltà di bilancio di molti Stati non consentono di sperare in una crescita sostenuta. Di contro, il rallentamento della domanda estera e l'apprezzamento del cambio limiteranno il contributo delle esportazioni nette. Italia: una ripresa senza contributo del commercio estero — Per l'Italia, il contributo del canale estero è stato nullo probabilmente già quest'anno, e diventerà negativo il prossimo. L'espansione dell'economia sarà sostenuta ancora dalla domanda interna: a fronte di una crescita prevista dell'1,5% nel prodotto interno lordo, i consumi dovrebbero salire dell'1,4% e gli investimenti del 2,5%. I consumi di non durevoli potrebbero temporaneamente beneficiare della prevista inversione nel ciclo dei durevoli, ma riteniamo che le tendenze di lungo periodo non giustifichino una crescita dei consumi di beni non durevoli superiore all'1,2% a/a. Infatti, il fattore demografico è pesantemente sfavorevole e il calo della propensione al risparmio sarà, in futuro, più lento rispetto agli anni '90.
Tassi Di Crescita Del Pil
2001 2002 2003 2004 2005 2006
Stati Uniti 0.8 1.9 3.0 4.4 3.4 2.8
Giappone 0.4 -0.3 2.5 4.1 1.8 1.7
Area Euro 1.6 0.8 0.5 1.8 2.0 2.1
Europa Orientale 4.6 4.0 6.1 6.4 5.5 4.4
America Latina 0.5 -0.6 1.7 4.7 4.2 3.6
Opec 2.6 1.3 -0.1 6.2 6.0 4.0
Asia orientale 3.8 5.7 6.0 7.0 6.7 5.9
Africa 3.7 3.0 3.1 3.8 3.9 3.6
Crescita mondiale 2.4 2.8 3.8 5.1 4.5 4.0
Le prospettive di breve termine per la Moda italiana Dopo un triennio di calo dei livelli di attività, si iniziano a vedere i primi timidi segnali di ripresa per il Sistema Moda. Le esportazioni, dopo un inizio d'anno ancora poco brillante, hanno iniziato a reagire agli stimoli provenienti dall'economia mondiale, anche se la crescita appare ancora debole rispetto alla congiuntura internazionale. Le prospettive del settore continuano, tuttavia, ad essere dominate dall'incertezza. Nei settori a valle (abbigliamento, calzature, pelletteria, oreficeria ed occhialeria) la produzione continua a soffrire di un mercato interno poco vivace e, sui mercati esteri, di una accesa competizione da parte dei produttori emergenti. I produttori di beni intermedi continuano ad essere penalizzati dall'incertezza che domina i mercati a valle e che deprime i magazzini. Nell'ipotesi che si rafforzino le tendenze al miglioramento delle vendite all'estero, il settore dovrebbe riuscire a chiudere il 2004 limitando le perdite (-0.3%). I prossimi due anni dovrebbero portare per il sistema moda un lento recupero (+0.7% nel 2005 e +0.9% nel 2006), grazie soprattutto alle aspettative di maggiore crescita dell'economia europea ed all'avvenuto riposizionamento della produzione italiana su fasce di mercato più difendibili. La crescita della produzione non ripianerà le perdite subite: la crisi del settore è, infatti, stata strutturale ed ha portato alla perdita di quote di mercato significative sulle fasce basse della gamma. La perdita di posizione sui mercati esteri si è accompagnata ad una erosione dei margini operativi, con effetti negativi sulla redditività delle imprese della moda. Nel 2003 il Roi medio è sceso a 8.7 per i produttori di beni di consumo (da 10.7 nel 2002) e a 6.3 per i produttori di beni intermedi (da 7.2 nel 2002). La redditività, dopo un 2004 ancora difficile, dovrebbe registrare una crescita. Le migliori condizioni di domanda renderanno possibili politiche di prezzo meno penalizzanti.
Tabella di Sintesi: Sistema Moda
2002 2003 2004 2005 2006
Produzione (var.% a prezzi costanti) -3.3 -4.5 -0.3 0.7 0.9
Esportazioni -5.2 -9.4 1.4 4.9 5.5
Importazioni 0.6 -3.3 1.9 9.9 10.5
Saldo commerciale (mil.€) 22603 19341 19534 19574 19658
Roi Beni di consumo 10.7 8.7 8.4 8.4 8.9
Beni intermedi 7.2 6.3 6.2 6.2 7.0
Roe Beni di consumo 8.8 5.4 5.1 5.0 5.6
Beni intermedi 6.7 3.4 3.3 3.1 4.1
Fonte: Banca Intesa e Prometeia
 
   
   
RADIO 1 RAI, IL PATRON DELLA DIESEL RENZO ROSSO AL COMUNICATTIVO DI IGOR RIGHETTI “ALL’INDUSTRIA ITALIANA MANCA UN GOVERNO DELLE STRUTTURE”  
 
L’imprenditore veneto si è raccontato al “Confessionale del Comunicativo” venerdì 12 novembre su Radio 1 Rai. Ecco un estratto dell’intervista di Igor Righetti. Che cosa volevi fare da bambino? Da bambino il mio sogno era fare il caporeparto. Ambivo tanto a essere almeno un po’ superiore a quello che è un lavoro normale. Tutto qua. È più importante il successo o il guadagno? Penso il successo, non ho mai lavorato un solo giorno della mia vita per soldi. Devo dire che ho sempre lavorato con un incredibile passione, cercando di riuscire a fare quello che mi piaceva. Per me è fantastico perché questo sogno continua ancora ed è veramente bello riuscire a fare quello che ti piace. Qual è la filosofia Diesel? E’quella di mettere insieme un gruppo di amici che lavorano con incredibile passione, che si divertono, che fanno cose diverse dagli altri e, possibilmente, innovative prima degli altri. Che cos’è che ti fa più irritare? Mi fanno irritare l’ipocrisia e la gente falsa, questo mi manda veramente in bestia perché sono una persona vera, pura e onesta. E ciò che ti fa più piacere? Mi fa piacere il complimento sincero e la gente vera, quella che ha gli occhi che sorridono, che ha questo stato interiore che io reputo fantastico. Rimpianti? Non tanti perché la filosofia della mia vita, il mio modo di pensare, è che tutti gli errori, tutti gli sbagli che ho fatto durante il mio percorso mi sono serviti e mi servono tuttora per imparare a fare meglio la prossima volta. Quali sono i valori in cui credi? Sicuramente l’onestà, la sincerità, la determinazione, la passione. Quali difetti ti riconosci? Sono troppo pignolo. Ho il difetto di dedicare forse troppo tempo agli altri e troppo poco a me stesso perché in generale voglio bene alla gente, tutta. Qual è la tua meta? Dove vuoi arrivare? Adesso che sto diventando un po’ più anziano, che ho acquisito una grande cultura, ho acquisito… La saggezza? La saggezza. Ho incontrato tanta gente. Penso che ci siano poche persone come me che hanno vissuto, lavorato e scambiato opinioni con persone non so di quanti continenti, con educazioni, religioni e modi di pensare diversi che ti permettono di vedere oggi la gente dove sbaglia. Per esempio mi fa molto incazzare quando vedo politici tanto ignoranti che non riescono a vedere un palmo più in là del proprio naso. Sono delle cose che a me fanno un po’ rabbrividire. Che cosa fai quando devi recuperare energie? Faccio sport. Riesco a vedermi allo specchio in forma, mi sento bene fisicamente e mi aiuta molto la preparazione fisica. Ho un trainer che viene a casa mia quattro volte alla settimana e due volte c’è un maestro di yoga. Loro mi danno la possibilità di sentirmi bene. Una cosa che fa anche sentire bene è il vestito, perché la forma fisica assieme al compiacimento dell’abito che ti metti addosso, se ti senti bene in quel momento e dici “cazzo che figo sono”, ti dà una marcia in più, ti fa sentire meglio, quindi affronti i veri problemi della giornata in maniera superiore. Come hai fatto a far piacere i jeans italiani agli americani cresciuti con patatine fritte surgelate e Levi’s? La mia testa dura. Io sono nato facendo un prodotto che si ispirava all’usato, al vintage. Siamo stati i primi a fare il jeans usato, con i buchi. Sono andato in America portando questo prodotto, non c’era distribuzione e gli americani non ci stavano, perché dicevano che non si poteva vendere un prodotto al doppio del prezzo di un normale jeans americano. Io ero convinto di quello che stavo offrendo, perché lavoravo con un gruppo di giovani ed ero giovane a quell’epoca, e con questa convinzione ho detto “no, non è possibile”. Sono andato addirittura a cercare degli spazi all’interno di negozi che non esistevano. Ho detto: datemi, per favore, un metro quadrato del vostro spazio e se non vendete come fate con i prodotti attuali vi pago io la differenza quando mettete i miei prodotti. È chiaro che ho dovuto sfidare la gente per far vedere che avevo ragione perché la più grande difficoltà non è stata arrivare al consumatore finale che, secondo me, capiva perfettamente ma convincere la distribuzione che era ora di cambiare. Ricevetti un grande attacco dalla stampa però ebbi la soddisfazione di essere riuscito a far da pioniere e a impostare questo tipo di prodotto. Gli attacchi ci sono sempre per chi propone cose nuove… Nella mia vita non ho guadagnato niente senza sudore, ogni singolo gradino di successo è stato una grande fatica anche perché tutto è stato realizzato da pioniere, quindi prima degli altri. Sono sempre stato molto criticato. È una grande gioia quando vedi che dopo ci riesci, ma ho sempre sudato tutto. Neanche oggi è facile, nonostante andiamo bene, ogni due tre anni cambio completamente la filosofia del prodotto, faccio impazzire i miei uomini ed è lì che bisogna provare, perché arrivare ad avere successo è facile però poi bisogna pensare a mantenerlo e, per farlo, bisogna sempre cambiare nel tempo. L’industria italiana è al passo con i tempi? Secondo me no. Noi abbiamo dei bravi industriali in genere che si arrangiano da soli, manca un governo delle strutture. Prendi, per esempio, il nostro Nord-est poverino: c’è della gente che veramente ci ha dato dentro, ha costruito tanto però ha costruito per se stessa. È mancato chi potesse prevedere con tempi lunghi l’area e, quindi, urbanizzare, fare delle strade, enti pubblici, ambienti sociali per lo sviluppo che non ci sono. Qui oggi c’è un caos tremendo com’è in Italia in genere e che, invece, non c’è in altri Paesi europei. Destra, sinistra, centro o agnostico. Perché? Per me non esiste destra, sinistra, centro, per me esistono degli uomini. Penso che la politica sia tutta fatta dall’uomo. Per me non è neanche giusto votare un partito perché non dice niente. È l’uomo a cui deve andare la propria fiducia, perché è l’uomo che deve far vedere la propria faccia ed esserne fiero o no se riesce a fare qualcosa. Ti vediamo sempre fotografato in jeans. Ti piacciono così tanto o fanno parte di una strategia per farli acquistare? Una volta quando ero piccolissimo, nella mia fattoria dovevo usare i capi di abbigliamento di mio fratello. Ho costruito il mio primo jeans a quindici anni con la macchina per cucire di mia madre e, da quel giorno, sto bene con questo prodotto, è molto confortevole. Ho fatto anche degli studi in diversi Paesi del mondo con gruppi di lavoro di giovani ed è emersa una cosa fantastica: che il jeans è visto come spazio aperto, prati verdi, cieli azzurri, comfort, week-end e questo è un capo che non potrà mai mancare nel guardaroba. È qualcosa che oggi ha cambiato il modo di vestire in genere. Ho visto anche che, in tutti i grandi uffici, nelle grandi industrie, negli istituti bancari o negli uffici legali, la gente giovane comincia a non portare più l’uniforme che non può personalizzare. Sembravano quasi dei pinguini, tutti uguali. Ora, invece, cominciano a vestirsi con quest’abbigliamento più adeguato perché possono far vedere il proprio stile e la propria personalità. A me piacciono abbinati anche con le giacche eleganti... Io dico sempre: “Che cos’è la moda? La moda è quella che fai te in quel momento che stai vivendo per come ti senti in quel momento particolare”. Perciò non è giusto dire che la moda la fanno le aziende. Sì queste propongono, influenzano anche, però alla fine la moda la fa il singolo perché si sente bene per quello che rappresenta e per come si vede in quel momento. A proposito di moda, come ritieni gli stilisti italiani? Bisogna dire che, sicuramente, abbiamo della brava gente perché abbiamo una bella industria e come moda italiana siamo presenti in tutti i Paesi del mondo. L’italia ha fatto tanto, manca un po’ più di mentalità internazionale e creativa. Ecco direi che questa, secondo me, c’è un po’ di più all’estero. Sono stati fortunati, perché hanno avuto più scuole con educazioni più internazionali, con materie d’approfondimento molto più avanzate di quelle che hanno avuto i nostri giovani in Italia. Come vedi il tuo futuro? Nel mio futuro spero di poter dare un contributo o consigli per una vita migliore. Vorrei che la nostra azienda fosse presa a modello per vivere meglio. Noi internamente affrontiamo la giornata con il sorriso e vogliamo entrare e uscire con il sorriso. Vorrei che le aziende in genere facessero questo: se tu, visto che trascorri gran parte della tua giornata al lavoro, la trascorri bene, quando vai a casa potrai ancora trasmettere energia positiva ai tuoi amici, alla tua famiglia. Vorrei poter lanciare dei messaggi positivi affinché la gente possa essere più felice. Intanto è un’azienda molto copiata… Sì, devo dire anche se spendiamo molto legalmente. Abbiamo uffici legali in tutto il mondo per proteggerci delle copie perché siamo invasi. Dall’altra parte, però, devo anche dire che se non fossimo copiati probabilmente non saremmo nessuno. Quale domanda avresti voluto che ti facessi? Quale domanda? Non lo so, posso rispondere a tutto perché, come ti dicevo prima, ho visto di tutto, ho sofferto tanto nella mia vita e continuo a soffrire. Vorrei parlare un po’ più di cose sociali, poter fare più equilibri tra i popoli, c’è troppa disparità fra i popoli poveri e quelli ricchi. Normalmente i politici, avendo degli incarichi molto brevi, non possono fare delle strategie a lungo raggio e, più che a risolvere i problemi pensano a fare qualcosa che si veda subito e, in questo modo, non possono costruire ma solo distruggere. Vorrei fare tante cose positive perché penso che la reincarnazione non esiste, penso che il nostro periodo terrestre è questo attuale che viviamo in questo momento e quindi che si debba vivere questa unica chance che ci hanno dato nel migliore dei modi possibili.  
   
   
IL LUSSO INNATO DI LALLA&ROSSANA GIOIELLI, DOVE FASCI DI LUCE IMPREZIOSISCONO LA STAGIONE FREDDA  
 
Anemone e Tracce sono le due nuove collezioni per l’inverno. Garbo e luce dipingono le nuove creazioni Lalla&rossana. Accessori che partono dall’equilibrio tra shape e materia, tra design e precious stones. Curve e delicate rotondità si contrappongono a segmenti frastagliati dando vita a un susseguirsi di forme uniche. Essenzialità dei tratti e ricercatezza dei materiali in perfetta sintonia con le collezioni Anemone e Tracce, ultime nate Lalla&rossana. L’alta tradizione orafa si incontra con il design contemporaneo e il fashion più romantico. Forme e dettagli reinterpretano il nuovo lusso, preziosi dall’eleganza rétro con reminiscenze blitz e glamour. Oro bianco e diamanti per la collezione Anemone. Flower power per uno stile deciso e senza tempo. Un velo di colore delicato e caldo, il Quarzo rosa, si avvicina e si unisce ai due elementi nella collezione Tracce. Forme geometriche supernatural, liberamente tratte dalla natura. Trame d’oro bianco, morbide come la seta, dalle iridescenze siderali. Il diamante si muove e affronta una nuova sfida. Diamanti che racchiudono una positività che conquista e si lascia modellare nella molteplicità dei suoi volti. Creazioni dalle forme pure, plasmate attraverso la sapiente lavorazione artigianale per una luminosità senza pari. Fashionable style per una donna adulta, libera e attiva che conosce il proprio linguaggio e sceglie un gioiello che trasmetta energia. Per vivere il gioiello come accessorio distintivo di uno stile di vita unico e riconoscibile. Leggerezza e luce danno vita ad Anemone. Dettagli ricercati e mai scontati di un’eleganza senza compromessi. Una ghirlanda di fiori tempestata di luci riflette un incantesimo possibile, uno splendore immortale. Calde ed iridescenti evocazioni per anelli dal gusto contemporaneo e sofisticato. Ciondolo Anemone in oro bianco e diamanti (ct. 0.58) Euro 1.400,00; Anello Anemone in oro bianco e diamanti (ct. 0.58) Euro 1.540,00; oro bianco e diamanti (ct. 0.94), Euro 1.970,00; Anello Anemone in oro bianco e diamanti (ct. 0.37) Euro 830,00; Anelli Anemone in oro bianco e diamanti (ct. 0.18) Euro 470,00 in oro bianco e diamanti (ct. 0.24) Euro 560,00. Lalla&rossana Gioielli presenta la Collezione “Tracce”, linee e colori per creazioni uniche. Movimenti curvilinei giocano con la tridimensionalità dell’oro bianco, forma e materia si fondono a riferimenti contemporanei per sfociare in un vocabolario espressivo modern and personal. I diamanti strizzano l’occhio al quarzo rosa, calorosamente energico e simbolo dell’amore per una collezione up-to-date. Ciondolo Tracce di luna in oro bianco quarzo rosa e diamanti (ct. 0,03 Euro 650,00, Oro bianco quarzo rosa e diamanti (ct. 0,20) Euro 990,00; Ciondolo Tracce di stella in oro bianco quarzo rosa e diamanti (ct. 0,03) Euro 650,00, oro bianco quarzo rosa e diamanti (ct. 0,20) Euro 990,00; Ciondolo Tracce di sole in oro bianco quarzo rosa e diamanti (ct. 0.03) Euro 730,00, oro bianco quarzo rosa e diamanti (ct. 0.20) Euro 1.120,00 ;Ciondolo Tracce di fiore in oro bianco quarzo rosa e diamanti (ct. 0.03) Euro 730,00, in oro bianco quarzo rosa e diamanti (ct. 0.20) Euro 1.120,00.  
   
   
UN TUFFO NEI COLORI DELL’ESTATE : COLLEZIONE DONNA PRIMAVERA / ESTATE 2005 DEL LANIFICIO LUIGI COLOMBO  
 
E’ dedicata ad una donna moderna che apprezza la moda, ma che non rinuncia mai all’eleganza, attenta sempre, in ogni stagione, ai tessuti e ai dettagli più preziosi. Per questa donna speciale il Lanificio Luigi Colombo crea spolverini e trench in leggerissimo cashmere double nei colori vivaci dell’estate dal turchese al corallo. Le giacche in cashmere sono proposte anche negli abbinamenti del cotone stretch, del lana-lino e del cotone-lino dall’effetto shantung; per le occasioni più sportive i gilet imbottiti dotati di comode pochette dove riporli in viaggio e i pratici parka in tessuto tecnico foderati o a volte solo profilati di puro cashmere. Per la maglieria i dettagli sono ricercati e accattivanti: impunture, profili e trafori donano ai twin-set, ai girocolli e alle t-shirt un’immagine più moderna, come anche la nuova e divertente proposta della rete in cashmere per polo e t-shirt da indossare nelle occasioni più sportive insieme a felpe e tute sempre nei filati più preziosi. Leit motif della collezione estiva sono dei disegni rigorosamente dipinti a mano che ricorrono in vari capi come giubbini, felpe, top e pantaloni Capri, ispirati al mondo dei fondali marini: allegri e colorati pesci tropicali, stelle marine e coralli. Una collezione fresca, scattante e dalle linee accostate alla figura, dove il classico è sdrammatizzato dai colori dell’estate e dei sorbetti: il turchese, il corallo, il pistacchio e il giallo e dove l’unicità e la preziosità dei dipinti e dei ricami realizzati a mano, sono possibili grazie all’artigianalità e alla cura nei dettagli che è propria del Lanificio Luigi Colombo. Gli accessori completano la collezione primavera/estate 2005 del Lanificio Luigi Colombo. Avvolgenti stole, morbide sciarpe e delicati parei sono resi impalpabili grazie all’utilizzo di voile di cotone, morbide sete, lini leggerissimi, cashmere light e dall’unione di seta con cashmere e lino. Originale e divertente la linea più estiva dove lino e cotone si impreziosiscono con ricami etnici di perline e paillettes. La consueta cura nei dettagli del Lanificio Luigi Colombo è espressa nelle lavorazioni, come per le sciarpe bouclé, i ricami patchwork o le stampe geometriche e floreali. I colori sono tutte le nuances dei naturali fino ad arrivare a toni più accesi che richiamano i temi della collezione; e così anche negli accessori si ritrovano i ricami con dettagli lurex e i dipinti a mano con stole e scialli resi unici da pennellate di colore o da vivaci disegni di pesci e coralli.  
   
   
KEITH HARING BY CULTURA : PROGETTO NEW-BRAND  
 
Con la collezione primavera/estate 2005 debutta un nuovo, rivoluzionario progetto di Cultura, marchio prodotto e distribuito da Sam H, azienda monegasca guidata da Joao Tovar (37 anni), imprenditore e collezionista d’arte. Ogni stagione un Artista o un Personaggio Kult diventano i protagonisti assoluti di una Collezione/brand progettata appositamente per rispecchiare l’immagine e lo stile dell’icona di riferimento. Il progetto è finalizzato al raggiungimento di due principali obiettivi: da un lato garantire al trade un prodotto sempre fresco e coerente grazie alla costante presenza del marchio Cultura; dall’altro offrire al consumatore un nuovo, coinvolgente effetto-sorpresa: ogni stagione si cambia icona, ogni stagione Cultura propone uno stile diverso. Al primo protagonista (Keith Haring) seguirà Marilyn Monroe, musa ispiratrice della collezione “Marilyn Monroe by Cultura” autunno/inverno 2005-06. Andy Warhol by Cultura è un marchio prodotto e distribuito da: Sam H, Galerie Les Quattrocento - 14, quai Jean-charles Rey - 98000 Monaco - tel. 00377 92057542 - fax 00377 92057547 - www.Andy-w.com  
   
   
GIOCHI DI COLORE E ETNIE PER LA COLLEZIONE PRIMAVERA-ESTATE 2005 PIERANTONIO GASPARI  
 
Forme fluide per la collezione Pierantonio Gaspari, ricca di pullover che diventano oggetti in maglia per l’originalità dei punti, dei ricami, delle dissonanze tra colore e materia. Vecchie monete, catene sottilissime, gong impunturati a spirale, ragnatele con pizzi insoliti lavorano nelle trame di fili pregiati lino, cotone crêpe, seta e cachemire si fondono come perle rivestite in trasparentissime guaine di cotone sabbiato, si mimetizzano con i verdi, i gialli acido, i kaki per abiti e linee sfiorate, mai costrette. Dettagli e superfici shantung si rivestono d’oro, si miscelano con preziosi tessuti rigati, impunturate e ricche le cinte in tessuto modificano la silhouette, interessanti giochi di vita alta e bassa, gioielli ‘hand-made’ reinventati, righe deformate in pois e tanto rosso e i toni neutri, sabbia, ecrù, bianco. Indeformabili lini irlandesi spezzati da corsie di tulle, jersey e garze scritte e sovrapposte, patch di stampe monotematiche si immergono e riaffiorano nell’azzurro del mare e nel blu della notte.  
   
   
MATERIALI INNOVATIVI E DESIGN RIVOLUZIONARIO PER LA COLLEZIONE HI-TEC PRIMAVERA-ESTATE 2005  
 
Per la linea Outdoor Hi-tec presenta le scarpe e gli scarponcini più leggeri del mondo. Realizzati in V-lite, sono il frutto di una lunga ricerca di materiali innovativi e di nuove tecnologie. V-lite pesa meno di 500 grammi mantenendo inalterate le prestazioni tecniche, le caratteristiche di comfort e durata delle tradizionali calzature da trekking. I modelli sono proposti per la stagione estiva in colori brillanti e naturali. Per rispondere alle esigenze dei corpi speciali dell’esercito, a metà degli anni ’90 Hi-tec aveva ideato e lanciato in anteprima mondiale un genere di calzature pensate per poter camminare nell’acqua e sugli scogli o su superfici scivolose. Con la stagione estiva 2005 Hi-tec propone, rinnovate nei modelli, materiali e colori, le Aqua, calzature in neoprene, Mesh e una speciale suola per aderire alle superfici bagnate; è stata inoltre applicata una particolare tecnologia per il drenaggio dell’acqua. I colori scelti sono: water (toni dell’azzurro), metal (toni del carbone/nero), fire (toni dell’arancio), wood (toni del marrone) e earth (toni viola/melanzana). I modelli vanno dalle scarpette per camminare in acqua con chiusura a strap o con lacci elasticizzati, ai sandali fino alle infradito da piscina o spiaggia. Hi-tec continua il suo percorso di ricerca con Heritage, la linea più fashion, che si ispira ai modelli storici degli anni '70 e ‘80 rivisti e corretti per un uso cittadino e da tempo libero. Fra i diversi modelli Hi-tec presenta: Roy: nuovo modello che si ispira al mondo del calcetto in swede e twill canvas con suola in Eva e gomma, sceglie colori decisi come green/yellow, royal blue/yellow, e black. Continua la serie Squash deluxe in camoscio e cordura nei nuovi colori yellow/green, orange/royal, baby blue/yellow. C'è poi la serie limitata Spike, nata da una scarpa tecnica da pista ma senza i chiodi tolti dalla suola. Realizzata in garment leather e tessuto tecnico nei colori: light blue/yellow, dark yellow/light green, black/light grey/pink o sceglie colori brillanti come il silver/fucsia, silver/orange, silver/blue. Il modello Sway ricalca le linee della Spike ma in maniera più classica e sceglie colori più sofisticati come il white, grey, black e gold. E’ il tema più aggressivo della collezione sia per il design che per i materiali utilizzati: lo sport resta sempre la principale ispirazione ma l’interpretazione è più libera e svincolata da un uso specifico. Se l’Urban Heritage rappresenta l’interpretazione del passato, l’Urban Motion vuole essere un’anticipazione del futuro. All’interno del tema più fashion della collezione per scelta stilistica e materiali, spicca il modello Next con suola in cristalrubber che si ispira al mondo del calcio. Molto confortevole è una scarpa adatta a un uso urbano, ha una buona tenuta di abrasione, un grip antiscivolo eccezionale. La tomaia è in garment leather nei colori white/Silver, white/red, red/white. Completano il tema i modelli per il tempo libero Cerbera in grigio e lime e Vanguard in white/gold e orange/charcoal.  
   
   
GRINTOSA, FANTASIOSA E MAI BANALE LA COLLEZIONE BIMBO E BIMBA CACAO PER LA PRIMAVERA/ESTATE 2005  
 
Per la prossima bella stagione la collezione Cacao presenta due temi ben distinti, diversi tra loro anche per l’uso: il tema Active, che abbraccia l’universo beachwear, e l’Outdoor, che ripercorre nei tessuti, nei colori e nella costruzione dei capi, il mondo della montagna nella stagione estiva. Per la linea bimbo numerosi i coordinati che danno la possibilità di trovare capi per tutti i gusti e per tutti gli usi. Le molteplici t-shirts e canotte si abbinano ai pantaloni lunghi in cotone/nylon, ai bermuda in popeline e agli short in jersey; le polo rugby, le t-shirts manica lunga e i cardigan in jersey doppio chiudono le vestizioni. Ad ampliare ulteriormente la scelta ci sono 5 completi lunghi da cui staccare eventualmente le felpe, e 6 completi corti in cotone, da cui eventualmente “si possono utilizzare le t-shirts. Completano il tutto 4 boxer in microfibra, 3 parigamba e 2 slip in lycra.0 La consistente presenza in tutto il tema di grafiche e stampe originali danno al prodotto grinta e lo rendono attuale. Con la linea bimba si gioca anche con un drill fantasia che caratterizza tutti i colori del tema giallo, rosa/fucsia, azzurro e bianco. La vasta scelta dei sotto (dal pantalone lungo in popeline fino agli shorts e alle gonne in jersey piuttosto che in felpa) è compensata da un’offerta ancora più ampia di t-shirts variopinte e dai tagli originali, da canotte e da felpe e cardigan zippati. A tutto questo si aggiungono gli abitini presentati in felpa stretch, in jersey fantasia ed in jersey superleggero. Quattro completi lunghi in felpa stretch e in costina stretch sono la degna conclusione in linea con le tendenze del mercato e, mai come questa stagione, così differenti nell’ offerta. Undici capi prodotti in lycra rappresentano la linea beachwear costituita da costumi interi, due pezzi, bikini e tre pezzi molto belli. La linea bimbo Outdoor pensata e realizzata nei colori della natura è il fiore all’occhiello della collezione Cacao. Presenta capi dai particolari e dai tessuti ad alto contenuto tecnico. Sono da notare i dettagli e la costruzione dei pantaloni, come l’aggiunta di un portachiavi “nascosto” nella tasca destra dei modelli lunghi e più costruiti. Le varie t-shirts, tutte abbinabili ai pantaloni lunghi e corti, a manica lunga e corta sono coadiuvate dalle camicie in cotone a righe e a quadrettoni, dal classico sapore del tempo libero. Non manca la possibilità di completare il tutto con felpe girocollo che possono comunque essere vendute separatamente. Un gilet tecnico in cotone/nylon, un giubbino in cotone delavé ed un k-way in rip stop di nylon, chiudono in modo degno l’offerta di questo tema. A differenza della linea bimbo, quella dedicata alla bambina presenta colori più tenui e in parte più luminosi. A fianco dei colori basici per il tempo libero, come il beige, il panna ed il blu, vengono presentati il giallo, l’azzurro e l’arancione. I capi dal sapore tecnico vengono comunque ingentiliti dalle grafiche e dalle tasche arrotondate. Non solo pantaloni e bermuda, ma anche shorts e gonne, si abbinano alla vasta offerta di felpe, t-shirts a manica lunga e corta e canotte dalle grafiche ‘gentili’, ma dal gusto decisamente outdoor. Due abiti e quattro completi in felpa stretch completano l’offerta di questa linea. Si aggiungono anche un husky, un giubbino in cotone delavé, un gilet in cotone/nylon ed un k-way in rip-stop di nylon.  
   
   
COLLEZIONE PAPERMOON BABY P/E 2005 : ORIGINALITÀ, QUALITÀ E CURA DEL DETTAGLIO  
 
Per la stagione primavera-estate 2005 Papermoon Baby si divide in tre temi sia per il bimbo che per la bimba, caratterizzati dalla qualità della confezione che unisce a tessuti selezionati colori dai toni attuali e grintosi. Ogni tema al suo interno presenta dei look completi, dai pantaloni, lunghi e corti, alle t-shirt, alle polo, alle camicie, alle maglie e agli inconfondibili capispalla, simbolo della tradizione di qualità del marchio Ogni capo, impreziosito da dettagli e grafiche, presenta elementi di originalità nella costruzione per vestire i giovani di domani come loro più gradiscono: uno sguardo al mondo dei “grandi” senza dimenticare la funzione d’uso ed il confort dei capi dedicati a tutti i momenti, impegnativi o meno, della loro vita. La collezione bimbo si divide in tre temi. Sailing ispirato al mondo tradizionale e raffinato della vela ed è declinato nei toni del blu, bianco, grigio perla e carta da zucchero. Si compone di capi dai toni raffinati, attualizzati dalle grafiche con effetto vintage e dagli scudetti ricamati. Le polo in piquet, le t-shirt in jersey, i pantaloni in gabardina lavata, la maglieria in cotone mako sono completate da una giacca con riga bastoncino e da un giubbetto costruito nella più classica tradizione velica. Stripe ripercorre con una vena sportiva i colori basici dell’iride rosso, blu e bianco; i capi di questo tema diventano più grintosi quando si presentano nei toni del bluette e del grigio melange. Il denim, la gabardina, il popeline vengono trattati con lavaggi “forti” per rendere i modelli dinamici ed in linea con i nuovi bimbi, senza mai cadere nel banale. Ibisco rappresenta l’estate ed i colori brillanti (bianco ottico e giallo intenso) vengono equilibrati dal cachi e dal grigio antracite rendendo questa gamma di prodotti originali. I dettagli delle grafiche e dei trattamenti, come la spruzzatura in oro sugli scudetti, composizioni particolari di tessuto quali il lino cotone, la viscosa della gabardina, danno vita ad una serie di modelli freschi e frizzanti. Anche la collezione bimba si divide in tre temi. La linea College è realizzata nei colori rosso, blu e bianco ottico miscelati ad interventi di bluette nelle pailettes e nei loghi personalizzati. I capi dal gusto college-chic presentano taillleurs con riga bastoncino rossa da sdrammatizzare con scarpe ginniche o con t-shirt dal gusto retrò. Il denim, il popeline tinto in capo ed il jersey a righe completano la gamma di prodotti offerti che permettono di vestire la bimba sia in modo tradizionale sia in modo grintoso. Candy è dedicato ad una bimba romantica ed attuale; il tessuto caratterizzante è un quadro nelle varianti rosa, azzurro e giallo da coordinare con i tessuti uniti di rasatello stretch, valorizzati da applicazioni di strass e fiorellini ricamati a filo. Coloniale la purezza del candido sangallo unita all’originalità di tessuti operati ed a soluzioni grafiche originali, come il dragone ed il simbolo della pace spruzzati d’oro. Vi è comunque una parte dolce del tema caratterizzata dal fiore in tessuto seersuker.  
   
   
WINTEX NUOVO MODELLO D-RAZZA  
 
Struttura quadrata in acciaio, la forma ricorda una cornice il cui "quadro" è costituito da un particolare quadrante con parte centrale simile ad un "bersaglio" tempestato di "brillantini" Swarovski. La cassa è proposta in tre versioni: acciaio lucido, bicolore, brunito canna di fucile. Il cinturino è di razza naturale. Prezzo al pubblico: €uro 160,00. Il nuovo orologio è disponibile nelle migliori gioiellerie come da tradizione Wintex.  
   
   
TUTTI I COLORI DELL’ARCOBALENO PER LA LINEA PIOGGIA KEYS  
 
Keys lancia la nuovissima ed ironica Linea Pioggia: colorata e spiritosa, non passa inosservata. Sembrano rubati al guardaroba dell’infanzia gli stivaletti in gomma lucida waterproof con interno telato, e una piccola zeppa bianca antiscivolo. Le tristi e fredde giornate autunnali si colorano delle vivaci sfumature dell’arcobaleno: rosso, azzurro, arancione, giallo e verde e per le amanti di uno stile più rigoroso il classico nero.  
   
   
INTIMO PER OGNI MOMENTO DEL GIORNO DA FRUIT OF THE LOOK  
 
Fruit of The Loom, una tra le prime aziende al mondo nel settore dell’abbigliamento, propone al mercato italiano la nuova collezione di underwear maschile per il 2005. Una linea di intimo maschile disegnata per venire incontro ai gusti e alle necessità quotidiane del consumatore europeo, con il supporto di approfondite ricerche di mercato effettuate per meglio comprendere lo stile europeo dell’intimo per tutti i giorni. La nuova collezione abbraccia sei degli stili più popolari dell’intimo, Shorty, Boxer, Boxer Short, Sport, Slip e Classic. T-shirt e canottiere fanno ugualmente parte della collezione. La linea è stata disegnata per il confort assoluto. I capi dell’intimo maschile di Fruit of the Loom saranno disponibili in confezioni singole o multiple nelle principali catene della grande distribuzione italiana. La scelta della grande distribuzione è stata operata da Fruit of the Loom per ribadire chiaramente la volontà di essere un marchio di intimo nella vita quotidiana del consumatore. L’intimo maschile di Fruit of the Loom è ideale per qualsiasi momento durante la giornata: nel tempo dedicato allo sport o al relax o anche sul lavoro, Fruit of the Loom offre quella qualità e quel confort che i consumatori italiani ritengono imprescindibili nell’intimo.  
   
   
COLLANTS TRASPARENZE : LO STILE IRRESISTIBILMENTE UNICO DI CHI AMA PIACERE E PIACERSI  
 
La nuova collezione Trasparenze P/e 2005 rappresenta la massima espressione dell’eleganza, dello stile e della raffinatezza. Il romanticismo si mescola alla sensualità più femminile grazie a stampe uniche ed innovative dai colori glamour mentre il lusso si manifesta attraverso motivi e disegni originali, esclusivi. Collants e autoreggenti più sensuali rievocano le lontane atmosfere esotiche delle bianche spiagge tropicali grazie a fantasie floreali dei fiori di vaniglia, dei lilium. E’ una collezione unica che rispecchia perfettamente il marchio “Trasparenze” e il mondo delle donne che sanno osare elegantemente con un pizzico di malizia.  
   
   
ATMOSFERE DA DOLCE VITA E DETTAGLI VINTAGE PER LA COLLEZIONE BORSE PRIMAVERA-ESTATE 2005 THE BRIDGE  
 
Colori retrò e accostamenti audaci, materiali ricchi e tessuti trattati come pelli preziose, dettagli che richiamano i bijoux anni ’60. Sono questi i temi forti scelti da The Bridge per la primavera - estate 2005. Tanta femminilità esibita con sicurezza, eleganza sdrammatizzata da dettagli ironici. La nuova collezione The Bridge è un omaggio agli anni della Dolce Vita, al glamour delle estati romane, all’aria frizzante e spensierata della via Veneto anni ‘60. La Linea Dolce Vita presenta borse in pelle dalle forme decise, personalizzate con zip in metallo e fibbie dal design ricercato. Ispirata al gusto degli anni ’60, questa linea reinterpreta i classici modelli, dal bauletto alle tracolle, in chiave pop. Via libera a cuciture e bordi colorati in contrasto: Tabacco con Arancio, Beige con Rosa, Blu con Bianco, Nero con Verde Mela. Gli interni sono realizzati in cotone tartan, dotati di tasche chiuse da zip e comode tasche porta documenti e porta cellulare. Pelle intrecciata a mano, con le esclusive irregolarità della lavorazione artigiana, per la Linea Intrecci: molto morbida realizzata con pellami naturali rivitalizzati con anilina applicata a mano. Tracolle, sacche e doppi manici in più misure, le preziose “piccoline”, le medie molto ricche e una tracolla opulenta di sezione tonda sono proposte nei classici colori The Bridge: il classico 14, il neutro 16, il testo di moro 17, nero e rosso. Contaminazioni stile Capri per la Linea Spiaggia, realizzata in paglia. I dettagli e le rifiniture sono in pelle, la fodera è in lino tinto a mano, per un effetto molto naturale, la personalizzazione esterna è in metallo. The Bridge con questa linea reinterpreta a suo modo la paglia, trattandola come un intreccio pregiato, con le stesse tecniche utilizzate per la pelle: tamponatura all’anilina e rifiniture a spruzzo. Le borse della linea Spiaggia sono proposte in 3 modelli nei colori Sabbia, Tabacco e Neutro. Restyling completo per la classica Linea Bridia in cotone goffrato e decorata con motivo effetto logo. Le lavorazioni si fanno più leggere e si rinnovano anche le personalizzazioni in pelle, più in linea con il mood della collezione. Realizzati in tessuto Jaquard 100% poliestere, con personalizzazioni effetto griffe e tenuta da tessuto tecnico, i modelli della nuova Linea Bridia Jacquard sono morbidi e destrutturati, proposti in una vera e propria esplosione di colori: Sabbia, Giallo, Tabacco, Ruggine, Rosso, Verde Mela, Azzurro, Nero. Le rifiniture sono in pelle color Tabacco, le maniglie in nylon e cuoio personalizzato a caldo. La Linea Grand Tour è la linea più sportiva, realizzata in nylon con rifiniture in pelle e importanti accessori in metallo. Fibbie da quaranta millimetri, occhielli a vela personalizzati, targhetta porta indirizzo in pelle e metallo completano il design deciso di queste borse. Tracolle, bisacce, shopping a due manici, bauletti in diverse misure, sono rivestiti in nylon e dotati di grandi tasche interne per riporre documenti e cellulare. I modelli sono disponibili nei colori Panna, Sabbia, Tabacco, Rosso, Verde e Azzurro. La Linea Brimin è la linea giovane di The Bridge che si fa ancora più frizzante e leggera, con quindici modelli e tanti colori che accendono il caratteristico tessuto gommato, personalizzato con una variante del disegno Bridia. Un nuovo materiale, morbido e dall’effetto nappato per Soft Buffalo, una linea di borse destrutturate e piccola pelletteria. La lavorazione è la stessa che caratterizza il cuoio The Bridge: coloritura a mano con anilina e tamponi di lana. Accessori e rifiniture in metallo sono nel nuovo ed esclusivo colore Gold Brass The Bridge, abbinato alle fodere in nylon con motivo jaquard e disegno Bridia.  
   
   
DIAMANTI E COLORI PER LA NUOVA COLLEZIONE DI ACCESSORI IN PELLE FIRMATA LANCASTER CHE PER LA PRIMAVERA-ESTATE 2005 SI ARRICCHISCE DI NUOVE LINEE DECLINATE NEI PIÙ FRESCHI COLORI DI TENDENZA  
 
La nuova collezione Pelletteria Lancaster presenta una gamma colori ancora più ampia: bianco, verde pastello, rosso, giallo limone, bluette e nero. Dal portacarte di credito al portafoglio uomo/donna, dalle pochette al portachiavi, dalle 24 ore alle borse da sera e da viaggio, tutte le proposte di Lancaster sono realizzate con pellami pregiati di vitello e pitone. Ogni collezione, ad eccezione della pelletteria di grande dimensione, è offerta sia nella versione “basic”, sia in quella “luxury” dove spicca l’inconfondibile logo in acciaio impreziosito da 10 diamanti naturali. Infolink: www.Lancasteritaly.com    
   
   
SBOCCIANO ROMANTICI FIORI NELLA COLLEZIONE PRIMAVERA-ESTATE 2005 LES TROPEZIENNES  
 
La Collezione Primavera-estate 2005 trae spunto da un bouquet di fiori freschi ma allo stesso tempo eterni. L’approfondita ricerca creativa coniuga una scelta di forme e colori introducendo materiali e altezze nuove, tutto nel segno del mood romantico, per la femminilità che ‘Les Tropeziennes’ riesce sempre a trasmettere ad ogni donna. Nella Couture, il super-plateau decorato da fiori gioiello con tacco a spillo di 15 centimetri, grovigli di ninnoli d’oro e strass azzurri e rosa. Tacchi di strass e perle e tacchi agguantati in un fine ricamo di microperline che copre il tallone. Nella Collection, girandole di tulle goffrato con profili a contrasto, nappa effetto pizzo Sangallo, fiori stampati e realizzati dalla Maison su raso elastico impreziositi da decori gioiello. Bottoni decoro per arricchire. La forma tonda con tacco ampio e fiori in nappa. Tacchi in faggio naturale. Zeppe di legno con venature proprie colorate. Sandali esaltati da ‘jabot’ di tulle plissé ribordati con sbiechi sartoriali. Le Borse sono state ideate per accompagnare i temi della collezione in forme diverse. La ‘Bijoux’ spicca per il groviglio annodato a mano sulla maglia ‘milanese’. La ‘Lingerie’ si arricchisce di organza con stampe di bouquet floreali leggeri e un motivo da ‘star’ con strass e incroci che evidenziano ed illuminano. Ricercate e studiate in ogni minimo dettaglio, sono proposte varie altezze che donano ad ogni modello un’allure inconfondibile, dal tacco al plateau ricoperto di strass di Swarovski. I materiali selezionati sono il cuoio al vegetale,il raso di seta, i velluti, il denim di satin, lo chiffon, camosci, tulle e raso plissé. Tessuti fiorati stampati. Pitone naturale. Strass di Swarovski. Fiori in nappa. I colori utilizzati per questa collezione, circa 216, hanno una freschezza nelle proprie tonalità. Non mancano i toni decisi, ma sono soprattutto le decorazioni, gli strass, i decori gioiello, i tessuti utilizzati a far sì che i toni più delicati riescano ad avere una loro personalità. Infolink: www.Lestropeziennes.it    
   
   
TIMBERLAND COLLEZIONE PRIMAVERA-ESTATE 2005 : ESPLORAZIONE E AVVENTURA  
 
La collezione comunica la filosofia del marchio. Due sono le linee principali: Navigator e Shore che riprendono un mondo caro a Timberland, l’affascinante e misterioso elemento dell’acqua e del mare. Navigator trae ispirazione dalle avventure di Indiana Jones e dai racconti Ernest Hemingway. Questa linea ha una forte connotazione travel utility; giacche e gilet accessoriati con multitasche dalle dimensioni regolabili, occhielli particolari che favoriscono una migliore traspirazione, utili e funzionali first-aid kit. E ancora piccolissimi portacoltellini e portabussole agganciati alle tasche attraverso un particolare sistema di chiusura; maglieria in cotone con la stampa del codice di avviamento postale della città che ha dato i natali a Timberland: Stratham negli Stati Uniti; t-shirt e pantaloni con tessuti traspiranti e resistenti all’acqua. Il look dell’esploratore Navigator viene completato da una mini collezione di braccialetti in pelle e da una linea di accessori in pelle e canvas stressato e lavato: borse da viaggio, cinture a taglio vivo, vecchi zaini militari, tascapane. I materiali sono canvas e pelle, resi leggerissimi grazie a trattamenti innovativi come il lavaggio in capo, Batik e Garmen, tutto per conferire ai capi una sensazione di non misura, morbidezza e leggerezza estrema. La palette cromatica si ispira alla vegetazione tropicale: il verde delle piante, il marrone fango delle paludi. Novità assoluta della linea Navigator: Uncostructed Boot, lo scarponcino Timberland reso, per la prima volta, destrutturato diventando così impacchettabile. Realizzato in pelle trattata o in canvas stressato al sale che dà un effetto di “bruciato dal sole”. La leggerezza dell’Uncostructed Boot non modifica la sua forma originaria e il “gusto” della calzatura robusta tipico del classico Boot Timberland. Shore combina il più tradizionale mondo nautico Timberland, ispirato ai ponti di coperta e ai pontili caratteristici del New England, con il moderno mondo tecnico della vela professionale. La linea di abbigliamento nautico è costruita secondo un tradizionale senso di semplice praticità. Canvas lavati, cotone, twill, lino, dettagli con cuciture e impermeabilità forniscono un reale spirito velico. Novità assoluta della linea Shore è la Calzatura Eurus, sviluppata grazie alla collaborazione con alcuni velisti professionisti per poter soddisfare tutti i bisogni di una calzatura tecnica da utilizzare nella vela professionale. La tomaia è realizzata con mesh trasparenti ad asciugabilità immediata e leggerezza estrema che permettono di vedere la struttura interna della scarpa. La calzatura Eurus riassume in sé il massimo di tutte le tecnologie di Timberland: suola realizzata con esclusiva tecnologia Rasor Cut, prima suola tecnica antiscivolo patentata dal marchio, tecnologia One Design per il drenaggio veloce, sottopiede con densità differenziata traspirante e drenante e l’esclusivo sistema Smart Comfort inserito nella suola per favorire il miglior comfort della calzatura grazie alla piastra ammortizzante ed ai pellami di altissima qualità che garantiscono la stabilità del tacco e la dispersione degli urti.  
   
   
SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE, FILO CONDUTTORE DELLA COLLEZIONE PRIMAVERA-ESTATE 2005 DE LA GUEPE BLEUE MONTECARLO, DISEGNATA DA LAURA OCELLO  
 
Il sogno è il momento dove la fantasia prende il sopravvento e dove tutto può avverarsi. Basta chiudere gli occhi e ogni desiderio diventa realtà: da questo mondo fantastico prendono corpo le borse e le scarpe con l’erba e le margheritine, il coniglio e la carota, le carte da gioco e le bamboline, l’uovo e la gallina. Il sogno continua con il teatro, trasformando una borsa e dei pantaloni in un copione da scena. Ma non è ancora il momento di svegliarsi: ecco allora gli abiti, le gonne e le camicette che puoi dipingere da sola come vuoi con i colori forniti nella confezione, o se preferisci puoi comperare già decorati dalla stilista. Ecco i tailleur con applicazioni di ciniglia colorata e chiusure con fiori di gomma, con borse e scarpe coordinate. E ancora, i colori e profumi dei tropici per abiti, parei, magliette, borse e scarpe decorate da orchidee. Il sogno prosegue con stole di seta e marabù, tubini e spolverini che si trasformano in borse, per culminare in gonne e pantaloni push up. Tutta la collezione, interamente prodotta in Italia, è realizzata con tessuti e pellami di altissimo livello qualitativo da laboratori altamente qualificati.  
   
   
CHIC, ROMANTICA E HIGH TECH LA COLLEZIONE LA PLAGE PER LA PRIMAVERA-ESTATE 2005  
 
La Collezione Primavera Estate 2005 prevede 81 modelli diversi, il cui mood è romantic/high-tech. Una grande qualità di materiali e colori, quasi da mangiare, sono alla base della ricerca stilistica e creativa per questa collezione. Le creazioni dei modelli si dipanano in una raccolta di mini temi chic, vivaci ma soprattutto creativi, fil-rouge della maison. I fondi, anzi il fondo dei sandali, liberi o allacciati in vario modo, sono in Abs pitturati con un effetto velour, con tacco a spillo di 70 millimetri e plateau di 2 centimetri per non rinunciare alla femminilità da portare con grande scioltezza. Coccarde di tulle impreziosite da bijoux di granati. Grandi perle e strass giocosi su tessuti Vichy. Nappe perlate acconciate a fiore. Cordoncini colorati come parure. Fasce con decoro di micro gioielli. Fiori stampati su tessuti di raso di seta. Incroci di Crêpe de Chine. Struzzo impresso su colori optical. Sfere e cerchietti rifasciati in un groviglio di garza. Una Primavera/estate ricca di particolari allegri ma contemporanei, che donano ad ogni oggetto un guizzo di eleganza e praticità. Show Room • Via Borgonuovo, 10 • Milano • tel. +39.02.29062395 Fax +39.02.29019371 Boutique • Corso di Porta Ticinese, 107 • Milano • tel. & fax +39.02.89423109  
   
   
L’EMOZIONE DIETRO L’IMMAGINE  
 
Immagini che raccontano emozioni, che creano tendenze, dove la moda è protagonista. Immagini capaci di accostare la tradizione alla voglia di innovazione. Questa l’idea del gruppo René Olivier che racchiude il tutto in un calendario unico nel suo genere per omaggiare i grandi della fotografia, coloro che lavorano l’immagine e per l’immagine. René Olivier presenterà l’uscita del calendario il 21 novembre a Milano. Il suo è un calendario a tiratura limitata (500 copie) che racconta le emozioni scaturite dalle immagini realizzate in quest’ultimo anno di lavoro e catturate al “Toscana Foto Festival 2004”, immagini che portano le firme di fotografi nazionali ed internazionali come: Franco Fontana, Franco Marocco, Antonio Guccione, Douglas Kirkland, Ferdinando Scianna, Maurizio Galimberti, Patrizia Savarese, Roberto Rocchi, Giovanni Gastel e Guido Harari. Al centro la Moda in grado di sorprendere e stupire lo spettatore e di condurlo in mondi e stili diversi: dalle sperimentazioni del russo Valentin Yudashkin ad una seduzione dalle molteplici sfumature dell’intimo femminile rappresentato dall’eleganza affascinante di “Verde Veronica” e dall’ebbrezza giovanile di “Verdissima”, fino ad arrivare al desiderio profondo di ridare una nuova luce ai capi vintage portatori di un passato che ben si mescola al presente, un passato in grado di rinnovarsi per “giocare” nuovi ruoli, un passato-presente rappresentato dalle creazioni dell’Associazione Italiana Pellicceria. L’immagine rappresenta il punto di forza del gruppo René Olivier. Un’immagine che fa tendenza grazie anche alla collaborazione con i più grandi fotografi del mondo della moda.  
   
   
LANIFICIO LUIGI COLOMBO APRE A BRESCIA – BORGO WÜHRER  
 
 Il Lanificio Luigi Colombo, azienda leader in Europa nella trasformazione del cashmere e nella produzione di capi in fibre nobili, ha inaugurato a Brescia un nuovo monomarca all’interno dell’innovativo complesso Borgo Wührer. Borgo Wührer, lo storico stabilimento della birra di Brescia, è stato in questi ultimi anni sapientemente recuperato e restaurato. Un vero e proprio borgo all’interno della città, in grado di soddisfare ogni esigenza, sia dal punto di vista abitativo, con strutture residenziali di alto livello perfettamente integrate con l’ambiente naturale circostante, sia da quello commerciale, grazie soprattutto alla fortunata collocazione del complesso che lo rende un ideale prolungamento del centro della città, facilmente raggiungibile dalle principali arterie stradali della zona e comodamente servito da numerosi posti auto, per rendere piacevole e sicuro lo shopping della clientela. All’interno di questa nuova piazza il Lanificio Luigi Colombo ha scelto di aprire il punto vendita: 1000 mq. Sviluppati su due piani caratterizzati da un ambiente luminoso e armonico, dove negli allestimenti, predominano, i colori naturali grazie alle morbide venature del rovere americano illuminate da dettagli in acciaio e vetro acidato. Al suo interno il vero e solo protagonista è comunque il prodotto. Il nuovo Lifestyle Colombo è un mondo ricco di calore, confort ed eleganza reso esclusivo dall’utilizzo delle fibre più pregiate, tra cui in particolare il cashmere, e dalla sapiente artigianalità nelle lavorazioni. La professionalità e la competenza del personale renderà piacevole la visita e illustrerà alla clientela la vasta offerta del Lanificio Luigi Colombo che comprende le collezioni: Donna: dallo stile raffinato e senza tempo, rivisitato in chiave moderna e glamour per una donna attiva, sportiva, ma soprattutto femminile. Uomo: capi pratici e confortevoli, in tessuti preziosi abbinati a materiali tecnici; d’ ispirazione “casual” e metropolitano; Uomo cerimonia: abiti sartoriali abbinati ad un ampia scelta di camiceria e cravatte e per la clientela più esigente, anche un efficiente servizio “su misura” Accessori / idee regalo: scialli, sciarpe e stole realizzate nei tessuti più pregiati e una miriade di piccoli, utili, e preziosi oggetti a completamento di una variegata proposta, ma anche guanti, cappelli, borse, scarpe da casa; Accessori Casa: il caldo mondo Colombo anche per la casa, dove il cashmere è il vero protagonista; morbide coperte, cuscini e plaid per riscoprire il piacere del lusso negli oggetti che ci circondano. Indirizzo : Lanificio Luigi Colombo - Borgo Wührer, Viale della Bornata – Brescia tel. 030.3367866 - Orari di apertura: Lunedì dalle 15 alle 19, da Martedì a Sabato dalle ore 10 alle 19.  
   
   
STING : ESORDIO AL MOTOR SHOW 2004  
 
Sting al Motor Show 2004. All’interno dello stand 39 di Conti Editore, al padiglione 27, il brand di proprietà di De Rigo Vision, organizzerà momenti di gioco e metterà in palio occhiali da sole della nuova collezione 2005. Tra carrozzerie scintillanti e avanguardia meccanica, il Motor Show fa da cornice alla ricerca tecnica e all’equilibrio estetico che la straordinaria esperienza di De Rigo Vision mette a disposizione delle collezioni Sting e offre ai visitatori la possibilità di apprezzare il fascino di occhiali attenti al design e in grado di garantire assoluto comfort visivo anche durante la guida. La presenza di Sting al Motor Show rappresenta un’occasione unica per richiamare il forte legame con il testimonial, Michael Schumacher che, protagonista indiscusso del mondo dei motori e della Formula 1, rappresenta con carisma lo spirito deciso del marchio Sting.  
   
   
DA CORONEL TAPIOCCA NUOVI E ORIGINALI ACCESSORI MULTIFUNZIONE IDEALI PER TUTTI I VIAGGIATORI E GLI AMANTI DEI TECNO-GADGET  
 
Coronel Tapiocca, azienda spagnola specializzata in abbigliamento e accessori per i viaggi e le avventure, ha presentato recentemente insieme alla sua collezione autunno-inverno 2004 una completa gamma di oggetti elettronici dalle multiple funzioni, originali e innovativi, ideali sia per gli amanti dei viaggi sia per chi non rinuncia alle ultime curiose novità tecnologiche. Tronic è infatti la linea che propone orologi, bussole, binocoli, radio, torce e numerosi oggetti insoliti pensati per essere pronti per ogni situazione. Gli orologi hanno, all’interno della gamma Tronic, una posizione di primo piano: una serie completa di orologi da polso con multifunzioni realizzati per gli sport estremi, le avventure e i viaggi in condizioni insolite come le escursioni nei deserti, in alta montagna o in barca a vela. Diversi i modelli dalle funzioni particolari. Wind Tronic, orologio digitale dotato di anemometro (strumento che calcola la velocità del vento), sveglia, conto alla rovescia 3 tempi, tempo rimanente di navigazione, cronometro, barometro, altimetro e bussola. Uv Tronic, orologio digitale con misuratore di intensità dei raggi Uv (ultravioletti), sveglia, cronometro e conto alla rovescia. Questo orologio utilizza un sensore Uv in grado di analizzare le radiazioni ultraviolette, le quali sono convertite nell’indice Uv utilizzando la stessa gamma di colori dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità per la classificazione e vengono segnalate sul display dell’orologio. Per evitare l’esposizione ai raggi Uv dannosi l’orologio include 2 allarmi che segnalano la pericolosità. Master Tronic, orologio digitale, sveglia, cronometro, memoria per 10 tempi parziali, conto alla rovescia, termometro, barometro e altimetro. Oltre agli orologi da polso, vengono proposte alcune sveglie fra cui Multisound, l’originale radiosveglia che, oltre alle caratteristiche standard di un orologio da tavolo, è in grado di emettere 8 differenti suoni rilassanti, dallo scorrere dell’acqua di una cascata al suono delle onde in riva al mare. Message è un’altra sveglia innovativa sia per il funzionamento che per le caratteristiche: corredata di un display per i messaggi che permette di creare il proprio messaggio e programmarlo, permette anche di visualizzare l’orario delle principali città di tutto il mondo. Per quanto riguarda invece le torce di questa linea, merita una menzione particolare Ear Tronic: una piccola torcia che viene indossata come un auricolare e attraverso il led mobile proietta un fascio luminoso nella direzione scelta. Coronel Tapiocca, grazie alla nuova gamma Tronic, completa l’offerta di accessori per equipaggiare il viaggiatore permettendogli così di fronteggiare ogni tipo di viaggio e avventura. Infolink: www.Coroneltapiocca.com  
   
   
ROBERTO CAVALLI VESTE ANASTACIA AGLI MTV DI ROMA  
 
Abiti Roberto Cavalli per Anastacia agli Mtv European Music Awards di Roma il 18 novembre 2004. Per l’occasione lo stilista ha creato vestiti unici ed esclusivi - la bella cantante newyorkese ha indossato per il red carpet un abito longuette in seta rosa stile Hollywoodiano, con stringivita plissettato e maniche impreziosite da cristalli Swarovsky; un tocco di eleganza in più era la borsetta in coccodrillo rosa con il manico gioiello a forma di serpente. Nel corso dello show Anastacia ha indossato diverse creazioni dello stilista fiorentino: il caftano in velluto devoré blu petrolio si alternava ai pantaloni ricamati con cristalli Swarovsky e paillettes in argento; le camicie in chiffon con maniche a sbuffo erano abbinate a pantaloni in pelle per delineare la silhouette della cantante non mancavano al guardaroba giacche in pelle dal taglio sartoriale.  
   
   
SCONTI ECCEZIONALI DI FINE ANNO ALL'OUTLET DI ROBERTO CAVALLI A FIRENZE  
 
In occasione delle festività natalizie domenica 12 e domenica 19 dicembre l'Outlet di Firenze – Osmannoro rimarrà aperto con orario continuato dalle 10:00 alle 19:00. Durante tutto il mese di dicembre su alcuni capi uomo e donna della precedente stagione invernale, già scontati del 50%, verrà effettuato un ulteriore sconto promozionale di fine anno. Indirizzo: Roberto Cavalli - Factory Outlet, Via Volturno, 3/3 - 50019 – Sesto Fiorentino, Osmannoro (Firenze). Per informazioni: tel. 055 317754 – 055 32421. Apertura invernale: dal lunedì al sabato – 10:00/19:00 orario continuato. Apertura estiva: dal lunedì al venerdì – 10:00/19:00 orario continuato, sabato – 10:00/16:00 orario continuato.  
   
   
BRIC'S FLAGSHIP STORE A NEW YORK  
 
Venerdì 19 Novembre infatti si inaugura il tanto atteso Flagship Store Bric’s, il fiore all’occhiello dei monomarca Bric’s: al 535 di Madison Avenue a New York City il primo Bric’s Store negli Stati Uniti. Bric’s, come altre grandi firme che si affacciano su New York per la prima volta, ha scelto Madison Avenue perché fulcro strategico per le vendite e status symbol identificativo di tutto ciò che è lusso, eleganza e prestigio. Bric’s, azienda leader nella produzione di articoli da viaggio e borsette, già presente negli Usa con una filiale, ha voluto applicare anche a New York il concetto di negozio vetrina: uno spazio espositivo che, grazie all’ immensa vetrina frontale di circa sei metri x sei, fa sì che la luce del giorno invada gli spazi ed illumini naturalmente ogni prodotto esposto facendone risaltare i pregi. Come in ogni Bric’s Store la grafica è parte integrante dell’area espositiva. La firma Bric’s è diventata una scritta composta, distribuita in modo originale all’interno dello spazio espositivo, come la grande “I” roteante e a specchio, posizionata al centro del negozio, o la “R” in acciaio inossidabile, posata sul pavimento. Protagonisti dello Store sono valigie, borse, borsette e piccola pelletteria, accessori che rispecchiano uno stile elegante e funzionale, un’ottima qualità dei materiali, un grande impegno nella ricerca, la perfezione nelle lavorazioni. Questa cura per ogni dettaglio unita ad un’attenta assistenza al cliente finale, ha decretato il successo di Bric’s prima in Italia, poi nei principali paesi del mercato internazionale. In ogni prodotto Bric’s si intrecciano innovazione e funzionalità esclusive, tradizione e creatività italiane. Tra le diverse linee da viaggio di grande prestigio è presente la storica Linea Life e la preziosa Life Pelle, che in vitello toscano pieno fiore, ben incarna l’eccellenza del prodotto del Made in Italy; i bagagli e le borse nati dalla collaborazione con Pininfarina, eleganti e dal design innovativo e funzionale, e la linea Mabilla con gli esclusivi trolley “artistici” dipinti da Angiola Tremonti e prodotti in serie limitata. Un ampio spazio è dedicato alle linee di borsette che da diverse stagioni sono riuscite ad influire positivamente sui gusti del variegato ed esigente pubblico femminile, quindi Fly e So Simple, Margherita e Four Season, Life e Cocco. Da sottolineare che i prodotti Bric’s sono presenti in recenti film americani di prestigio come The Terminal, Laws of Attraction, An American Wedding, The Big White ed in shots Tv come Friends-season 9, Will and Grace, The Apprentice, The Amazing Race. Per l’inaugurazione saranno presenti personalità della politica e dell’economia, del mondo della moda e dello spettacolo.  
   
   
CHERVÒ SKI COLLECTION 2004: DETTAGLI ULTRATECNOLOGICI A PROVA DI FREDDO  
 
Snow block è un nuovo concetto firmato Chervò che rivoluziona l’abbigliamento da sci e traduce il ‘massimo della protezione contro freddo e neve’ coniugato ad uno stile inconfondibile in termine di design. E’ il concetto Chic-tech, Dna dell’azienda, che Chervò ha voluto trasferire anche nella propria gamma di capi per lo sci. I capi della nuova collezione Inverno 2004/2005 sono pensati sia per lei che per lui e utilizzano tessuti speciali con valori funzionali da record: colonna d’acqua fino a 20.000 mm e traspirabilità fino a 20.000 gr/m2/24h. Il massimo comfort è garantito da inserti elasticizzati sui gomiti, aperture con cerniere per aerazione ascellare, rinforzi protettivi integrati per le spalle. Grazie alla nuova tecnologia Laser-tech - una speciale lavorazione a laser alta frequenza che rende possibile particolari assemblaggi o applicazioni senza l’utilizzo delle cuciture tradizionali e senza perforare il tessuto - e alla termosaldatura nei punti più esposti e delicati, le infiltrazioni d’acqua sono solo un lontano ricordo, anche nelle situazioni più avverse. Un ulteriore tocco di classe e funzionalità viene dall’applicazione preformata e protettiva con oblò per telefono cellulare, dai ‘garage’ per il cursore delle cerniere o ancora dall’apposita tasca porta ski-pass. Le giacche hanno cappuccio staccabile e sono proposte nella versione mono e bicolor in coordinato con i pantaloni con o senza bretelle e le felpe realizzate con tecnologia Pro-therm, a cui si affiancano immancabili gli accessori – fascetta e guanti. La gamma colori spazia dai più classici quali ghiaccio o sabbia ai più accesi quali rosso o arancio o ancora ai più fashion, pensati per lei, come glicine o giallo soft. Dettagli hi-tech e massima comodità, design inconfondibile e protezione totale contro il freddo e il vento: Chervò ha vinto la sua ennesima sfida!  
   
   
NASCE IL PROGETTO EUROPEO “GUESS ACCESSORIES SHOP”  
 
Ha aperto l’11 novembre a Firenze, in Via “Por Santa Maria” 38/40 rosso, il primo negozio Guess Accessori in Europa. Guess, leading fashion brand nel settore abbigliamento, coglie la sfida del mondo degli accessori, che sempre maggior peso stanno conquistando negli acquisti del comparto moda delle ultime stagioni. Reso famoso in tutto il mondo attraverso le immagini delle campagne pubblicitarie dirette da Paul Marciano, co-fondatore e art director del brand americano, Guess ha saputo andare oltre il concetto del “total look”, proponendo invece un vero e proprio “life style”, completo di tutte le categorie di prodotto, connotate da un’unica immagine molto identificativa. Secondo Paul Marciano “la sfida alla quale siamo andati incontro con il successo degli accessori è che sono diventati così importanti negli ultimi due anni e mezzo da richiedere uno spazio sempre maggiore all’interno dei nostri apparel stores. Abbiamo colto la sfida lanciando così un progetto di Guess Accessories Shop che sarà sviluppato in tutto il mondo.” Lo sviluppo del progetto a livello europeo è coordinato da Stephane Labelle: “L’apertura dei negozi Guess Accessories rientra nelle strategie estensive adottate dall’azienda che, nata nel mondo apparel, ha saputo evolversi ampliando l’offerta delle categorie merceologiche a borse, calzature, orologi, occhiali e gioielli, proponendo un format di negozi “shopping friendly”, dove grande attenzione è prestata al percorso di acquisto e alla presentazione del prodotto. L’obiettivo della nostra mission - e la chiave del successo - è la massima soddisfazione del consumatore al quale proporremo un prodotto con il miglior rapporto qualità-prezzo e una forte brand identity. Aumentando la frequenza dell’offerta, con collezioni sempre nuove ogni due mesi, risponderemo alla richiesta di un “prodotto giusto al momento giusto”, offrendo una shooping-experience unica.” Continua così Stephane Labelle. “Abbiamo voluto aprire una catena di negozi seguendo un format del tutto nuovo, che attribuisce un giusto valore al prodotto sulla base del concetto che tutti gli accessori hanno pari importanza”. Il fatturato accessori supererà a fine 2004 i 74.5 milioni di € in Europa (borse, orologi e occhiali). Il negozio di Firenze fungerà da “pilota” per tutte le prossime aperture di una rete diretta e/o in franchising: i Guess Accessories Shop con un’estensione media di 100 mq, apriranno nelle migliori vie e piazze delle principali città europee, all’interno dei grandi centri commerciali regionali e negli aeroporti internazionali.  
   
   
BETTY FLOWERS SCEGLIE VIA PONTE VETERO PER INAUGURARE IL PRIMO PUNTO VENDITA MONOMARCA IN ITALIA  
 
Betty Flowers, il nuovo marchio di calzature femminili distribuito da Easy Shoes & Wear, che, con la filosofia ³ogni giorno diversa², offre alle consumatrici le ultime proposte a prezzi accessibili rivoluzionando il mondo del pret à porter, ha aperto a Milano il suo primo punto vendita monomarca. A solo un anno dalla nascita del marchio, Betty Flowers ha appena inaugurato un esclusivo punto vendita in una delle vie più importanti di Brera, cuore storico e affascinante della Capitale della Moda: Via Ponte Vetero 9. Il negozio di Milano è arredato con i colori Betty Flowers, bianco per gli espositori, per i fiori punto luce a muro e per la poltrona centrale a forma di cuore, fuxia per le pareti e per l¹insegna; la collezione, esposta a gradini su cubi illuminati, è in primo piano grazie alle due vetrine interamente a vista. Betty Flowers ha inoltre aperto un secondo monomarca a Como, in via Milano 28.  
   
   
CLARKS APRE DUE NUOVI MONOMARCA A BRESCIA E UDINE  
 
Il prestigioso marchio inglese Clarks, leader nel mercato delle calzature casual, ha scelto Brescia e Udine per l¹apertura dei suoi due nuovi negozi monomarca, dopo quelli di Padova, Verona e Milano. Ubicati nelle centralissime vie dei due centri urbani (rispettivamente Corso Magenta a Brescia e piazza Xx Settembre a Udine) questi due esclusivi shop si estendono su una superficie di circa 100 metri quadrati, accogliendo il cliente con un arredamento proveniente direttamente dall¹Inghilterra, caratterizzato dai toni naturali del legno abbinato al bianco, perfettamente in armonia con lo stile Clarks. Per la prima volta infatti si utilizza un sistema espositivo, il Caulder Moore, veramente globale, essendo lo stesso utilizzato anche nei negozi inglesi. Il sistema Caulder Moore fu disegnato da Ian Caulder e partner, una azienda di design incaricata dalla sede centrale, aprendo i primi negozi pilota nel 1997 a Newcastle upon Tyne, Cirencester, e Bath, con una reazione strepitosa da parte dei consumatori sia in termini di immagine che di vendite. Il sistema è stato perfezionato tre anni or sono nella scelta dei materiali, dei colori e dell¹illuminazione. La nuova immagine è molto più calda, invitante, spaziosa e luminosa. Si punta fortemente sulle leve del visual merchandising sia all¹interno che nel design delle vetrine, ispirate al tema della campagna pubblicitaria ³shoes to live in², per rendere l¹esperienza d¹acquisto un momento estremamente positivo per il consumatore. In tutto il mondo sono presenti 654 negozi monomarca Clarks. Solo in Inghilterra, dove i negozi monomarca sono più di 500 (oltre alla distribuzione in 1.350 punti vendita indipendenti) nel 2004 sono stati aperti 7 nuovi Clarks Store e ne sono stati rimodernati 22 passando al sistema Caulder Moore. Dalla sua nascita nel 1825 in una cittadina del Somerset, nel sud dell¹Inghilterra, quando i due fratelli Cyrus e James cominciarono a produrre pantofole comode per i contadini locali, oggi Clarks vende calzature di eccellente qualità e design a milioni di consumatori in tutto il mondo. Impiega 14.000 persone, è distribuita in 165 Paesi, e nel 2003 sono state vendute 39 milioni di paia con un turnover di 1.4 miliardi di euro. Clarks è il marchio casual leader al mondo nel settore brown shoes. Nuovi progetti ³in grande² per il 2005 a fine febbraio ad Amsterdam, con l¹inaugurazione mondiale del modernissimo (e per ora strettamente confidenziale) concetto espositivo Gdc (l¹ultimo nato per i Clarks Store), che sarà il portabandiera della nuovissima immagine globale dei prossimi anni, cui seguiranno importanti new entry anche per il mercato italiano. All¹interno tutto l¹assortimento Autunno/inverno per lui e per lei, una Collezione ispirata al mondo della natura, adatta al mood della stagione fredda, accattivante nel design ed estremamente confortevole. Modelli per tutti i gusti, insomma: dagli Smart Boots, stivali dalle linee graffianti, allo stile inconfondibile di Privo, la nuova linea dalle caratteristiche sportive. Non mancano ovviamente i must della marca britannica, primo fra tutti la leggendaria Desert Boot, ormai un mito più che una scarpa. Indossata e conosciuta ormai in tutto il mondo, Desert Boot fu ideata nel 1950 da Nathan Clark, che si ispirò ai morbidissimi stivaletti in camoscio utilizzati dai reparti dell¹Esercito di stanza in Birmania. Desert Boot riscosse un successo immediato, non solo sulle pagine di riviste di moda del calibro di Esquire, ma anche nelle strade, nei bar, nei boulevard d¹America e nelle piazze d¹Europa. Allora come oggi, Clarks è sinonimo di qualità, di durata nel tempo e di un comfort senza pari, che la casa inglese è in grado di offrire grazie ad un continuo processo di studio per il miglioramento del prodotto. Proprio dalla ricerca Clarks nasce l¹innovativo sistema Active Air, in grado di garantire la massima traspirazione grazie ad un sistema di canali per la circolazione dell¹aria sotto il piede. Il due neonati Clarks Shop si propongono come nuovi insostituibili punti di riferimento a Brescia e Udine per gli amanti delle calzature di qualità.  
   
   
NEL CUORE DI MILANO L’ATELIER FARIOLI PROPONE IL NOLEGGIO DI CAPI ESCLUSIVI E PRESTIGIOSI  
 
In via Montenapoleone 3 a Milano, nella storica sartoria di Vianella Farioli l'alta moda è di casa da oltre quarant'anni: lavorazione sartoriale, tessuti di qualità, modelli « bon ton, bon genre » che invitano a tenere le distanze, ma richiamano costantemente lo sguardo, sono i plus che fanno di un "abito elegante" un capo unico. E proprio di capi unici ed esclusivi si compone l'assortimento di abiti che è possibile noleggiare presso l'Atelier Farioli, da quello per un cocktail importante a quello da gran sera, da quello per stupire a quello per una sobria cena di lavoro. Capi capaci di trasformare una ricorrenza in evento magico, una serata importante in un sogno in cui rivivere le atmosfere dei film di Audrey Hepburn, un invito inatteso in un successo. Un assortimento "in progress" con proposte sempre nuove per soddisfare le esigenze più diverse: la cena di lavoro e quella con i vip, la serata trendy e quella super chic, con un occhio di riguardo anche alle novità "fuori dal comune", il tutto a partire da 100 euro. Una lunga tradizione sartoriale quella dell'Atelier Farioli che da sempre riceve, nell'accogliente e discreto salotto di prova, le signore che non hanno mai rinunciato al sartoriale e quelle il cui desiderio di personalizzazione e di individualità spinge alla ricerca di uno stile personale, di un lusso discreto, lontano dai megastore tutti uguali e replicati in tutto il mondo. Un'occasione per vivere lo shopping con un sapore antico, riscoprendo il gusto dell'acquisto in un'autentica casa di moda tra grandi specchi davanti a cui sfilare, riviste patinate da sfogliare e divani per discrete conversazioni di signore. Uno spazio che ripropone una moda più "a misura d'uomo", dove è possibile approfittare dei selezionati capi pret-a-porter, scegliere l'abito per una sera speciale o concedersi il lusso di un tailleur di matrice artigianale. Un'occasione anche per lasciarsi sedurre dai capi della collezione primavera/estate 2005 "Montenapoleone 3 by Farioli", disegnata da Maria Cristina Codecasa Conti, architetto milanese con la passione per abiti e gioielli nei quali trasferisce, con rigore e poesia, il suo amore per la forma e la materia. Tessuti preziosi, ma anche colorate tele per arredare, linee rigorose valorizzate da accostamenti cromatici sofisticati, abiti tanto inconsueti, quanto facili da indossare di giorno e di sera, ne fanno una collezione che esprime al meglio la nuova forma dell'alta moda sartoriale.  
   
   
SI ACCENDONO LE LUCI! TENDENZE MODA PER I GIOIELLI PIÙ ORIGINALI DELL’INVERNO 2004  
 
Un gioiello è per sempre? Certamente sì per quelli molto impegnativi. Ma oggi i gioielli riscoprono le tendenze moda e si scelgono con criteri più disinvolti. Per ispirarci cominciamo dalle collezioni più prestigiose. Dai diamanti della collezione Cielo di Pasquale Bruni in splendenti pavé che disegnano stelle, lune e soli luminosi, dalle perle Mikimoto accostate dall’arte sapiente di Giovanna Broggian all’oro bianco, giallo, rosa, grigio, dal platino lunare che nella collezione Aqua assume la mobilità e la leggerezza delle onde insieme con la trasparenza dell’azzurro. Sognanti ispirazioni anche nelle collezioni di Bulgari che inventano collier in oro giallo tempestati da zaffiri, smeraldi, diamanti disposti nei motivi più sofisticati, nelle collezioni storiche di Tiffany in forme animate di vegetali e animali favolosi, nelle creazioni stupefacenti di Damiani che osano disporre i diamanti in forme sinuose, per formare alghe fluttuanti e lingue di fuoco appassionate. Veri sogni da contemplare a occhi aperti anche per la qualità artistica della lavorazione. Altre tentazioni da marchi famosi. Bliss disegna cuori e quadrifogli portafortuna in oro bianco e diamanti, perle rosa e bianche su collier e orecchini emersi dalla profondità dell’oceano, mentre Zancan sceglie il tema della spada modulato in pendenti in oro bianco e giallo, con diamanti, zaffiri, rubini, ma anche suggestive pietre dure, occhi di tigre, onice, madreperla nera, malachite, lapis, abbinate ad acciaio, oro e silicone e Kiara sorprende, accostando lega dorata, gemme e piume, oppure alluminio e diamanti, legno, resina, pelle e oro. Le proposte possono essere anche divertenti e ironiche. Pinomarino gioielli, azienda di Bologna leader nella produzione di lettere, propone il bracciale in oro e diamanti che riproduce il proprio numero telefonico, così da averlo sempre a portata di braccio. Bibigì Clio lancia preziosi ciondoli di frutta in oro, zaffiri gialli, rossi e blu appesi a bracciali e collier, Nomination invita a comporre non solo lettere e simboli, oro e pietre su acciaio, ma anche piccoli dadi da gioco colorati, Maschio tra le sue innumerevoli variazioni lancia anche gli ironici cuori bucati, “malfatti”, doppiati, scritti e disegnati, Kidult offre 500 ciondoli diversi da variare in libertà su un anello, come un alfabeto segreto secondo gusti e stati d’animo del momento, Pomellato gioca con i nuovi compagni fidati da indossare, un pinguino, un ranocchio, una lumaca. Moltissimi gli echi culturali e artistici. Da Furla troviamo sontuose spille dalle sfumature dégradé ispirate alle piume di struzzo anni ’20, da Lalla e Rossana la collezione Anemone in oro bianco e diamanti evocatrice di delicate forme floreali, da Pietro Balestra la lavorazione brevettata Oro Filato, che crea l’effetto matassa soffice e flessibile tutta avvolta di luce. Katherine Wallach crea gioielli talismani fatti di rosari antichi, monete, sassi delle spiagge toscane, Healing Jewels è una collezione di anelli e pendenti costruiti secondo forme sacre e benedette dal lama tibetano per caricarli di energia spirituale. Moltissimi anche i bijoux di classe in materiali pregiati. I cristalli di Baccarat disegnano piccolissimi amuleti portafortuna color rubino e viola profondo, i cristalli Lalique trasparenti o colore ambra si dispongono su un bracciale di cuoio e fili di lurex, i cristalli Daniel Swarovski creano trecce luminose da annodare alla scollatura insieme con una spilla a mezzaluna. La porcellana di Lladrò si declina in ciondoli e spille Talismania dai particolari minuziosi e raffinati in argento, mentre la porcellana Bernardaud ci augura buona fortuna con le stelline colorate di verde assenzio, lampone e prugna, o il pendente “I love you” per i più romantici.  
   
   
NASCE IL PROGETTO EUROPEO “GUESS ACCESSORIES SHOP”  
 
Ha aperto a Firenze, in Via “Por Santa Maria” 38/40 rosso, il primo negozio Guess Accessori in Europa. Guess, leading fashion brand nel settore abbigliamento, coglie la sfida del mondo degli accessori, che sempre maggior peso stanno conquistando negli acquisti del comparto moda delle ultime stagioni. Reso famoso in tutto il mondo attraverso le immagini delle campagne pubblicitarie dirette da Paul Marciano, co-fondatore e art director del brand americano, Guess ha saputo andare oltre il concetto del “total look”, proponendo invece un vero e proprio “life style”, completo di tutte le categorie di prodotto, connotate da un’unica immagine molto identificativa. Secondo Paul Marciano “la sfida alla quale siamo andati incontro con il successo degli accessori è che sono diventati così importanti negli ultimi due anni e mezzo da richiedere uno spazio sempre maggiore all’interno dei nostri apparel stores. Abbiamo colto la sfida lanciando così un progetto di Guess Accessories Shop che sarà sviluppato in tutto il mondo.” Lo sviluppo del progetto a livello europeo è coordinato da Stephane Labelle: “L’apertura dei negozi Guess Accessories rientra nelle strategie estensive adottate dall’azienda che, nata nel mondo apparel, ha saputo evolversi ampliando l’offerta delle categorie merceologiche a borse, calzature, orologi, occhiali e gioielli, proponendo un format di negozi “shopping friendly”, dove grande attenzione è prestata al percorso di acquisto e alla presentazione del prodotto. L’obiettivo della nostra mission - e la chiave del successo - è la massima soddisfazione del consumatore al quale proporremo un prodotto con il miglior rapporto qualità-prezzo e una forte brand identity. Aumentando la frequenza dell’offerta, con collezioni sempre nuove ogni due mesi, risponderemo alla richiesta di un “prodotto giusto al momento giusto”, offrendo una shooping-experience unica.”Continua così Stephane Labelle. “Abbiamo voluto aprire una catena di negozi seguendo un format del tutto nuovo, che attribuisce un giusto valore al prodotto sulla base del concetto che tutti gli accessori hanno pari importanza”. Il fatturato accessori supererà a fine 2004 i 74.5 milioni di € in Europa (borse, orologi e occhiali). Il negozio di Firenze fungerà da “pilota” per tutte le prossime aperture di una rete diretta e/o in franchising: i Guess Accessories Shop con un’estensione media di 100 mq, apriranno nelle migliori vie e piazze delle principali città europee, all’interno dei grandi centri commerciali regionali e negli aeroporti internazionali.  
   
   
PAUL&SHARK APRE A SHANGHAI E SFILA AL FASHION SHOW  
 
Paul&shark sfila a Shanghai. Cortina, con uno chalet in legno e la celebre funivia del Faloria sponsorizzata da anni da Paul&shark, è stata riprodotta in uno scenario dolomitico con tanto di fiocchi di neve che scendevano dall’alto sulla platea di giornalisti, compratori e pubblico della moda riuniti al Portman Ritz Carlton Hotel per assistere alla sfilata Paul&shark e per festeggiare il grand opening del terzo store a Shanghai. In realtà una riapertura del primo store Paul&shark nella metropoli cinese dopo un accuratissimo restyling totale che comprende anche un vasto spazio dedicato alla Ladies Collection. “ E’ stato molto emozionante vedere come il pubblico cinese ami il nostro marchio e come in poco tempo, ma tanto lavoro, la preferenza per lo Squalo sia sempre maggiore anche per la collezione femminile, collezione giovane – è nata nel 2000 – per un mercato altrettanto giovane”. E' entusiasta Andrea Dini, Vicepresidente della Paul&shark, che insieme alla star cinese Yun Na, mannequin d'eccezione. Ha presentato la collezione a-i 04 al Fashion Show più importante del Far East. Paul&shark in Cina. Paul&shark sbarca in Cina nel 2000 con uno store a Shanghai. Oggi dopo solo quattro anni lo sportswear dello Squalo conta ben 21 punti vendita monomarca distribuiti su tutto il territorio cinese: 17 città tra cui, Pechino, Shanghai, Nanchino e altre metropoli. Per primavera la flotta degli store Paul&shark toccherà quota 30. La crescita di Paul&shark è stata costante in questi 4 anni anche se il grande salto è avvenuto nelle ultime due stagioni, con una crescita del 70% del fatturato prevista per fine anno. Paul&shark è presente anche in Mongolia e a Hong Kong.  
   
   
VERDISSIMA STORE  
 
Dopo il grande exploit dei mesi scorsi Intima Moda si prepara ad affrontare con la stessa intensità e grinta anche il mese di dicembre. Intima Moda si prepara ad inaugurare l’apertura di un nuovo Verdissima Store, questa volta è la città di Cattolica ad ospitare il monomarca . Lo Store, ripercorrendo lo stile degli altri Verdissima Store, si estenderà in uno spazio di circa 40 mq con un unico punto luce. Pareti retro-illuminate esalteranno l’essenzialità degli interni nei toni ton sur ton del bianco e del crema. Luci indirette , bianche e definite , mettono in risalto le linee delle scaffalature. Cattolica – Viale Bovio Il Verdissima Store di Cattolica inaugura Sabato 18 dicembre alle 17:30  
   
   
CIELO!, UNA SERATA ESCLUSIVA E NON HO NIENTE DA METTERMI! ABITI DA SERA DA AUTENTICA DIVA, COCKTAIL DRESS DALL'ARIA RETRO, TAILLEUR E TUBINI BON TON E NOVIT` ASSOLUTE: LE PROPOSTE IN AFFITTO DELL'ATELIER FARIOLI PER UN'EMOZIONE SEMPRE NUOVA  
 
In via Montenapoleone 3 a Milano, nella storica sartoria di Vianella Farioli l'alta moda h di casa da oltre quarant'anni: lavorazione sartoriale, tessuti di qualit`, modelli + bon ton, bon genre ; che invitano a tenere le distanze, ma richiamano costantemente lo sguardo, sono i plus che fanno di un _abito elegante_ un capo unico. E proprio di capi unici ed esclusivi si compone l'assortimento di abiti che h possibile noleggiare presso l'Atelier Farioli, da quello per un cocktail importante a quello da gran sera, da quello per stupire a quello per una sobria cena di lavoro. Capi capaci di trasformare una ricorrenza in evento magico, una serata importante in un sogno in cui rivivere le atmosfere dei film di Audrey Hepburn, un invito inatteso in un successo. Un assortimento in progress con proposte sempre nuove per soddisfare le esigenze piy diverse: la cena di lavoro e quella con i vip, la serata trendy e quella super chic, con un occhio di riguardo anche alle novità fuori dal comune, il tutto a partire da 100 euro. Una lunga tradizione sartoriale quella dell'Atelier Farioli che da sempre riceve, nell'accogliente e discreto salotto di prova, le signore che non hanno mai rinunciato al sartoriale e quelle il cui desiderio di personalizzazione e di individualit` spinge alla ricerca di uno stile personale, di un lusso discreto, lontano dai megastore tutti uguali e replicati in tutto il mondo. Un'occasione per vivere lo shopping con un sapore antico, riscoprendo il gusto dell'acquisto in un'autentica casa di moda tra grandi specchi davanti a cui sfilare, riviste patinate da sfogliare e divani per discrete conversazioni di signore. Uno spazio che ripropone una moda più a misura d'uomo, dove h possibile approfittare dei selezionati capi pret-a-porter, scegliere l'abito per una sera speciale o concedersi il lusso di un tailleur di matrice artigianale. Un'occasione anche per lasciarsi sedurre dai capi della collezione primavera/estate 2005 Montenapoleone 3 by Farioli, disegnata da Maria Cristina Codecasa Conti, architetto milanese con la passione per abiti e gioielli nei quali trasferisce, con rigore e poesia, il suo amore per la forma e la materia. Tessuti preziosi, ma anche colorate tele per arredare, linee rigorose valorizzate da accostamenti cromatici sofisticati, abiti tanto inconsueti, quanto facili da indossare di giorno e di sera, ne fanno una collezione che esprime al meglio la nuova forma dell'alta moda sartoriale.  
   
   
BELLORA SBARCA A NEW YORK.  
 
Bellora - dal 1883 azienda leader nella produzione di tessuti di lino e di biancheria per la casa - apre a New York il prossimo venerdì 19 novembre in Wooster Street a Soho, quartiere di moda e del design. Una boutique che porta a consolidare la presenza del marchio negli Usa, un mercato noto per avere il mito della biancheria per il letto. Una boutique raffinata, declinata in bianco – colore simbolo dell’ottimismo dell’azienda di Fagnano Olona - che rappresenta un’icona di eleganza nel mondo della biancheria. Coordinati da letto e da bagno per esprimere il concetto di un nuovo benessere e della voglia di casa. Coordinati che sanno trasformare l’acquisto in una scelta emotiva fatta per proprio piacere. Il 2004 si presenta all’insegna del raggiungimento di risultati positivi: l’apertura delle prime nuove boutique a Mantova, Treviso e Verona, della seconda boutique a Madrid e del Flagship store in via Durini a Milano. Un risultato a cui si unisce una crescita di oltre il 20% - in netta contro tendenza rispetto all’andamento che il sistema del commercio sta vivendo in tutto il mondo - sui punti vendita diretti ed una crescita significativa sul dettaglio multimarca. “Sono grandi risultati in questo momento” - commenta Giuseppe Bellora, Presidente ed Amministratore Delegato - “risultati che stiamo ottenendo grazie ad un importante lavoro svolto in questi anni e accelerato nel 2004, sul posizionamento del marchio di famiglia e che con la nuova strategia riteniamo di poter trasferire in un progetto di lusso internazionale di cui il “made in Italy” è protagonista nel mondo.” Il marchio Bellora è distribuito in circa 1500 negozi plurimarca e 80 shop-in shop in tutto il mondo, oltre che in 16 punti vendita monomarca (10 in Italia, 5 in Europa e 1 negli Usa). E’ presente nei più prestigiosi Department Store internazionali ed ha in corso trattative per aprire altri punti vendita negli Stati Uniti ed in Giappone. Previsione a breve: California ed Hong Kong. Uno sviluppo che punta - oltre al consolidamento di alcuni mercati come la Germania e gli Stati Uniti - ad estendere la propria presenza anche in Estremo Oriente. L’opening rientra nel progetto di crescita dell’azienda che prevede oltre 30 aperture di nuovi punti vendita monomarca in un triennio e che punta ad arrivare a 45milioni di euro di fatturato nel 2006.