Dati Editore | Chi Siamo | Redazione | Pubblicità | ARCHIVIO | FRASI IMPORTANTI | PICCOLO VOCABOLARIO
 







MARKETPRESS
  Notiziario
  Archivio
  Archivio Storico
  Visite a Marketpress
  Frasi importanti
  Piccolo vocabolario
  Programmi sul web




 


VENERDI

PAGINA 1 PAGINA 2 PAGINA 3 PAGINA 4 PAGINA 5 PAGINA 6
Notiziario Marketpress di Venerdì 09 Maggio 2003
RICERCA INEDITA NIELSEN PER "I VIAGGI DI OUTIS"  
 
Quanti italiani potrebbero essere favorevoli all´idea di vacanza di qualità ? Chi potrebbe essere il più interessato ? L´utilizzo di guide di viaggio, inteso come indicatore base di vacanze consapevoli, quanto è diffuso ? Queste domande sono state documentate da nuovi dati di ricerca prodotti da Acnielsen Cra, la divisione di Acnielsen da anni impegnata ad osservare il turismo in Italia con numerose ricerche in proposito. In particolare, per l´edizione Outis 2003, vengono presentati i risultati di due rilevazioni sull´argomento effettuate nel maggio 2002 e nel marzo 2003. In entrambe le occasioni è stato utilizzato ilE´in entrambe le occasioni è stato utilizzato il Panel telematico di Acnielsen C.r.a., rappresentativo della popolazione italiana, intervistando gli individui di oltre 18 anni appartenenti a 2.000 famiglie italiane, per un totale di 4.440 casi. Per l´argomento di ricerca trattato, la rilevazione si è rivolta ad un Target specifico : persone che hanno svolto negli ultimi 12 mesi almeno 1 vacanza, in Italia e/o all´estero, della durata di almeno 3 notti escludendo i soggiorni presso seconde case / amici / parenti. Il 38% degli intervistati appartiene a questo Target, pari a circa 17 milioni di individui in Italia che in un anno hanno fatto almeno una vacanza come precedentemente descritta. Distinguendo ulteriormente le vacanze fatte per durata, solo il 12% dichiara di aver fatto vacanze di almeno 14 notti; la maggioranza delle persone appartenenti al Target, pari al 32%, ha effettuato vacanze "brevi" da 3 a 6 notti. Considerando invece il numero di vacanze fatte, in generale il Target dal 2002 al 2003 sembra aver favorito quelle "brevi", contraendo la quantità di vacanze più lunghe. L´idea di vacanza di qualità proposta è stata la seguente: viaggi fuori dalla formula "tutto compreso", itinerari e destinazioni con grande attenzione ad ambiente / cultura locale / autenticità dei luoghi, rispetto dei valori di regioni e nazioni visitate, attenzione al turismo etico e responsabile. Il 9% degli intervistati appartenenti al Target evidenzia una forte adesione per questa idea di vacanza, pari a circa 1,5 milioni di individui. E´ un insieme di persone molto ridotto se consideriamo il fenomeno "turismo" nella sua estensione e complessità, da considerare peraltro come avanguardia di un bisogno diffuso ed emergente. Il profilo socio - demografico di questo insieme di "viaggiatori" è logicamente differenziato: sono mediamente più giovani, di cultura medio-alta, in condizione lavorativa, tendenzialmente metropolitani. L´attuale concentrazione del fenomeno "turismo di qualità" è confermato dai dati sull´utilizzo delle guide turistiche durante i viaggi: solo il 38% degli appartenenti al Target dichiara di averne consultata almeno una, ed appena il 10% l´ha acquistata per l´occasione.  
   
   
ASSOTRAVEL: SITO ANTIRACKETUSURA.IT E NUMERO VERDE 800-999000 PER LA LOTTA AL RACKET E ALL´USURA  
 
Ricordiamo che gli uffici del Commissario per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, hanno messo a disposizione di tutti gli operatori economici il seguente sito internet www.Antiracketusura.it  e il numero verde 800-999000. Entrambi gli strumenti hanno il duplice obiettivo di rendere costantemente disponibili tutte le informazioni utili sugli strumenti di sostegno, le strutture di aiuto e le disposizioni normative predisposte a favore delle vittime dell´usura.Nominato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell´Interno, tra persone di comprovata esperienza nell´attività di contrasto del fenomeno delle estorsioni e dell´usura e di solidarietà verso le vittime, il Commissario svolge da tempo l´attività di coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura sul territorio nazionale. Lo stesso Commissario è anche presidente del Comitato di solidarietà per le vittime dell´estorsione e dell´usura, che ha il compito di esaminare e deliberare sulle istanze di accesso ai benefici del Fondo di solidarietà. Il Comitato è composto da: un rappresentante del Ministero dell´Industria e uno del Ministero del Tesoro; tre membri designati dal Cnel ogni due anni in modo da assicurare la presenza, a rotazione, delle diverse categorie economiche; tre membri delle associazioni antiracket e antiusura, anch´essi in carica - per le stesse ragioni - per due anni e un rappresentante della Consap (Concessionaria dei servizi assicurativi pubblici) senza diritto di voto.  
   
   
"VOGLIA DI NON VOLARE" (NEL TRASPORTO AEREO IN ITALIA È SEMPRE PIÙ NECESSARIA UN AUTHORITY). "  
 
...Sono convinto che, continuando di questo passo, prima o poi ci sarà qualcuno - non vorrei certo essere io - che, esasperato, finirà per proporre il boicottaggio delle compagnie aeree italiane. A boicottare nei limiti del possibile, naturalmente: che sono, come si sa, i limiti delle condizioni di monopolio o di oligopolio che le suddette compagnie sono riuscite a stabilire per cui su molte tratte l´alterativa non prendere l´aereo di una compagnia italiana è quella di non prendere un aereo affatto, di rinunciare a volare...". "...Il boicottaggio servirebbe, tra l´altro, a punire quello che fuor di ogni dubbio è stato storicamente anche il management più incapace, quello che tuttora va avanti sfruttando la gallina dalle uova d´oro della tratta Roma-milano, dove si paga la tariffa aerea più cara del mondo, il management che sulle tratte internazionali ( vale a dire dove la concorrenza c´è ) batte da anni in ritirata...". "...Va aggiunto - per completare il quadro - che è proprio lo stesso sistema delle tariffe modulate, usato per taglieggiare quotidianamente gli italiani, a consentire poi ai dirigenti dell´Alitalia, di Airone eccetera, di farsi belli periodicamente dalle pagine dei giornali pubblicizzando mirabolanti prezzi scontati per viaggiare da un capo all´altro dell´Italia. Prezzi che non solo però valgono esclusivamente per un piccolissimo numero di posti su ogni volo ( ma questo è scritto a piè di pagine in caratteri microscopici ), ma il cui basso prezzo, come ho cercato di spiegare, è più che compensato dal sistematico alleggerimento dalle tasche praticato a danno di tutti gli altri. Il tutto avviene - è bene ripeterlo - nell´apparente e totale indifferenza di qualunque autorità di qualunque tipo...". Non sono le parole di un agente di viaggio che stigmatizza il comportamento delle compagnie aeree operanti in Italia e dei manager che le guidano, ma è un articolo di Ernesto Galli della Loggia ( da Sette, supplemento del Corriere della Sera, del 17 aprile 2003), che da consumatore attento, mette a fuoco una serie di aspetti arcinoti all´interno del settore turistico, ma che mai prima erano stati individuati sui mezzi di informazione e, comunque, non in questi termini. È un segnale importante della diffusione di una insoddisfazione dei consumatori, che diventano ogni giorno più competenti e più attenti. Nell´articolo, (scaricabile per intero sul nostro sito www.Assotravel.it), che vi invitiamo a distribuire ai vostri clienti e a tenere a disposizione in agenzia, vengono messi in luce una ulteriore serie di aspetti e di esigenze che spetta proprio alle agenzie soddisfare: esplicitare e chiarire al consumatore la "selva" tariffaria delle compagnie aeree e gli aspetti meno chiari che queste non amano evidenziare (posti disponibili a prezzi stracciati, cancellazioni, etc.). Un ruolo, quello dell´agente di viaggio "scout" tra le tariffe, che le compagnie mirano a limitare o a bypassare, comunque comprimendone gli utili. Diventa, quindi, sempre più necessario che il settore dei trasporti, e quello del trasporto aereo in particolare, vedano anche un intervento istituzionale volto a "regolare" poteri ed equilibri. In questa direzione, si sta muovendo la nostra associazione: ad esempio, questo documento viene inviato, oltre che a tutte le agenzie di viaggio italiane, anche alle Associazioni dei consumatori, alle autorità politiche e ai giornali di settore e non.  
   
   
FS: NUOVO SITO ISTITUZIONALE DEL GRUPPO FERROVIE  
 
E´ in rete da oggi il sito internet www.Ferroviedellostato.it  Il nuovo portale mette a disposizione del pubblico, in un unico spazio web, innumerevoli notizie e informazioni sul mondo ferroviario, aggiornate in tempo reale: dal board della Società, alla normativa comunitaria, al più recente comunicato stampa. Www.ferroviedellostato.it costituisce un organico snodo di tutti i siti delle società del Gruppo già presenti in rete, accorciando così sempre di più le distanze con gli utenti di Internet. Siano essi viaggiatori, imprenditori, giornalisti, economisti o appassionati, saranno guidati da semplici menu verso la sezione o la società del Gruppo che meglio risponde alle loro necessità. In linea con le politiche adottate dal Gruppo nei confronti dei disabili, la navigazione all´interno del sito è prevista anche per i non vedenti e gli ipovedenti che, per mezzo di un software dedicato individuato in collaborazione con l´Unione Italiana Ciechi, possono percorrere tutte le sezioni del sito e fruire di tutte le informazioni in esso contenute. Il nuovo sito, che si distingue per una navigazione semplice e intuitiva e per una grafica moderna, sviluppata nell´ambito della "corporate image" aziendale, è un ulteriore, importante elemento della politica di comunicazione del Gruppo, che propone un dialogo sempre più aperto alla clientela e a tutti gli stakeholders, nella consapevolezza dei doveri che a una grande azienda fanno capo in termini di trasparenza e di accesso all´informazione. Il portale si sviluppa secondo tre livelli gerarchici introdotti da una Home Page. Il primo livello è costituito dalle quattro principali aree tematiche, modellate sul tipo di utente cui sono destinate: Il Gruppo, Dedicato alle imprese, Al servizio del cliente e Treno che passione. I temi presenti in ogni area costituiscono il secondo livello, mentre il dettaglio di ciascun tema è contenuto nel terzo livello. Ogni pagina è strutturata in tre moduli: una barra delle "utilities" in testata (per il rapido accesso alle funzioni di alto livello), una barra a piè di pagina (con informazioni di servizio) ed un corpo centrale che sviluppa l´argomento selezionato. La prima area tematica ha per oggetto Il Gruppo e propone contenuti puramente informativi. Fornisce, tra l´altro, notizie sulle attività, le politiche (ambientali e sociali), i rapporti con le istituzioni nazionali e internazionali (in particolare la Comunità Europea). Al secondo livello, insieme ai principali Eventi, alle Carte dei Servizi e ai "numeri" delle Ferrovie Italiane, solo per citare alcuni degli argomenti trattati, Il Gruppo presenta una Sala Stampa virtuale a disposizione soprattutto dei giornalisti con comunicati, interviste e cartelle stampa continuamente aggiornati. La sezione Dedicato alle imprese, si rivolge agli operatori economici e li indirizza verso le informazioni relative alle modalità per il trasporto delle merci, ai bandi e alle gare indetti dalle società del Gruppo. Dedicata esclusivamente ai viaggiatori è Al servizio del Cliente. Vengono qui presentati i servizi forniti dalle diverse società del Gruppo: dalla prenotazione del biglietto ferroviario a quella dell´albergo, dalle informazioni sulle possibilità di parcheggio vicino alla stazione ai servizi per i disabili. Treno che passione, infine, si rivolge a chi considera il treno non solo un mezzo di trasporto, ma uno strumento per ampliare le proprie conoscenze tecniche e la propria cultura ferroviaria. Infolink: www.Ferroviedellostato.it  
   
   
I PAESI DELLA NUOVA EUROPA OSPITI D´ONORE ALLA BITM 2003 SARANNO PRESENTI CON PROPRI TOUR OPERATOR E RAPPRESENTANZE UFFICIALI DEL TURISMO  
 
Il primo maggio 2004 dieci nuovi Stati entreranno nell´Unione Europa: si tratta dell´Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Slovenia, Ungheria, Slovacchia, Repubblica ceca, Malta e Cipro. Sono dieci nazioni con una popolazione totale di 76 milioni di abitanti, un Pil di 404 miliardi di Euro ed un tasso di crescita annuo medio fra il 3 ed il 7 per cento. Un mercato, quindi, estremamente interessante, al quale numerosi paesi della vecchia Europa già da tempo stanno rivolgendo attenzioni ed investimenti anche nel settore turistico. Saranno proprio questi dieci nuovi paesi ad essere ospiti d´onore alla Iv edizione della Borsa internazionale del turismo montano, in programma dal 19 al 21 settembre prossimo a Trento. Di ciascun paese è stata invitata una delegazione ufficiale e - attraverso l´Enit - sono già stati contattati significativi tour operator di ciascuna nazione. Alcuni tour operator hanno già confermato la loro presenza. Con l´intervento dei rappresentanti degli enti turistici di Stato di ciascuno di questi dieci paesi sarà possibile, nel corso di un apposito convegno, avere un quadro delle prospettive che questi mercati potranno offrire al turismo italiano e ovviamente anche a quello del Trentino. "Dalla Nuova Europa nuove chanches per il turismo italiano" sarà appunto il titolo del convegno internazionale, che si svolgerà nella giornata di sabato 20 settembre, in concomitanza con la Borsa Internazionale del Turismo Montano, ed al quale, oltre alle delegazioni della Nuova Europa, parteciperanno esperti di marketing turistico ed il direttore dell´Enit Piergiorgio Togni. Nel frattempo proseguono i lavori per la preparazione della Borsa del turismo, promossa dalla Confesercenti, Enit, Provincia autonoma di Trento e in collaborazione con l´Associazione albergatori del Trentino (Asat). La manifestazione si articolerà in due momenti essenziali: un workshop internazionale, fissato per il 19 settembre ed al quale saranno presenti circa 150 tour operator italiani e stranieri, ed una fiera turistica aperta al pubblico dal 19 al 21 settembre. Nell´area espositiva troveranno posto gli stands di enti pubblici, Regioni, Comuni ed Apt, nonché di soggetti privati interessati a presentare la propria offerta turistica. In particolare si punterà sulla presenza delle Società di gestione degli impianti di risalita e dei Consorzi di commercializzazione dell´arco alpino ed appenninico per favorire la montagna d´inverno. Nella giornata del 20, a questo proposito, verranno invitati anche i presidenti e rappresentanti degli Sci Club italiani e degli Alpeverein tedeschi, come soggetti particolarmente interessati alla vacanza invernale ed a quella degli sport della neve.  
   
   
LOCARNO-MILANO SULL´ACQUA, VIA AL PRIMO TRATTO CON LA CONCA DELLA MIORINA, TICINO NAVIGABILE PER 11 KM. FINE LAVORI NEL 2006  
 
Con la realizzazione della conca di navigazione della Miorina, nel territorio del Comune di Golasecca in provincia di Varese, sarà possibile navigare il primo tratto del Ticono, dopo l´uscita dal lago Maggiore, fino al secondo sbarramento, cioè alla diga di Porto della Torre, per un totale di 11 chilometri. Il completamento e la messa in esercizio della conca della Miorina è il primo degli interventi strutturali in territorio lombardo necessari per collegare "via acqua" Locarno (Lago Maggiore) con i parchi regionali, piemontese e lombardo, del Ticino e con Milano attraverso il Naviglio Grande, secondo quanto è emerso nella prima Conferenza dei Servizi per la realizzazione del manufatto. Il progetto è finanziato nell´ambito del progamma comunitario Interreg Iii A per la collaborazione transfrontaliera tra Italia e Svizzera e in accordo con la Regione Piemonte e il Canton Ticino. "Questo primo collegamento - ha detto l´assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Massimo Corsaro - è da considerarsi strategico perché apre le porte alla navigazione turistica in un ambiente di forte attrattiva quale il Parco del Ticino, capace di offrire al turista varie soluzioni ricreative: itinerari storici e archeologici, visite guidate, percorsi vita, piste ciclabili. Inoltre l´avvio dei lavori sulla conca della Miorina rappresenta un passo importante e di grande spinta per realizzare il progetto più ambizioso di riapertura dell´intera via navigabile da Locarno a Milano". La conca, costruita nel 1932, non è mai stata completata. Attualmente esiste lo scavo provvisto di murature, mancano le porte, gli accessi via acqua che sono interrati, e la parte meccanica. I lavori prevedono la messa in funzione e in sicurezza del manufatto mediante un sistema "autogestibile" dall´utente stesso con dimensioni tali (lunghezza di 40 metri e larghezza di 10 metri) da garantire il passaggio a navi e imbarcazioni turistiche. La conclusione dei lavori è prevista entro il 2006.  
   
   
VENEZIA: REALIZZATO STUDIO SULLA TUTELA LAGUNARE  
 
Il Corila - Consorzio per la Gestione del Centro di Coordinamento delle Attività di Ricerca inerenti il Sistema Lagunare di Venezia, di cui fa parte anche il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) - presenterà a Venezia, martedì 13 maggio 2003, alle ore 17,00, presso l´Istituto Veneto di Scienze, Lettere, Arti (Campo S. Stefano, 2945) il volume "Scientific Research and Safeguarding of Venice", un lavoro che raccoglie i primi risultati di una ricerca triennale per la tutela della Laguna di Venezia La Laguna di Venezia, inestimabile patrimonio culturale del nostro Paese che rischia lentamente di scomparire, è stata oggetto di uno studio internazionale, condotto da oltre 300 ricercatori di 70 istituzioni di ricerca, tra cui il Cnr, per salvaguardarne l´ecosistema: i risultati di questo lavoro sono contenuti in un volume - Scientific Research and Safeguarding of Venice - promosso dal Corila, che lo presenterà martedì 13 maggio 2003, alle ore 17,00, presso l´Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti (Campo S. Stefano, 2945 Venezia). Alla presentazione prenderanno parte Bruno Zanettin, Presidente dell´Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Paolo Cescon, Presidente del Corila; Giovanna Piva, Presidente del Magistrato alle Acque; Francesco Indovina, Università di Architettura di Venezia (Iuav); Laura Carbognin, Consiglio Nazionale delle Ricerche; Bruno Battaglia, Università degli Studi di Padova; Andrea Rinaldo, Corila e Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti. Infolink: www.Corila.it    
   
   
IN TEXAS CI SI RICREA IN MODALITÀ WIRELESS! LE SOLUZIONI WIRELESS D-LINK PERMETTONO AGLI OPERATORI E AI VISITATORI DEL LAGO CONROE A MONTGOMERY, DI MUOVERSI LIBERAMENTE NEI 22.000 ACRI DELLA VASTA AREA RICREATIVA DEL TEXAS  
 
Il Del Lago Resort and Conference Center presso il lago Conroe a Montgomery, Texas, può vantarsi di essere il più ampio wireless Internet hotspot dello stato, offrendo un´accessibilità Internet su vasta scala a turisti e visitatori. Situato presso il lago Conroe, il centro appartiene al progetto "wired lake" del Jarvis Entertainment Group e offre ai visitatori la possibilità di rimanere connessi a Internet e ai servizi di posta elettronica partecipando a una conferenza, giocando a golf, pescando o perfino andando in barca sul lago. L´esclusiva connettività wireless del centro - il primo nel suo genere in tutto il Texas - è garantita da oltre 60 dispositivi D-link che includono gli Access Point wireless D-link Dwl-900ap+ Airplus e gli adattatori wireless Cardbus Dwl-650+ Airplus che supportano la copertura wireless di più di tre quarti dei 22.000 acri costituenti l´area dal lago artificiale Conroe. Basato sui prodotti wireless D-link Airplus, l´hotspot fornisce a operatori e abitanti della zona un accesso wireless a Internet costante e dedicato, garantendo una connettività senza limiti spazio-temporali all´interno dell´area. Il sistema viene gestito dal futuristico bunker sotterraneo del Jarvis Entertainment Group che garantisce un accesso wireless attraverso gli Access Point wireless della linea D-link Airplus, direttamente connessi a Internet mediate linee in fibra ottica ad alta velocità. "Per dotare il nostro progetto di una connettività wireless abbiamo scelto i prodotti D-link, considerando i vantaggi e l´affidabilità offerti da queste soluzioni," ha affermato David Herr, Chief Technical Officer di Jarvis Entertainment Groups. "La lunga storia vantata da D-link nella realizzazione di prodotti superiori a un prezzo accessibile, ha fatto sì che l´azienda rappresentasse l´unica scelta possibile per il nostro progetto." La famiglia di prodotti wireless D-link Airplus offre numerose e sofisticate soluzioni wireless per la casa e per l´ufficio con l´obiettivo di supportare la creazione o l´estensione delle reti wireless a prezzi accessibili. L´access Point wireless D-link Airplus Dwl-900ap+ fornisce quattro modalità operative che includono bridge wireless point-to-point e point-to-multi-point. Il dispositivo può essere utilizzato come client wireless o può fungere da ripetitore per la creazione o l´espansione di una rete wireless. L´adattatore wireless Cardbus D-link Airplus Dwl-650+ consente agli utenti la connessione a Internet mediante un laptop, utilizzando la rete wireless ed eliminando quindi la necessità di collegare e scollegare i cavi. Sia gli adattatori sia gli Access Point della linea wireless D-link Airplus sono compatibili con un qualunque dispositivo aderente alle specifiche Ieee 802.11b, offrono una cifratura Wep a 256-bit garantendo livelli superiori di sicurezza e, se utilizzati con altri prodotti della linea Airplus, offrono una velocità di trasmissione di 22Mbps.  
   
   
GREENWAYS: LE VIE VERDI ITALIANE. UNA NUOVA RETE DI MOBILITÀ DOLCE CONVEGNO INTERNAZIONALE  
 
De Agostini e Alleanza Assicurazioni, nell´ambito della Settimana del Viaggio, organizzata da Outis "La mente del viaggiatore", promuovono un convegno internazionale dal titolo "Greenways: le vie verdi italiane. Una nuova rete di mobilità dolce" che, partendo dall´esperienza straniera nel recupero e nella valorizzazione delle "strade verdi", traccia un quadro generale del vasto patrimonio italiano di itinerari e percorsi, proponendone un nuovo modo di fruizione: la mobilità dolce. La collaborazione tra De Agostini e Alleanza nasce dalla pubblicazione di una nuova collana editoriale diretta da Albano Marcarini, le Guide Outdoor, che affronta il tema delle "strade verdi" italiane, del loro recupero e frequentazione, all´insegna di un turismo sostenibile e rispettoso dell´ambiente.In Italia abbiamo centinaia di chilometri di strade arginali, alzaie di navigli e canali, ferrovie dimesse, sentieri storici. Queste "vie verdi" potrebbero formare una rete escursionistica nazionale, separata dalla rete stradale ordinaria, utilizzabile in ogni stagione da una molteplicità di utenti, come pedoni, ciclisti, cavallerizzi... I primi titoli della collana sono "Greenways in Italia. Scoprire le nostre strade verdi", "Toscana" e "Umbria e Marche". Domenica 10 maggio - ore 9-17,30 Palazzo Delle Stelline Sala B 1° piano-Corso Magenta,61 -Milano  
   
   
"PER CORTI E CASCINE" - ASSAGGI E PAESAGGI, PORTE APERTE NELLE AZIENDE AGRICOLE E AGRITURISTICHE LOMBARDE - SABATO 10 E DOMENICA 11 MAGGIO (E OLTRE)  
 
Ritorna "Per Corti E Cascine" la manifestazione promossa da Turismo Verde e dalla Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) della Lombardia, giunta alla sesta edizione, che propone due giorni di "porte aperte" nelle aziende agricole e agrituristiche di tutta la Lombardia, sabato 10 e domenica 11maggio. Naturalmente queste aziende agrituristiche saranno poi a disposizione dei visitatori per la stagione estiva e - molte di queste - anche in autunno (preferibilmente con prenotazione-consultare www.Turismoverdelombardia.it ). Se l´appuntamento con le campagne lombarde è diventato ormai un´attesa tradizione, la sua offerta conferma una grande capacità di rinnovamento: i 30 itinerari di quest´anno aderiscono infatti alle esigenze di pubblici vasti e variegati, con proposte gastronomiche, didattiche, studiate specificatamente per i bambini e - in maniera particolare quest´anno - per gli amanti della bicicletta. Come consueto sarà possibile visitare collezioni e musei agricoli, corti agricole e opere di architettura rurale normalmente chiuse al pubblico. Pur nel moltiplicarsi delle sue espressioni "Per Corti e Cascine" ha un obiettivo ben definito e consolidato nel tempo: offrire ai partecipanti il contatto diretto con le realtà agricole della Lombardia, con i loro protagonisti e i loro prodotti per promuovere l´identità dell´impresa agricola come luogo di produzione di qualità, ma anche di erogazione di servizi culturali e per il tempo libero per utenti d´ogni età. I visitatori saranno come ogni anno accolti personalmente dagli operatori che li accompagneranno nel "cuore" delle aziende, mostrando tecniche di produzione, allevamento e gestione. Il tutto accompagnato dalla possibilità di degustare e acquistare direttamente i prodotti freschi o trasformati, sia biologici che tradizionali. Numerose le aziende che svolgono attività agrituristiche: ospitalità, ristoro, equitazione, pesca, fattorie didattiche, fattorie di scoperta, fattorie di degustazione. Chi lo desidera potrà fermarsi a mangiare o trascorrere la notte nelle aziende attrezzate per l´ospitalità (si consiglia la prenotazione). Promossa dalla Cia e da Turismo Verde, "Per Corti e Cascine" coinvolge partner prestigiosi come la Regione Lombardia, le Amministrazioni locali, le Camere di Commercio, l´Aem, Trenitalia e alcuni dei principali Consorzi di promozione e tutela di prodotti agricoli con marchi di grande notorietà. E´ importante notare che, da quest´anno. Un accordo con Trenitalia permetterà di trasportare biciclette in treno sino alle stazioni più vicine alle località delle aziende, che potranno quindi essere raggiunte con mezzi ecologici e....Tonificanti. Oltre 190 le aziende aderenti, per un totale di 30 itinerari, tutti consultabili insieme alle ultime iniziative speciali sul sito di Turismo Verde Lombardia: www.Turismoverdelombardia.it Gli itinerari - Bergamo - Bg1. Sapori delle valli bergamasche:carni, piccoli frutti e formaggi tra Valle Imagna, Valle Seriana. Bg2. I segreti della Valcalepio: nella terra dei vini Doc, tra formaggi, fiori e miele. Brescia - Bs1. Sulla Via del Groppello: sapori e vini Doc Bs1. Sul lago di Garda: vini Doc, oli e delizie nel dolce paesaggio della Valtenesi. Bs2. Lugana: un piccolo territorio, un grande vino. Un itinerario percorribile anche in bicicletta. Bs4. Valcamonica: alla scoperta dei tesori della valle Cremona - Cr1. Sapori della "bassa":cascine, prodotti e i paesaggi della pianura tra Crema e Cremona Como - Co1. Il circuito del sole tra il Lago e le Valli. Lecco - Lc1. Itinerario dei laghi Briantei: formaggi miele, marmellate e conserve in Brianza. Lc2 Tra i sapori della Valsassina: la profumata agricoltura di montagna all´ombra delle Grigne. Lc3 Tra il Parco Curone-montevecchia e l´Adda: alla scoperta dei sapori e dei colori della Brianza. Lodi - Lo1. Dal lodigiano a San Colombano (Mi): cascine, sapori e vini Doc tra pievi e antichi borghi. Milano - Mi1. La campagna intorno a Monza: fiori, salumi, miele e animali da compagnia vicino a Milano. Mi2. Sapori lungo le antiche vie d´acqua: formaggi, salumi e pesci speciali tra Milano e Bergamo. Mi3. Tra il Parco Agricolo Sud Milano e il Parco del Ticino:riso, miele, carni e produzioni biologiche. Mi4. Quattro passi sul canale Villoresi:fiori, piccoli frutti, carni e l´Oasi naturalistica di Vanzago Mantova - Mn1. La strada del vino e dell´olio:tra le colline moreniche un itinerario di grandi degustazioni. Mn2. La campagna nella valle del Mincio: aziende, sapori e prodotti tra il fiume e il suo parco. Mn3. La città agricola: prodotti biologici e grandi scoperte nella campagna alle porte di Mantova. Mn4. La strada del riso: corti storiche e specchi d´acqua per gustare riso, farine, lumache. Mn5. Lungo l´argine maestro nell´Oltrepo Mantovano: frutta carni e vini della provincia meridionale. Mn6. La strada dell´arte nell´Oltrepo Mantovano:per gustare i prodotti della campagna nello Scenario delle opere del Museo di arte Naïf di Luzzara e degli impianti idrovori. Mn7. L´ecomuseo delle bonifiche, per gustare la campagna e scoprire l´archeologia rurale dei grandi impianti idrovori tra Viadana e Sabbioneta. Mn8. Terre d´acqua tra il Po e l´Oglio: terre di grandi sapori tra gli argini dei fiumi. Pavia - Pv1. Itinerario del gusto: da Pavia fra le risaie della Lomellina e i vigneti nell´Oltrepo Pavese. Pv2. Bambini in campagna: un itinerario tra le fattorie didattiche per scoprire agricoltura e natura. Pv3. Clastidium:nel cuore dell´Oltrepo Pavese, il piacere dell´ospitalità e dei vini Doc di questa terra. Sondrio - So1. Bonta´ al centro delle Alpi: piccoli frutti, salumi vini e formaggi in Alta Valtellina So2. La bassa valle e i suoi sapori:alla scoperta dei prodotti tipici e di fattoria in Bassa Valtellina Varese - Va1. Le verdi valli del Varesotto: sapori e paesaggi della provincia di Varese. La manifestazione è consultabile su Internet all´indirizzo: www.Turismoverdelombardia.it  Le guide complete sono disponibili presso le Apt, le principali stazioni Ffss della Lombardia e le sedi provinciali di Turismo Verde. Per informazioni sull´iniziativa: Segreteria organizzativa "Per Corti e Cascine" Tel.: 02/67078281 - 02/66982593 email:turismoverde.Lombardia@cia.it  
   
   
SLOVENIA IN TRENO D´ EPOCA  
 
Tgv, Alta Velocità: il treno si adegua alla fretta dei tempi e cerca di competere in rapidità con gli aerei, correndo sempre più forte per accorciare tempi e distanze. Ma non tutti cercano la velocità, in particolare quanti si muovono per turismo e vorrebbero magari cominciare a farlo fin dalla partenza e durante il tragitto, e non solo una volta arrivati a destinazione. Ecco allora chi rimpiange le sbuffanti locomotive del passato, con l´odore di fuligine e di carbone bruciato, che consentivano di ammirare e di apprezzare le trasformazioni del paesaggio, scendendo ad ogni stazione per sgranchirsi le gambe e scattare una foto. Gli appassionati di questo modo di viaggiare che risiedono o fanno vacanza in Friuli - Venezia Giulia e in Slovenia hanno a disposizione una magnifica occasione: giovedì 1 maggio e poi nelle domeniche del 25 maggio, 8 giugno, 6 e 20 luglio, 3, 17 e 31 agosto e 14 settembre parte al mattino dalla stazione di Gorizia un treno storico a vapore con destinazione Bled in Slovenia, la più nota e attrezzata stazione turistica della Slovenia continentale, affacciata sull´omonimo romantico lago alpino. Il treno, formato da carrozze d´epoca inizi 900 e trainato da una locomotiva a vapore del Museo Ferroviario di Lubiana, percorre un tratto della storica "Ferrovia Transalpina", inaugurata nel 1906 dall´arciduca Francesco Ferdinando (ucciso poi a Sarajevo nel 1914 nell´attentato che causò la prima guerra mondiale) per collegare Vienna e l´Europa centrale all´Adriatico e al porto di Trieste. La costruzione di questa linea ferroviaria, per i mezzi e la tecnologia allora disponibili, si rivelò assai complessa e richiese numerose quanto ardite opere di ingegneria come gallerie, ponti e viadotti che l´hanno resa famosa. Per tutti si possono ricordare il ponte di Salcano, la cui arcata in pietra di 85 metri è ancora oggi la maggiore del mondo, e la galleria di Piedicolle, un traforo sotto le Alpi Giulie lungo oltre 6 chilometri. Il mutare del quadro geopolitico ha fatto decadere nel tempo l´importanza commerciale di questa linea, che oggi rinasce come ferrovia turistica per collegare Austria, Slovenia e Italia. Il treno parte alle 8,05 da Gorizia, fa sosta a Nova Gorica, in territorio sloveno, quindi percorrendo con una sosta a Most na Soci le suggestive vallate dei fiumi Isonzo e Sava, arriverà a Bled alle 10,42, dove attende la visita guidata al castello medievale che sovrasta a picco il paese e il pranzo in un ristorante sul lago. Il rientro è previsto per le 16,05, con arrivo a Gorizia alle 18,27. La quota, pranzo compreso, per gli adulti è di 67 euro, 37 per i ragazzi da 12 a 16 anni, 26 per i bambini da 6 a 11, gratis sotto i 6 anni. Informazioni e prenotazioni presso l´agenzia slovena Club, organizzatrice dell´iniziativa in collaborazione con Trenitalia e le Ferrovie Slovene, tel. 00386.5.3813050, e-mail club.Ta@siol.net oppure presso le agenzie turistiche del nord-est.  
   
   
A TRENTO UN AVVINCENTE PERCORSO TRA FIORI, PIANTE E PROFUMI DI TERRE LONTANE  
 
Saranno la spiritualità e il fascino della natura d´Oriente il tema dominante della quarta edizione de "La Città in giardino", manifestazione che si svolgerà nel centro storico di Trento dal 23 maggio all´8 giugno. Le piazze e le vie della città si trasformeranno in un arcipelago di giardini fioriti realizzati dalla mano creativa di esperti giardinieri provenienti da 19 città europee e da numerosi enti e fiorovivaisti della provincia trentina. La manifestazione condurrà i visitatori in un affascinante percorso tra pietre, sabbia, nel confronto con una natura ridotta alle dimensioni minime riportata all´espressione più semplice, come nel giardino zen, oppure con le raffinate presentazioni di una natura idealizzata, ma pur sempre vera e sentita, come nei giardini cinesi. Grande novità di questa quarta edizione sono le mostre-mercato. I visitatori avranno la possibilità di ammirare e acquistare peonie, fiore simbolo della Cina, appartenenti a collezioni di piante erbacee e arbustive (23-24-25 maggio), mentre gli appassionati degli aromi d´oriente potranno scegliere tra un ampio ventaglio di piante aromatiche e spezie dell´Asia come curcuma, zenzero, cardamomo, peperoni asiatici, prezzemolo giapponese (30-31 maggio, 1 giugno). Palazzo Sardagna ospiterà anche la mostra-mercato di piante di arbusti e alberi ornamentali orientali adatti al nostro clima, provenienti da coltivazione biologica (6-7-8 giugno). Orario delle mostre 9.00-12.30, 14.30-18.00, ingresso libero. Ricco il calendario di mostre ed esposizioni, tutte ispirate alla natura d´Oriente, e tutte ad ingresso libero. Il fascino dei giardini giapponesi è il tema della mostra fotografica allestita presso la Palazzina Liberty in via Alfieri (23 maggio - 8 giugno, orario 10.00-20.00), mentre gli amanti dell´arte bonsai avranno l´occasione di ammirare la struttura e l´estetica di un vero a giardino giapponese e di arte bonsai che sarà ospitato a Palazzo Geremia (23 maggio - 8 giugno, orario 10.00-22.00). L´oriente sarà il filo conduttore di giochi ed animazione in programma per tutta la durata della manifestazione. Info: Ufficio Turismo Trentino - tel 0461 983880 - www.Lacittaingiardino.it    
   
   
PESCARE IN SLOVENIA  
 
La sua conformazione eminentemente montuosa e la presenza di numerosi laghi, fiumi e torrenti dalle acque limpide e per lunghi tratti incontaminate fanno della Slovenia un luogo ideale per la pratica della pesca sportiva. Qui si possono trovare peculiarità davvero insolite e pressochè uniche come i fiumi carsici (basti pensare al famoso Timavo, che viene inghiottito nella voragine di San Canziano, o al fiume Pivka che percorre le grotte del complesso di Postumia), che entrano ed escono sottoterra dopo lunghi quanto misteriosi percorsi tra caverne e abissi, raffreddandone sensibilmente le acque, oppure una vera unicità come il Cerknisko jezero (lago Circonio), uno specchio intermittente alimentato da bocche sotterranee fungenti alternativamente da sorgenti o da inghiottitoi, capace di trasformarsi in autunno nel più esteso (27 chilometri quadrati) e pescoso lago sloveno, mentre in estate sul suo fondo pascola il bestiame. In Slovenia esistono parecchi corsi d´acqua che hanno conservato il loro carattere primitivo, circondati da un ambiente naturale e rurale ancora privo di inquinamenti e di industrializzazione esasperata, e una fauna ittica dotata di un elevato grado di rusticità e, di conseguenza, di un ottimo stato di salute. In genere si pesca da marzo-aprile fino a settembre-ottobre con canna da mosca e una mosca artificiale impiegando ami privi di ardiglione, mentre è vietato pescare con il cucchiaino, dai ponti e dalle barche. Le prede più comuni sono costituite da trota fario, iridea e mormorata, salmerino, temolo, luccio, cavedano, carpa e tinca, spesso di dimensioni ragguardevoli: una trota pescata nell´alto Isonzo pesava 20 kg ed era lunga oltre un metro. Sarà bene precisare che la pesca in Slovenia non è a buon mercato: il permesso giornaliero costa infatti dai 45 ai 65 euro, ma nell´interesse di pesce e pescatori è bene così, anche perché le soddisfazioni debbono pur avere il loro prezzo. Parere evidentemente condiviso da parecchi pescatori italiani (e non solo), che si ritrovano numerosi lungo i fiumi sloveni, soprattutto quelli alpini. I permessi di pesca si acquistano di solito presso gli uffici turistici o gli alberghi locali. I corsi d´acqua più pescosi non sono i grandi fiumi come Sava e Drava, bensì corsi minori come Soca (in italiano Isonzo), Idrijca, Sava Bohinjka, Radovna, Unica e Krka. La Soca soprattutto, vicinissima all´Italia (vi si accede da Gorizia), è un fiume alpino esteticamente stupendo nel suo tratto superiore, considerato tra i più belli d´Europa, eccezionalmente pescoso e popolato da trote salmonate di rilevante taglia e da una varietà di temolo che vive solo nelle sue acque. Ma anche altri fiumi possono regalare notevoli soddisfazioni. La Sava Bohinjka, ad esempio, è un bel fiume alpino che nasce dal selvaggio e incontaminato lago glaciale di Bohinj e il suo basso fondale sassoso ospita trote fario, temoli, cavedani e hucho, qui davvero numerosi. La Radovna è un torrente alpino dallo splendido contesto ambientale, dove si catturano trote fario e iridee di buona pezzatura. La Krka invece è un tipico fiume carsico della Dolenjska dal paesaggio bucolico, dove predomina la trota fario. L´unica è infine uno dei fiumi carsici più belli e famosi d´Europa, che scorre lento e sinuoso in un paesaggio agreste dopo un misterioso percorso ipogeo, con una ricca e variegata fauna ittica con presenza di trote anche di apprezzabili dimensioni. Esiste un apposito depliant in italiano illustrante le caratteristiche ittiche e ambientali dei fiumi della Slovenia, che può essere richiesto gratuitamente all´Ufficio del Turismo Sloveno in Italia, galleria Buenos Aires 1, 20124 Milano, tel. 02 29 51 11 87, fax 02 29 51 40 71, e-mail: slovenia@tin.It  
   
   
SLOVENIA, GLI SPORT D´ACQUA DOLCE  
 
La natura eminentemente montuosa, ricca di torrenti e di fiumi alpini, fa della Slovenia un luogo ideale per la pratica degli sport d´acqua dolce come rafting, canoa e kajak. I corsi d´acqua più frequentati sono quelli che scendono dalle Alpi Giulie: Sava Bohinjska (percorrenza 32 chilometri), Sava Dolinka (50 km) con il suo affluente Kokra (25 km), Idrijca (34 km) con l´affluente Baca (10 km) entrambi a loro volta confluenti nella Soca/isonzo (64 km); ma buone soddisfazioni regalano anche altri fiumi: Savinja (60 km), Krka (26 km) e Kolpa (62 km), quest´ultimo al confine con la Croazia. Si tratta di percorsi che presentano un po´ tutti i gradi di difficoltà, dal facile all´estremamente difficile, con pendenze deboli ma che possono arrivare anche al 40 per cento. Lungo parecchi di questi fiumi, o nelle immediate vicinanze, si trovano agenzie sportive con istruttori specializzati che organizzano discese giornaliere o corsi settimanali di apprendimento, noleggiando o vendendo l´apposita attrezzatura. In genere l´attività si svolge da aprile a settembre-ottobre. Un caso esemplare può essere costituito dalla Soca, come si chiama in sloveno l´alto corso dell´Isonzo, uno dei fiumi più belli e più integri d´Europa, assai frequentato dagli italiani anche per la sua vicinanza con il Friuli. Bovec, importante stazione sciistica ai piedi del monte Canin, pur contando solo 1.500 abitanti annovera una decina di agenzie specializzate negli sport d´acqua dolce, e in estate alberghi, residence e campeggi pullulano di appassionati attratti dalle gole e dalle rapide della Soca. Una delle agenzie più attive è la Soca Rafting (tel. 00386.5.3896200, fax 3896202, e-mail: soca.Rafting@arctur.si sito www.Arctur.si/soca_rafting  ) . Lo sport maggiormente praticato risulta il rafting, discesa su gommoni da 6-8 posti affidati alla corrente del fiume ed all´abilità dell´istruttore-timoniere (su quella dei neofiti passeggeri c´è poco da fare affidamento), perché regala emozioni a buon mercato e risulta alla portata di tutti, bambini compresi. Una discesa della durata di due ore, bagno compreso a metà strada, su un percorso facile ma divertente di 11 chilometri costa da 26,10 a 31,50 euro a persona, compreso il noleggio di muta, casco e salvagente e il trasporto in loco. Oltre ad essere ideale per discese in canoa e in kayak su percorsi di varia lunghezza e difficoltà, l´alto Isonzo e alcuni dei suoi affluenti si prestano bene anche per la pratica di altri sport acquatici un po´ più estremi, come l´hydrospeed (discesa con muta e pinne su un bob individuale di plastica ad elevata galleggiabilità) e il canyoning (discesa con tecnica e attrezzatura speleologico-alpinistica di profonde forre percorse da torrenti e cascate). Per quanti amano invece sport d´acqua più rilassanti, la Slovenia offre ottime possibilità di pratica del canottaggio sugli incantevoli laghi alpini di Bohinj e di Bled, sede quest´ultimo di numerose competizioni europee e mondiali. Informazioni specifiche e materiale illustrativo possono essere richiesti all´Ufficio del Turismo Sloveno in Italia, galleria Buenos Aires 1, 20124 Milano, tel. 02 29 51 11 87, fax 02 29 51 40 71, e-mail: slovenia@tin.It  
   
   
BOTSWANA, DAL KALAHARI ALL´ OKAVANGO  
 
Il Botswana è una nazione continentale dell´Africa centro-meridionale grande due volte l´Italia, ex protettorato inglese e patria di antiche tribù tswana di ceppo bantù, abili allevatori di bovini. Un paese senza particolari attrattive turistiche, se non fosse che gli animali selvatici risultano di gran lunga superiori al numero degli abitanti e se non possedesse due delle maggiori valenze naturalistiche dell´Africa australe, il deserto del Kalahari e il delta dell´Okavango, che occupano poi buona parte del territorio. Il Kalahari è un deserto aridissimo e piatto di sabbia rossa e rilievi rocciosi esteso due volte e mezzo l´Italia, con temperature tanto torride tra novembre e gennaio da rendere dura la vita anche agli insetti, che solo nelle zone marginali si trasforma in una desolata savana sabbiosa popolata da arbusti spinosi, antilopi e gazzelle, prede degli ultimi cacciatori boscimani, vero residuo della preistoria. Strano fiume invece l´Okavango: nato nell´Angola centrale, anzicchè defluire nell´oceano come tutti i fiumi dopo un percorso di 1.600 chilometri con cui segna anche il confine settentrionale della Namibia entra nel Botswana e all´impatto con le sabbie del Kalahari forma un delta paludoso grande come Piemonte, Liguria e Lombardia assieme, originando un vero paradiso naturalistico di canali, lagune e isole piene di vegetazione abitato da elefanti, leoni, leopardi, bufali, zebre, antilopi d´acqua, ippopotami e coccodrilli, nonché da miriadi di uccelli tra cui fenicotteri, aironi, pellicani e cicogne. In Botswana l´operatore milanese "I Viaggi di Maurizio Levi" (tel. 02 34 93 45 28), specializzato in viaggi inusuali di scoperta, propone due diversi itinerari in fuoristrada della durata di 15 giorni ciascuno. Il primo (Il regno degli animali) tocca la riserva del Kalahari centrale, abitata da diverse specie di antilopi, struzzi, iene, ghepardi e i famosi leoni dalla criniera bruna, la riserva Moremi nell´Okavango visitata a piedi e in piroga, il parco Chobe con le sue enormi savane percorse da consistenti branchi di erbivori e da numerosi predatori e che concentra il maggior numero di elefanti africani, per concludersi infine nel confinante Zimbabve assistendo al superbo spettacolo delle Cascate Vittoria, scoperte nel 1853 dall´esploratore inglese David Livingstone, dove 5 mili litri d´acqua al secondo del fiume Zambesi, largo in quel punto 1.600 metri, precipitano con un salto di quasi cento. Quota 4.160 euro con accompagnatore italiano. Il secondo viaggio-spedizione tocca invece il Khama Rhino sanctuary, che tutela questi ormai rari animali in pericolo di estinzione, i paleolaghi salati Makgadikgadi Pans dove osservare grosse mandrie di erbivori all´abbeverata tra palme e baobab, la riserva del Kalahari centrale e il delta dell´Okavango, spingendosi infine nel Kalahari settentrionale al confine con la Namibia per trascorrere un paio di giorni in un piccolo insediamento di boscimani. Questa popolazione di non più di 1-2.000 individui di bassa statura, dalla pelle ambrata e con gli occhi a mandorla, sono abili e infaticabili cacciatori seminomadi che vivono nel deserto da 30.000 anni e si colloca tra le meno evolute del continente. Quote da 3.950 euro con guida di lingua inglese. Per entrambe partenze mensili da giugno a settembre compresi in piccoli gruppi con voli di linea da Milano, pernottamenti in alberghi e tenda con pensione completa.  
   
   
NAMIBIA, L´ ALTRO DESERTO  
 
L´africa possiede due grandi deserti: il Sahara a nord, che tutti conoscono, e il Namib a sud-ovest, nell´emisfero australe tra Angola e Sud Africa, poco noto e ancora meno visitato. Tra loro, a parte le dimensioni a netto favore del primo, una differenza non da poco: mentre il Sahara ancora poche migliaia di anni fa era verde e abitato dall´uomo, il Namib è vecchio di 80 milioni di anni, tanto da risultare il più antico deserto del mondo, con distese di dune alte fino a 300 metri. In conseguenza della sua ragguardevole età si tratta di un deserto vivo e densamente popolato da una fauna e da una flora specializzate, che hanno avuto cioè il tempo per elaborare strategie che permettessero loro di sopravvivere in un ambiente estremo, ma anche da elefanti, leoni, gazzelle e zebre grazie all´umidità prodotta dalle fredde correnti atlantiche che vi provocano ogni mattina una fitta coltre di nebbia. Ma la Namibia non è soltanto deserto. Nella sua vasta estensione c´è spazio pure per uno dei più ricchi giacimenti diamantiferi della terra, per montagne con imponenti canyon e grotte decorate da pitture rupestri, da popolazioni che sembrano essere uscite dalla preistoria, da lagune abitate da migliaia di uccelli, da enormi fattorie dove si "allevano" animali selvatici, da città dall´incredibile architettura tedesca, da un parco nazionale, l´Etosha, che raccoglie uno dei più ricchi campionari di fauna africana. Una terra primordiale capace di offrire i più diversi scenari, un autentico concentrato dei mille aspetti del Continente Nero. L´operatore milanese "I Viaggi di Maurizio Levi" (tel. 02 34 93 45 28), specializzato in percorsi inusuali di scoperta, propone nel proprio catalogo "Deserti" un insolito itinerario in fuoristrada di 17 giorni, che prevede alcune giornate di facili escursioni a piedi, dedicato alla conoscenza di tre delle più interessanti e spettacolari aree della Namibia: la regione settentrionale del Kaokoland abitata dagli Himba, uno degli ultimi popoli nomadi rimasti fermi alla preistoria, le selvagge vallate del Damaraland e le spiagge della Skeleton Coast e infine l´arcaico deserto del Namib. L´itinerario parte dalla capitale Windhoek, città africana dal cuore germanico, e punta a nord in un caratteristico ambiente di bush fino al Parco Etosha, uno dei primi parchi africani, dove osservare un gran numero di erbivori, predatori, rettili e uccelli, e ad una fattoria dove si allevano animali selvatici. Si passa quindi all´arido e semidesertico Kaokoland, una delle regioni più selvagge d´Africa, terra delle tribù Himba, le cui donne hanno il corpo spalmato di argilla rossa, dove uno spettacolo incredibile è costituito dalle cascate Epupa. Si entra poi nell´arida e montuosa regione del Damaraland, disseminata da mirabili pitture rupestri prodotte 8 mila anni fa da cacciatori boscimani, dove si andrà alla ricerca dei sempre più rari elefanti del deserto dalla taglia ridotta. In un ambiente prettamente desertico ci si affaccia all´oceano Atlantico sull´interminabile Skeleton Coast per ammirare lo spettacolo degli spettrali relitti di navi arenate e la colonia di 80 mila otarie di Cape Cross, fino alla cittadina costiera di Swakopmund, anch´essa in puro stile tedesco. Gli ultimi giorni vengono dedicati all´esplorazione, in parte a piedi, dell´universo Namib, un deserto unico e peculiare, con le dune più alte del mondo, grandiosi canyon e monoliti di granito, paleolaghi con distese saline nonché da piante e animali straordinari. Partenze mensili di gruppo da giugno a settembre compresi, la miglior stagione dell´inverno australe, con voli di linea Lufthansa da ogni aeroporto italiano, pernottamenti in alberghi, lodge e tenda, guida di lingua italiana, quote da 3.450 euro in pensione completa. In Namibia, una destinazione particolarmennte adatta per la buona rete stradale, la sicurezza del paese e le ottime infrastrutture ricettive, lo stesso operatore propone per tutto l´anno anche viaggi self-drive autogestiti con itinerari e durata a piacere, mettendo tra l´altro a disposizione veicoli fuoristrada equipaggiati per il campeggio con tenda montata sul tetto.  
   
   
OMAN, TERRA INCOGNITA  
 
Non sono in molti a conoscere l´Oman come destinazione turistica, in quanto questa nazione grande poco meno dell´Italia e situata nell´estremo sud-est della penisola arabica ha aperto solo di recente le frontiere dopo quasi mezzo secolo di rigida chiusura e di oscurantismo medievale. E´ bene precisare subito che si tratta di una meta di indubbio interesse, destinata in futuro ad un notevole incremento anche grazie alle sue ottime strutture ricettive, con una notevole varietà ambientale dove si susseguono una fascia costiera affacciata sull´oceano Indiano con golfi, penisole, baie e isolette e con un mare ricco di pesci tropicali, delfini, tartarughe, balene e barriere coralline dove fare immersioni e snorkeling, un retrocosta con montagne piuttosto brulle ma anche molto fertili alte fino a 3.000 metri, e nell´interno l´enorme deserto arabico abitato da beduini nomadi con le loro mandrie, un´insolita vegetazione e una fauna selvatica autoctona, e con le dune che scendono fino all´oceano. I deserti del sud, al confine con lo Yemen, sono l´unico luogo di produzione dei due prodotti un tempo preziosi quanto l´oro, l´incenso e la mirra, che due millenni or sono ne fecero una delle terre più ricche del mondo e il punto di partenza della Via dell´Incenso. Un paese benestante, pulito, ordinato, efficiente e sicuro, alleato dell´Occidente, capace di amministrare con oculatezza le non illimitate risorse petrolifere e dosare le tradizioni di un glorioso passato, quando per tre secoli dal 1650 è stato l´epicentro di un florido impero marittimo e commerciale che si estendeva da Zanzibar e dalle coste africane fino all´India, con la tecnologia più avanzata. Nulla quindi a che spartire con l´ostentata opulenza dei vicini emirati arabi. Tutto merito di un sultato illuminato, unico detentore di tutti i poteri, che non fa certo rimpiangere le nostre democrazie. L´operatore milanese "I Viaggi di Maurizio Levi" (tel. 02 34 93 45 28), specializzato in viaggi di scoperta e tra i pochi ad operare su questa destinazione, nel proprio catalogo "Deserti" propone un itinerario di 9 giorni in fuoristrada che consente di esplorare i tre diversi habitat dell´Oman. L´itinerario parte da Muscat, l´elegante capitale addossata all´antico porto dove meritano una visita la grande moschea, la reggia del sultano, i forti portoghesi e l´animatissimo suq dove acquistare prodotti artigianali di pregio, e si inoltra subito fra le brulle montagne toccando oasi lussureggianti di palme e antichi villaggi con le case di fango, fino a raggiungere un impressionante canyon profondo oltre mille metri. Dopo la graziosa cittadina montana di Nizwa ci si addentra nelle Wahiba Sands, il grande deserto abitato da una delle tribù più tradizionaliste di pastori beduini nomadi che vivono allevando dromedari e capre, le cui donne portano sul volto una caratteristica maschera nera. Lo spettacolo delle dune bianco candido, gialle e rosse che si smorzano nell´oceano riescono ad affascinare anche i sahariani più smaliziati. Raggiunta la bella baia di Al Khaluf, costellata di insediamenti di pescatori, si risale verso nord lungo un´interminabile spiaggia tra miriadi di uccelli, pesci e tartarughe spiaggiati, rocce e lagune, fino a raggiungere Rass El Hadd, estrema punta di sud-est della penisola arabica e riserva naturale dove convergono per nidificare decine di migliaia di tartarughe marine. Lungo la scenografica costa settentrionale meritano una sosta Sur, nei cui cantieri si costruiscono ancora i dhow, le caratteristiche barche omanite che da millenni solcano i mari arabici, e i resti di Qalhat, l´antica capitale con le case di corallo visitata anche da Marco Polo. Partenze mensili a date fisse con voli di linea da Milano per tutto l´anno, pernottamenti in alberghi e tenda, guida italiana, quote da 2.240 euro con pensione completa.  
   
   
IL SUCCESSO DEL "I° FESTIVAL ITALIANO DELLA CUCINA CON LA COZZA TARANTINA"  
 
Il turismo enogastronomico può diventare uno dei settori trainanti più promettenti ed invitanti nella economia di una città con la conseguente divulgazione di valori, tradizioni, sapori e profumi. Questo settore si intreccia a sua volta con tutti gli altri del sistema produttivo per mezzo di una serie di interdipendenze che si traducono in un vero e proprio circolo virtuoso per il benessere del territorio. L´obiettivo è scegliere il prodotto di punta per lanciare l´immagine della città e, senza alcun dubbio, il prodotto tipico della città dei due mari è " la cozza tarantina". Come far conoscere gli allevamenti di mitili nel mar Piccolo? Non solo molti stranieri ne ignorano l´esistenza ma anche molti italiani non sanno che le cozze migliori di tutta la produzione nazionale provengono da Taranto. A questa esigenza vivamente sentita ha risposto il centro di cultura Renoir con la ben nota creatività del suo presidente cav. Cosimo Lardiello, ideando ed organizzando un originario concorso culinario con una serie di manifestazioni collaterali finalizzate a rivitalizzare l´attenzione sulle grandi problematiche legate al settore della itticoltura e della maricoltura oltre che a rilanciare con una campagna nazionale la "cozza tarantina". Articolato nelle sue tre sezioni, questa kermesse gastronomica ha registrato la partecipazione di molti cuochi professionisti e giornalisti di importanti testate nazionali e riviste specializzate che, veicolando l´informazione, possono diventare i migliori ambasciatori della "cozza tarantina", promuovere l´immagine della città, costruire i presupposti indispensabili per una offerta turistica legata non soltanto al patrimonio culturale e paesaggistico ma anche ad una forte identità gastronomica. Tali esperti del settore si sono avvicinati al festival con curiosità rimanendone entusiasti ed affascinati dopo aver verificato la qualità del prodotto che si intende valorizzare, la serietà e lo stile impeccabile dell´organizzazione. Molte sono state le iscrizioni di chefs professionisti provenienti da alcuni tra i più importanti e prestigiosi alberghi e ristoranti dislocati su tutto il territorio nazionale; ricordiamo tra gli altri Vincenzo Bacioterracino del "Parker´s hotel" di Napoli, Giancarlo Pedruzzi del "Jolly Hotel President" di Milano, Sabatino Cresciullo del "Savoy Beach Hotel" di Paestum (Sa), Marco Brigato del ristorante "La Cappa d´Oro" di Stanghella (Pd), Franco Del Carria dell´"Anglo American Hotel" di Firenze, Luciano Zazzeri del ristorante "La Pineta" di Marina di Bibbona (Li), Raffaele Romano del ristorante "Taverna del Marinaio" di Formia (Lt), Gaetano Gatti dello "Sheraton Nicolaus Hotel" di Bari, Antonio Falco dell´"Holiday Inn" di Napoli, Marino Cesaro del ristorante "Letizia" di Due Carrare (Pd), Vito Nobile del ristorante "La Pace" di Torino e tanti altri. Molto efficace è stata anche l´idea di accostare al festival, nelle varie manches del concorso, delle visite guidate per offrire ai giornalisti intervenuti l´opportunità di effettuare un vero e proprio educational tour enogastronomico nella provincia di Taranto, a cominciare dalle aree adibite alla coltivazione dei mitili nel mar Piccolo e dall´Istituto di Maricoltura dell´Università di Bari continuando con alcune tra le più importanti realtà artigianali ed imprenditoriali del territorio. Nato da una geniale intuizione, il "I festival della cucina con la cozza tarantina" ha già conquistato posizioni primarie nel panorama delle manifestazioni enogastronomiche di rilievo nazionale rivelandosi una formula vincente e lungimirante per portare finalmente alla ribalta questo mitile particolarmente gustoso e dalle proprietà organolettiche eccezionali per la qualità dell´ambiente in cui si cresce e si riproduce, nel Mar Piccolo di Taranto, dove delle sorgenti sottomarine di acqua dolce, i cosiddetti "citri", creano una speciale salinità conferendogli un sapore molto gradevole che lo distingue dagli altri mitili della stessa natura. Oltre trecentomila quintali l´anno, circa mille addetti con un ricavato di 13 milioni di euro che viene raddoppiato nella commercializzazione: sono alcuni dati che accompagnano la mitilicultura nei due mari della città di Taranto con forte prevalenza della "cozza nera". La valorizzazione di tale risorsa naturale con relativo incremento della produzione e dei canali della distribuzione potrebbe divenire, tra l´altro, un fattore determinante per lo sviluppo dell´economia della città con notevoli ricadute nel comparto occupazionale. Mentre si è appena conclusa la sezione dedicata ai dilettanti, sono in corso di svolgimento le semifinali della categoria "Chefs professionisti" la cui prima manche, disputata nei giorni scorsi, ha registrato la partecipazione di otto chefs professionisti di alto profilo professionale. Le prossime manches delle semifinali si svolgeranno nei giorni 12 e 19 maggio p.V.. La gara finale del concorso, sviluppatosi con tutte le sue fasi nell´arco di ben sei mesi, unico nel suo genere e nella formula, si svolgerà nei giorni 1 e 2 giugno p.V. Con la partecipazione di numerosi giornalisti della carta stampata del settore enogastronomico, delle televisioni nazionali e di Rai International.  
   
   
SUGGERIMENTI PRIMAVERILI: IL NUOVISSIMO PARCO DI RIMINI, GLI SPORT D´ACQUA IN VAL D´AOSTA, LA FRANCIA MAGICA DEL SUD OVEST, FINO ALLO SPLENDIDO BENESSERE DELL´AURUM SUISSE THERMAL VILLAGE DI ISCHIA  
 
Non poche le novità da tenere presenti per programmare le prossime lunghe vacanze del primo ponte di primavera e per l´estate. Per viaggiare oltre confine e scoprire con facilità tutti i sapori dell´Aquitania e del Midi Pirenei, ecco pronto il vademecum ideale. E´ "Traveller Francia magica" appena stampato, con le sue immagini suggestive di splendidi villaggi, feste golose, monumenti antichi e descrizioni di sapori indimenticabili: formaggi, foie gras, vini aromatici, trionfi di cioccolato. Protagonista la Francia del Sud Ovest poco conosciuta in Italia rispetto alla più famosa Costa Azzurra e alla provincia parigina. In Italia invece c´è solo l´imbarazzo della scelta. Divertimento garantito per tutti e per giunta in modo del tutto gratuito nel Parco "Rimini, Rimini, Rimini", lanciato dall´amministrazione della città romagnola in occasione dell´anniversario della morte dell´illustre riminese Federico Fellini e della lontana nascita del primo stabilimento balneare nell´Adriatico. Il parco più grande della Romagna dal 14 giugno offrirà ballo, divertimento, musica, spazi di gioco per i bimbi e di shopping per i grandi, con strutture colorate e ironiche come la grande statua della Gradisca. Protagonista di tutto l´allegria e la musica di Raoul Casadei. (Info www.Riminiriminirimini.it). In Val d´Aosta, regione lontana dal mare, invece, ecco un´iniziativa interessante: una stagione di vacanze all´insegna dell´acqua che nella regione è cristallina e abbondante. Tanti gli sport collegati con l´acqua: canoa, kayak, rafting, hydrospeed su fiumi, torrenti, cascate e laghi. Insomma, un´estate all´insegna del movimento, della freschezza e dell´esercizio fisico. I ragazzi da sei anni in su potranno provare il brivido di Indiana Jones nei Parchi di Pré Saint Didier e di Villeneuve: percorsi con moschettoni, imbracature, carrucole giganti faranno provare l´ebbrezza degli esploratori. (Info regione.Vda.it). Sempre in Val d´Aosta, ma all´insegna del comfort l´hotel Villa Novecento, ai piedi del Monte Bianco, non è solo il paradiso del lusso e del wellness d´alta montagna, ma anche il luogo dove scoprire la bellezza del Giardino Botanico Alpino Saussurea, il più alto d´Europa, uno scrigno di fiori e piante a quota 2175 che sembra a un passo dal paradiso. (Info: Romantik Hotel Villa Novecento, Courmayeur (Ao), tel. 0165.843000) Per chi rimane in città niente paura. E´ in arrivo a Milano un´originale avventura: I Giardini di Xpo´, una vera finestra sulla creatività e sull´immaginazione che si svolgerà dal 9 al 24 maggio. Quest´anno il tema é la Natura, per ricordarne la bellezza. Il progetto che valorizza nuove tendenze e linguaggi di arte contemporanea comprende performance, video, spettacoli, convegni tutti in luoghi speciali della città: un´ex-area industriale, lo Spazio Acqua di via Cenisio 39, il Planetario, il Teatro Leonardo Da Vinci, Palazzo Bagatti-valsecchi. Qui un´insolita rappresentazione itinerante porterà gli spettatori all´interno del palazzo trasformato per l´occasione in un enorme alambicco, tra magici effluvi sprigionati dalle polveri di vinaccia, nello spettacolo "Arte dell´Alchimia" E-mail: xpo@libero.It. Infine un´idea per unire vacanze, aria pura, splendore di cielo e mare, benessere in gran forma. Ci attende l´Aurum Suisse Thermal Village con la sua proposta di una vacanza termale nell´incantevole isola di Ischia. Tra il verde degli alberi il Thermal Village è una delle più antiche strutture alberghiere d´Europa, amato fin dall´Ottocento da personaggi illustri come Arturo Toscanini. I benefici delle acque termali si abbinano ai piaceri di Ischia: un clima caldo, la pineta rigogliosa, il mare forte e cristallino. La gamma vastissima di vasche di acqua termale permette di scoprire qual è la piscina giusta per affrontare ogni problema estetico o di salute: problemi di postoperazioni, obesità, cellulite, osteoporosi. E chi vuole può anche sperimentare il centro "Salute & Bellezza" con trattamenti come aerosol, inalazioni, fanghi, massoterapia, anche con pacchetti speciali a prezzi convenienti. E per visitare i dintorni, l´hotel organizza gite in barca intorno all´isola d´Ischia e di Procida ed escursioni a Capri, Napoli, Pompei, Sorrento e sulla costiera Amalfitana. Info www.Aurumhotels.it    
   
   
LA FLOTTA CONNOISSUER PER IL TURISMO FLUVIALE  
 
La Società Connoisseur annuncia l´acquisto di Emerald Star Line, la più prestigiosa società di noleggio di battelli in Irlanda. Le flotta dell´Emerald Star, con più di 200 imbarcazioni e tre basi, naviga sui fiumi Shannon e Erne, offrendo circa 450 Km di vie navigabili. Connoisseur comprende oggi 600 battelli e 20 basi di noleggio in Francia, Irlanda, Inghilterra, Belgio, Germania e Italia. Con l´acquisizione di Emerald Star, Connoisseur è diventato il più importante costruttore e noleggiatore di battelli fluviali in Europa, gestendo un giro di affari di più di 30 milioni di Euro. Connoisseur rinnova costantemente la sua flotta con una produzione crescente che sfiora le 50 unità all´anno. Una nuova gamma di battelli è stata esposta nei seguenti Saloni: la Magnifique al Salone Nautico di Parigi nel dicembre 2000; la Caprice al Salone Nautico di Parigi nel dicembre 2001. I Battelli Spazio e Comfort sono le parole chiave di Connoisseur nella costruzione delle sue imbarcazioni, la cui caratteristica principale è la guida senza patente: una semplice lezione prima di partire è sufficiente per imparare velocemente come guidare il battello e diventare veri e propri "marinai d´acqua dolce". La gamma Connoisseur è particolarmente diversificata e risponde a tutti i tipi di esigenze. Tradition Propone tre misure: 9 metri (1 cabina), 11.35 metri (2 cabine) e 12.75 metri (3 cabine). Questi battelli hanno il tetto apribile, per poter approfittare pienamente della bellezza dell´ambiente circostante. Commodore Nelle versioni 1..230 (per 4/6 persone) e 1.370 (per 6/8 persone), sono battelli estremamente lussuosi e particolarmente spaziosi. Come le imbarcazioni Tradition, il tetto del Commodore è interamente scorrevole e permette di pranzare all´aria aperta. Gamma Fb ´Fly Bridge" Esistono ben 8 modelli di battelli, da 9 a 14 metri, da 1 a 4 cabine. Queste imbarcazioni sono dotate di due posti di pilotaggio (interno ed esterno) e di un ampio solarium, nel quale c´è posto anche per un piccolo giardino, per ritrovarsi piacevolmente con gli amici e in famiglia. Corvette. Continentale e Magnifique Capacità: 2 cabine e 4 persone per la Corvette, 3 cabine e 6 persone per le Continentale, 4 cabine e 8+2 persone per la Magnifique. I locali e le cabine sono spaziosi e luminosi; ogni cabina è fornita di bagno, doccia, lavabo e Wc. Questi battelli sono muniti di due posti di pilotaggio e di un grande ponte, accessibile dal salone e dall´esterno, per poter prendere il sole e pranzare all´aperto. Concepiti in modo moderno e caratterizzati da un´ottima manovrabilità, questi battelli rispondono a tutte le esigenze dei nostri clienti sia per quanto riguarda la qualità dei materiali usati sia per i criteri di distribuzione degli spazi. Elite Questi battelli, pensati per i clienti più esigenti, hanno meno di due anni, ma presto verranno ristrutturati, saranno dotati dei più recenti optionals e tecnologie e svilupperanno fantastiche novità in materia di comfort. Novita´ 2003 I nuovi modelli Elegance hanno riscosso enorme successo nelle basi irlandesi e la loro popolarità ha convinto Connoisseur a portarli anche in Francia. Dimensioni: 13.10 metri x 4.10 metri Capacità: 6+2 Caratteristiche: 3 docce, 3 lavabo, 3 Wc; doppio posto di pilotaggio interno ed esterno. Punti di forza: • Ponte molto spazioso e luminoso • Posto di pilotaggio esterno sopraelevato, che facilita la guida e che permette un´ottima visibilità • Riscaldamento e climatizzatore Tutti questi battelli (costruiti nei nostri cantieri di Norfolk Broads in Inghilterra) sono di concezione moderna e privilegiano il comfort, lo spazio e la luminosità.  
   
   
LA7 DEDICA 3 PUNTATE DI "OLTRE IL GIARDINO" ALLE ISOLE BORROMEE  
 
La prima sarà trasmessa domenica 11 maggio 2003 alle ore 11.30, la seconda il 18 maggio e la terza il 25 maggio, sempre alla stessa ora. Le riprese illustreranno i magnifici giardini dell´Isola Bella e Isola Madre, da gennaio 2003 inseriti nel prestigioso circuito botanico inglese Rhs. La Famiglia Borromeo Arese ha appena festeggiato l´evento, la cui importanza è stata sottolineata dalla intervista di Giudith Wade Bernardi di Grandi Giardini Italiani. Il capo giardiniere Gianfranco Giustina accompagnerà il pubblico nei giardini raccontando la storia delle essenze che li abitano e le magnifiche fioriture alle quali sono stati dedicati gli appuntamenti botanici di quest´anno. In particolare a proposito delle camelie antiche, l´intervento della rappresentante italiana della International Camellia Society, Mirella Motta. Isola Bella Fino a circa il 1630 l´Isola Bella era costituita da un lembo di terra e roccia abitata da pescatori. Le prime opere edilizie furono avviate da Giulio Cesare Borromeo, ma fu Carlo Iii (1586-1652) che diede il via ai primi interventi concreti e chiamò l´Isola Isabella in onore della moglie Isabella D´adda. Il primitivo progetto fu migliorato e innovato dai figli di Giulio Cesare, il Cardinale Giberto Iii e in particolare Vitaliano Vi che nel 1670 definì il progetto del monumentale palazzo barocco e della maestosa scenografia dei giardini. Palazzo e giardini vennero concepiti come un´unica entità di grande impatto scenografico: l´isola prese la forma di un immaginario vascello con la villa edificata nella parte più stretta a settentrione e il giardino nella parte più ampia della zona meridionale. Nella realizzazione di questa visione si succedono, dalla metà del Seicento fino a metà Ottocento, importanti architetti come Giovanni Angelo Crivelli, Filippo Cagnola, Carlo Fontana, Giulio Galliori, Cosimo Morelli, Giuseppe Zanoia e Luigi Canonica. Dopo secoli di lavori il Principe Vitaliano X Borromeo Arese terminerà nel 1952 il Palazzo con la costruzione del Salone Grande, della facciata settentrionale e nel 1958 del grande molo all´estremità superiore dell´isola. Splendido e grandioso, il giardino barocco all´italiana è uno degli esempi più noti e meglio conservati in Italia. Costruito in tempi diversi, è un insieme coerente di forma piramidale che culmina nella grande statua del Liocorno cavalcato da Amore. Articolato in dieci terrazze digradanti, è abbellito da vasche, fontane, prospettive architettoniche e una moltitudine di statue risalenti alla seconda metà del Seicento rappresentanti personificazioni di fiumi, venti e stagioni. Il clima, particolarmente mite, ha permesso a una vegetazione ricca di varietà e specie di trovare qui il suo habitat. Fra azalee e rododendri, spalliere di pompelmi e arance amare, orchidee e piante carnivore, spicca la sagoma di una canfora di oltre duecento anni. Isola Madre È la più grande delle Isole Borromeo, caratteristica per l´atmosfera raccolta, silente, incantata: un giardino di piante rare e fiori esotici nel quale vivono in piena libertà pavoni, pappagalli e fagiani d´ogni varietà creando il fascino di una terra tropicale. Solo nel 1600, dopo lunghissime trattative con la Curia di Novara a cui Apparteneva, l´Isola Madre fu ceduta ai Borromeo che già vi si erano insediati dal 1500. Furono qui piantati i primi agrumeti. Con il passare del tempo prese forma il Parco Botanico e un clima particolarmente mite ha permesso di coltivare una flora esotica, sorprendente per la latitudine del luogo. L´attuale Parco Botanico all´inglese è stato realizzato ai primi dell´Ottocento e allo stesso periodo risale il nome di Isola Madre. Da allora nel parco botanico trovarono dimora le essenze riportate dai viaggi e furono acclimatate e coltivate le piante più rare. L´isola Madre è particolarmente famosa per la fioritura di azalee, rododendri, camelie, ma anche per i pergolati di glicini antichissimi, per l´esemplare più grande d´Europa di Cipresso del Cashmire di oltre duecento anni, per le spalliere di cedri e limoni, per la collezione di ibiscus, per il Ginkgo Biloba. Un microclima favorevole e dolce fa convivere aceri, banani, camelie, eucalipti, palme, ed una splendida collezione di conifere che sorprende i botanici di tutto il mondo. Nel 1978 è stato aperto al pubblico il Palazzo del Xvi° secolo, interessante per la ricostruzione di ambienti d´epoca e per le collezioni di livree, bambole e porcellane; è assolutamente eccezionale l´esposizione dei "Teatrini delle Marionette" costruiti per i bambini della famiglia Borromeo dal ´600 all´´800. La Royal Horticultural Society E I Giardini Delle Isole Borromee La storia della Royal Horticultural Society inizia nel 1804. Fondata inizialmente con il nome di The Horticultural Society of London da sir Joseph Banks e da John Wedgwood, aveva lo scopo di raccogliere informazioni a proposito di tutte le piante e di promuovere la pratica del giardinaggio con mostre e feste. Nel 1850, dopo una lunga crisi che vide dispersa la ricca biblioteca della società, il principe Alberto, marito della regina Vittoria, finanziò la società, trasformandola in Royal Horticultural Society e stabilendo la sede presso i giardini di Kensington a Londra. La Società divenne così sempre più importante, fino ad acquistare la biblioteca di John Lindley, ricca di ben 50.000 libri, 1.500 periodici e 18.000 disegni botanici. La biblioteca è ancora aperta ai soci Rhs. Nel 1903 sir Thomas Hanbury acquistò per la Società il giardino di Wisley nel Surrey e lo presentò come un nuovo giardino sperimentale. Dopo Wisley, il parco di Rosemoor nel Devon fu donato alla Rhs da lady Anne Palmer; a questa donazione seguì quella dei coniugi Robinson, di Hyde Hall nell´Essex, e infine Harlow Carr, nel nord Yorkshire. Nei quattro giardini di proprietà la Rhs organizza corsi di botanica e di giardinaggio a tutti i livelli, sperimentando nuove tecniche e nuove pratiche. L´iniziativa più conosciuta della Rhs è il Chelsea Flower Show, che si svolge in maggio ed è nota in tutto il mondo. Oltre a questa anche le mostre di Hampton Court Palace e di Tatton Park nel Cheshire. Per promuovere meglio il giardino e il giardinaggio la Rhs ha congiunto le sue forze con quelle di altri giardini, affiliando nella Società oltre 80 giardini nel Regno Unito e 20 in Europa. Il parco dell´Isola Madre e i Giardini dell´Isola Bella sono stati inseriti dal gennaio 2003 nella grande famiglia Rhs. L´inserimento dei Giardini dell´Isola Bella sancisce una fama iniziata nella seconda metà del 1600. Sono tra i pochissimi "giardini all´italiana" conservati così come furono pensati e progettati; una sorta di "giardino di Armida, ancorato ad un lago di sogno, una specie di sorriso immobile di perenne bellezza" (E. Warthon, Il Giardino Italiano, Passigli ed.). Per il Parco dell¹Isola Madre è il riconoscimento della grande qualità delle sue essenze, dell´interesse botanico e della sua magica atmosfera. Inoltre è stato apprezzato il lavoro costante del capo giardiniere Gianfranco Giustina che, con il consenso e l´interesse della famiglia Borromeo, ha consolidato le vecchie acquisizioni e introdotto nuove essenze, in un continuo processo di rinnovamento del parco, sempre nella scia della grande qualità del passato. Il riconoscimento internazionale sancisce dunque il merito della famiglia Borromeo di aver mantenuto l´integrità del giardino all´italiana dell´Isola Bella e di aver consolidato la struttura esistente di parco all´inglese e di giardino romantico dell´Isola Madre, integrando le collezioni con nuove presenze, così da offrire al visitatore botanico un´ampia materia di studio e di conoscenza ed al turista la gradevole sorpresa di fioriture continue ed esuberanti. Viene così perpetuato l´intendimento di quei primi componenti della Famiglia Borromeo che hanno voluto ed ideato il Giardino dell´Isola Madre. Gli Eventi Botanici 2003 - Calendario Quest´anno alcuni eventi contrassegneranno la stagione dell´Isola Madre, offrendo ai visitatori spunti sempre diversi per visitare questi "luoghi di meraviglia". Gli eventi sono tutti centrati sulle splendide fioriture che si avvicendano nei giardini dell´Isola Madre e vogliono sottolineare l´unicità di questi momenti. Isola Madre - Lago Maggiore Dal 30 marzo al 13 aprile 2003 Le Camelie Antiche: duecento anni di fascino Dal 19 aprile al 4 maggio 2003 I Glicini: eleganti liane d´Oriente Dal 17 aprile al 1° giugno 2003 La Nobile Magnolia Dal 27 settembre al 5 ottobre 2003 Lo splendore delle Orchidee Orari di visita Isola Madre Da marzo a settembre: dalle 9.00 alle 17.30 (ultimo ingresso) Ottobre: dalle 9.00 alle 17.00 (ultimo ingresso) Biglietto di ingresso Isola Madre Ragazzi 4,00 Euro Adulti 8,00 Euro (7,00 Euro se gruppi) Per informazioni e prenotazioni visite guidate: Amministrazione Borromeo - Ufficio Promozione e Marketing Palazzo Borromeo - 28838 Isola Bella (Vb) - tel. 0323 30556 - fax 0323 30046 e-mail info@borromeoturismo.It -www.Borromeoturismo.it Le Magnolie Dell´isola Madre Le Magnolie sono state piantate nello splendido giardino dell´Isola Madre intorno alla seconda metà dell´Ottocento e formano il centro di bellissime zone del parco. Si tratta soprattutto di grandi esemplari di Magnolia grandiflora, di Magnolia. Stellata e di Magnolia soulangeana. Ma accanto a queste varietà, comuni anche ad altri grandi parchi, si possono ammirare alcune Magnolie decidue che sono delle vere rarità, come la Magnolia x wieseneri dai fiori a coppa profumatissimi di colore panna sfumato di rosa e stami rosso scuro, la Magnolia macrophylla e la Magnolia acuminata "Yellow Bird" dai grandi fiori giallo vivo a coppa ravvicinata. Tra le magnoliaceae è presente sull´Isola anche il genere Michelia, con la specie più rappresentata: figo una sempreverde dai fiori profumati di banana e orlati di marrone, usati in Cina per profumare il tè ed estrarre olio essenziale. Oltre alle piante da ammirare nel giardino, durante la mostra sarà allestita una esposizione fotografica di magnolie e di fiori di magnolia; attraverso queste stupende gigantografie realizzate da esperti conoscitori tra cui Sir Peter Smithers, Jim Gardiner ed Helmut Hort si potrà apprezzare la perfetta bellezza dei fiori, la nobiltà delle piante, l´aerea leggerezza di alcune delle varietà più spettacolari. Www.borromeoturismo.it     
   
   
FINALMENTE DEBUTTA LA GRANDE ANNATA 1999 DEL RE DEI VINI DI MARCHESI DI BAROLO  
 
Barolo (Cuneo). Quando si parla del Re dei vini è inevitabile pensare al Barolo, e tra le aziende produttrici la memoria corre subito alla Marchesi di Barolo, maison storica che affonda le sue radici nei lontani inizi dell´Ottocento, quando i Marchesi Falletti "crearono quel tipo di vino che va ora sotto il nome di Barolo" come scrive il Canonico Domenico Massè. Sabato 17 maggio le cantine e la Foresteria della casa si preparano a festeggiare un appuntamento importante che si rinnova di primavera in primavera: la presentazione delle nuove annate. Questa volta è il turno dell´eccezionale vendemmia del 1999. Sono tre i Barolo della casa; il Barolo Cannubi, il Barolo Sarmassa e il Barolo Vigne di Proprietà in Barolo, che nella più recente edizione della Guida d´Italia Gambero Rosso - Slow Food, si è aggiudicato per la terza volta i prestigiosi Tre Bicchieri. A partire dal 17 maggio visitando le cantine dei Marchesi di Barolo si potranno finalmente assaggiare le nuove annate di questi vini rossi dalle caratteristiche diverse, in cui predomina il gusto vellutato, austero oppure ampio, ma tutti contraddistinti da una grande eleganza. "È sempre una grande emozione - affermano Ernesto Abbona e la moglie Anna - presentare le nuove annate dei nostri vini. Vorremmo che questo appuntamento divenisse un vero e proprio evento a cui possa partecipare un numero sempre maggiore di amanti del bere bene. Il vino che presentiamo oggi si preannuncia dalle virtù straordinarie, con un bouquet dotato di una gamma infinita di sensazioni ampie e persistenti e un gusto che impressiona per le sue sensazioni di grande armonia ed equilibrio". Per conoscere e degustare il Barolo ´99, il 17 maggio la cantina sarà aperta al pubblico dalle 10.00 alle 17.00. Lo stesso giorno la Foresteria della maison ospiterà un evento imperdibile ed esclusivo, un pranzo nel corso del quale i nuovi vini saranno abbinati a un menù d´eccezione preparato da Nerbert Niederkofler, chef dello stellato ristorante St. Hubertus di San Cassiano (Bolzano).  
   
   
IL 17 E 18 MAGGIO I PIÙ FORTI SPECIALISTI AZZURRI AL "GRAN PREMIO D´ITALIA" DI SKIROLL  
 
Passo Coe e Folgaria, patria dello sci di fondo con oltre 20 manifestazioni organizzate ogni inverno, non può mostrarsi insensibile alla versione estiva della disciplina nordica. Così sabato 17 e domenica 18 maggio, sui saliscendi degli altipiani folgaretani, andrà in scena un prestigioso appuntamento riservato agli specialisti dello sci con le rotelle, il Gran Premio d´Italia di skiroll. Sarà proprio Folgaria ad avere l´onore di inaugurare l´edizione 2003 dell´importante circuito, che annovera al suo interno quattro prove distribuite tra le località più famose in ambito nazionale. Un evento atteso dagli specialisti italiani, che partecipano a tutte le manifestazioni agonistiche stagionali, ma anche dalle migliaia di fondisti, che vedono nello skiroll uno strumento di allenamento per la propria passione sportiva invernale. Sono attesi chiaramente i big della disciplina, a partire dai campioni italiani in carica Alfio Di Gregorio (seniores) e Simone Paredi (juniores), ma non è esclusa pure la presenza di alcuni azzurri del fondismo. La novità assoluta riguarda invece la partecipazione degli iscritti alla F.i.h.p. (Federazione Pattinaggio) oltre che agli iscritti alla F.i.s.i. (Federazione Sport Invernali). Sarà dunque una gara dai grandi numeri quella organizzata dal Gronlait orienteering Team in collaborazione con il Gs Hartmann, che metterà in palio il 1° trofeo Gronlait e il 1° trofeo Massimo Larentis. Il programma prevede una gara sprint nel pomeriggio di sabato 17 maggio su varie distanze a seconda delle categorie, che vanno dagli 84 metri per gli allievi ai 900 metri per i seniores e master. La prova sprint (che prenderà il via con il primo concorrente alle 17.00 da Fondo Grande), pur essendo su breve distanza, si annuncia spettacolare quanto la versione invernale della specialità. Il giorno successivo, domenica 18 maggio, toccherà alla gara più impegnativa, lo skiroll in salita da Piazza Marconi (nel pieno centro di Folgaria) fino a Passo Coe, per una lunghezza complessiva di 11 km senza respiro. Info tecniche: 338 6087332 - www.Gronlait.net  Info turistiche: 0464 721133 - www.Altipianitrentini.tn.it    
   
   
GLI ALINARI CHE NON CONOSCEVATE PRESENTATA A FIRENZE LA PRIMA MONOGRAFIA SUL GRANDE ATELIER FIORENTINO INTANTO I VISITATORI DELLA MOSTRA SALGONO A 50 MILA  
 
Firenze - Nel contesto della grande mostra sui Fratelli Alinari in programma fino al 2 giugno, è stato presentato oggi a Palazzo Strozzi un nuovo volume che il curatore Arturo Carlo Quintavalle ha dedicato ai famosi fotografi fiorentini e al loro rapporto con la fotografia europea (Gli Alinari, edizioni Fratelli Alinari, 608 pagine, 1000 illustrazioni, € 120). Presenti, oltre a Quintavalle, il presidente di Firenze Mostre Franco Camarlinghi ("Superata", ha detto, "la quota di 50 mila visitatori"), il presidente della Fondazione Alinari per la Storia della Fotografia, Claudio de Polo, e Luigi Tomassini, docente di storia della fotografia all´università di Bologna. L´opera appare una novità importante anche rispetto a molti studi di storia della fotografia troppe volte, in Italia, privi di basi specialistiche, spesso rassegne di insieme non legate a un singolo problema, periodo, autore. Mancano spesso, da noi, anche le trattazioni monografiche che all´estero sono alla base di ogni ricerca storica. In passato la Alinari ha invece proposto tagli diversi, individuando nella storia delle città e delle loro immagini un modello plausibile di rapporto tra fotografia, memoria, e modi diversi di ripresa. Inoltre la Alinari ha proposto in una grande rassegna la propria storia, chiamando a contribuire all´analisi alcuni studiosi, in particolare storici dell´arte, oltre che storici della fotografia. Adesso Quintavalle, studioso di storia dell´arte e di storia della fotografia, propone un´analisi diversa anche da quella monografica, non fosse che perché dà conto dell´impresa Alinari dalle origini, dunque dal 1852 al 1920, al momento in cui Vittorio Alinari cede la ditta, destinata comunque a proseguire fino ad oggi la propria attività. Il volume racconta una storia diversa dei tre fondatori (i fratelli Leopoldo, Romualdo e Giuseppe Alinari), a cominciare dalla loro formazione, certo non locale, ma legata a Parigi dove il dialogo con l´Atelier di Gustave Le Gray appare, proprio agli inizi degli anni ´50, determinante per Leopoldo stesso. La "Mission héliographique" del 1851, dove cinque grandi fotografi sono incaricati di documentare, per conto del governo francese, i maggiori monumenti da salvare e restaurare (Mission promossa da Prosper Merimée che si serve come restauratore di Eugène Violet Le Duc) mette in evidenza, in Francia, il rapporto con l´arte medievale che identifica l´idea stessa di nazione. Proprio la Mission, insieme al rapporto stretto con maggiori fotografi dell´atelier Le Gray attorno alla metà del secolo, diventa per Leopoldo Alinari punto di partenza per un discorso nuovo che si collega strettamente con le tensioni e le passioni per l´unità d´Italia. Non per nulla sarà un esule fiorentino e repubblicano a fare da corrispondente a Parigi dell´Impresa. Non per niente sarà "La Lumière", la maggior rivista di fotografia degli anni ´50, a illustrare ed esaltare l´opera dei fratelli Alinari posta alla pari con le fotografie di Le Gray, Nègre, Baldus, Le Secq e di tutti i maggiori fotografi europei di quegli anni, con i quali, del resto, gli Alinari espongono nelle maggiori mostre internazionali. Il libro comincia con la ricostruzione, negli anni ´40 dell´800, del rapporto degli Alinari con la grafica incisa dell´impresa Bardi, e poi con Lerebours e con Artaria, editori che traggono incisioni dai dagherrotipi. Subito dopo, negli anni ´50, l´opera degli Alinari diventa di rilievo europeo e appare poi fondamentale per la creazione di un´immagine dell´Italia unita a partire dagli anni ´60 del secolo Xix. Nel volume si dà conto anche del progetto culturale e del modello operativo degli Alinari che intendono ricostruire, nel territorio della fotografia, quello stesso spirito di esplorazione e riscoperta del mondo che aveva caratterizzato in Egitto, Siria e Palestina l´invenzione delle immagini di Maxime du Camp e degli altri grandi fotografi "orientalisti" negli anni ´50 del secolo. Ecco dunque che Leopoldo e i suoi operatori si pongono davanti alle città dello Stato della Chiesa e a quelle del meridione d´Italia con lo stesso atteggiamento. Programmano, quindi, sempre uno schema che si ripete: cominciano con alcune vedute generali da punti di vista storicamente motivati, passano poi alle riprese in asse dei maggiori edifici medievali, religiosi e civili, sono foto che creano la nuova iconografia delle città per 3 o 4 generazioni. Negli anni ´90 Vittorio Alinari propone una foto diversa, stabilendo un rapporto diretto con la nuova pittura, quella da Lega a Fattori, per giungere poi, con un imponente volume, a documentare i "Paesaggi italici", quelli del viaggio di Dante Alighieri riletto alla luce della civiltà del pictorialism, quello inglese più di quello francese. Comunque, e fino all´ultimo, l´impresa continua a documentare la cultura dell´arte italiana, passando dall´architettura e scultura delle riprese dei primi anni, alla documentazione delle pitture, anche qui seguendo dei modelli molto precisi e inventando veramente un modo di raccontare l´arte che resterà nella tradizione occidentale. Ma non si dimenticano, gli Alinari, il dialogo con la realtà, quella che il mondo dei grandi narratori è venuta riscoprendo, da Capuana a Verga, da De Roberto a Grazia Deledda. Alle foto dei monumenti si aggiungono così, ben presto, altre storie: quelle della vita delle classi povere e le immagini del lavoro, foto comunque sempre di qualità eccezionale. Anche in questo caso Quintavalle analizza i rapporti fra pittura, letteratura e fotografia, tra cultura italiana e cultura di Francia e infatti fa da copertina al volume "Il dolce far niente", una immagine scattata a Napoli negli anni ´90 insieme a decine di altre sui mestieri di strada. Nel libro, dunque, la vicenda della fotografia diventa un punto di passaggio irrinunciabile per comprendere la storia. E un´azienda, gli Alinari appunto, viene assunta come testimone, e fra i maggiori in Italia, con Anderson, Brogi, Sommer e pochi altri, della rivoluzione culturale che trasforma il paese nella seconda metà del secolo Xix e, ancora, allo scadere di quell´età che si conclude con la prima guerra mondiale. Dunque Vittorio Alinari, fotografando i paesaggi danteschi in un volume edito appena conclusa la grande guerra e chiudendo così l´impresa di famiglia, sembra voler sfuggire al dramma di quella crisi economica, civile e politica che esploderà agli inizi degli anni ´20. Firenze Mostre S.p.a, Palazzo Strozzi, Piazza Strozzi, 50123 Firenze Tel. 055.2776406; 055.2776461 Fax 055 2646560 E-mail: firenze.Mostre@flashnet.it  
   
   
LEGNANO: LA NUOVA EDIZIONE DELLA SAGRA DEL CARROCCIO UNA PASSIONE CHE FA STORIA 25 MAGGIO 2003: SI RINNOVA LA SFIDA TRA LE CONTRADE AI PIEDI DEL CROCIONE  
 
Un appuntamento per non dimenticare la propria storia, per rivivere ogni anno le atmosfere medievali della Sfilata storica e per lasciarsi trasportare dalle emozioni che soltanto il Palio può regalare. Sono questi gli ingredienti principe della Sagra del Carroccio, l´insieme delle manifestazioni istituzionali del Comune di Legnano, volte a commemorare la Battaglia di Legnano del 29 maggio 1176. Atmosfere ed emozioni chiamate a celebrare il Columbus Day, unica manifestazione storica italiana, lo scorso 14 Ottobre, quando la sfilata storica legnanese è stata riproposta lungo la celebre Quinta strada di New York. L´evento ha ispirato in passato artisti ed intellettuali come Cesare Cantù ("Algiso"-1828), Giovanni Berchet ("Le fantasie"-1829), Massimo D´azelio ("La battaglia di Legnano"-1831), Goffredo Mameli ("Fratelli d´Italia"-1847), Giuseppe Verdi ("La battaglia di Legnano"-1849), Enrico Butti ("Monumento al guerriero"-1900), Giosué Carducci ("Il Parlamento"-1901), Giovanni Pascoli ("Canzoni di Re Enzio"-1908), Gaetano Previati (" Trittico della Battaglia"-1915) e, in tempi più recenti Umberto Eco ("Baudolino"-2000). Legnano ne celebra il ricordo grazie all´impegno di tutta la cittadinanza e, in particolare, delle otto storiche Contrade: Sant´ambrogio, San Bernardino, San Domenico, Sant´erasmo, La Flora, Legnarello, San Magno e San Martino. Il fulcro della vita associativa e delle attività di ogni contrada è il Maniero, in cui tutto l´anno fervono i preparativi per la sfilata e il palio. L´appuntamento è fissato per Domenica 25 Maggio Per l´occasione, dame cavalieri e più di un migliaio di figuranti animeranno le strade cittadine con i preziosi colori dei loro raffinati costumi, fedelmente realizzati secondo le tradizioni medievali. Ogni contrada, nel carosello storico, svolgerà un tema, ossia rappresenterà tramite i suoi figuranti, un aspetto della vita del medioevo. Il corteo sarà chiuso dal Carroccio, il carro simbolo delle libertà comunali, e dalla Compagnia della morte, una formazione di cavalleria che la leggenda vuole determinante per le sorti della battaglia di Legnano, sotto la guida di Alberto da Giussano, la figura leggendaria di condottiero, il cui monumento, modellato dallo scultore Enrico Butti nel 1900, è diventato uno dei simboli della città. Nel tardo pomeriggio dell´ultima domenica di Maggio, il pubblico potrà assistere al palio ippico delle contrade: l´appuntamento più emozionante e spettacolare della Sagra. Preceduto dalla sfilata storica e dai momenti altamente coreografici degli onori al Carroccio e della carica della Compagnia della morte, il palio è una corsa con fantini ingaggiati dalle contrade che cavalcano a pelo, nella migliore delle tradizioni paliesche. La corsa si articola in due batterie eliminatorie da quattro giri cadauna (l´anello della corsa misura 240 metri) e in una finale (da cinque giri) cui accedono i primi due piazzati di ogni batteria. Uniti contro il nemico in funzione ciascuno dei propri interessi di parte, i Comuni riuniti nella lega combatterono il Barbarossa così come le Contrade, sfilano insieme per celebrare il ricordo della Battaglia ma si contendono strenuamente la vittoria nella corsa. Cosa meglio del Palio può oggi rappresentare lo spirito di allora?Infolink: http://www.Paliodilegnano.it/    
   
   
ZIBELLO, ECCO COME NASCEVA UN BORGO RINASCIMENTALE  
 
All´interno dell´Itinerario "Le Arti e le Corti del Parmigianino", sabato 10 maggio 2003 a Zibello (Pr) verrà presentata la mostra "Nascita di un Borgo rinascimentale". Il tutto sopra al palco del teatro di Palazzo Pallavicino, riaperto dopo mezzo secolo. La mostra resterà aperta sino al 30 settembre 2003. Quasi un´operazione alchemica che riproduce in vitro la nascita di un borgo rinascimentale. Ecco cosa ci offre il restaurato teatro ottocentesco voluto dal marchese Antonio Pallavicino all´interno del suo palazzo a Zibello (Parma) e restituito dopo mezzo secolo di attesa al suo originario lustro. Il suo palcoscenico verrà presentato al pubblico sabato 10 maggio alle ore 16. Illustreranno la "Nascita di un borgo rinascimentale", tappa dell´ itinerario "Le Arti e le Corti del Parmigianino", Andrea Borri, presidente della Provincia di Parma e Giorgio Quarantelli, sindaco di Zibello. Interverranno Vincenzo Bernazzoli, vice presidente della Provincia di Parma e coordinatore del progetto "Le Arti e le Corti" e Caterina Siliprandi, assessore provinciale al Turismo. Proprio il borgo di Zibello, infatti, fu soggetto ad importanti opere di ampliamento che, a partire dalla fine del 400 (quando il suo signore, Giovan Francesco Pallavicino, raggiunse l´acme della sua potenza), portarono alla luce la contrada, la chiesa parrocchiale e il monastero dei domenicani. La rocca venne trasformata da rude fortezza in preziosa dimora signorile edificando il Palazzo del Podestà, e al suo interno uno dei suoi eredi vi fece costruire nel 1804 un piccolo teatro, utilizzato fino alla metà del secolo scorso. Oggi grazie ai restauri promossi dalla Provincia di Parma, è possibile visitare i due ordini di palchi, la platea ed il suggestivo palcoscenico. Una felice idea ha voluto ambientare in questa platea un´installazione audiovisiva che ricrea virtualmente la nascita di questo piccolo gioiello del Rinascimento, curando in particolare gli aspetti architettonici e decorativi. E qui l´attenzione si concentra sulle pregiate decorazioni in terracotta, tipiche delle residenze dei Pallavicino che si pregiarono dell´ opera della famiglia cremonese dei De Stavolis, fornaciai attivi in tutto il ducato di Milano, regalando così al territorio parmense le influenze del laterizio ornamentale di matrice lombarda. La rievocazione audiovisiva permette di apprezzare l´ampliamento quattrocentesco del tessuto urbano di Zibello, attraverso fotografie e immagini proiettate in multivisione sul palcoscenico. Un sapiente gioco di luci ed una esposizione di pezzi antichi ricostruiti o virtualmente proiettati, fanno rivivere la storia e la cultura di un borgo rinascimentale e del suo signore. La mostra, promossa dalla Provincia di Parma, rimane in programma sino al 30 settembre e resta aperta sabato, domenica e festivi dalle ore 15 alle 18. Il prezzo del biglietto è di 4 euro. Zibello si raggiunge con l´autostrada A1, uscita Fiorenzuola, proseguendo sulla provinciale per Busseto e quindi per Zibello. Per informazioni: Parma Turismi, tel. 0521 228152, fax 0521 223161, e-mail parma.Turismi@tin.it sito web www.Parmigianino-2003.it    
   
   
DAL 10 MAGGIO UNA MOSTRA NELLO SPAZIO ARCHEOLOGICO DEL SASS A TRENTO  
 
Chi ha detto che le Alpi hanno sempre diviso le genti e impedito la comunicazione fra culture ed etnie diverse? Da diecimila anni, in realtà, la catena montuosa che oggi costituisce il confine settentrionale del nostro Paese, è sempre stata un punto di incontro e di scambio per i popoli mediterranei e centroeuropei. A testimoniarlo esistono migliaia di reperti archeologici e documenti, una piccola parte dei quali sono esposti in questi giorni a Trento nello spazio archeologico (denominato Sass) sottostante a Piazza Cesare Battisti. La mostra si intitola "Attraverso le Alpi. Uomini, vie, scambi nelle antichità" e offre al visitatore l´opportunità di scoprire il ruolo di cerniera svolto da queste montagne nella storia attraverso un percorso breve e chiaro. Inaugurata il 10 maggio, rimarrà aperta fino al 29 giugno. Costituitasi un milione e 800mila anni fa in seguito ai movimenti delle placche, la catena alpina, pur annoverando le vette più alte del Continente, non è mai stata una barriera insuperabile grazie ai numerosi varchi alpini che la attraversano. Le tracce dei primi passaggi umani risalgono a diecimila anni fa e da allora si è andato costituendo un sistema di strade, ponti e servizi logistici sempre più complesso e strutturato con insediamenti localizzati per lo più nelle zone di intersezione fra le vie. Una serie di pannelli in due lingue (italiano e tedesco) ci accompagna in questa esplorazione nella storia dei commerci e degli scambi che hanno avuto le Alpi come teatro. La Valle dell´Adige, in particolare, ha cominciato ad essere utilizzata in modo sistematico a partire dal Iv secolo a.C., come testimoniano i numerosi vasi etruschi rinvenuti; è stato grazie ai valichi alpini se in quell´epoca la loro cultura è entrata in contatto con quella dei Celti. Molto interessante la sezione dedicata alle infrastrutture e alle tecnologie utilizzate dai carovanieri; ancora oggi si possono vedere le strade e i ponti costruiti dai romani, ai quali si deve la creazione del sistema viario utilizzato per secoli dopo la fine del loro dominio. I carri erano trainati da cavalli, muli o addirittura cammelli, a cui prestavano assistenza una serie di stazioni di servizio molto organizzate. Una sezione a parte è stata dedicata ai monili e ai doni votivi, che venivano impiegati per invocare la protezione degli dei: attraversare le Alpi, infatti, poteva essere molto pericoloso a causa di frane, valanghe e furti. Questo l´orario della mostra: 9.00-12.00, 14.30-18.00. Chiuso il lunedì. L´ingresso costa 2 euro (1 il biglietto ridotto) Info: 0461 230171  
   
   
BEST WESTERN INTERNATIONAL ANNUNCIA 78 NUOVE AFFILIAZIONI NEL PRIMO TRIMESTRE  
 
Best Western International conclude il primo trimestre 2003 con risultati molto soddisfacenti grazie all´ingresso di 78 nuovi hotel di cui 37 nuovi affiliati nel Nord America e 41 a livello internazionale. Nel Nord America, l´ingresso di 37 hotel ha contribuito ad un aumento del numero di camere pari a 2.996. Importanti acquisizioni nelle zone degli aeroporti, nei centri delle città, e negli snodi commerciali hanno potenziato l´immagine del marchio nel mercato di riferimento. Tra le nuove affiliazioni compaiono il Best Western Miami Airport West, di nuova costruzione e con 100 camere; il Best Western Charleston Airport, 149 camere; il Best Western South Miami, 117 camere, e il Best Western Airport in Ny, 91 stanze. "L´obiettivo è quello di continuare a migliorare la qualità degli alberghi che si uniscono alla catena e incrementare la quota di mercato consumer, afferma Mark Williams - Vice Presidente dello Sviluppo per il Nord America. Passo dopo passo stiamo trasformando la percezione che i clienti, i proprietari di hotel e le società immobiliari hanno di Best Western. Più il marchio continua a crescere e maggiore è la loro consapevolezza che siamo la catena più redditizia e competitiva all´interno del segmento medio". Dal punto di vista internazionale si è prestata molta attenzione alla conquista di nuove posizioni in Europa. La Francia e i Paesi Bassi hanno affiliato 4 nuovi alberghi, seguiti dall´Italia con 3, e da Germania e Spagna con 2 hotel. In più, è stato acquisito il primo albergo in Bulgaria, il Best Western City Hotel a Sofia. Il Sud Pacifico, gli Stati Centrali e l´Asia, nel primo trimestre, hanno mantenuto la loro crescita costante. L´australia ha spianato la strada con 7 nuovi ingressi, mentre 3 nuovi Best Western sono stati acquisiti nel Bahrein. Infine, la politica di espansione Best Western ha toccato nuovamente l´Asia dove il marchio ha dato il benvenuto a 3 nuovi hotel in Cina, per un totale di 700 camere. I nuovi affiliati sono il Best Western Kylin Hotel in Qingdao, 300 camere; il Best Western Maei Yuan in Hangzhou, 200 camere, e il Best Western Sun Sun in Macau, 200 camere. Best Western, presente in 81 nazioni con più di 4.000 strutture, è la più grande catena alberghiera indipendente a livello mondiale. Con i suoi 134 alberghi, Best Western Italia conferma la sua leadership nel nostro Paese.  
   
   
DOMENICA 11 MAGGIO LA SESTA EDIZIONE DELLA "RAMPILEDRO" SULLA DISTANZA DI 40,5 KM  
 
Per la sua seconda tappa il circuito "Rampitour d´Italia 2003" approda nella suggestiva Val di Ledro, dove domenica 11 maggio si disputerà la sesta edizione della "Rampiledro". Si tratta di una competizione impegnativa, visti i suoi 16.6 chilometri di salite che portano ad un dislivello totale di 1550 metri, a cui si aggiungono 13,5 chilometri in discesa e 10,4 Km in pianura o falsopiano. La gara partirà alle ore 10.30 sulle rive del lago, per poi inerpicarsi sui monti circostanti, con la parte più impegnativa che sale fino a quota 1843 di Cima Marogna, tragitto caratterizzato da una serie interminabile di tornanti su strada sterrata e con l´originale passaggio in alcune gallerie della grande guerra. Ancora alcuni saliscendi per giungere a Tremalzo, dopo aver superato il rifugio intitolato a Giuseppe Garibaldi che a Bezzecca combatté contro gli austriaci, quindi il discesone verso Tiarno di Sopra e arrivo a Pieve di Ledro. Lo scorso anno si imposero Martino Fruet su Massimo De Bertolis e la meranese Alexandra Hober in campo femminile. Il colpo d´occhio è tra i più suggestivi che un biker possa attendersi. La valle, infatti, pur essendo contigua al Lago di Garda, si presenta con un paesaggio prealpino ed è conosciuta soprattutto per i resti di un antico villaggio palafitticolo rinvenuti si margini del lago. La Valle di Ledro è una vera patria per le Mtb e se ne sono accorti anche i biker tedeschi che per tre anni di fila, con la collaborazione degli appassionati ledrensi, vi hanno disputato la "Bike Marathon". Una zona che offre anche molte opportunità di divertimento per gli amanti delle due ruote; sono ben 15 i tracciati segnalati da un´apposita guida, con lunghezze che variano da 2 a 40 chilometri, molti dei quali si intersecano e danno vita a giri indimenticabili, sempre accessibili da inizio primavera ad autunno inoltrato. La gara per gli agonisti sarà preceduta, come avviene in tutte le tappe del "Rampitour", dalla manifestazione riservata ai più piccoli, la "Minirampiledro" in collaborazione con la Uisp del Trentino. Bambini e ragazzi fino ai 14 anni affronteranno un tracciato non competitivo e impareranno ad usare la bicicletta e a rispettarsi. Info: 0464 591222 -www.Rampitour.com  
   
   
TORRECHIARA: L´EVOLUZIONE DEL CASTELLO TRA MEDIOEVO E RINASCIMENTO  
 
All´interno dell´Itinerario "Le Arti e le Corti del Parmigianino", domenica 11 maggio 2003 a Torrechiara (Pr) si presenta il percorso "Dalla fortezza alla residenza di corte". In mostra fino al 30 settembre 2003. Una mostra, organizzata dalla Provincia di Parma all´interno dell´itinerario "Le Arti e le Corti del Parmigianino", espone tramite un´accurata e sofisticata installazione audiovisiva la trasformazione del Castello di Torrechiara da fortezza a residenza di corte. Infatti tra i secoli di severa disciplina militare del Medioevo e l´apertura culturale del Rinascimento, il Castello di Torrechiara, sulle colline parmensi, seppe cavalcare entrambe le ere con la sua duplice funzione di fortezza e di dimora signorile. Il percorso architettonico-decorativo che fece di questo maniero il paradigma della nuova esigenza urbanistica copiato in tutta l´Italia del quattrocento, viene rivisitato virtualmente nelle sale che furono di Pier Maria Rossi, signore di queste terre. Il comandante dell´esercito dei Visconti si ritirò infatti nelle sue contrade per edificare, dal 1448 al 1460, il Castello di Torrechiara, che doveva sia soddisfare le esigenze belliche che prestarsi alle necessità della vita di corte. E così questo mecenate non esitò a commissionare ad alcuni tra i più importanti artisti dell´epoca opere che dovevano imprimersi nella memoria dei secoli. Questa cultura umanistica si rispecchia nei grandi cicli di affreschi delle sale signorili, dove il bolognese Cesare Baglione seppe impreziosire le pareti con paesaggi e grottesche, e della Camera d´Oro, dove la rappresentazione metaforica dell´amore del signore per Bianca Pellegrini sprigiona in tutto il suo fulgore. Il visitatore verrà condotto, grazie alla installazione audiovisiva, lungo pareti sulle quali didascalie ed immagini ripercorreranno da una parte la storia del castello di Pier Maria Rossi e dall´altra i cambiamenti delle tipologie e degli stili dei castelli rinascimentali, che si avviavano sempre più a diventare dimore signorili, pronte ad accogliere artisti, musici e poeti. Domenica 11 maggio alle ore 11.00, illustreranno il percorso "Dalla Fortezza alla residenza di corte", tappa dell´itinerario "Le Arti e le Corti del Parmigianino", Andrea Borri, presidente della Provincia di Parma e il senatore Antonio Vicini, sindaco di Langhirano. Interverranno Vincenzo Bernazzoli, vice presidente della Provincia di Parma e coordinatore del progetto "Le Arti e le Corti" e Caterina Siliprandi, assessore provinciale al Turismo e gli architetti della Soprintendenza per i Beni Architettonici dell´Emilia: Daniela Sinigagliesi e Luciano Serchia. Torrechiara si raggiunge in auto dall´autostrada A1, si esce a Parma, si imbocca la tangenziale in direzione Reggio Emilia-bologna; all´incrocio con la ss9 (Via Emilia), prendere la tangenziale sud e oltrepassare il ponte sul fiume Parma; all´incrocio, svoltare in direzione Langhirano. Seguire per Pilastro e dopo 3 km si trova il borgo di Torrechiara, dominato dal Castello. La mostra, promossa dalla Provincia di Parma, è visitabile sino al 30 settembre e resta aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9.00 alle 19.30. Il prezzo del biglietto è di 3 euro. Per informazioni: Parma Turismi, tel. 0521 228152, fax 0521 223161, e-mail parma.Turismi@tin.it sito web www.Parmigianino-2003.it    
   
   
CORSO DI ASTRONOMIA AL MUSEO CAPRONI PER PRINCIPIANTI DI TUTTE LE ETÀ  
 
"Pianeta rosso. In viaggio verso Marte" è il titolo della mostra interattiva allestita al Museo G. Caproni di Trento. Un affascinante viaggio alla scoperta dei segreti del pianeta Marte, coinvolgendo il visitatore in un curioso approccio multisensoriale reso possibile da interessanti e divertenti installazioni interattive. In occasione della mostra, visitabile sino al 25 gennaio 2004, l´Associazione Astrofili Trentini in collaborazione con il Museo Tridentino di Scienze Naturali organizza nei mesi di maggio e giugno un interessante corso di astronomia per principianti presso l´Aula Magna del Museo di Scienze Naturali a Trento, in Via Calepina. L´offerta è rivolta a tutti coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo dell´Astronomia, comprende lezioni teoriche, una lezione tenuta nel planetario Starlab e un´osservazione del cielo ad occhio nudo e con strumenti. Si tratta di un corso di base adatto ad un pubblico di tutte le età. Gli appuntamenti sono il giovedì alle 20.30 a partire dall´8 maggio con il seguente calendario: 8 maggio "Il sistema solare", 15 maggio "Stelle ed evoluzione stellare", 22 maggio "Galassie e cosmologia", 29 maggio "Astronomia pratica", 5 giugno "Planetario Starlab". È prevista anche l´osservazione del cielo da un punto privilegiato, quale la "Terrazza delle Stelle" alle Viote del Monte Bondone (luglio ed agosto). Per approfondire i temi trattati nella mostra sono in programma anche una serie di appuntamenti astronomici, tra cui la divertente "Merenda dell´astronauta" (17 e 31 maggio, 14 giugno, 16 ottobre, 6 dicembre). Il 23 giugno alle ore 20.30, infine, le luci di piazza Fiera a Trento si spegneranno per facilitare l´osservazione della volta celeste. Info ed iscrizioni: Associazione Astrofili Trentini 339 3312923 - www.Astrofilitrentini.it    
   
   
TROFEO CANTINE APERTE 2003: PRENDE IL VIA IN MAGGIO LA TERZA EDIZIONE DELLA FORTUNATA MANIFESTAZIONE IDEATA DAL MOVIMENTO TURISMO DEL VINO  
 
Quattro gare con il Gran finale a Grado, l´Isola del Sole. Così, con una formula più veloce ed accattivante, si presenta quest´anno la terza edizione del circuito golfistico "Torneo Cantine Aperte" che si inaugurerà sabato 10 maggio nel Golf Club Castel d´Aviano. Un Torneo dove protagonisti sono i partecipanti, ma anche le bottiglie di vino che le cantine associate al Movimento Turismo del Vino (che in regione sono 119 e coprono tutte le zone a Doc) mettono a disposizione al termine delle gare. Solo ottimi vini offerti ai partecipanti e al pubblico per essere degustati sotto la guida di esperti sommeliers, i quali suggeriranno anche i migliori abbinamenti con prodotti tipici friuliani. Organizzato dal Movimento Turismo del Vino - delegazione del Friuli Venezia Giulia , presieduto da Elda Felluga - il Torneo Cantine aperte, visto il successo delle edizioni passate, ripropone un team vincente formato infatti dall´abbinamento fra vino e sport, territorio e gastronomia. Quattro componenti fondamentali per far dialogare le gemme preziose che il Friuli Venezia Giulia custodisce, per conoscere, e vivere, le cantine regionali e per offrire agli enoturisti italiani e stranieri proposte che non possono proprio lasciarsi sfuggire. Tra queste il golf, uno sport che, sempre più, sta prendendo piede in Italia oltre ad essere già praticato ed apprezzato da tempo in tutta Europa. Il "Trofeo Cantine Aperte" si svolgerà in 4 gare disputate con la formula 18 buche stableford hcp, 3 categorie limitate. I campi di gara saranno il Golf Club Castel d´Aviano (sabato 10 maggio), il Golf Club Gut Freiberg (sabato 31 maggio) - una bella gita fuori porta, in Austria - il Golf Club Udine (sabato 7 giugno) e il Golf Club Grado (sabato 12 luglio). Qui, all´Isola del Sole, è previsto anche un Gran Finale. Come lo scorso anno, in occasione di ogni gara, saranno organizzate delle degustazioni e delle visite nelle cantine delle zone Doc in cui si trovano i campi da golf (su prenotazione). In premio, i vincitori riceveranno una selezione dei migliori vini delle cantine aderenti al Movimento, preziosi oggetti della Caraiba Spiegelau e altri prestigiosi premi della Screwpull sponsor della manifestazione. Per iscriversi o per maggiori informazioni contattare Movimento Turismo del Vino Delegazione Friuli Venezia Giulia Tel +39.0432.289540 Fax +39.0432.294021 info@mtvfriulivg.It www.Mtvfriulivg.it    
   
   
I GIOVANI PROTAGONISTI IN FRIULI VENEZIA GIULIA DELL´XI EDIZIONE DI CANTINE APERTE, ORMAI TRADIZIONALE APPUNTAMENTO CON GLI ENOTURISTI, IDEATO DAL MOVIMENTO TURISMO DEL VINO  
 
In Friuli Venezia Giulia saranno i giovani i protagonisti dell´Xi edizione di Cantine Aperte, l´ormai rodata e seguitissima manifestazione di fine maggio organizzata dal Movimento Turismo del Vino, che aprirà le porte delle cantine friulane al folto mondo degli enoturisti. E proprio pensando a loro, la Delegazione regionale del Movimento Turismo del Vino ha deciso di raddoppiare i giorni della kermesse, iniziando il programma già sabato 24 maggio, per poi continuare (come tradizione) domenica 25. Non cambia invece l´attenzione alla solidarietà, espressa anche quest´anno, con il "Progetto Unicef per Cantine Aperte" con il quale, parte del ricavato della vendita del tradizionale calice, sarà devoluto proprio a Unicef Italia che lo destinerà alla causa "Per i bambini iracheni". Elda Felluga, presidente della Delegazione regionale del Movimento Turismo Vino, spiega: "Il 2003 sarà dedicato ai giovani. Se infatti con Cantine Aperte esportiamo da diverso tempo la filosofia che dietro l´etichetta non c´è solo un buon vino, ma anche un territorio, la passione e l´aspettativa degli uomini e la storia di entrambi, nell´edizione di quest´anno vogliamo rivolgerci in particolar modo ai giovani, per avvicinarli alla cultura del "Bere poco, ma bene" (obiettivo che non dovremmo mai perdere di vista). Parola d´ordine sarà " il rispetto": il rispetto che i produttori riversano nel fare il vino, ma anche il rispetto che gli uomini devono avere nel berlo". Con questo fine, Cantine Aperte strizzerà l´occhio ai giovani (dai 18 ai 25 anni), li proporrà sabato 24 maggio, insieme a numerosi eventi, delle degustazioni guidate su prenotazione in una quarantina di cantine e all´Enoteca Regionale La Serenissima di Gradisca d´Isonzo, dove, inoltre, l´iniziativa avrà un´anteprima venerdì 23 maggio: l´elenco si trova sul sito www.Mtvfriulivg.it e le prenotazioni si effettuano direttamente alle aziende. Spiegando loro la storia del vino e della vinificazione, insegnando come degustare al meglio i vari vini (e mettendoli in guardia contro il consumo eccessivo e smodato dell´ alcool), il Movimento Turismo del Vino punta a creare proprio nei consumatori di domani una "cultura" del vino, grazie alla quale bere un buon vino - oltre al piacere di assaporarne gusto, profumi ed aromi - significa anche poter conoscere il territorio e la passione degli uomini che l´hanno prodotto. "Il vino è un piacere e come tale deve essere assaporato lentamente: unisce a sé il rito della convivialità e dell´amicizia, due valori a cui i giovani d´oggi tengono in modo particolare" commenta Elda Felluga. Domenica 25 maggio grandi protagoniste saranno invece 119 aziende vitivinicole delle rinomate Doc regionali (Colli Orientali del Friuli, Friuli Grave, Friuli Aquileia, Friuli Latisana, Friuli Annia, Collio, Friuli Isonzo, Carso, la Docg Ramandolo) che per tutta la giornata accoglieranno i visitatori, faranno visitare le cantine e degustare i vini. Il tutto con il contorno di singolari iniziative d´arte, musica, artigianato, rally d´auto d´epoca e diversi spettacoli. Manifestazioni collaterali del week-end di Cantine Aperte saranno Cantine Aperte Bike (pedalata enoturistica per atleti e principianti lungo le Strade del Vino del Collio), l´avvio della quarta edizione di Spirito di Vino (concorso per giovani artisti, la cui premiazione si terrà il 20 settembre in occasione di Friuli Doc), il Trofeo di Golf Cantine Aperte, che coniuga il mondo del vino con quello del golf: le cantine associate al Movimento, infatti, mettono a disposizione i propri vini che, al termine delle gare, vengono fatti degustare, abbinati a prodotti tipici friulani. Www.mtvfriulivg.it  
   
   
SOGGIORNARE A LONDRA CON 26 EURO  
 
London Hotel Reservation Centre, il Centro Prenotazioni Londra attivo a Milano dallo scorso anno, lancia una sfida alle compagnie aeree low-cost, offrendo un prezzo allettante, tutto compreso, valido per un buon albergo di categoria turistica nel centro di Londra. Secondo i dirigenti del Centro le compagnie low-cost utilizzano le loro tariffe di partenza per attirare i passeggeri e tentano poi di recuperare parte dei costi con la vendita di prenotazioni alberghiere e altri servizi a prezzi poco concorrenziali. Il risultato disorienta i potenziali clienti che, allettati da voli pubblicizzati a tariffe a partire da pochi euro, scoprono poi di dover pagare cifre astronomiche per l´albergo, il treno che collega l´aeroporto alla città di Londra e i mezzi pubblici, per non parlare delle tasse aeroportuali che, purtroppo, superano spesso il costo dello stesso volo. Una soluzione al problema viene dal London Hotel Reservation Centre che, impegnato nella promozione del turismo verso la capitale britannica, propone una scelta di oltre 300 alberghi ed appartamenti nel solo centro della città, a prezzi scontati mediamente del 30-40%, oltre a promozioni speciali, come quella appena annunciata, che arrivano al 70% di sconto sui prezzi ufficiali. Il Centro, unico in Italia, offre un servizio di assistenza nella scelta consapevole degli hotel che, se disponibile pressoché ovunque per gli alberghi di lusso, diventa assolutamente prezioso quando si tratta di prenotare un albergo di categoria turistica. Presso il Centro si possono acquistare anche abbonamenti turistici per i mezzi pubblici e biglietti di collegamento con gli aeroporti, sempre naturalmente a prezzi scontati. L´ultima offerta del Centro Prenotazioni Londra tel. 02 8951 6917 - www.Londonreservation.it è di 26,00 euro per persona a notte in camera doppia e include tasse, servizio e prima colazione, per soggiorni nel centralissimo quartiere di Bayswater, fino al 30 giugno 2003.  
   
   
SABATO 10 MAGGIO "GIVE ME ANOTHER SOUND" HERTZZ APRE LE PORTE AI NUOVI TALENTI  
 
Il 10 maggio Hertzz, l´appuntamento settimanale organizzato tutti i sabati da Rcf a La Palma, apre le porte ai nuovi talenti della scena underground italiana. Protago-nista, infatti, Sonus Ex Machina, un progetto di musica elettronica realizzato dagli al-lievi del corso di Midi e fonia del Saint Louis College of Music. Una serata di liveset e dj set che rappresenteranno le diverse formazioni stilistiche degli allievi del Saint Louis. Diversi artisti e diversi suoni in una serata che potrebbe far emerge-re un nuovo Aphex Twin. Fra i nomi coinvolti ricordiamo: Ciolly Electro-breakbeat; Lune Dj Set Techno; Rtk Techno Breakbeat; Samuel & Bersany Lo-fi o C (64) 6; Antagonise Drum & Bass; Daniel Dutra Dj Set. La Palma, Via G. Mirri 35 - Roma Infolink: www.Radiocittafutura.it  
   
   
VOGHIERA (FE): ALLA SAGRA DELL´AGLIO,OMAGGIO AL RE DEGLI INGREDIENTI  
 
"Allium sativum o ai d´Ughiera? Questo è il problema. Se sia più nobile pronunciarne il termine latino o quello in vernacolo ferrarese. Mangiarne.non mangiarne, evitando gli strali pungenti dei suoi zefiri.Condire, tritarlo forse." chissà se sir William da Stratford on Avon (Shakespeare naturalmente!) ne avrebbe fatto un monologo per un suo immaginario Amleto alle prese con una testa d´aglio al posto del celebre teschio. Scherzi a parte, anche quest´anno l´umile, reietto, bellissimo e utilissimo spicchio bianco, dalle incredibili virtù terapeutiche note fin dall´antichità, sarà celebrato con i massimi onori nella sua patria italiana. Una sagra che è ormai un appuntamento annuale, a Voghiera a 14 km da Ferrara, il 26 e 27 luglio 2003, epoca del raccolto. Come un re. Con una reggia degna del suo rango, parbleau, come farebbero i francesi se solo potessero disporre di una varietà superba come quella voghierese, la migliore al mondo, con buona pace dei cinesi che pure detengono il 63% della produzione mondiale: questa reggia si chiama Belriguardo ed è una "delizia", bella e imponente dimora di campagna costruita nel Xv secolo da Niccolò Iii d´Este e definita "la Versailles degli Estensi". Ma non è la "quantità che fa il monaco". L´aglio di Voghiera (paradossalmente il nome è celtico: "all", che vuol dire "bruciante, caldo", ma difficilmente a Londra troverete un piatto della cucina locale che ne contenga) è di una qualità davvero superiore. Lo sanno bene quelli del Consorzio dell´Aglio voghierese, 35 ettari coltivati da una trentina di giovani soci, che lottano come eroi omerici per preservare il loro bulbo speciale, bianco e splendente, a spicchi grossi e a lunga conservazione, dalle insidie della concorrenza straniera (in Italia se ne producono 450mila quintali, la sola Voghiera ne totalizza 3.500 all´anno). La sagra è organizzata dal Consorzio, in collaborazione con l´ Amministrazione comunale di Voghiera e ed è a partecipazione gratuita (orari: il 26 luglio dalle 15.00 alle 24.00; il 27 luglio, dalle 9.00 alle 24.00). Un´annotazione epica. La cultura dell´aglio è antichissima e merita la massima evidenza: vi si intrecciano storia, tradizione, medicina, cucina e, perché no, superstizione. Al Belriguardo, dove decorazioni, serti, merletti, bouquet saranno fatti di trecce d´aglio, daranno il meglio della loro arte bande musicali come l´antica filarmonica di Voghenza e si danzerà a ritmi sudamericani, mentre in un ristorante, l´Aglioteca, gusteremo solo specialità a base di aglio, ricette che una giuria vaglierà e premierà e ascolteremo dagli esperti le lodi delle sue virtù e del suo principio attivo, l´allicina, un efficace antisettico, ipotensivo coleretico, tonico e vermifugo naturale. Sfruttato dalla farmacologia sotto forma di sciroppo, tintura, pillole che non alterano l´alito. A dimostrazione che persino uno spicchio d´aglio può entrare in paradiso, anche quest´anno dovrebbe aver luogo la premiazione dei migliori componimenti poetici (brevi però) dedicati all´allium. Una novità legata invece alle moderne tendenze alimentari è la presentazione di una linea di prodotti biologici, compreso il salame all´aglio. La scenografia c´è tutta: persino nell´area giochi destinata ai bambini castelli, scivoli e altalene saranno rivestiti del bianco bulbo. Nei due giorni della sagra, resteranno aperti il Museo archeologico di Belriguardo, il Museo del Modellismo e gli scavi della vicina Voghenza, il cosiddetto Fondo Tesoro, area archeologica bizantina (assolutamente da vedere!). Proprio accanto al Museo del Modellismo, in via San Leo è stata attrezzata un´area di parcheggio per camper. Per informazioni: Alessandro Benini, tel. 347-1145619 oppure Comune di Voghiera, tel. 0532-328056. Sito web: www.Agliovoghiera.com Dove alloggiare? Un´idea deliziosa è l´albergo Annunziata, che si trova in una posizione unica e invidiabile, proprio di fronte al Castello di Ferrara (15 km da Belriguardo di Voghiera). In occasione della Sagra dell´Aglio gli ospiti dell´Annunziata possono disporre, oltre che del servizio gratuito di noleggio per le biciclette, anche di una serie di deliziosi itinerari alla ricerca... Dell´artigianato perduto. Il pacchetto costa 76 euro a persona in camera doppia (oppure 100 euro in singola) e comprende un pernottamento con prima colazione a buffet, la "mappa delle botteghe dei vecchi artigiani", la possibilità di usufruire della bicicletta e un oggetto di artigianato in omaggio. Infolink: www.Annunziata.it    
   
   
A RIVA DEL GARDA UN EVENTO DEDICATO A CHI VIAGGIA PER CONOSCERE ED ESPLORARE  
 
Una rassegna per chi ama l´avventura, intesa non solo come irrefrenabile desiderio di confrontarsi con luoghi e popoli lontani, ma anche come filosofia di vacanza. La vacanza di chi sfugge ai circuiti preconfezionati e desidera esplorare il territorio in piena libertà. "Rivavvventura", in programma dal 9 all´11 maggio al palacongressi di Riva del Garda, nasce come un contenitore delle attività e delle realtà territoriali che promuovono questo modo di concepire l´evasione e lo svago, un ampio spazio dove federazioni sportive, tour operator, enti turistici e aziende produttrici si mettono in vetrina. Ideato dal veronese Raffaele Crocco, viaggiatore, giornalista ed editore, l´evento si articola in tre momenti distinti: la parte congressuale, dove esperti e protagonisti di viaggi "avventurosi" parleranno delle proprie spedizioni e approfondiranno temi specifici; la parte espositiva, dove le aziende proporranno al pubblico i propri prodotti; la parte dedicata agli eventi, una serie di attività all´aria aperta che consentiranno ai visitatori di mettersi alla prova sul ponte tibetano, sulle carrucole, nel tiro con l´arco, nell´arrampicata su parete naturale, nel rafting e nel canyoning. A "Rivavventura" anche i bambini possono trovare spazi e momenti di svago. Info: 0464 520000 - www.Rivavventura.it  - info@rivavventura.It  
   
   
LABORATORI E CONFERENZE PER AVVICINARSI SENZA TIMORI AI GRANDI TEMI DELLA SCIENZA  
 
"La Primavera della Scienza" ovvero "La scienza per gli studenti. Progetti ed eventi sulla scienza e la tecnologia" è un´iniziativa che si propone di focalizzare l´attenzione sul ruolo che scienza e tecnologia svolgono nella vita quotidiana. Il progetto si rivolge alle scuole elementari, medie e superiori, ma anche a tutti i centri di diffusione della cultura scientifica: musei, università, centri di ricerca, parchi naturalistici, biblioteche, associazioni scientifiche, enti territoriali. Al progetto partecipa il Museo Tridentino di Scienze Naturali di Trento proponendo "A contatto con la scienza", alcuni fine settimana con attività pomeridiane di laboratorio e brevi conferenze-incontro. Gli incontri sono organizzati in collaborazione con il Servizio Energia della Provincia Autonoma di Trento, il Dipartimento di Fisica e il Laboratorio Akoso dell´Università di Trento. I prossimi due incontri si svolgeranno sabato 17 e domenica 18 maggio al Museo Tridentino di Scienze Naturali. In programma il laboratorio "Giocare con l´energia", esperimenti sulle diverse forme di energia e le sue trasformazioni (ore 14.45 ed ore 16.30). Il fine settimana successivo, cioè sabato 24 e domenica 25 maggio al Museo Caproni di Trento si potrà partecipare al laboratorio dal titolo "Viaggio nel cosmo". Sarà possibile misurare lo scorrere del tempo con l´uso di una meridiana, studiare il fenomeno delle fasi lunari, scoprire come nasce una stella, come si verificano le eclissi di Luna e di Sole ed osservare direttamente il Sole con il telescopio per scoprirne il volto nascosto. È prevista anche la visita al planetario (ore 15 ed ore 16.30), una sorta di firmamento virtuale, quasi "un parco delle stelle" dove è preziosamente custodita la notte stellata che l´ormai dilagante inquinamento luminoso quasi impedisce di osservare e di ammirare. L´iniziativa è rivolta al pubblico di tutte le età, l´adesione è gratuita. Info: Museo Tridentino di Scienze Naturali - 0461 228502 - www.Mtsn.tn.it    
   
   
"C´ERA UNA VOLTA...IL MIO PAESE" PERCORSI CULTURALI ED ENOGASTRONOMICI NEI BORGHI ANTICHI DELLA COMUNITÀ MONTANA ESINO-FRASASSI.  
 
Continua con successo la Seconda edizione del progetto del Sistema Bibliotecario Locale della C.m. Denominato "C´era una volta... Il mio paese". Iniziato domenica 4 maggio, sino a domenica 11 protagonista sarà Arcevia, mentre da sabato 17 sino a domenica 18 maggio sarà la volta di Staffolo e da sabato 24 e domenica 25 maggio il comune interessato è Rosora. Il primo appuntamento, in collaborazione con la Pro-loco e Archeoclub, s´è svolto martedi 22 aprile a Cerretto d´Esi, dove gli alunni delle elementari e medie, coordinati dall´operatrice dell´Sbl Maria Cristina Mosciatti e dai giovani del locale gruppo scout, hanno dato vita, nella Biblioteca Comunale, alla caccia al tesoro intitolata "A.a.a. Cercasi detective nel Castello di Cerreto". Organizzati in gruppi e in base ad un opuscolo, dove era riportato un percorso storico da seguire con delle domande e degli indovinelli, è iniziata la caccia al monumento, al particolare, ai nomi e alle tradizioni relative al castello. La partecipazione attiva e numerosa ha visto imporsi in questo vivace momento di confronto il gruppo formato da: Maria Paola Pandolfi, Ulisse Mariangeli, Benedetta Genarotti, Elena Verdini, Giulia Bartoccetti, Diletta Gubinelli e infine Lorenzo Vitali cerretese di adozione. Al gruppo vincitore l´Amministrazione Comunale donerà una targa ricordo da affiggere nell´atrio della scuola, mentre agli altri concorrenti è stato consegnato un attestato di partecipazione all´iniziativa. Visto il successo, si pensa già al prossimo anno e a nuove idee e progetti, ma i personaggi principali saranno sempre loro: i giovani di Cerreto d´Esi. Prima di passare all´illustrazione dei prossimi appuntamenti è utile ricordare che l´ingresso alle manifestazione è libero ed in ogni comune, dopo i rispettivi spettacoli, c´è l´opportunità di gustare menù caratteristici, preparati con i prodotti tipici della nostra terrà, innaffiati dai migliori vini doc marchigiani ad un prezzo davvero interessante di 15 euro. Per far questo basta prenotare chiamando la Coop Eidos allo 0731-984537. Ultima notazione sul gruppo Musicale dei Vicanto, uno dei pochi nelle Marche con pluriennali esperienze nel campo della musica popolare che hanno deciso di interpretare e valorizzare il patrimonio sonoro, vocale e ritmico delle Marche, aprendolo a salutari scambi e confronti con quello di altre regioni e nazioni. Al loro attivo l´avvio di una indagine etnomusicologica ad Osimo ed Ortezzano (Ap), collaborazioni artistiche con diversi comuni dell´anconetano, concerti, e manifestazioni, a breve l´uscita di un nuovo Cd. Dalla cronaca vediamo ora in dettaglio gli altri incontri 10 maggio - ore 16.30 - P.zza Garibaldi "Passeggiando per Arcevia" visita guidata centro storico, museo archeologico, produttore locale e cena con piatti tipici locali. Per adesioni info Cooperativa Eidos tel.0731/984537 - e.Mail eidosarcevia@libero.It 10 maggio - ore 21.30 - Teatro Misa Conc concerto di musica e canto popolare del gruppo "Vincanto" 11 maggio - ore 16.00 - P.zza Garibaldi "I giochi de na´ olta" giochi in piazza 11 maggio - ore 21.00 - P.zza Garibaldi "Quizzando a...Rocca Contrada" gara a squadre sulla storia locale Per adesioni info Cooperativa Eidos tel. 0731/984537 e.Mail eidosarcevia@libero.It Staffolo 17-18 maggio 17-18 maggio - ore 15 - 19 Museo dell´Arte e del Vino Mostra "Le foto di com´eravamo" e "La ceramica del Centro il Girasole" 17-maggio - ore 16.00 - Giardino "Parco Europa" "I giochi de na´olta" giochi in piazza Per adesioni info presso la Biblioteca 0731/770418 17-maggio - ore 21.30 - Collegiata di San Francesco Concerto di musica e canto popolare del gruppo "Vincanto" 18-maggio- ore 16.30 - Collegiata di San Francesco "Passeggiando per Staffolo" visita guidata centro storico, museo dell´arte del vino, produttore locale e cena con piatti tipici locali. Per adesioni info Cooperativa Eidos tel. 0731/984537 e.Maileidosarcevia@libero.it Rosora 24-25 maggio 24 maggio - ore 16.00 - Rosora (centro storico) "I giochi de na´ olta" giochi in piazza 24 maggio - ore 18.00 - Rosora (centro storico) "Quizzando" gara a quiz per bambini e ragazzi sulla storia locale Sarà funzionante un bus navetta dal Angeli a Rosora Per adesioni info presso la Biblioteca tel. 0731/8117413 25 maggio - ore 16.30 - Rosora (centro storico) "Passeggiando per Rosora" visita guidata centro storico, sentiero naturalistico e cena con piatti tipici locali. Per adesioni info Cooperativa Eidos tel. 0731/984537 e.Maileidosarcevia@libero.it    
   
   
IL 30 MAGGIO APRE I BATTENTI UNA NUOVA RASSEGNA INTITOLATA "IL RACCONTO DEL FILO"  
 
Anche ago e filo possono diventare ferri del mestiere per dare vita ad un´opera d´arte. Esiste una nuova generazione di artisti che comunica la propria concezione del mondo attraverso il cucito e il ricamo, riuscendo ad elevare una pratica solitamente relegata all´ambito domestico al rango di linguaggio. Un linguaggio che accomuna europei e sudamericani, americani ed asiatici, ma soprattutto uomini e donne. Dal 30 maggio al 31 agosto il Mart di Rovereto darà spazio a questa originale forma di arte contemporanea ospitando nella Galleria B la produzione di 32 artisti, metà dei quali presenteranno un´opera creata per l´occasione. L´esposizione, curata da Francesca Pasini, è accompagnata da un catalogo ove ogni autore si racconta in prima persona. Il nome più conosciuto è quello di Alighiero Boetti (scomparso nel ´94), il precursore di questa corrente artistica che nasce da una costola dell´Arte Povera, di cui potremo ammirare i primi sette importanti lavori inaugurali. Fra le più affermate in campo internazionale possiamo citare la tedesca Rosemarie Trockel, l´inglese Tracey Emin e la libanese Mona Hatoun, che tesse la kefiah con i capelli femminili. Sono i drammi della guerra civile jugoslava e del recente conflitto in Afghanistan i temi che ispirano Maja Bajevic e Rainer Ganahl, mentre l´egiziana Ghada Amer ha il compito di dare voce alla cultura araba. Unici nel loro genere i lavori di Elisabeth Aro, che ripropone i progetti architettonici di Alvaro Siza su un libro fatto con le lenzuola, e di Christiane Löhr, che intreccia i crini di cavallo. Gli italiani sono rappresentati da Claudia Losi, Laura Marchetti, Eva Marisali, Laura Matei, Maurizio Vertugno e Francesco Vezzoli, che riprodurrà con i propri ricami le copertine di "Vogue" e "Vanity Fair" disegnate da Depero durante il soggiorno americano. Info: 800 397760 - www.Mart.trento.it    
   
   
FRIGERIO VIAGGI NETWORK PUBBLICA 80.000 COPIE DEL CATALOGO ESCLUSIVO "VACANZE MIRATE"  
 
Frigerio Viaggi Network ha recentemente pubblicato l´edizione estate - autunno 2003 del catalogo "Vacanze Mirate", distribuito in esclusiva presso le agenzie del Gruppo Frigerio. Il depliant presenta una vasta scelta di offerte esclusive (oltre cento destinazioni, dal Mare Italia a destinazioni esotiche, tour e crociere) tratte dalla programmazione dei migliori tour operator italiani, tra i quali Viaggi del Ventaglio, Turisanda, I Grandi Viaggi, Comitours, Club Vacanze, I Viaggi del Turchese, Sprintours, Columbus, Festival Crociere, Hotelplan, Costa Crociere e Aeroviaggi. La novità di quest´anno è il restyling del catalogo, per la prima volta in quadricromia e con una foliazione di 120 pagine: colori e immagini accattivanti rendono l´offerta ancora più invitante e una pratica legenda con icone consente una semplice e rapida consultazione. Tra le nuove destinazioni inserite, per l´Italia sono presenti la Basilicata, il Lazio e le isole gioiello di Vulcano, Pantelleria e Lampedusa; Istria, Honduras e Madagascar per l´estero, oltre ad una vasta scelta su Mediterraneo, Caraibi e Africa; per la programmazione tour e crociere, infine, Normandia, Bretagna e i combinati grandi città - mare come Miami e New York. Tra le novità, una destinazione che spicca, per il fascino che esercita, è la caraibica isola di Barbuda: un piccolo paradiso naturale al di fuori di tutti i circuiti turistici, ideale per chi cerca solo mare, relax e spiagge sconfinate. Il punto di forza del catalogo Vacanze Mirate è l´alta qualità dei pacchetti, abbinata a prezzi davvero convenienti. A seconda delle destinazioni le quote sono infatti scontate, con mesi di anticipo sulla partenza, dal 12 al 20% - e in alcuni casi sino al 35% - rispetto ai prezzi di listino ufficiali degli operatori. Acquistando la speciale tessera Fidelity Card Frigerio Viaggi Network si ha diritto a ulteriori facilitazioni per coppie di sposi, single, over 60, gruppi di amici e famiglie con bambini, oltre a godere di particolari sconti presso esercizi convenzionati. Il catalogo è consultabile digitalmente nella sezione "Proposte di Viaggio" del sito www.Frigerioviaggi.net. "Il nostro sito è uno dei pochi in Italia dove è possibile verificare la disponibilità reale dei pacchetti di viaggio proposti e, con pochi semplici clic, è possibile scegliere e prenotare un viaggio" commenta Paola Frigerio, Responsabile Programmazione e Gruppi "Quest´anno abbiamo voluto offrire un prodotto veramente articolato e completo, e le prime settimane di vendita stanno confermando le nostre aspettative: la clientela legge, gradisce e, soprattutto, prenota". Frigerio Viaggi Network riunisce oggi oltre 30 agenzie di viaggi in Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Emilia Romagna e Marche e mira a raddoppiarne il numero entro il 2004. Il Network è socio Assotravel, Assofranchising e promotore di Ainet, l´Associazione Italiana Network Turistici. Il Gruppo Frigerio Viaggi, con base operativa a Giussano, in Brianza, è suddiviso in tre aree: la Divisione Trasporti, la Frigerio Viaggi (10 agenzie di proprietà) e Frigerio Viaggi Network.  
   
   
A SALSOMAGGIORE, LA FESTA DELLA MAMMA (11 MAGGIO) DIVENTA LA FESTA DELLA COPPIA  
 
Festa della mamma? Non solo, ma anche per il proprio partner. Quest´anno si cambia. Invece della solita giornata in famiglia regalatevi un weekend di coccole nel centro termale più famoso d´Italia. Coccole speciali, da farsi in coppia grazie all´insegnamento di Tiziana Castelluccio, la trainer che vi aspetta durante il weekend della Festa della mamma (9-11 maggio 2003) nel centro benessere delle Terme Berzieri a Salsomaggiore. Leggete con attenzione, è una proposta irresistibile. Le coppie che hanno voglia di riscoprirsi (e di rilassarsi) potranno sperimentare insieme un nuovo percorso idrodinamico che normalmente si effettua individualmente e senza veli, nel nuovissimo "Paradiso delle Acque" del Tempio di Igea. Qualche ora nel mondo più dolce che esista, fra bagni profumati, docce, cure dolci al viso e vapori, e finalmente ecco il massaggio: un contatto lieve, una carezza, un tocco terapeutico pieno d´affetto, ma esercitato a regola d´arte. Per più di un´ora Tiziana guiderà , alternativamente , le vostre mani e poi quelle del vostro partner per trasmettere i benefici di un contatto reciproco amorevole e rilassante. Uno dei due si troverà supino, l´altro, al suo fianco, in ginocchio, per esercitare alcune semplici e basilari manovre che si richiamano allo shiatzu. Lievi pressioni, sfioramenti, dondolii saranno i movimenti effettuati. Carico di forza amorevole, il "massaggio dell´amore" è un toccasana dopo tanti anni di matrimonio: spezza la routine, riaccende la scintilla iniziale, e una volta imparato potrete ripeterlo sempre, anche fra le mura domestiche. Vi sarà fornito a fine giornata un memorandum con l´indicazione di alcune facili e fondamentali manovre da imparare e ripetere. Ma questo è solo l´aspetto finale della proposta benessere targata Cupido. La giornata comincia nella nuova ala di 1000 metri quadrati (il Tempio di Igea), dove "lui e lei " sperimenteranno le ultime, dolci novità per la cura del corpo. Si inizierà con venti minuti di scrub al sale termale per purificare la pelle e prepararla ai trattamenti successivi . Poi si passerà al Bagno turco aromatizzato con oli di eucalipto, e quindi, sempre insieme, le meraviglie della Doccia Ninfea: un´enorme cabina a forma di chiocciola con doccia verticale e tre pulsanti elettronici che differenziano la tipologia di jet in base ai programmi stabiliti. Sono la Nebbia fredda (nebulizzazione dell´acqua miscelata ad olio essenziale alla menta ed effetto cromatico con luce blu), il Programma pioggia (acqua calda miscelata con olio essenziale ad azione rivitalizzante, coadiuvata dall´effetto cromatico arancione), il Massaggio acquatico: nove erogatori massaggianti orizzontali che agiscono sui vostri corpi con un massaggio idrico rivitalizzante di acqua calda o fredda. L´ultima esperienza è quella del Wasser Paradies, un percorso su un acciottolato irregolare che stimola la riflessologia plantare, sotto una serie di docce verticali e orizzontali, calde e fredde, energizzanti e rivitalizzanti, con aroma e cromoterapia differenziate: dalla Pioggia Tropicale al Temporale estivo freddo, dalle Docce Laterali calde che arrivano fino al bacino, al Temporale estivo caldo, fino alla Nebbia fredda che avvolge i vostri corpi in una fitta nebulizzazione con aroma e cromoterapia. Un´esperienza unica che si conclude col massaggio di coppia . E poi i bagni profumati con oli essenziali ai fiori d´arancio e camomilla , alla lavanda, al timo e alla salvia, , i massaggi corpo con gli oli essenziali , le maschere al viso . Ecco, questi saranno i vostri impegni per tre interi giorni. Conoscete forse un modo migliore per stare teneramente insieme? A proposito, non scordate di portare una tuta leggera di cotone e calzini. Il massaggio di coppia viene effettuato vestiti. Pacchetto Benessere Via Lo Stress (3 giorni ) Consulenza medico specialistica 2 Bagni aromatici termali con idromassaggio/ozono 3 Massaggi manuali corpo con oli essenziali 1 Scrub al sale termale 1 Doccia Ninfea 1 Bagno turco aromatico termale 1 Wasser Paradies 2 Trattamenti aromatici viso al fango termale 1 massaggio subacqueo arti inferiori Tisane alle erbe Euro 289,00 a persona compreso il "massaggio dell´amore", più 90 euro a coppia, per giorno , negli alberghi del benessere con trattamento di mezza pensione. Per chi non potrà fermarsi 3 giorni c´è la possibilità di studiare pacchetti brevi e personalizzati. Per informazioni e prenotazioni: numero verde 800-861385 (chiamata gratuita). E-mail info@termedisalsomaggiore.It Sito web www.Termedisalsomaggiore.it     
   
   
DAL 30 MAGGIO A ROVERETO UNA MOSTRA DEDICATA AL POLIEDRICO SCULTORE  
 
Nel campo delle arti figurative insieme a Fontana, Burri e Vedova, Fausto Melotti può essere considerato uno degli artisti più interessanti nel Novecento italiano. A lui è dedicata la mostra "L´opera in ceramica" che aprirà i battenti il prossimo 30 maggio al Mart di Rovereto nella galleria A al primo piano. In esposizione ci saranno le opere di Melotti ceramista, ovvero sculture, oggetti d´uso e oggetti decorativi. L´artista roveretano ha sempre mostrato una predilezione per i materiali malleabili, come il gesso, la terracotta e la stessa ceramica, anche se questo non gli ha impedito di mettersi alla prova anche con i metalli. Ampia la collezione esposta. Si va dalle opere scultuoree tridimensionali ai lavori figurativi, dai famosi teatrini (90 piastrelle in bassorilievo) alle tazze, dai set da caffè ai piatti, dalle cornici ai portalampada, dalle collane ai portaombrelli, fino ai campanelli. Creazioni che testimoniano la continua tensione sperimentale capace di ispirare l´opera dello sculture trentino fin dagli anni Trenta. L´esposizione ha offerto anche l´occasione per pubblicare un catalogo della ceramica dell´artista, che segue i due già editi da Skira riguardanti la sua scultura con altri materiali. La mostra e il volume sono stati curati da Marta Melotti e Antonella Commellato dell´Archivio Melotti di Milano, e da Giorgio Verzotti del Mart. Pier Luigi Cerri si è invece occupato dell´allestimento. Info: 800 397760 - www.Mart.trento.it    
   
   
UN ESTATE DI ESCURSIONI PER CONOSCERE L´AREA PROTETTA DELL´"ADAMELLO-BRENTA"  
 
Visitare il Parco Naturale Adamello-brenta, la più vasta area protetta del Trentino, è un´esperienza che non smette mai di stupire ed emozionare. I suoi 618 kmq vantano la presenza di inestimabili ricchezze naturalistiche che grazie ad una varia proposta di iniziative è possibile scoprire nel corso dell´estate. A cominciare dalle escursioni di tutta la giornata, da fine giugno ai primi di settembre. Accompagnati da una guida alpina, esperta conoscitrice del territorio e delle sue vicende, e di un naturalista che si occuperà degli aspetti botanici e faunistici, si potrà visitare la Val di Tovel, i Cinque laghi, i rifugi del Brenta, i Laghi di San Giuliano, l´Alta Val Nambrone, la Val d´Ambiez. Altra iniziativa che mette davvero in contatto con l´ambiente e con la cultura montana è "Sugli alpeggi della Rendena". Prevede, tutti i mercoledì da fine giugno ai primi di settembre, la visita guidata ad una malga, pranzo rustico e visita al Museo della Malga di Caderzone (Info: Apt Madonna di Campiglio Pinzolo e Val Rendena tel 0465 442000, 0465-501007). I martedì pomeriggio da fine giugno a fine luglio, e i martedì e venerdì pomeriggio nel mese di agosto offrono la possibilità di partecipare al percorso naturalistico presso il giardino botanico Rio Bianco a Stenico alla scoperta degli ambienti del Parco e delle specie vegetali che li caratterizzano (Info Apt Terme di Comano tel 0465 702626). L´estate 2003 propone varie attività alla scoperta della Val Genova, una delle valli più belle dell´area protetta, tra le quali escursioni di mezza giornata al sentiero delle Cascate, trekking di tre giorni alla scoperta delle malghe e rifugi della valle, visite guidate legate agli aspetti storico - culturali della valle. Ed ancora: escursioni di due giorni con pernottamento presso alcune delle malghe più suggestive del Parco alla scoperta dei luoghi e dei percorsi degli alpeggi e della vita di malga; escursione pomeridiana (tutti i mercoledì pomeriggio da fine giugno ai primi di settembre) alla scoperta della flora del Parco in Val Meledrio con l´accompagnamento di un esperto botanico; serate naturalistiche condotte da relatori esperti, presso i vari Comuni del Parco sui temi della geologia, vegetazione, fauna, storia, leggende e tradizioni locali. Il Parco ha progettato alcune iniziative anche per i più piccoli, come giochi o brevi escursioni alla ricerca delle tracce degli animali, con particolare riferimento all´orso. Durante il periodo estivo viene data la possibilità a gruppi organizzati di bambini e ragazzi (oratori, scout, colonie estive) di soggiornare per una settimana presso le foresterie del Parco di Mavignola e Valagola (24 posti ciascuna) e di fruire delle attività di educazione ambientale del Parco (escursioni, visite ai centri, laboratori didattici...). Presso tutti i punti informativi e i Centri Visitatori del Parco è possibile trovare depliant, cartine e opuscoli riguardanti le valli dell´area protetta. Inoltre, per alcuni sentieri delle più belle valli del Parco, sono disponibili piccole guide che illustrano alcuni aspetti dei principali elementi naturalistici e antropici dei percorsi. Info: Sede del Parco a Strembo 0465 804637 - www.Parcoadamellobrenta.tn.it    
   
   
LA SAGRA DELLE REGIONI CHE SI SVOLGERÀ A SCORTICHINO DI BONDENO IN PROVINCIA DI FERRARA DAL 22 AL 26 MAGGIO.  
 
Da tre anni a questa parte, nell´ambito della fiera dedicata a Sant´eurosia, si svolge la sagra delle regioni italiane. Ogni anno una regione diversa, nello stand allestito presso la palestra del paese, presenta le proprie specialità enogastronomiche. Nel 2001 l´ospite fu l´Alto Adige, lo scorso anno il Veneto con la provincia di Vicenza mentre quest´anno a deliziare i palati saranno le specialità della Campania, in particolare gli chef della costa d´Amalfi di Furore. La sagra si svolgerà al 22 al 26 maggio ma ci sarà un´anteprima domenica 18 con il primo concorso di pittura estemporanea denominato "Scortichino in cornice" le cui premiazioni si svolgeranno in serata e alle 19.30 con la degustazione di prodotti tipici locali il cui ricavato andrà alla scuola materna con uno spettacolo ella compagnia di canto popolare "Mundaris". Lo stand gastronomico sarà aperto a partire dalle ore 19 di giovedì 22 maggio fino a lunedì 26, la domenica 25 anche a mezzogiorno. I piati che i visitatori potranno degustre sono, tra l´altro, affettato ei Monti Lattari, trittico del Doge, cavatelli ai capperi della terra furoris, vermicelli alla colatura di alici, totani e patate, provola arrostita in foglie di limone con zucchine a scapece, delizie della Divina. Lo chef sarà Gioino Cuccurullo. Oltre alle proposte culinarie, sono previsti il uno spettacolo tipico salernitano venerdì 23 magio con il gruppo di Vito Mercurio e famiglia d´arte" con musica e balli tipici, commedie dialettali, spettacoli musicali. Domenica 25 maggio un motor vip, raduno con esposizione di mezzi di personaggi celebri come Papa Giovanni Xxiii, Peppone e don Camillo, Renè Arnoux, assaggi gratuiti di polenta a cura dei polentai della valle del Chiese in Trentino un concerto della Filarmonica Giuseppe Verdi di Scortichino che vanta oltre cento anni di attività, mentre lunedì sera al termine dei vari spettacoli musicali avrà luogo il tradizionale spettacolo pirotecnico. In programma anche mostre fotografiche, di ceramica, esposizione di mezzi agricoli e un luna-park. Per informazioni rivolgersi al Comitato fiera di Scortichino 0532-890172;335-7576056.  
   
   
"PORTE APERTE SUL RESTAURO" ALL´ L´ISTITUTO CENTRALE PER LA PATOLOGIA DEL LIBRO  
 
L´istituto Centrale per la Patologia del libro, Via Milano, 76 a Roma, nell´ambito della V Settimana della Cultura - 5 11 maggio - offrirà una manifestazione dal titolo "Porte aperte sul Restauro". Come ogni giorno di questa V settimana della cultura, il Museo e il Laboratorio del Restauro è aperto al pubblico dalle ore 10.00 alle 16.00 per permettere ai visitatori di usufruire di visite guidate al Museo. Per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni, saranno organizzati laboratori didattici e mostrati interventi di restauri in corso. Sabato 10 e domenica 11 prossimi alle ore 11,30 è previsto il laboratorio didattico "Ego ligavi istum librum...." dove i ragazzi potranno rilegare un volume imparando le tecniche della legatura medievale. Le attività sono tutte gratuite. E´ necessario prenotarsi al numero telefonico 06/482911 oppure per fax 06/4814968 dove dovrà essere indicato un recapito per la conferma, e precisare il numero e l´età dei visitatori e l´iniziativa alla quale si intende partecipare . Infolink: www.Patologialibro.beniculturali.it    
   
   
LABORATORI E CONFERENZE PER AVVICINARSI SENZA TIMORI AI GRANDI TEMI DELLA SCIENZA  
 
"La Primavera della Scienza" ovvero "La scienza per gli studenti. Progetti ed eventi sulla scienza e la tecnologia" è un´iniziativa che si propone di focalizzare l´attenzione sul ruolo che scienza e tecnologia svolgono nella vita quotidiana. Il progetto si rivolge alle scuole elementari, medie e superiori, ma anche a tutti i centri di diffusione della cultura scientifica: musei, università, centri di ricerca, parchi naturalistici, biblioteche, associazioni scientifiche, enti territoriali. Al progetto partecipa il Museo Tridentino di Scienze Naturali di Trento proponendo "A contatto con la scienza", alcuni fine settimana con attività pomeridiane di laboratorio e brevi conferenze-incontro. Gli incontri sono organizzati in collaborazione con il Servizio Energia della Provincia Autonoma di Trento, il Dipartimento di Fisica e il Laboratorio Akoso dell´Università di Trento. I prossimi due incontri si svolgeranno sabato 17 e domenica 18 maggio al Museo Tridentino di Scienze Naturali. In programma il laboratorio "Giocare con l´energia", esperimenti sulle diverse forme di energia e le sue trasformazioni (ore 14.45 ed ore 16.30). Il fine settimana successivo, cioè sabato 24 e domenica 25 maggio al Museo Caproni di Trento si potrà partecipare al laboratorio dal titolo "Viaggio nel cosmo". Sarà possibile misurare lo scorrere del tempo con l´uso di una meridiana, studiare il fenomeno delle fasi lunari, scoprire come nasce una stella, come si verificano le eclissi di Luna e di Sole ed osservare direttamente il Sole con il telescopio per scoprirne il volto nascosto. È prevista anche la visita al planetario (ore 15 ed ore 16.30), una sorta di firmamento virtuale, quasi "un parco delle stelle" dove è preziosamente custodita la notte stellata che l´ormai dilagante inquinamento luminoso quasi impedisce di osservare e di ammirare. L´iniziativa è rivolta al pubblico di tutte le età, l´adesione è gratuita. Info: Museo Tridentino di Scienze Naturali - 0461 228502 - www.Mtsn.tn.it  
   
   
A UNA SCUOLA DI CATANIA IL PREMIO WASTE ITALIA - NEWSPAPERGAME  
 
Il 10 maggio alle ore 9:30 avrà luogo a Catania la premiazione della scuola vincitrice del concorso Newspapergame 1000 scuole e 1 euro per l´ambiente. La conferenza di premiazione avrà luogo presso la scuola alla presenza del sindaco di Catania, on.Le Prof. Umberto Scapagnini, l´assessore alla Pubblica Istruzione dottor Fapuzzo, l´assessore all´ambiente dottor Rosano, il provveditore dottor Zanoli, Domenico Ciancio del gruppo La Sicilia e Enrico Bruschi, amministratore delegato di Daneco, la società per la costruzione di impianti di trattamento rifiuti del gruppo Waste Italia. L´istituto Montessori di Catania riceverà il premio realizzato da Waste Italia, sponsor dell´iniziativa: un´oasi ecologica. Stazioni multimediali, libri, arredi e riviste per un valore di 20.000 euro che andranno a costituire un centro di aggiornamento e di scambio culturale sulle tematiche ambientali per gli studenti della scuola e per tutto il quartiere. Al concorso hanno partecipato più di 70 mila giovani del Sud Italia (Sicilia, Calabria, Puglia, Lazio e Umbria), che hanno avuto l´opportunità di avere una pagina a disposizione su molte testate giornalistiche di primo piano per scrivere articoli e proporre contributi sul tema dell´ambiente. Infolink: www.ecotecaonline.it  www.Wasteraider.com    
   
   
NEL SALONE DELLA PROTEZIONE CIVILE IL VISITATORE VIENE COINVOLTO IN REALI SITUAZIONI DI EMERGENZA  
 
Dal 23 maggio al 2 giugno la primavera trentina si tinge con i colori della sicurezza grazie all´originale percorso interattivo ideato e realizzato dal Museo Tridentino di Scienze Naturali di Trento e dall´Associazione Oasi di Cadine nell´ambito del Salone della Protezione Civile allestito presso Trento Expo. La mostra, dal titolo "Survival Festival: obiettivo sicurezza" si propone di diffondere la cultura della sicurezza cercando di coinvolgere attivamente soprattutto il mondo giovanile. L´esperienza diretta, infatti, è la caratteristica essenziale di Survival Festival, dove l´utilizzo dei dispositivi di sicurezza permette di comprendere e imparare come reagire in situazioni di emergenza, in un contesto coinvolgente dal punto di vista emotivo. Il percorso si sviluppa attraverso tre sezioni; nella prima il tema centrale è la comunicazione, in particolare i linguaggi non verbali utilizzati nelle diverse situazioni di emergenza. Attraverso segnali visivi e sonori e ad un grande schermo al plasma il pubblico analizza e confronta situazioni di emergenza, valutandone i rischi. Un insieme di immagini e attrezzature accompagna i visitatori nel vivo dell´azione. La seconda sezione è costituita dal padiglione dedicato alla sicurezza nella casa e nella scuola; un inatteso black-out crea, grazie a particolari effetti speciali, una sensazione di disorientamento all´interno di un ambiente poco familiare, attenuata dall´osservazione di alcuni segnali che aiutano a mantenere la calma e a controllare il panico in simili situazioni. Una galleria riproduce un ambiente scolastico; qui la fuoriuscita improvvisa di fumo aziona i sensori dello Sprinkler che danno vita ad una pioggia nebulizzata. La zona dedicata alla sicurezza nella società illustra l´evoluzione degli automezzi di pronto intervento e la descrizione delle vicende in cui si sono sviluppati i fenomeni descritti dagli oggetti interattivi. La mostra è visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Info: 0461 228502 - 0461 222916  
   
   
UN MARE DI OFFERTE A MAURITIUS  
 
Lo Sugar Beach Resort, Le Coco Beach e La Pirogue, hotel di Mauritius gestiti dalla One&only Resorts, hanno in serbo tante sorprese davvero speciali per i prossimi mesi. Speciale Famiglie Da maggio a luglio lo Sugar Beach Resort, Le Coco Beach - e anche La Pirogue, ma solo fino al 30 giugno 2003 - offrono alle famiglie un´occasione unica per vivere insieme una vacanza da sogno: fino a un massimo di due bambini di età inferiore ai 12 anni, che dormono in camera con i genitori, viene regalato l´intero soggiorno alberghiero in mezza pensione. Le famiglie che saranno ospitate in uno dei tre hotel avranno anche la possibilità di scoprire la comodità e il divertimento del Kids Club, che ospita e organizza programmi di attività pensati esclusivamente per i bimbi. Ciascuna club house degli hotel ha un suo tema specifico (il circo a Le Coco Beach, tropicale a La Pirogue, Hansel & Gretel allo Sugar Beach Resort), supervisori preparatissimi, attività dedicate a tre differenti fasce di età (2-4 anni, 5-7 anni, 8-11 anni), menù speciali e servizio di babysitter (con una spesa extra). I bimbi possono utilizzare gratuitamente tutte le attrezzature e, sotto una costante supervisione, cimentarsi per la prima volta nel golf, tennis, windsurf, snorkelling e nuoto. Attività più specifiche come passeggiate sott´acqua, parasailing, immersioni subacquee e altri passatempi sono disponibili pagando un piccolo extra. Tutti i club hanno zone computer, giochi, angoli per i più piccini, zone di gioco all´ombra, piscine e ristoranti dedicati con buffet e cena alle 18 per tutti i bimbi. Il risultato è meno affollamento nelle aree delle piscine principali di ogni hotel quando i bambini sono occupati al Club e gli adulti possono così rilassarsi in pace. Speciale Single Da maggio a luglio chi ama viaggiare solo e vuole visitare un luogo splendido immergendosi in una cultura cosmopolita e alloggiando in una struttura dinamica ed elegante ha un motivo in più per farlo: a lo Sugar Beach Resort, a Le Coco Beach - e anche a La Pirogue, ma solo fino al 30 giugno 2003 - non verrà applicata nessuna maggiorazione per soggiornare in camera singola. Un´occasione d´oro per fare nuove interessanti amicizie! E per finire... Un´offerta super per tutti! Da maggio a luglio a Le Coco Beach - e fino al 30 giugno 2003 a La Pirogue - la pensione completa sarà al prezzo della mezza pensione. Gli hotel gestiti dalla One&only Resorts a Mauritius sono pubblicati nei cataloghi dei migliori tour operator.  
   
   
IL 24 MAGGIO L´EUROPA CELEBRA LE AREE PROTETTE, TANTI I MOTIVI PER VISITARLI  
 
In occasione della giornata europea dei parchi naturali, in calendario il 24 maggio, farà naturalmente la propria parte anche il Trentino, provincia dove già nel 1967 veniva varata la prima area protetta e dove il 16% del territorio è tutelato. Tre sono quelli provinciali: il Parco Adamello-brenta situato nel Trentino occidentale, il Parco Paneveggio-pale di San Martino nel Trentino orientale e la porzione trentina del Parco nazionale dello Stelvio. La loro amministrazione è affidata a un ente gestore, che riunisce tutti i comuni compresi nel territorio protetto, oltre ad altri enti territoriali e diverse associazioni. L´attenzione e la protezione per la natura riguardano anche zone piccole e piccolissime, come i biotopi (paludi, laghetti, torbiere). Anche per questi ridotti ambienti naturali il 24 maggio rappresenta un giorno importante. La più vasta area protetta del Trentino è il Parco Naturale Adamello-brenta. 618 kmq sui quali si trovano oltre 80 laghi, il ghiacciaio dell´Adamello, splendidi boschi di aghifoglie che ricoprono le pendici dei monti fino a quote attorno ai 1800 m, al di sopra delle quali lasciano il posto alle praterie alpine ed alla vegetazione rupestre, che si spinge oltre i 2500 metri. La componente faunistica è tra le più ricche dell´arco alpino, comprendendo tutte le specie montane, inclusi lo stambecco e l´orso bruno. Da non mancare una visita alla direzione del Parco a Strembo e ai Centri visitatori di Tovel, Spormaggiore e Daone. Info: 0465 804637 - www.Parcoadamellobrenta.tn.it  All´estremità orientale del Trentino si trova il Parco Naturale Paneveggio - Pale di S. Martino. 197 kmq di fitte foreste di abete rosso, ghiaioni morenici, torbiere, laghetti, impianti sciistici e numerose malghe. Un ambiente e un paesaggio davvero molto vario abitato da camosci, caprioli e cervi. Tre i centri visitatori: a Villa Welsperg, in Val Canali, a Paneveggio e a San Martino di Castrozza. Info: 0462 576060 - www.Parcopan.org  La Val di Pejo e la Val di Rabbi inglobano una parte del Parco Nazionale dello Stelvio, regno dell´aquila, della marmotta, del camoscio, del cervo, del capriolo e dello stambecco. Anche nel settore trentino sono possibili visite guidate. Info: 0463 903046 - www.Stelviopark.it  Nella giornata di sabato 17 maggio in piazza Cesare Battisti a Trento saranno allestiti degli stand delle aree protette, mentre domenica 25 maggio sarà possibile partecipare ad escursioni e visite a parchi e biotopi. Info: Servizio Parchi e Conservazione della Natura 0461 495964  
   
   
LA "SAGRA DEL PESCE" DI CAMOGLI GIUNGE ALLA SUA 52° EDIZIONE L´11 MAGGIO IL "PADELLONE FRIGGERÀ IN QUATTROMILA LITRI DI OLIO OLTRE QUATTRO TONNELLATE DI PESCE AZZURRO: PER UN TOTALE DI 40.000 PORZIONI  
 
150.000 partecipanti, 4 tonnellate di pesce azzurro fritto nel padellone più grosso d´Europa, 4.000 litri d´olio utilizzati per un totale di 40.000 porzioni di pesce distribuite gratuitamente. Questi gli impressionanti numeri della 52° Edizione della "Sagra del Pesce", sponsorizzata anche quest´anno da Friol ed in programma domenica 11 Maggio a Camogli, in Liguria. Grazie alle migliaia di litri d´olio ed al supporto organizzativo offerto da Friol, domenica 11, si potrà gustare il pesce fritto in Piazza Colombo sull´impalcatura eretta sulle acque del suggestivo porticciolo. Ma sarà inoltre possibile, già nelle serate di venerdì 9 e sabato 10 Maggio, gustare i piatti tipici della cucina Ligure presso lo stand gastronomico allestito dalla Pro-loco. Venerdì 9 maggio, musica e animazione con "discoteca sotto le stelle" a partire dalle ore 21.30. E´ in programma per sabato 10 invece la Processione in onore di San Fortunato con partenza dalla Chiesa del Boschetto alle ore 20.00 ed arrivo alla Basilica Santa Maria Assunta. Seguirà alle ore 23.00 lo scenografico spettacolo pirotecnico sul mare al termine del quale inizieranno ad ardere i particolari e giganteschi falò realizzati sulla spiaggia dai ragazzi dei quartieri di Camogli. La sagra proseguirà con altre tappe itineranti per le quali Friol metterà a disposizione complessivamente 14.000 litri d´olio, oltre ad altri materiali organizzativi. "La "Sagra del Pesce" di Camogli - afferma Antonio Verdina, Presidente della Pro-loco di Camogli - prevede quest´anno di raggiungere il record storico di partecipazioni, potendo contare su un partner importante come quello dell´olio Friol, che ci ha permesso, oltre che di allargare il bacino di utenza della manifestazione, di utilizzare un nuovo Padellone, più capiente e sicuro del precedente che risaliva ai primi anni ottanta." La Padella dei Record: si tratta di un padellone speciale, non di ferro come i precedenti, ma d´acciaio inossidabile, conforme alla rigorosa normativa in materia di sicurezza. Pesa ventisei quintali, ha un manico di tre quintali e un diametro di tre metri e ottanta centimetri, per poter essere agevolmente trasportato nelle varie trasferte in altre regioni d´Italia. La maxi padella, sarà alimentata da bruciatori ad aria soffiata in grado di utilizzare sia il gas che il gasolio; il fondale che fa da quinta alla Padella, potrà considerarsi una vera e propria opera d´arte, in quanto completamente rivestito da pannelli intarsiati rappresentanti la Liguria. L´attuale padella, utilizzata per la prima volta in occasione del cinquantenario della manifestazione, è la quarta della serie ed è stata finanziata da Friol. E´ stata commissionata alla ditta parmense Botti dalla Pro Loco di Camogli e realizzata su progettazione della Europlan di Lavagna. La prima padella cadde in mare nel 1959, la seconda e la terza sono ormai in disuso. Perché Friol? Friol è l´olio specifico per friggere più utilizzato in Italia, consumato da circa tre milioni di famiglie. L´equilibrata composizione di oli permette a Friol di essere un olio resistente alle alte temperature, consentendo di ottenere un fritto croccante e al contempo asciutto. Friol è quindi l´olio per friggere che poteva permettersi di accettare la "sfida", che si rinnova così anche quest´anno, della Maxi Padella di Camogli. La Storia: la fama della "Sagra del Pesce" di Camogli coincide con quella della sua famosa padella gigante. Tutto ebbe inizio nel 1952 quando una ventina di pescatori decisero, con l´unico scopo di attirare i turisti di passaggio, di regalare durante la festa di San Fortunato, patrono dei pescatori, del pesce fritto. L´evento ebbe un successo al di là delle aspettative e gli organizzatori furono costretti a friggere pesce per tutto il giorno. L´anno successivo si ripropose l´iniziativa e Lorenzo Viacava detto "O Napoli", noto pescatore, decise per l´occasione di far costruire una padella gigante che divenne subito la vera attrazione di quella che era oramai diventata una vera e propria sagra. La fama dell´avvenimento era nel frattempo salita agli onori della cronaca internazionale anche grazie ad un interessamento del New York Herald Tribune, di Re Baldovino del Belgio e di un´eurovisione televisiva del 1955. Il Calendario: Quest´anno la tournèe itinerante della "Sagra del Pesce" prevede, grazie ad un fitto calendario di appuntamenti, di toccare le città di Varese presso l´Ipercoop (25 maggio), Spessa Po - Pavia (31 maggio - 1 giugno), Ferrara - Raduno Mini (6, 7 e 8 giugno), Omegna - Verbania (22 giugno), Teglio - Sondrio (29 e 30 giugno), Sordevolo - Biella (5 e 6 luglio), Piantedo - Sondrio (13 luglio) e Sala Baganza - Parma (19 e 20 luglio). Una curiosità internazionale: A Yokohama, in Giappone, si frigge con una copia della padella di Camogli. I Giapponesi hanno scoperto la padella camoglina in occasione del suo quarantennale ed hanno avuto l´autorizzazione a farne realizzare una identica.  
   
   
TRENTO E BELLUNO UNITE PER RILANCIARE LA REGINA DELLE DOLOMITI DOPO ANNI DI INCOMPRENSIONI  
 
Un patto per la rinascita Marmolada, luogo di memorie e di paesaggi mozzafiato. Sepolta l´ascia di guerra dopo anni di incomprensioni, Trentino e Veneto hanno cominciato a dialogare per definire un progetto comune che ha per fine la valorizzazione della Regina delle Dolomiti. Un disegno ambizioso che ha mosso i primi passi grazie al protocollo di intesa firmato un anno fa dalle Province di Trento e Belluno, dalla Regione Veneto e dai Comuni di Canazei e Rocca Pietore, e che è entrato nella fase operativa attraverso la presentazione del Piano di indirizzo generale, avvenuta a metà aprile. Il documento individua cinque obiettivi specifici. Il primo è la valorizzazione delle risorse storico-culturali, da perseguire attraverso il recupero strutturale e funzionale del Museo della Grande Guerra in Marmolada, il ripristino di sentieri e trincee e la creazione di un Centro studi. Il secondo obiettivo mira a valorizzare le realtà ambientali e naturalistiche, un progetto che prevede la bonifica del ghiacciaio e che impone il rispetto rigoroso delle norme che regolano l´eliski. Un posto importante occupa anche il miglioramento dei sentieri alpinistici, che si baserà sulla messa in sicurezza delle vie attrezzate, sulla formazione delle guide alpine e sull´individuazione di percorsi adatti alle mountain bike, uno dei quali dovrebbe correre intorno al lago Fedaia e rendersi servibile anche per lo sci di fondo. Gli ultimi due capitoli riguardano il potenziamento del settore turistico e dei collegamenti infrastrutturali. Si rende necessario l´ammodernamento degli impianti di risalita, la creazione di un collegamento fra i due versanti, il recupero di alberghi, rifugi e bivacchi, il miglioramento e la messa in sicurezza delle strade nonché la creazione di aree di sosta per i pullman. Un progetto tanto ambizioso quanto impegnativo che coinvolgerà anche le associazioni locali e che, si dice nel documento elaborato dal Comitato Marmolada, esclude iniziative dannose per l´ambiente anche quando fossero potenzialmente redditizie per l´economia locale. Solo così si può garantire al turismo una prospettiva di lungo periodo.  
   
   
GOLF, RELAX E UN COMPLEANNO SPECIALE: L´IDEA DEI RICCI HOTELS DI CESENATICO  
 
Sapete già tutto di driver, spoon e putter? Il green per voi non ha segreti? Oppure appartenete alla schiera di coloro che il golf l´hanno sempre visto giocare dagli altri, senza avere mai la possibilità di cimentarsi con mazze e buche, almeno per godere del paesaggio e trascorrere una giornata di relax all´aria aperta? Per l´estate 2003 i Ricci Hotels di Cesenatico hanno pensato davvero a tutti, proponendo una speciale formula che abbina al soggiorno in hotel o in residence l´opportunità di accedere ai servizi del prestigioso "Adriatic Golf Club" di Cervia, distante solo pochi chilometri. Una struttura all´avanguardia quanto ad attrezzature sportive, sede più volte dei Campionati Italiani Professionisti, che offre una distesa di 6.246 metri per 18 buche e 72 par, con campo pratica, pitching green, golf carts, caddies, noleggio di bastoni e carrelli. Per chi si avvicina a questo sport affascinante da principiante assoluto e per quanti desiderano migliorare il proprio stile, il circolo mette a disposizione istruttori e maestri. Un modo per divertirsi e immergersi in un paesaggio incantevole, tra laghetti salmastri e pinete, "links" scozzesi e percorsi "all´americana". Ma dedicarsi al golf sulla Riviera romagnola significa unire i vantaggi di uno sport ecologico e rilassante al piacere di una vacanza al mare, in una delle spiagge più ampie e attrezzate dell´Adriatico e in un tipo di struttura, i Suite-home Hotels, che oltre alla tradizionale ospitalità e alla qualità di una gestione familiare, offrono ai turisti un ricco programma di sport e animazione per adulti e bambini. Così, i genitori possono cimentarsi sui campi del vicino Golf Club di Cervia in assoluta tranquillità, sicuri che i bambini si divertiranno in tutta sicurezza grazie alle cure di un qualificato staff di animatori, che ogni giorno organizza eventi diversi: calcetto, acqua volley, baby buffet, gite in bicicletta, baby discoteca, Mini Club e perfino un minicorso di cucina per imparare a fare la piadina romagnola, con tanto di diploma finale. "Gioielli" della famiglia Ricci, i Suite Hotel & Residence hanno fatto dell´attenzione per l´ospite e della joie de vivre il loro motto, coniugando accoglienza, comfort e una cucina tradizionale di alta qualità. Un modo "dolce" di concepire la vacanza per far sentire il cliente come a casa (e l´assonanza con l´inglese non è certo casuale), offrendogli la possibilità di scegliere la sistemazione più adatta alle sue esigenze. La classica formula in hotel (con pensione completa o mezza pensione) prevede camere accoglienti e confortevoli o le nuovissime e ariose suite (fino a 30/40 mq), ideali per famiglie. Chi invece preferisce vacanze in totale libertà, senza vincoli di orari, troverà nella formula residence un´ampia scelta di appartamenti (mono bi o trilocali) veramente spaziosi (fino a 48 mq) e provvisti di tutto: salottino, angolo cottura, frigorifero, tv satellitare, aria condizionata, bagno con vasca, doccia e phon, cassaforte, telefono diretto. In più, tanto spazio immerso nel verde per fare sport, con palestra fitness, tennis, piscine e vasca idromassaggio. Un compleanno speciale per i piccoli ospiti - Ghirlande, lanternine, palloncini e striscioni colorati saranno la cornice di una giornata davvero speciale per i piccoli ospiti dei Ricci Hotels. Infatti, ai bimbi che festeggeranno il compleanno durante la vacanza, la famiglia Ricci e lo staff di animazione organizzeranno una festa con gli amici, tantissime iniziative, una torta personalizzata e un regalo speciale. Non mancheranno divertenti giochi di gruppo che coinvolgeranno tutti i bimbi dell´´hotel in attività stimolanti e creative. Un party in piena regola e una giornata di vacanza in più che sarà offerta in omaggio (ai bambini fino ai 12 anni), per soggiorni di almeno una settimana. E trovare ragioni per prolungare la propria permanenza a Cesenatico non è certo difficile. L´antico borgo di pescatori, che conserva nel disegno del porto-canale una traccia significativa del passaggio di Leonardo da Vinci, avvenuto 500 anni fa al seguito di Cesare Borgia di cui il grande artista era "architecto et ingegnero", costituisce un punto di partenza ideale per gite e passeggiate nell´entroterra, alla ricerca di sapori e paesaggi romagnoli. Un itinerario enogastronomico per visitare antichi borghi come Santarcangelo, Verrucchio, Longiano, Bertinoro e Cesena. O ancora per conoscere il ricco patrimonio culturale di località come Ravenna, dove ammirare i mosaici e i tesori dell´arte bizantina, Gradara con il suo castello medievale, muto testimone dell´amore tra Paolo e Francesca o la rocca di San Leo, sulle tracce dei misteri di Cagliostro. Ma chi cerca innanzitutto divertimento e forti emozioni potrà scegliere tra le tante proposte che offrono i famosi parchi a tema che sorgono non lontano da Cesenatico, da Aquafan a Mirabilandia, da Fiabilandia a Italia in miniatura a Le Navi. A Canonica, poi, nei pressi di Santarcangelo, una terra fortemente intrisa di suggestioni felliniane, la famiglia Ricci farà vivere ai suoi clienti una giornata rigenerante tra natura e sapori di una volta mettendo a disposizione il suo "Podere La Fattoria", un cascinale di fine ´800 circondato da ulivi, vigneti e distese di girasoli, dove concedersi un bicchiere di Sangiovese prodotto con le uve della tenuta. Per la "formula residence" (vacanze in appartamento) i prezzi a settimana partono da 336 euro; mentre per la "formula classica" (in camera o in appartamento/suite con pensione completa), da 42 euro al giorno per persona. Sono previsti tantissimi sconti e offerte per i bambini. Assistenza pediatrica e servizio di baby-sitter su richiesta. Infolink: www.Riccihotels.it  
   
   
L´APT DEL CAPOLUOGO ACCOMPAGNA IL NUOVO TOUR EUROPEO DEL MUSICISTA  
 
C´è grande attesa per il concerto che il musicista Angelo Branduardi terrà il prossimo 21 maggio a Trento. L´azienda di Promozione turistica di Trento ha scelto infatti di patroncinare ad "Altro ed Altrove", il nuovo tour europeo del noto cantautore, accompagnando l´artista nel suo viaggio sui palcoscenici dei più prestigiosi teatri e delle più suggestive piazze italiane, per poi proseguire con i concerti europei. Un´occasione unica per ascoltare un musicista completo, amante della sperimentazione ma anche della musica del passato, un menestrello raffinato che regala sempre grandi emozioni. Il concerto di Trento, ma anche tutti gli altri previsti dal tour, nascono da un felice connubio di musica, arte e solidarietà. Accanto all´ideale viaggio che compie "Altro ed Altrove", gli spettatori dei concerti di Branduardi potranno provare emozioni anche dalle vedute della città di Trento, dei suoi palazzi affrescati, dai panorami mozzafiato del Monte Bondone. Ogni concerto sarà anche l´efficace veicolo per sensibilizzare il pubblico a tematiche sociali e avrà una finalità benefica grazie alla presenza di tre associazioni accomunate dall´impegno nella lotta contro i tumori. Il tour di Angelo Branduardi ha preso il via il 7 aprile scorso a Mestre e toccherà le più importanti città di tutta la penisola. Dal 7 ottobre al 21 novembre "Altro ed Altrove" girerà per l´Europa.  
   
   
LASTMINUTE.COM E TRAVELPRICE.IT RI-LANCIANO LA CATEGORIA AUTONOLEGGIO INSIEME A HOLIDAY AUTOS  
 
Dopo il rinnovamento totale della categoria autonoleggio su entrambi i siti, vengono ora lanciate le prime promozioni insieme alla società recentemente acquisita dal gruppo: Holiday Autos Group limited. Il gruppo lastminute.Com, (che include travelprice.It) leader europeo in soluzioni online per i viaggi e il tempo libero, annuncia la prima operazione promozionale con Holiday Autos Group Limited, il "broker" leader mondiale per il noleggio auto per il tempo libero e società recentemente acquisita dal gruppo. Da oggi è infatti visibile, sia su lastminute.Com sia su travelprice.It una pagina autonoleggio completamente nuova dove si trovano le migliori tariffe per l´auto per le vacanze e la prima forte promozione congiunta. Punti chiave della promozione: Prenotando su lastminute.Com dal 5 al 19 Maggio e su travelprice.It dal 7 al 21 Maggio troverete tariffe già scontate del 20%. I primi 10 che prenoteranno avranno invece il noleggio gratuito! Il costo verrà riaccreditato direttamente sulla carta di credito.  
   
   
DAL 17 MAGGIO UN NUOVO PERCORSO ESPOSITIVO CON LA RICOSTRUZIONE DELLA BATTAGLIA DI CALLIANO  
 
Il 17 maggio nel suggestivo scenario di Castel Beseno aprirà i battenti un nuovo percorso espositivo, chiamato "La virtù della fortezza". Nelle quattro sale del Palazzo di Marcabruno, al piano terra, grandi e piccini potranno conoscere da vicino le armi e le strategie utilizzate dai soldati medievali, avvalendosi di strumenti multimediali e della possibilità di indossare le armature nonché di impugnare spade e lance. Costruita in posizione strategica intorno all´anno 1100 per sorvegliare l´accesso alla Vallagarina, la complessa opera di fortificazione fu dapprima baluardo della Repubblica di Venezia, nelle mani dei Castelbarco, e poi roccaforte dell´impero Germanico, nelle mani Trapp, dato che proprio lì passava il confine fra le due potenze. L´evento bellico più importante che ha visto protagonista Castel Beseno e le sue guarnigioni fu la battaglia di Calliano; correva il 10 agosto del 1487 e l´esercito veneziano, pur soverchiante numero di uomini, fu messo in fuga dalle agguerrite formazioni tirolesi, che oltre a costringere alla fuga i soldati guidati da Roberto da Sanseverino ne uccisero a centinaia spingendoli nelle acque dell´Adige. Uno splendido plastico ci aiuterà a ripercorrere le fasi salienti del combattimento. Lo spazio che attirerà di più l´attenzione dei ragazzi sarà certamente quello dedicato alle armi e alle armature. Accanto a pezzi di artiglieria, come i "tubi da fuoco" (precursori dei moderni cannoni), faranno bella mostra di sé copie fedeli delle corazze in acciaio indossate dai cavalieri e delle armi leggere usate dai fanti; il tutto potrà essere indossato o impugnato per rendersi conto di persona del peso e della manovrabilità delle bardature e delle armi dell´epoca. La mostra, curata da Carlo Andrea Postinghel e Massimiliano Righini per la parte scientifica e da Manuela Baldracchi per l´allestimento, aprirà i battenti il 17 maggio. L´orario di apertura è il seguente: 9-12 e 14-17,30 dal lunedì al venerdì, 10-18 il sabato e la domenica. Info: 0464 834600 - www.Buonconsiglio.it    
   
   
SPORT, RELAX E DIVERTIMENTO PER SCOPRIRE QUESTA VALLE DA SOLI, IN FAMIGLIA O CON GLI AMICI  
 
L´estate 2003 in Valsugana è trekking, mountain bike, passeggiate naturalistiche, visite guidate, corsi di cucina e di creatività, orienteering, vela, windsurf e dragon boat sui laghi di Caldonazzo e Levico, golf, tennis, escursioni a cavallo e... Tanto divertimento. Tutto questo con la proposta "Sette giorni nel verde", un programma di attività, dal 19 maggio al 27 settembre, indicato per tutta la famiglia, dai più piccoli ai nonni, per stare insieme all´insegna del relax e del divertimento, praticare sport a stretto contatto con la natura e conoscere gli aspetti caratteristici della Valsugana. Ogni giorno un´attività diversa seguiti da istruttori, guide ed esperti. Un programma settimanale che abbina il soggiorno in albergo, campeggio, appartamento o agritur con attività sportive e culturali gratuite o con tariffe scontate per gli ospiti delle strutture convenzionate e a prezzi veramente promozionali per tutti gli altri. Il programma include visita al Parco delle Terme, un arboreto di oltre 12.000 mq, con numerose specie botaniche locali ed esotiche, escursione ai forti della Prima Guerra mondiale e alle malghe dell´Altopiano di Vezzena, sconfinata distesa di prati e boschi, trekking delle malghe, visita alla mostra-museo dei minatori, ai numerosi biotopi salvaguardati sul territorio e al castello medievale di Pergine. Oltre a numerosi sport da praticare all´aperto. Info: Apt Valsugana 0461 706101 - www.Valsugana.info    
   
   
LA SETTIMANA DEL VIAGGIO( MILANO, 7-14 MAGGIO 2002 IV EDIZIONE  
 
Mostre, dibattiti, reportage di viaggio, rassegne cinematografiche, percorsi fotografici, talk show con grandi viaggiatori, presentazioni di libri....A maggio, anche quest´anno il giro del mondo si fa in città. Questa è la formula, ormai consolidata, di La Settimana del viaggio, l´iniziativa ideata, promossa e organizzata dall´Associazione Culturale "Outis. La mente del Viaggiatore", oggi , per la prima volta , in collaborazione con La Repubblica. Intorno al nucleo originale della manifestazione espositivo culturale I viaggi di Outis che si svolge al Palazzo delle Stelline, è nato un calendario di eventi che vedono Milano, nel mese di maggio, punto di riferimento dell´ idea di Viaggio, un viaggio vissuto nella sua dimensione più ampia, sia reale sia mentale.Perché il "Viaggio" è, prima di tutto, una dimensione interiore. Nessuna celebrazione quindi dei classici "paradisi dell´altrove" ridotti a misura delle proprie comodità, ma possibilità di conoscere popoli e culture, di rapportarsi con il ´diverso´ lontano o vicino che sia. Questo ´filo rosso´ ,visto come "chiave di conoscenza", si dipana attraverso Luoghi diversi, istituzioni culturali differenti, realtà di varia origine e ispirazione che partecipano e collaborano al programma. I Luoghi E Gli Incontri da mercoledì 7 a domenica 11 maggio Spazio Oberdan - V.le Vittorio Veneto 2 ( "Un viaggio lungo un film"- rassegna cinematografica. Mercoledì 7 maggio - ore 18,30 Touring Club Italia, Corso Italia 10 ( "Leggende e Chimere del Cile di ieri, del Cile di oggi", Incontro con Benedetta Rusconi giovedì 8 maggio - ore 18,30 Milano Libri, via Verdi 2 ( "Storie di casa e ambiente" , Mostra di fotografie giganti di Alberto Ponis da venerdi 9 a domenica 11 maggio Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 ( "I viaggio di Outis", manifestazione espositivo culturale sabato 10 maggio - ore 9/17,30 Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 ( "Greenways le vie verdi italiane. Una nuova rete di mobilità dolce" Convegno Internazionale lunedì 12 maggio - ore 18,30 Museo Popoli e Culture, Via Mosè Bianchi 94 ( "Appunti cinesi :viaggio nel paese di mezzo", mostra fotografica e incontro con Luigi Paoli da lunedì 12 maggio - Inaugurazione ore 18,30 Town House, via Goldoni 31 ( "Animalia , disegni da un Diario in Namibia", mostra di disegni di Giancarlo Iliprandi da martedì 13 maggio - Inaugurazione ore 18,30 Galleria Agfa ,via Grosio 10/4 ( " Il sorriso del Budda", mostra fotografica personale di Giuseppe Ripa dal 7 al 14 maggio. Incontro mercoledì 14 ore 21 Venti Correnti, Centro servizi per l´arte contemporanea Via Cesare Correnti,20 "Un Viaggio... Nel silenzio. Dal Ladakh al Kenya", mostra fotografica di Stefano Lucini e incontro-performance con Cesare Picco  
   
   
MASSAGGIO CON LE PIETRE SEMI PREZIOSE ALLE TERME SALVAROLA  
 
Finalmente non dovremo più recarci in India per sottoporci al dolce massaggio con le pietre semi preziose ed i cristalli. Nelle vicinanze di Sassuolo (venti minuti da Modena), sorgono le Terme Salvarola, oasi del benessere conosciute fin dai tempi dei Romani e dai duchi Estensi. Le Terme Salvarola hanno fatto propria tale tecnica terapeutica ispirandosi alla tradizione della medicina Ayurvedica, il più antico sistema terapeutico del mondo. Il massaggio, praticato da professionisti, dura circa un´ora e mezza ed inizia con uno sfregamento, fatto con guanto di seta, della durata di quindici minuti. Questa esfoliazione prepara il corpo a ricevere l´energia prodotta dal massaggio con oli essenziali personalizzati e con le pietre semi preziose e cristalli. Queste, preventivamente purificate nell´acqua salata ed esposte durante la notte alla luce lunare per ricevere la carica dovuta, vengono poste sopra i rispettivi chakra (punti energetici che sono in relazione con i vari organi umani e di conseguenza con i vari sentimenti ed emozioni che proviamo). Ad ogni chakra equivale una pietra, ed ad ogni pietra corrispondono particolari effetti distensivi, rilassanti e riequilibranti. L´effetto benefico è immediato: il corpo viene avvolto da una situazione di benessere e la mente ritrova pace interiore e rilassatezza. Per poter godere comodamente di questo "prezioso" trattamento, si può pernottare all´Hotel Terme Salvarola. Tra le dolci linee collinari di un paesaggio rasserenante che sembra venire incontro a chi cerca rifugio dallo stress quotidiano, sorge questo accogliente quattro stelle, con 3 junior suites e 42 camere dotate di tutti i comfort (antenna parabolica, aria condizionata e in alcune docce con idromassaggio), molte delle quali si affacciano sul parco. Ma non solo Oriente. Siamo infatti nella terra del buon gusto. Ed allora approfittiamo delle visite alle cantine e all´enoteche del Lambrusco, alle acetaie di aceto balsamico tradizionale di Modena e ai caseifici del Parmigiano Reggiano che lo staff dell´Hotel Terme Salvarola propone. E nei dintorni: fa non perdere la visita del Palazzo ducale di Sassuolo, residenza estiva degli Estensi, della Galleria Ferrari a Maranello e del Parco "Salse di Nirano". Weekend "prezioso": 2 giorni di mezza pensione in camera doppia visita medica di accettazione - Alimentazione controllata; 2 idropercorsi nelle piscine a diverse temperature e giochi d´acqua; 2 percorsi flebologici caldo/freddo, due sauna/bagno turco, Utilizzo della palestra; 1 peeling di fango termale; 1 massaggio con pietre semi-preziose; Prezzo per persona: 335 euro. Infolink: www.termesalvarola.it    
   
   
ESTATE 2003 IN VAL GARDENA  
 
Una straordinaria esplosione di bellezze naturali, il fascino di una particolare valle esclusiva: questa è la Val Gardena, dove si possono trascorrere vacanze firmate nelle Dolomiti. Ortisei, S. Cristina e Selva Gardena (in un raggio di soli 8 km), oltre alla magnificenza della natura, offrono una vasta gamma di attività artistiche e culturali. La Val Gardena (Ortisei 1236 m, S. Cristina 1428 m e Selva Gardena 1563 m) si distende tra i 1200 e 1700 m di altitudine. I prati superano i 2500 m e la vetta più alta (il Sassolungo) raggiunge i 3181 m. Ecco quali saranno i principali eventi dell´estate gardenese per la stagione 2003. Anche quest´anno il programma è vario e ricco di appuntamenti per tutti i gusti. Per chi fosse interessato a procurarsi fotografie in digitale della Val Gardena, è possibile scaricarle dal sito Internet www.Valgardena.it  alla voce "archivio fotografico" (username: foto, password: fotogardena). Per i veri amanti della montagna è possibile ottenere, previa informazione presso le Associazioni Turistiche, il distintivo per escursionisti "Cristal d´Or", che si conquista dopo avere raggiunto varie tappe fondamentali lungo i sentieri della Val Gardena. Qui di seguito sono riportate alcune informazioni sui principali eventi che avranno luogo nella nostra valle e che potrete approfondire presso le Associazioni Turistiche della Val Garden e sul sito Internet: www.Valgardena.it  Le Date Da Ricordare: Moto-incontro Internazionale (30/05-01/06/2003) È un incontro degli appassionati delle moto, che viene organizzato già da più anni a Selva Gardena. Sarà allestito un tendone nel centro del paese, dove venerdì sera suoneranno due gruppi musicali. Per sabato è prevista il classico giro delle Dolomiti di tutti i partecipanti ed un Trial-show. La domenica i talenti musicali Belsy. Informazioni: Associazione Turistica Selva Gardena Open Air Delle 3 Nazioni Per Scultori In Legno (02/-07/06/2003) Dal 2 al 7 giugno 2003 si svolgerà a Selva Gardena un Simposio Internazionale di scultura in legno. Viene organizzato in occasione del 20. Anniversario della Scuola Professionale per Scultori di Selva Gardena. È questo un incontro della Scuola Professionale per Scultori di Selva Gardena, Elbigenalp (Tirolo del Nord), Garmisch Partenkirchen e Monaco (Baviera). 35 scultori si troveranno in Piazza Comunale ogni giorno dalle ore 8.30 alle ore 12.00, e dalle 14.00 alle ore 18.00 per realizzare sculture della dimensione di 200 cm x 50 cm ciascuna. La sera si svolgeranno varie conferenze su temi d´arte. Informazioni: Associazione Turistica Selva Gardena. Festa Degli Ospiti Abituali (28-29/06/2003) Per tutti gli ospiti, che frequentano da minimo 20 anni la località di Selva Gardena, si tiene quest´anno la festa degli ospiti abituali. Durante i due giorni ci sarà un ricco programma di intrattenimento con la banda musicale locale e i suonatori dei corni alpini. Inoltre verrà offerta una cena di gala agli ospiti fedeli, che verranno salutati dalle autorità locali. Informazioni: Associazione Turistica Selva Gardena. Settimane Escursionistiche Internazionali (29/06-04/07 e 07-12/09/2003) Sono alla loro quattordicesima edizione e hanno sempre riscosso un grande successo. Sono rivolte a tutti gli amanti della montagna e della natura e consistono in un programma day by day di gite nei luoghi più suggestivi delle Dolomiti attorno alla Val Gardena. Tutte le escursioni vengono effettuate con guide esperte del luogo e con un numero di partecipanti limitato. I programmi giornalieri si svolgono nelle località più belle e famose, ad esempio: Parco Naturale Puez Odle, Gruppo del Sassolungo, Gruppo delle Odle, Torri del Vajolet, Alpe di Siusi, per un totale complessivo settimanale di 120 km a piedi. Prevista la distribuzione di materiale informativo, cartine e proiezioni di filmati sulla Val Gardena, una serata finale con consegna dei diplomi (e valutazioni Ivv) e premiazione, un´assicurazione R.c., oltre agli allegri rinfreschi e merende. Iscrizioni: Associazione Turistica Selva Gardena. Settimane Bambino Estate (fino al 19/07/2003) Da tempo la Val Gardena sta sviluppando dei programmi per offrire alle famiglie ed ai bambini il massimo della vacanza in montagna. Le settimane del bambino sono il frutto di questo impegno che coinvolge sia un´offerta promozionale per le famiglie sia un denso programma di attività e di giochi per i più piccoli, che avranno l´occasione di vivere in Val Gardena tante nuove esperienze. Le offerte previste riguardano: - alloggio: gratuito per bambini fino a 8 anni (nati dopo il 1° giugno 1995) scontato del 50% per bambini dagli 8 ai 12 anni (nati dopo il 1° giugno 1991) (offerta valida per bambini che alloggiano in camera con i genitori, stesso trattamento dei genitori) In appartamento: sconto del 30% per i bambini fino a 8 anni del 15% per bambini dagli 8 ai 12 anni (calcolato sul prezzo dell´appartamento diviso per i posti letto) - animazione: durante le Settimane Bambino Estate proponiamo uno speciale programma d´animazione per i nostri piccoli amici. Gli obiettivi principali sono gioco e divertimento, natura e sport, manifestazioni e feste. Corsi Per Apprendere A Scolpire Il Legno (luglio fino ad inizio settembre) Scolpire il legno è una tradizione praticata da tantissimi anni in Val Gardena. Vengono organizzati questi corsi per far avvicinare l´ospite alla cultura e fargli toccare con le proprie mani la tradizione della valle ladina. Tenere un scalpello in mano cercando di modellare o formare una figura è un´esperienza che va vissuta. È proprio così che vengono create le opere d´arte tanto apprezzate. I corsi hanno una durata di 3 giorni per 3 ore giornaliere, ed vengono proposti dall´ 8 luglio al 2 settembre. Informazioni: Associazione Turistica Ortisei. Osservare La Selvaggina Con Un Cacciatore (luglio ed agosto) L´osservazione ha inizio al mattino presto oppure al pomeriggio tardi ed è accompagnata da un cacciatore che conosce la zona come il palmo della sua mano. Si possono ammirare animali come scoiattoli, marmotte, cervi. Questa manifestazione viene nuovamente organizzata quest´anno grazie al grande successo degli anni passati. Informazioni: Associazione Turistica Selva Gardena. Visita Ad Un Laboratorio Di Uno Scultore (da luglio a settembre) Per gli appassionati d´arte e tradizione, questo è una delle manifestazioni più importanti. Visitando il laboratorio di uno scultore, si possono ammirare gli attrezzi, i scalpelli, con i quali vengono create le opere d´arte in legno. Informazioni: Associazione Turistica Selva Gardena Associazione Turistica Ortisei. Escursioni Accompagnate Nel Parco Naturale Puez - Odle (da inizio giugno fino a settembre) Con i suoi 10.200 ettari, il Parco Naturale Puez-odle-rasciesa (altitudine media 2.500 m) comprende un grande altipiano delle Dolomiti nord-orientali che si caratterizza per la straordinaria bellezza e per la grande ricchezza naturalistica. Grazie alla tranquillità ed al silenzio che regnano nel parco, la tecnologia moderna sembra essere lontana anni luce. Informazioni: Associazione Turistica S. Cristina Associazione Turistica Selva Gardena. Valgardenamusika (18/07-22/08/2003) E´ considerato l´appuntamento più caratterizzante dell´estate gardenese, perché si svolge per più di un mese e propone serate uniche ed esclusive. A suonare, in luoghi magici e affascinanti come la Vallunga, saranno orchestre di fama internazionale e musicisti tra i più apprezzati del mondo. Il programma concertistico è vario ed interessante e ha coinvolto media internazionali e grandi sponsor. E´ organizzato dal Consorzio Turistico della Val Gardena quest´anno con il nuovo direttore artistico Eduard Demetz, noto compositore e musicista gardenese. Informazioni: Consorzio Turistico Val Gardena. Val Gardena Star Bike E Campionato Nazionale Mtb (13/07/2003) E´ considerata la "maratona in mountain bike più bella delle Dolomiti". Anche quest´anno i percorsi saranno due: il percorso "classic" e il percorso "light". Su entrambi i percorsi si potrà effettuare una "pedalata ecologica" aperta ai non agonisti. Sarà la Val Gardena Starbike inoltre ad assegnare il primo titolo italiano sulla distanza "granfondo" nella storia della Fci: un riconoscimento importante per la manifestazione di mountainbike giunta alla sesta edizione. Il prossimo 13 luglio,infatti, sulle pendici del Sassolungo i migliori interpreti della disciplina si sfideranno per indossare la prima maglia tricolore sulla distanza "marathon", un titolo prestigioso che non può mancare nel palmares di un campione. Il percorso di questa gara, che richiama ogni anno centinaia di appassionati delle due ruote, esplorerà la Val Gardena toccando luoghi incontaminati e bellezze naturali. All´arrivo una grande festa, con la premiazione, musica, rinfreschi e divertimento. Informazioni: Consorzio Turistico Val Gardena. Tappa Della Transalp Challenge (23/-24/07/2003) Oltre alla famosa e già citata "Val Gardena Star Bike", gara di mountain-bike che si svolge a metà luglio, la Val Gardena ospita quest´anno una tappa della Transalp Challenge: quattrocento team si contenderanno il montepremi in palio, ben 16.200,00 €, partendo da Mittenwald il 19 luglio 2003, transitando in otto tappe per Reith in Alpbachtal, Kirchberg bei Kitzbüehl, Neukirchen am Grossvenediger (tappe tracciate in Germania ed Austria), Bressanone, Ortisei, Caldaro, Andalo ed arrivo a Riva del Garda. Si sono iscritti biker neozelandesi, canadesi, sudafricani, cinesi, dal Costa Rica, dagli Stati Uniti, Norvegia e Repubblica Cèca, oltre naturalmente ad una nutrita pattuglia d´italiani. Festa Del Folclore (03/08/2003) Si svolge in Val Gardena da diverso tempo e ogni anno, nella prima settimana di agosto, si ripete in uno dei paesi della valle: Ortisei, Selva Gardena o Santa Cristina, a rotazione. Questa volta spetta al paese di Ortisei ospitare uno degli appuntamenti più attesi dagli amanti della tradizione. Non si conoscono le sue origini ma è ormai divenuto un appuntamento fisso e uno dei momenti più rappresentativi per la cultura ladina che qui mette in mostra il meglio di sé. Come gli sfarzosi costumi del grande corteo storico in cui sfilano uomini, donne, anziani e bambini o la musica, che accompagna la manifestazione, i balli, che caratterizzano sempre il momento "clou" della festa campestre... Sicuramente un evento da non perdere per tutti coloro che desiderano saperne di più sulla comunità dei ladini e sulle tradizioni della Val Gardena, ma anche per tutti coloro che amano divertirsi e stare in compagnia, Informazioni: Associazione Turistica di Ortisei. Festa Delle Associazioni (14-16/08/2003) E´ la tradizionale festa delle varie associazioni di Selva Gardena che ogni anno, nei giorni attorno a Ferragosto, si svolge nel centro di Selva Gardena. In Piazza del Municipio ci sarà la consueta manifestazione della banda musicale, rinfreschi di vario genere e costumi tipici. Una festa per ospiti e valligiani che colpisce sempre nel segno. Informazioni: Associazione Turistica Selva Gardena. Festa Del Bambino E Mini-playbackshow (15/08/2003) La Val Gardena non si dimentica mai dei suoi piccoli ospiti ed anche nel giorno di Ferragosto l´Associazione Turistica di Ortisei propone un programma irresistibile per i più piccini. Nel centro del paese infatti avranno luogo giochi di vario tipo e divertenti intrattenimenti con la partecipazione di clown, mascotte e teatrino fino all´ora di cena. Lo spettacolo riprende verso sera con uno spettacolo che vedrà impegnati i bambini stessi, attori in uno show tutto loro. Informazioni: Associazione Turistica Ortisei. Unika: Arte E Gastronomia (31/08-14/09/2003) Con questa proposta, Unika, l´Associazione degli intagliatori nel legno, in collaborazione con il Consorzio Turistico Val Gardena, intende offrire un programma originale e tipicamente gardenese ai visitatori, i quali potranno conoscere la storia dell´artigianato artistico della valle, attraverso un percorso storico scandito da pannelli artistici che, dislocati nei tre paesi gardenesi, ricorderanno le fasi strategiche dell´evoluzione di questa attività secolare. Allo stesso tempo nei vari ristoranti valligiani sarà possibile degustare pietanze tipiche, mentre gli scultori saranno all´opera nei ristoranti stessi, esponendo le loro creazioni più significative e accompagnando con molte sensazioni visive e uditive, quella del gusto e dell´olfatto. Inoltre tante manifestazioni in tema di arte accompagneranno il highlight gardenese. Informazioni: Consorzio Turistico Val Gardena. Settimane Autunnali E Di Degustazione (31/08-21/09/2003) Verso la fine dell´estate torna la voglia di mettersi a tavola per assaporare un buon piatto. Proprio per questo in Val Gardena sono nate le settimane culinarie in corrispondenza dell´arrivo dell´autunno. In questi giorni, a Santa Cristina, molti esercizi offriranno dei menu particolarmente curati e sarà possibile conoscere in modo più approfondito i piatti della tradizione, dai "crafuncins" alla "panicia", dalla "jufa" ai "tirtles"... Un appuntamento che i buongustai non dovranno lasciarsi sfuggire. Le settimane autunnali prevedono anche una serie di concerti, manifestazioni e feste che ravviveranno la fine della stagione gardenese. Informazioni: Associazione Turistica Santa Cristina. Unika: Scultori Alla Ribalta (05-07/09/2003) Come molti sanno, una delle attività più diffuse e più legate alla tradizione della Val Gardena è la scultura, su cui ancora oggi è fondata l´economia di buona parte della popolazione gardenese. Ancora una volta, gli scultori artigiani di Unika, associazione che riunisce e certifica gli operatori del settore, veri artisti nella lavorazione del legno, i quali si rifanno ad una tradizione secolare, si riuniranno in questi giorni ad Ortisei per dare prova della loro abilità ed esperienza. Lo faranno sotto gli occhi di tutti, producendo davanti al pubblico opere stupende interamente lavorate a mano. Assistere alla trasformazione di un pezzo di legno in quella che si può definire un´opera d´arte è uno spettacolo fuori dal comune. Per informazioni tel. 0471/797552, e-mail: info@unika-art.Com Marcia Popolare Luis Trenker (06-07/09/2003) Ogni anno la Val Gardena ama ricordare un grande compaesano scomparso da ormai 13 anni: Luis Trenker che è stato regista, attore ed architetto. Nato ad Ortisei, la sua fama deriva soprattutto dai suoi film che contribuirono a rendere celebri le montagne che circondano la Val Gardena, dove ambientò la sue opere più celebri ("Montagne in fiamme", "Lettere d´amore dall´Engadina", ecc.). Per ricordarlo e per la gioia dei suoi numerosissimi fans, a Selva Gardena si svolgerà una marcia popolare non competitiva per due giorni, durante i quali i partecipanti dovranno vedersela con 12 km di corsa per il percorso breve e con 24 km per quello lungo. La marcia avrà luogo lungo le strade e i sentieri di Selva Gardena. Ritorno Del Bestiame Dall´alpeggio (14/09/2003) Verso la metà di settembre rivive un´antica tradizione: è la volta del rientro delle mucche e delle pecore dal pascolo. Un ritorno che diventa occasione di festa in Vallunga, dovè viene organizzata una festa campestre, con la riscoperta delle tradizioni folcloristiche della valle, della musica locale, e degli antichi balli popolari. Informazioni: Associazione Turistica di Selva Gardena. Val Gardena Extrem Marathon (21/09/2003) La corsa in montagna "Val Gardena Extrem Marathon" è diventata ormai uno degli appuntamenti sportivi più importanti dell´estate in Val Gardena. È alla 5° edizione ed è organizzata dal gruppo sportivo "Atletica Gherdeina". È una competizione "skyrunning" alla quale sono ammessi atleti che abbiano compiuti i 18 anni e sono in possesso di certificato medico. Informazioni: Associazione Turistica Ortisei. Segra Sacun E Mercato Tradizionale (12-13/10/2003) Ogni anno si ripete la festa in onore di San Giacomo, protettore degli escursionisti e dei pellegrini. Il paesino di San Giacomo, sopra Ortisei, si veste a festa e dopo la funzione religiosa, tenuta nella chiesetta più antica dell´intera valle, ci si ritrova in piazza e nelle osterie per discutere dei temi più vari ma soprattutto per gustare le pietanze di festa appositamente preparate: krapfen e piatti tipici. La festa prosegue il giorno successivo ad Ortisei con uno dei mercatini più frequentati dell´intero Alto Adige. Venditori ambulanti di varia provenienza offrono le loro mercanzie ai numerosi curiosi. La Segra Sacun ha tradizioni secolari: offriva ai valligiani la possibilità di acquistare le ultime merci necessarie prima di affrontare il lungo inverno gardenese, oltre all´occasione di intrattenersi allegramente prima dell´arrivo della neve. Decalogo Per Ottenere Il Meglio Dalla Vostra Vacanza In Val Gardena 1) L´informazione! Appena arrivati in Val Gardena la cosa più saggia da fare è andare in una delle Associazioni Turistiche della valle (vedere indirizzi in ultima pagina) dove potrete fornirvi di mappe, cartine dei sentieri, guide, calendario delle manifestazioni e molto di più. Qualsiasi attività voi desideriate fare durante la vostra vacanza è senz´altro possibile, basterà chiedere al personale dell´Associazione Turistica. 2) Siete Degli Sportivi? Se preferite una vacanza dinamica, la Val Gardena è il posto che fa per voi, sia in inverno che in estate. Dal 5 dicembre 2003 al 18 aprile 2004 (con la garanzia di sciare fino all´ultimo giorno con collegamento funzionante da Selva Gardena e S. Cristina fino alla Marmolada!) è il paradiso degli sport invernali di ogni tipo. Sci, sci da fondo, snowboard, telemark, carving, e tutte le attività legate alla montagna (alpinismo, free climbing, cascate di ghiaccio..) saranno praticabili nel migliore dei modi, con la possibilità di usufruire di maestri, guide, strutture di altissimo livello e in un ambiente naturale unico al mondo. Non dimenticate che in Val Gardena c´è la possibilità di praticare un´attività inconsueta ma divertentissima come lo slittino su apposite piste immerse nella natura che vi regaleranno grandi emozioni. In estate i sentieri di montagna si prestano ad escursioni di vario livello e durata (richiedete alle Associazioni Turistiche le guide che riportano tutti i sentieri!) che potrete fare da soli o accompagnati da una guida (Scuola d´Alpinismo Catores, tel. 0471/798223, Associazione Guide Alpine Val Gardena tel. 0471/794133). Se siete dei veri amanti della montagna, potrete anche ottenere il distintivo per escursionisti "Cristal d´Or" o il distintivo "Big G" per i più piccoli, chiedete come fare alle Associazioni Turistiche! Tutti gli sport sono praticabili in valle, come mountain bike, arrampicata, nuoto, atletica leggera, tennis, squash, minigolf, equitazione, calcetto, basketball, volleyball, pesistica, golf alpin pitch & putt, pattinaggio su ghiaccio, pesca, skateboard, sauna, bowling, biliardo, parapendio.. Basterà informarsi, ancora una volta, presso le Associazioni Turistiche. 3) Se Preferite Il Relax.. Se la vostra vacanza dovrà essere un momento di assoluto riposo siete nel posto giusto. In inverno la neve che ammanta ogni cosa, le baite e l´atmosfera natalizia vi farà dimenticare lo stress da città e se non vorrete dedicarvi allo sport, saune, piscine confortevoli o bagni di fieno vi faranno ritrovare il giusto equilibrio. In estate basterà raggiungere con una breve passeggiata o con un impianto di risalita una baita di montagna, un prato cosparso di fiori, una chiesetta sperduta per immergervi in una pace totale. Se vorrete concedervi anche qualche gita senza troppa fatica potrete prenotare una slitta trainata da cavalli (in inverno) o aderire, in estate, ad una gita organizzata in pullman dalle Associazioni Turistiche. Durante la stagione estiva, se volete rinunciare anche allo stress della macchina, utilizzate i 12 impianti di risalita con apertura estiva. Inoltre un ticket settimanale consente l´uso illimitato degli autobus di linea da Ortisei ai passi Sella e Gardena. Esiste inoltre la Sella Ronda Card, un´offerta combinata che prevede l´utilizzo degli impianti di risalita, degli autobus e dei sentieri escursionistici attorno al Gruppo del Sella! 4) Amanti Della Natura? La Val Gardena comprende uno dei parchi che si caratterizza per la sua straordinaria bellezza e ricchezza naturalistica, è il Parco Puez - Odle (altitudine media 2500 m) dove arditi pendii, bizzarre erosioni, fessure e ponti naturali entrano in dinamico contrasto con distese di prati immacolati dove lo sguardo si perde all´orizzonte. Flora e fauna sono quelle tipiche dei paesi alpini, rigogliose e protette per preservare nel tempo questo angolo di paradiso. Sono possibili escursioni guidate nel parco naturale Puez - Odle, informandosi presso le Associazioni Turistiche. 5) Pensate Che Un Po´ Di Cultura Non Guasti? La Val Gardena ha una storia antica che ha lasciato tracce ancora visibili. La Chiesetta di S. Antonio, di S. Giacomo, di S. Cristina ne sono un esempio, come pure le rovine della fortezza di Wolkenstein, il Castel Gardena e il Museo della Val Gardena, sito nella Casa dei Ladini di Ortisei. Qui potrete ammirare reperti archeologici, fossili, minerali e fare un viaggio attraverso l´arte della scultura in legno, tradizionale attività dei gardenesi. Conoscere la storia della Val Gardena vi porterà anche ad approfondire la cultura ladina con le usanze, i costumi, le tradizioni che le sono proprie. Scoprirete anche luoghi storici come il Troi Paian, sentiero preistorico che attraversa la Val Gardena che Reti, Preromani e Latini utilizzavano per portare al pascolo il bestiame e commerciare mercanzie di vario genere. La Val Gardena ha dato i natali al noto regista, attore e architetto Luis Trenker. A lui, soprattutto in autunno, sono dedicate molte manifestazioni e appuntamenti che ricordano la sua vita e le sue opere. Un altro spunto per arricchire la vacanza culturale degli ospiti della valle ladina. (Per informazioni associazione turistica di Ortisei). 6) Per I Vostri Bambini.. Da tempo la Val Gardena si sta movendo per venire incontro alle esigenze delle famiglie. Esistono varie agevolazioni e dei programmi specifici per i bambini, sia in estate che in inverno. In estate l´appuntamento principale sono le Settimane Bambino Estate (fino al 19 luglio 2003) dove, con un soggiorno minimo di 7 giorni, i bambini fino a 8 anni che dormono in camera con i genitori hanno il soggiorno gratuito, sconto del 50% per i bambini dagli 8 ai 12 anni e negli appartamenti sconti per bambini dal 15 al 30%. Queste settimane sono caratterizzate da attività di vario genere per i più piccoli come passeggiate, giochi, film, teatrini all´aperto, circo, feste.. In Val Gardena esistono anche dei programmi di animazione per bambini e ragazzi molto richiesti: Verdebello a Ortisei (tel. 335/8410246), Micky Mountain Club a Selva Gardena (informazioni presso l´Associazione Turistica Selva Gardena, tel. 0471 795122) e Casa Bimbo per bambini dai 0 a 11 anni (tel. 348 8700661). 7) Siete Dei Buongustai? Se amate il piacere della tavola anche in vacanza, in Val Gardena rimarrete soddisfatti. Baite e rifugi sono i posti migliori dove potrete assaporare i sapori più tipici della cucina locale. Impossibile consigliarne qualcuno perché ovunque andrete canederli, minestre, strudel, piatti semplici e saporiti di origine contadina vi lasceranno un ottimo ricordo. Anche nei paesi numerosi sono i ristoranti, le trattorie, le pizzerie dove soddisfare il vostro palato (richiedete informazioni alle Associazioni Turistiche in merito!). Per lo spuntino o la merenda obbligatorio fermarsi in uno dei tanti caffè- pasticceria che incontrerete in ogni paese, dove potrete assaporare l´ottima tradizione culinaria gardenese nei dolci. In autunno, a S. Cristina, si tengono ogni anno le Settimane Autunnali e di Degustazione, nonché le settimane Unika- Arte e Gastronomia in tutta la Val Gardena: degli appuntamenti da leccarsi i baffi! (vedere pagine precedenti sulle manifestazioni). 8) Amate La Vita Notturna? Anche per i viveur della notte ci sono occasioni di divertimento in Val Gardena: dopo una giornata dedicata allo sport, alla vita all´aria aperta, c´è ancora spazio per l´uscita del dopo cena. Bar, pub, discoteche, locali in cui ascoltare un po´ di musica in compagnia di amici sono un po´ ovunque in valle. Spesso gli albergatori, i proprietari di vari esercizi pubblici, offrono ai loro clienti musica dal vivo o altri tipi di intrattenimento. Alla sera le vie del centro sono sempre affollate e diventano il luogo preferito dove incontrare gli amici e far tardi. L´estate gardenese offrirà inoltre un folto programma di concerti serali di musica classica di alto livello in luoghi ameni e pittoreschi, che vi consigliamo vivamente di non perdere: i concerti delle Settimane Musicali Valgardenamusika, (vedere calendario delle manifestazioni) che si svolgeranno nei mesi di luglio e agosto. 9) Ricordatevi Di Controllare Il Calendario! Per arricchire di svago e divertimento la vostra vacanza, la Val Gardena ha attivato un programma di manifestazioni estive molto ricco ed attraente che accompagnerà tutte le vostre giornate. Non dimenticate di consultare il calendario delle manifestazioni "Cosa succede in Val Gardena?", ogni giorno, dove potrete trovare l´evento, la festa, l´attività che più vi piace. 10) Viva Lo Shopping! In Val Gardena anche certe abitudini cittadine come lo shopping potranno essere coltivate. L´arte dell´intaglio del legno da parte dei gardenesi è famosa in tutto il mondo e l´acquisto di una scultura è quasi d´obbligo. Inoltre si possono trovare negozi di artigianato e di antiquariato tra i più rinomati e forniti. Coloro che invece intendono attrezzarsi per le scalate o semplicemente per le escursioni dolomitiche potranno trovare tutto il necessario nei negozi di articoli sportivi specializzati, dagli scarponi ai capi tecnici e alla moda. Ma non finisce qui: vini, grappe e le più prelibate leccornie vengono offerte dalle enoteche e dai rivenditori di generi alimentari selezionati. Infolink: (con situazione meteo e livecam) www.Valgardena.it  
   
   
FINO AL 25 MAGGIO QUATTORDICI RISTORANTI DELLA VALLAGARINA LI PROPONGONO A PREZZO FISSO  
 
Le magnifiche pendici del Monte Baldo, situate fra la Valle dell´Adige e il Lago di Garda, sono conosciute fin dal 1500 per la ricchissima varietà di specie floreali, tanto da meritare l´appellativo di "Hortus Italiae". Per omaggiare questo patrimonio naturale che non ha eguali e per farlo conoscere in maniera diversa e più sfiziosa, è partita lo scorso 5 maggio la settima edizione della manifestazione "Fiori del Baldo ed erbe di campo". Per tutta la durata dell´iniziativa, che si protrarrà fino al 25 maggio, molti ristoranti della Vallagarina propongono raffinati menù a base di fiori del Baldo ed erbe di campo: soufflè di pane all´ortica, carpaccio con rucola selvatica, insalate alle erbe di campo, semifreddo al sambuco e miele millefiori sono solo alcune delle sfiziose proposte gastronomiche che i quindici ristoratori coinvolti hanno in serbo per i loro ospiti. Ogni pasto viene poi accompagnato dai migliori vini della Vallagarina e alle grappe locali aromatizzate alle erbe. Una formula, quella di questa rassegna, che si rivela ogni anno più azzeccata: i ristoranti partecipanti aumentano edizione dopo edizione, così come gli operatori dell´Altopiano di Brentonico, passati da due a sette. Con la diretta conseguenza di un incremento della clientela e di turisti provenienti anche da fuori provincia. "Siamo molto soddisfatti ", ha commentato Sergio Valentini, rappresentante dell´Associazione Ristoratori dell´Unione Commercio e Turismo della Vallagarina, che insieme all´Azienda Promozione Turismo di Rovereto, la Cassa Rurale di Brentonico e la Cantina Sociale di Avio, promuove l´iniziativa. Anche quest´anno ai piaceri del palato viene unito quello del gioco: a coloro che si lasciano tentare dalle offerte di più di un ristorante verranno offerti dei premi attraverso un coupon. Di seguito, i quindici ristoranti che partecipano, proponendo menù a prezzo fisso: - Ristorante al Borgo - Rovereto (Tn) - Tel: 04640436300 - Rifugio Campei - Brentonico (Loc. Campei- Tn) - Tel: 0464395382 - Locanda D&d (Maso Sasso) - Nogaredo (Tn) - Tel: 0464 410777 - Trattoria La Luna Piena - Ala (Tn) - Tel: 0464 673030 - Pizzeria La Pineta - Brentonico (Loc. S. Caterina -Tn) - Tel: 0464 395296 - Locanda delle Tre Chiavi - Isera (Tn) - Tel: 0464 423721 - Ristorante Pizzeria Lo Sfizio - Brentonico (Tn)- Tel: 0464 394050 - Agritur Malga Mortigola - Brentonico (Tn) - Tel: 0464 391555 - Ristorante Maso Palù - Brentonico (Tn) - Tel : 0464 395014 - Rifugio Monte Baldo - Avio (Tn) - Tel: 0464 391553 - Osteria del Pettirosso - Rovereto (Tn) - Tel: 0464 422463 - Ristorante San Colombano - Rovereto (Tn ) - Tel: 0464 436006 - Ristorante Hotel S. Giacomo - Brentonico (Tn) - Tel: 0464 391550 - Ristorante Tre Pini - Rovereto (Tn) - Tel: 0464 487644 - Vecchia Trattoria Birreria Scala della Torre - Rovereto (Tn)  
   
   
SABATO 10 MAGGIO AL JAZZ CLUB FERRARA: LORENZO MINGUZZI ORGAN TRIO  
 
Non è nuova la formula del trio con Hammond e chitarra, nello spazio rinascimentale del Torrione del Jazz Club Ferrara. Di certo sarà grande l´emozione nell´ascoltare, sabato 10 maggio 2003, con inizio alle 22, un jazz giovane, dinamico e ricco di spunti e dichiarazioni di poetica di grande interesse. Sul palco del Jazz Club Ferrara salirà il trio guidato dal chitarrista Lorenzo Minguzzi, accompagnato da Bruno Erminero all´organo hammond e da Fabrizio Cuccuini alla batteria, per una serata tutta giocata su esposizioni di temi e session di improvvisazione di grande impatto. Frutto di una storia artistica notevole e punteggiata di esperienze con grandi musicisti italiani, la tecnica e l´arte (solo così può essere definita) di Lorenzo Minguzzi, si muovono nella fiorente zona jazzistica di Torino, dopo la crescita musicale in seno agli insegnamenti di Joe Diorio e Mick Goodrick. Proprio nel capoluogo piemontese Minguzzi entra in contatto e collabora con musicisti del calibro di Flavio Boltro e Giorgio Li Calzi, fino alle preziose esperienze accanto ai tre "Gianni" del jazz italiano: Gianni Basso, Gianni Cazzola e Gianni Coscia, rispettivamente sassofonista, batterista e Fisarmonicista, tra i migliori che la storia del jazz italiano degli ultimi quarant´anni ci abbia regalato. Una parentesi d´oltralpe con la cantante francese Pascale Charetton, che gli ha portato un successo crescente e la coscienza di una serie di capacità tecniche ed improvvisative indubbie, inducono Minguzzi a partecipare ad importanti festival e a concerti nei più preziosi jazz clubs d´Italia, privilegiando la formula dell´organ trio, dapprima con il giovane Federico Conti (già ospite in passato del Jazz Club Ferrara) ed ora con Bruno Erminero, uno dei migliori organisti hammond in Italia, che lo accompagnerà nel concerto di sabato,. Un appuntamento straordinario che, unito al ritmo crescente e sensazionale della batteria di Fabrizio Cuccuini esplorerà i territori del jazz in vista di zone di luce chiaroscurate nell´orizzonte di una musica fatta di contaminazioni speciali. Se a tutto ciò si unisce l´immancabile qualità del Wine & Food Bar del Torrione del Jazz Club Ferrara che, aperto dalle 19, prepara ottimi cocktail e deliziosi piatti di carne e pesce, la qualità di una serata di cultura si trasforma presto nella convinzione che musica, cultura e buona cucina possono muoversi di pari passo. Per informazioni: Jazz Club Ferrara 0532.211573, 339/7886261 Prenotazioni allo 0532/713181 o 340/2955798www.Jazzclubferrara.com Calendario Sportur 2003 Le gare 8- 9 marzo Rep. San Marino Nuoto master " 2 ° Trofeo Repubblica di San Marino". 6 aprile Cervia 7° granfondo di ciclismo " Selle Italia - La via del Sale ". 13 aprile Ravenna 5° granfondo di Mtb " Parco del Delta". 26 aprile Cesenatico Campionato Italiano Duathlon a squadre. 26 aprile Cesenatico 2° Duathlon sprint "Sportur Cup". 27 aprile Cesenatico 5° Triathlon sprint "Sportur Cup". 4 maggio Lido degli Estensi 4° granfondo Mtb- Valli di Comacchio "Ferrara Terra e Acqua". 10-11 maggio Cervia - Bagno Fantini 3° Beach volley festival ( 2x2 3x3 4x4 maschile femm ). 18 maggio Rimini 20° Maratonina "Strarimini". 17 - 18 maggio Riccione 3° Sammontana Roller Fest. 24-25 maggio Bellaria Igea Marina 3° Convention Beach Fitness. 31 maggio -2 giugno Rimini 5° torneo di calcio a 5 " International Parmalat Cup". I Camp de La Gazzetta dello Sport. 5-9 marzo Rep. Di San Marino Camp di Nuoto con Luca Sacchi. 2-6 aprile Cervia Camp di Ciclismo Davide Cassani. 21 - 25 aprile Cattolica Camp di Vela con Mauro Pelaschier. 7 - 11 maggio Bagno di Romagna Camp di Mtb con Paola Pezzo. 5 - 6 luglio Cervia Clinic per allenatori con Julio Velasco Luglio Cervia Clinic Internazionale per allenatori di Basket La Scuola di Ciclismo di Davide Cassani. 26 gennaio - 2 febbraio 26 gennaio - 9 febbraio 2 - 9 febbraio Gran Canaria (Canarie). La scuola di ciclismo di Davide Cassani alle Canarie. 2 - 6 aprile Cervia Camp di Ciclismo di Davide Cassani de La Gazzetta dello Sport. 4 aprile Cervia Festa del club Davide Cassani. 15 -21 giugno Dolomiti La scuola di ciclismo di Davide Cassani sulle Dolomiti. 22 - 28 giugno 3 - 9 agosto 24 - 30 agosto Torbole Sestola Lido di Camaiore Scuola di ciclismo Young - Liquigas (per ragazzi dai 10 ai 15 anni .) Sportur Young 5 aprile Cervia 1° Minigranfondo di ciclismo Liquigas per ragazzi dai 7 ai 16 anni. 12 aprile Ravenna 1° Minigranfondo di Mtb "Parco del Delta" per ragazzi dai 10 ai 16 anni 2° Gincana Mtb Sportur per bambini dai 4 ai 9 anni 3 maggio Lido degli Estensi 1° Minigranfondo di Mtb "Valli di Comacchio" per ragazzi dai 10 ai 16 anni. 27 aprile Cesenatico 2° Duathlon Sportur Young per ragazzi dai 9 ai 12 anni 17 - 18 maggio Riccione 3° Sammontana Roller Fest. 22 - 28 giugno 3 - 9 agosto 24 - 30 agosto Torbole Sestola Lido di Camaiore Scuola di ciclismo Young - Liquigas (per ragazzi dai 10 ai 15 anni ). Beach Games 7 - 8 giugno Bagno Fantini Buona Vista- Cervia 1° Trofeo Sportur Beach Tennis. 21 - 22 giugno Bagno Fantini Buona Vista- Cervia 7° Campionato Italiano di Footvolley. 5 - 6 luglio Santal Beach Stadium Cervia Sammontana Beach Soccer Cup. 19 - 20 luglio Santal Beach Stadium Cervia Beach Rugby. 26 - 27 luglio Santal Beach Stadium Cervia Italian Cup Beach Handball. 4 - 6 agosto Bagno Fantini Buona Vista- Cervia Santal Beach Stadium Cervia International Cup Beach Volley Gli eventi speciali. 2 dicembre 2002 Milano Conferenza Stampa Sportur 2003. 14 aprile Ravenna - Mirabilandia Gran Galà dei Premi Sportur 2003. 3 giugno Milano Marittima Sport Week the Party. 28 giugno Cervia "Summer Party" festa degli Amici del club Sportur. 11 agosto Santal Beach Stadium Cervia Trofeo città di Cervia (selezione per il World Master). 12 - 15 agosto Santal Beach Stadium Cervia World Master Sculture di sabbia.  
   
   
CON FINNAIR DA MILANO E ROMA PER RAGGIUNGERE IL SOLE DI MEZZANOTTE! CON IL VOLO ESTIVO PER LAKSELV, RITORNA DAL 20 GIUGNO LA PROMOZIONE "UN TRIS CHE VALE PIÙ DI UN POKER": HELSINKI, ROVANIEMI E CAPO NORD DA 505 EURO.  
 
Se dovete ancora decidere la meta delle vostre vacanze e volete provare l´esperienza del magico Nord, Finnair fa per voi. Con l´offerta "Un Tris Che Vale Più Di Un Poker" la compagnia di bandiera finlandese consente un´emozionante combinazione: un´unica tariffa per Capo Nord da Milano e Roma, con la possibilità di sostare nella colorata capitale finlandese Helsinki e nella terra di Babbo Natale, Rovaniemi. L´ambito tetto d´Europa, Capo Nord, facilmente raggiungibile dall´aeroporto internazionale di Lakselv, vi regalerà la magica luce in uno splendido capolavoro naturale. Ecco le quote per le vostre vacanze nelle Terre del Sole di Mezzanotte: da Milano: Euro 505,00 (dal 20 giugno al 14 luglio) Euro 590,00 (dal 15 luglio al 15 agosto); da Roma: Euro 525,00 (dal 20 giugno al 14 luglio) Euro 620,00 (dal 15 luglio al 15 agosto). Queste tariffe speciali sono soggette alle seguenti condizioni: - Validità: dal 20 giugno al 15 agosto 2003; - Sosta: consentita lungo il viaggio a Helsinki e Rovaniemi; - Permanenza minima: una notte tra sabato e domenica; - Permanenza massima: un mese; - Sconti: bambini da 0 a 2 anni 90%; da 2 anni a 11 anni 50%. Tariffe soggette a restrizioni e a disponibilità limitata. Quest´imperdibile promozione, pensata appositamente da Finnair per il mercato italiano, vi consentirà di sfruttare un´unica tariffa per visitare gli splendidi paesaggi delle tre tappe , nel periodo dell´anno più suggestivo. Rivolgetevi alla vostra agenzia di fiducia, il sole di mezzanotte vi aspetta! Per ulteriori informazioni: www.Finnair.com/italia, tel. 840054747.  
   
   
VOLONTARI FRA LE NOTE  
 
Cantonigròs, cittadina a nord est di Barcellona, non è una meta turistica particolarmente conosciuta, ma a luglio si trasforma: più di 2000 persone arrivano da ben 30 paesi diversi per partecipare al Festival di musica di Cantonigròs. Potete immaginare le enormi possibilità di scambi culturali fra persone accomunate dalle sette note! Legambiente ha ben pensato di aiutare gli organizzatori dello spettacolo, inviando volontari italiani fra i 18 e i 30 anni, per la Xix edizione del festival. I lavori varieranno dall´allestimento vero e proprio delle strutture al catering, al controllo degli ingressi, ecc, durante gli eventi. Il campo di lavoro inizia il 10 luglio, per concludersi il 24 luglio 2003. È previsto un contributo di 171 euro per vitto e alloggio, oltre all´iscrizione a Legambiente. Infolink: www.Culturacdspn.it    
   
   
POCKET-HOLIDAYS: TOUR DELLA GRAN BRETAGNA IN 7 GIORNI!  
 
Inscape, uno dei più importanti tour operator inglesi, specializzato in vacanze culturali, organizza, in collaborazione con l´Università di Cambridge (sezione Scuole Internazionali Estive), un Gran Tour della Gran Bretagna, dal 26 luglio al 3 agosto 2003. Si parte da Cambridge, in un piccolo gruppo e accompagnati da un esperto in patrimonio artistico inglese, il Dr. Steven Brindle. Le mete sono: Lincoln, con la sua maestosa cattedrale del Xiii secolo; lo Yorkshire ( si alloggia presso il famoso The Old Swan, elegante hotel vittoriano frequentato da Agatha Christie); Edimburgo (e la sua National Gallery); Glasgow; il Westmoreland (con visita alla casa di Wordsworth);il Galles e, per finire, Bath. Il costo del soggiorno è di 1395 sterline, alloggio, colazioni, 5 cene e entrate nei luoghi d´arte inclusi. Un po´ caro, ma ne vale la pena per la serietà degli organizzatori. Infolink: www.Culturacdspn.it    
   
   
CHI HA PAURA DEI FANTASMI?  
 
È probabile che pochi abbiano sentito parlare di Rathcormac, piccolo villaggio a mezz´ora dalla città di Cork, in Irlanda. Il consiglio comunale, gestito da volontari, si è impegnato a migliorare le condizioni del villaggio, iniziando a creare una serie di sentieri attraverso un vecchio cimitero del 1684. Vi chiederete cosa possiamo centrare noi, vero? Centofiori, organizzazione impegnata nel volontariato sociale, ecologico e artistico, si è offerta di assoldare 10 volontari maggiorenni, che aiutino i locali nella catalogazione delle scritte tombali del vecchio cimitero, molte delle quali hanno più di 300 anni. L´obbiettivo è disegnare una mappa del cimitero e scrivere un libretto informativo a uso delle generazioni future. È richiesta un´ottima conoscenza dell´inglese e abilità nell´uso del computer. Il campo si svolgerà dal 26 luglio al 9 agosto 2003, con un costo di 85 euro, più 15 euro di iscrizione all´associazione. Infolink: www.Culturacdspn.it    
   
   
NONSOLOMAMMA...  
 
L´11 maggio ai Parchi e Riserve Cuneesi (Piemonte) L´ente Parchi Cuneesi organizzerà in occasione della festa della mamma una visita guidata all´Oasi di Crava Morozzo per tutta la famiglia, grandi e piccini (gratis alle mamme). Il ritrovo è previsto all´ingresso della Riserva dell´Oasi a Crava (Cn) alle ore 15.00. Le adesioni possono essere comunicate al numero 0174/58739. Infolink: http://www.Parks.it/parchi.cuneesi  Per Corti E Cascine Il 10 e 11 maggio al Parco Oglio Sud (Lombardia) L´ente Parco Oglio Sud in collaborazione con il Wwf organizza una serie di iniziative sabato 10 e domenica 11 maggio presso la Riserva Naturale Le Bine, ad Acquanegra sul Chiese (Mn). Sabato 10 alle ore 21.00 osserveremo le stelle col naso all´insù. Domenica 11 dalle ore 9.30 alle 12.30 ci sarà una visita guidata della riserva; dalle ore 12.30 alle 14.30 il pranzo al sacco; dalle ore 14.30 alle 18.00 l´iniziativa "La scienza spiegata coi giochi" a cura dell´Associazione Googol di Parma e "Giochi con materiale povero": colorare senza colori, vasi di fiori un po´ particolari, barche speciali. Inoltre, balli e danze da tutto il mondo con "Organetti e dintorni" di Milano. Per ulteriori informazioni, contattare Francesco Cecere, tel. 348/3850901 - E-mail: Francesco.cecere@tiscali.it Infolink: http://www.parks.it/parco.oglio.sud  La Sagra Del Pesce L´11 maggio al Parco Regionale di Portofino (Liguria) L´ente Parco di Portofino organizza per domenica 11 maggio un´escursione semplice, per grandi e piccini, che ripercorre le più antiche strade del Parco di Portofino dove cultura contadina e pesca armoniosamente convivono. Da Porto Pidocchio, antico borgo di pescatori, sarà possibile prendere il battello per Camogli, dove si gusterà il pesce fritto in occasione della Festa di San Fortunato. L´appuntamento è fissato alle ore 9.00 presso la chiesa di San Rocco di Camogli (Ge) e l´arrivo è previsto a Camogli per l´ora di pranzo. La quota di partecipazione è di 5,00 Euro (esclusi trasferimenti in battello). In caso di condizioni meteomarine avverse si arriverà a Camogli a piedi. La prenotazione è obbligatoria e va comunicata entro e non oltre le ore 12 di mercoledì 7 maggio a: Ente Parco di Portofino - tel. 0185283480 - Fax 0185285706 - E-mail: lt.Parcodiportofino@libero.it Infolink: http://www.parks.it/parco.portofino  La "Valle Delle Punte Di Freccia" E Il Monte Verruga L´11 maggio al Parco Naturale Regionale di Montemarcello-magra (Liguria) L´ente Parco Montemarcello-magra organizza domenica 11 maggio l´escursione "Valle delle punte di freccia ed il monte Verruga": sopra Santa Maria di Maissana un agevole sentiero conduce al sito archeologico di Valle Lagorara dove è possibile osservare una cava a cielo aperto di diaspro rosso utilizzata tra l´Età del Rame e l´Età del Bronzo (3000-2000 a. C.). Il sentiero prosegue per le scoscese pendici del Monte Scogliera, in una zona in cui si possono vedere diverse miniere di Manganese abbandonate. Si ridiscende percorrendo un sentiero sui fianchi del monte Verruga. Il ritrovo è previsto presso l´uscita del casello autostradale di Brugnato (Sp) alle ore 8.40, e il rientro nel pomeriggio. La difficoltà dell´escursione è elevata, dato che da Valle Lagorara (820 m. S.l.m) si sale ripidamente sino a 975 m. S.l.m. Si raccomanda di munirsi di giacche a vento. Sono indispensabili scarpe da trekking. E´ previsto pranzo al sacco. Per informazioni e prenotazioni: la prenotazione può essere fatta dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso l´Ente Parco di Montemarcello-magra - Via Paci, 2 - 19038 Sarzana (Sp) - Tel. 0187/691071 - Fax 0187/606738 - E-mail: info@parcomagra.It Infolink: http://www.parks.it/parco.montemarcello.magra  Burattini Nel Parco L´11 maggio al Parco Nord Milano (Lombardia) Secondo appuntamento del mese con "Giocomanonsolo nel Parco", iniziativa organizzata dall´Ente Parco in collaborazione con i Comuni di Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano e Bresso. Domenica 11 maggio sarà dedicata allo spettacolo di burattini e al laboratorio di costruzione di burattini utilizzando le suggestioni del Parco. L´attività si svolgerà dalle ore 16.00 alle ore 18.30 presso l´Aula Verde, C/o Centro Scolastico Parco Nord - Via Gorkij, 100 - Cinisello Balsamo (Mi). Il costo è di 3 Euro a bambino, e include la merenda biologica e un viaggio con il Trenino Verde del Parco. I bambini dovranno essere accompagnati da un adulto. Per informazioni e prenotazioni: è possibile iscriversi sul posto. Per consentirci di preparare le merende per tutti vi chiediamo di prenotarvi senza impegno contattando la Cooperativa sociale Koinè - Piazza De Agostini, 3: dal lunedì al venerdì 9.00 - 12.30 - Tel 02/42292265 - Fax 02/4237239 o Parco Nord Milano - Tel 02/241016-202 Infolink: http://www.parks.it/parco.nord.milano  Le Passeggiate Dell´aveto Il 10 maggio al Parco Naturale Regionale dell´Aveto (Liguria) L´ente Parco dell´Aveto organizza per sabato 10 maggio l´"Anello del Monte Ramaceto", un´escursione di media difficoltà (dislivello: in salita 540 m.; in discesa 540 m.). Il ritrovo con la guida del Parco è previsto alle ore 9.00 in località Ventarola (Ge) - Comune di Rezzoaglio (dal parcheggio), mentre il ritorno è previsto per le ore 16.00. L´escursione sarà effettuata con un numero minimo di 15 partecipanti e un massimo di 20; prevede un costo di 6.00 Euro, mentre bambini e ragazzi fino a 12 anni non pagano se accompagnati da un adulto (max 2 per adulto). In caso di maltempo l´escursione verrà annullata. Si consiglia di portare scarpe da trekking, giacca a vento, zaino, borraccia, pranzo al sacco. La prenotazione è obbligatoria e va effettuata entro giovedì 8 telefonando all´Ente Parco Aveto (da lunedì a venerdì) dalle ore 9 alle ore 13 - Tel e Fax 0185340311, oppure tramite E-mail all´indirizzo: ce.Aveto@libero.it Infolink: http://www.Parks.it/parco.aveto  Appuntamento Con Il Duathlon A Valdieri L´11 maggio al Parco Alpi Marittime (Piemonte) Domenica 11 maggio l´Ente Parco Alpi Marittime organizza l´appuntamento in Valle Gesso con la seconda edizione della "Valdieri Bike-run". Il duathlon corsa+mountain bike+corsa, percorribile anche a staffetta, si svolgerà per le strade e i dintorni di Valdieri (Cn). I concorrenti inizieranno la gara con la corsa su un tracciato di 5 km, al termine della frazione, in sella alla mountain bike, percorreranno 18 km e poi nuovamente di corsa, a conclusione di un anello di 3 km, taglieranno il traguardo. Dopo la gara, il pranzo e la premiazione, la giornata proseguirà con una grande festa con musica e balli occitani. La quota d´iscrizione è di 10 euro per gli atleti che compiono tutte e tre le frazioni e di 15 euro per la staffetta. Per ulteriori informazioni: tel. 335/6948867 - 347/7835926 - 0171/97175 - E-mail:vallegessosport@hotmail.com Infolink: http://www.Parks.it/parco.alpi.marittime  Festa Di Maggio L´11 maggio al Parco del Ticino (Lombardia) L´ente Parco Ticino organizza domenica 11 maggio, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, la "Festa di Maggio": una giornata di festa nella stagione più dolce dell´anno. Il programma prevede visite guidate al Centro Cicogne e al Museo della Rondine, visite guidate nel Parco Naturale alla scoperta delle fioriture selvatiche di maggio, giochi natura per bambini, un piccolo corso di educazione all´alimentazione, shop di prodotti biologici del Parco Ticino e pranzo con gustose ricette casalinghe. Per informazioni e prenotazioni: Centro Cascina Venara - Cascina Venara - 27020 Zerbolò (Pv) - Tel. 338/6320830 (da mercoledì a domenica dalle 10.00 alle 18.00) - E-mail: info@cascinavenara.It Infolink: http://www.parks.it/parco.ticino.lombardo